Con il passare del tempo nel settore della cannabis spuntano idee sempre più bizzarre!

La American Green Inc. ha appena annunciato la sua nuova impresa. L'azienda è una delle più grandi società per azioni nel settore della cannabis negli Stati Uniti, e in precedenza ha investito in affari immobiliari e in distributori automatici di cannabis.

La American Green ha recentemente dichiarato di aver acquistato una "città". Lo scopo? Trasformarla in una mecca turistica per gli appassionati di cannabis. Il villaggio in questione è un posto chiamato Nipton, in California. Comunque, non è facile da "indicare su una mappa", dal momento che la zona si trova in un'area sperduta del deserto Mojave, vicino al confine con il Nevada.

Oltre ad un "centro benessere" alimentato da una falda acquifera vicina, la società ha in programma la produzione di acqua aromatizzata alla cannabis. Il prodotto sarà arricchito con CBD, che l'azienda intende produrre in loco. L'impresa ha inoltre comunicato che altre aziende legate al settore estrattivo hanno espresso la volontà di collaborare al progetto. A quanto pare, è previsto un investimento pari a $2.5 milioni di dollari per ampliamenti successivi. L'opera prevede anche la costruzione di un'intera città alimentata ad energia solare.

Nipton California canna-tourismo

L'idea sembra sicuramente molto interessante. Nipton possiede tutte le caratteristiche più eccentriche che si potrebbero immaginare in una città fantasma situata in pieno deserto. In effetti, l'area era già stata acquistata negli anni '80 come eremo nel deserto e location terapeutica. Un geologo di Los Angeles la acquistò per $200.000 dollari. In seguito investì oltre $1 milione di dollari. Nel frattempo, la città si è guadagnata una propria cerchia di seguaci. Nel corso degli anni numerosi motociclisti, campeggiatori ed escursionisti sono rimasti incantati dal fascino di Nipton.

Qualunque sia l'effetto di questo nuovo acquisto su Nipton, di certo è un segnale che sta accadendo qualcosa. Ovvero, la nascita di una nuova cultura della cannabis negli Stati Uniti. E tutto questo è davvero entusiasmante.

L'INIZIO DEL TURISMO DELLA CANNABIS?

A prescindere dai dettagli, questo annuncio è un forte incentivo allo sviluppo del turismo della cannabis. Dopo essere stato frenato a lungo negli Stati Uniti a causa delle leggi statali e dei pregiudizi locali, il turismo è finalmente entrato in una nuova era.

Ovviamente, sia il Nevada che la California approfitteranno di questo progetto. Chissà, forse un giorno potrete fare un bagno nell'acqua minerale aromatizzata alla cannabis nel deserto del Mojave. O andare al bar e berla direttamente.

L'INIZIO DEI CENTRI BENESSERE A TEMA CANNABIS?

Ancora più interessante è il fatto che la American Green abbia deciso di investire in una sottocultura già piuttosto sviluppata. L'industria del benessere legato alla cannabis è un settore fiorente. In California, soprattutto, sta per espandersi in modo sensazionale. In particolare a livello di drink con infuso di cannabis e prodotti al CBD.

I bar sportivi e i centri benessere sono posti ideali per iniziare a promuovere questa tendenza - incluse ovviamente tutte le varianti ed evoluzioni che sorgeranno negli anni successivi.

Di fatto, la American Green sta letteralmente cercando di "sfruttare" il desiderio comune di un nuovo tipo di elisir universale.

Nipton Hotel California canna turismo

IL PASSATO SI RIPRESENTA?

L'aspetto divertente dell'intera vicenda è che, con la legalizzazione, la condizione della cannabis è tornata allo stato originario, prima della sua censura. Infatti, alla fine del 19° secolo, durante l'epoca Vittoriana, la cannabis veniva usata spesso come tonico, sia in Europa che negli Stati Uniti.

E oggi? Che sia acqua minerale con aggiunta di CBD o un prodotto psicoattivo, la cannabis è già disponibile in un negozio proprio accanto a voi.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out