La SPM è un momento difficile per una donna. Può provocare da mal di testa e sbalzi d’umore a crampi dolorosi e può essere davvero debilitante, specialmente perché succede tutti i mesi. Fortunatamente la ricerca sostiene che la cannabis sia in grado di mitigare alcuni dei sintomi associabili alla SPM, come dolore, crampi, mal di testa e sbalzi d’umore. Continuate a leggere per saperne di più.

CHE COS’È LA SPM?

Le donne sapranno sicuramente di cosa stiamo parlando e la maggior parte di loro ne avrà sofferto in qualche modo. SPM, o sindrome premestruale, è un termine che racchiude un’ampia gamma di sintomi normalmente patiti dalla donna tra l’ovulazione e il periodo mestruale.

Questi sintomi possono essere variabili e includono:

  • Crampi
  • Gonfiore
  • Emicrania
  • Sbalzi d’umore
  • Gonfiore/indolenzimento del seno
  • Costipazione/diarrea
  • Calo dello stimolo sessuale

Sono circa 150 i sintomi associabili alla SPM. Il tipo di sintomo e la sua intensità possono variare da donna a donna e possono manifestarsi in maniera differente a seconda di molteplici fattori, come lo stress.

Ma, anche se la SPM affligge le donne in maniera differente, una cosa è certa: la SPM è estremamente fastidiosa e la maggior parte delle donne è alla continua ricerca di un modo efficace per mitigarne i sintomi.

Bene, fortunatamente per le ragazze, la ricerca sostiene che la cannabis potrebbe essere la giusta soluzione.

SPM Sintomi

LA CANNABIS ALLEVIA I SINTOMI DELLA SPM?

I riflettori sulla cannabis si sono accesi piuttosto tardi. Grazie a nuove ricerche, siamo finalmente in grado di riclassificare questa antica pianta, di comprenderla meglio e di capire in quali nuovi modi la si possa utilizzare a nostro vantaggio.

Ma, quando si parla di cannabis e SPM, bisogna dire che i nostri antenati erano molto più avanti di noi. In una famosa analisi del 2002 sulla cannabis e sulla sua applicazione in ostetricia e ginecologia, Ethan Russo ha osservato che essa ricopre un ruolo importante nella salute della donna da lungo tempo.

Russo, ad esempio, esaminò un testo di medicina cinese del 16° secolo in cui la cannabis (o “ma”, com’è citata nel testo) veniva chiaramente catalogata come medicina per alleviare i crampi del periodo mestruale.

Russo, inoltre, ha evidenziato come la Regina Elisabetta I fosse solita ricorrere alla cannabis per trattare i suoi crampi mestruali. Per lungo tempo, difatti, i medici britannici prescrissero regolarmente la cannabis per il dolore mestruale.

La ricerca sulla cannabis e il suo ruolo nella salute femminile, sfortunatamente, è scarsa. Tuttavia, grazie ad altri studi sulla pianta, sappiamo che generalmente è un valido aiuto per le donne, durante la SPM, i cui sintomi si manifestano ogni mese.

CANNABIS PER CRAMPI MESTRUALI, DOLORI E SOFFERENZA

Una delle principali aree in cui le donne possono beneficiare degli effetti salutari della cannabis è quella che riguarda le sue proprietà antidolorifiche.

I dolorosi crampi sono uno dei sintomi più comuni della SPM e possono affliggere la donna dal primo all’ultimo giorno di mestruazione. Fortunatamente, la ricerca sostiene che le donne possano godere delle proprietà antidolorifiche sia del THC sia del CBD.

La ricerca preclinica di Ethan Russo pubblicata sul British Journal of Pharmacology mette in luce come il THC possa agire come rilassante muscolare. Può, dunque, aiutare a calmare la tensione muscolare provocata dai crampi durante il periodo premestruale.

Per provare questi effetti su voi stessi, potete usare una soluzione topica a base di THC da applicare sulla zona del basso addome. In alternativa, potete prendere in considerazione la vaporizzazione della cannabis o un concentrato, ma fate solo attenzione al fatto che potreste subirne gli effetti psicoattivi.

Se volete evitare questo tipo di effetto tipico del THC, dovreste usarlo in microdosaggi o ricorrere a una varietà o a un prodotto con bassi livelli di THC. Le varietà ricche di CBD  possono essere una buona alternativa, sebbene il THC sia considerato un antidolorifico più efficace.

Cannabis Topica Per La Premestrazione Della Donna

CANNABIS E MAL DI TESTA

Mal di testa ed emicranie sono altri sintomi molto comuni della SPM. La ricerca, fortunatamente, ha rilevato come la cannabis possa alleviare anche questi.

Secondo uno studio del 2016 pubblicato sulla rivista Pharmacotherapy, la cannabis può aiutare a ridurre le emicranie mensili. Questa ricerca ha coinvolto 121 partecipanti in età adulta affetti da emicranie cicliche e ha studiato gli effetti della somministrazione di cannabis sui pazienti.

Gli autori hanno scoperto che, tra i pazienti consumatori di cannabis, il numero di emicranie mensili era sceso da 10,4 a 4,6. È importante osservare che questo studio non era specificamente orientato all’esame dei mal di testa associabili a SPM. Il punto interessante, però, è che la cannabis abbia ridotto le emicranie, nel gruppo in esame, del 50%.

Ancora una volta: se soffrite di mal di testa durante la SPM e siete alla ricerca di un trattamento alternativo, la cannabis può essere un’ottima scelta. E, una volta ancora, vi raccomandiamo di usare microdosaggi di THC (anche se lo vaporizzate) o, se siete abbastanza fortunati da vivere in posti dove la cannabis è legale, potreste optare per un edibile, in modo da controllarne meglio le quantità.

CANNABIS E UMORE

Sappiamo tutti che la cannabis influisce sul nostro umore. E, quando si tratta di SPM, può essere una cosa grandiosa. Il cambiamento che il corpo di una donna subisce durante o prima del periodo mestruale provoca spesso pesanti sbalzi di umore difficilmente controllabili.

Normalmente le donne soffrono di sbalzi d’umore nei giorni a ridosso del ciclo, nel periodo noto anche come fase luteale. Quando il corpo si sta preparando allo sfaldamento del tessuto uterino, subisce diversi cambiamenti che possono rappresentare una sorta di montagna russa emotiva per molte donne.

Oggi noi siamo a conoscenza del fatto che molte persone riescono a tenere sotto controllo il proprio stato emotivo con la cannabis. Diversi studi, infatti, hanno dimostrato che la cannabis possa aiutare l’individuo soggetto a stress emotivo o disturbi mentali, come ansia e depressione.

Gli effetti mitigatori sono normalmente imputabili al CBD, componente non psicoattiva presente nelle piante della cannabis e della canapa. Una ricerca pubblicata nel 2015 su una rassegna letteraria riguardante l’ansia, ad esempio, ha messo in luce come possa essere un efficace trattamento proprio per l’ansia.

Anche se non si è ben capito come, questo studio ipotizza che il CBD possa bloccare temporaneamente l’assorbimento di serotonina nel cervello. Il conseguente picco di serotonina può aiutare a ridurre sintomi come l’ansia, oltre a migliorare l’umore.

CANNABIS: UN’ALTERNATIVA PER AFFRONTARE LA SPM?

L’attenzione sulla cannabis è stata piuttosto tardiva. E, con la crescente mole di studi su questa pianta e sui suoi componenti, siamo alla costante ricerca di nuovi modi per aiutarci a vivere vite più sane e felici.

È importante osservare che vi un’effettiva carenza di ricerca sulla cannabis e sui suoi effetti sulla SPM. Tuttavia, una buona dose di letteratura ha dimostrato che la cannabis può essere d’aiuto in caso di dolore, tensione muscolare e mal di testa e, probabilmente, è in grado anche di migliorare l’umore.

Si tratta di importanti considerazioni, se si pensa che tutti questi sintomi sono molto comuni durante la SPM. E, anche se non esistono studi specifici sull’argomento, dovreste prendere in considerazione l’idea di automedicarvi ricorrendo alla cannabis e provare in prima persona come sia in grado di gestire i vostri sintomi da SPM.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out