Guida alla coltivazione della cannabis di Royal Queen Seeds

By Luke Sumpter

Come coltivare semi di cannabis ibridi F1

F1


🚀 Domande e risposte sulla coltivazione degli ibridi F1

I semi di marijuana ibridi F1 sono adatti per principianti?
Certamente. Grazie al loro vigore ibrido e alla maggiore resistenza, sono più facili da coltivare rispetto ad altre varietà.
Qual è la differenza tra gli ibridi F1 e le altre varietà di cannabis?
Gli ibridi F1 vengono creati combinando due linee genetiche altamente consanguinee. L'incrocio di genetiche consanguinee (inincrocio) porta ad un fenomeno noto come vigore ibrido, una caratteristica che aumenta considerevolmente le prestazioni delle piante.
Quanto può durare la fase di fioritura degli ibridi F1?
Circa 38–55 giorni nel caso delle varietà autofiorenti.
Quando sono pronti per essere raccolti gli ibridi F1?
Le varietà autofiorenti sono pronte per essere raccolte in appena 60 giorni, mentre le fotoperiodiche impiegano più tempo (a seconda di quando verranno passate a fioritura nelle coltivazioni indoor). Outdoor, puoi aspettarti di raccoglierle nei mesi di settembre ed ottobre.

Gli ibridi F1 offrono una maggiore resistenza, raccolti più abbondanti, maggiori concentrazioni di cannabinoidi e terpeni ed un'uniformità senza pari. Tutti dovremmo provare ciò che hanno da offrire queste varietà almeno una volta nella nostra carriera da coltivatori. Nei seguenti paragrafi imparerai a coltivare gli ibridi F1 sia indoor che outdoor.

Germinazione

Il processo di germinazione dei semi di cannabis ibridi F1 è quasi identico a quello di qualsiasi altra varietà, con un'eccezione. Grazie alla loro spiccata resistenza alle malattie, i semi ibridi F1 hanno meno probabilità di essere attaccati da patogeni radicali che potrebbero uccidere le piantine nei primi istanti di vita. Tuttavia, non sono del tutto immuni. Ecco i modi più comuni per far germinare i semi:

⛏️ Semina diretta

🌱 Blocchetti di germinazione: I Blocchetti di Germinazione contengono microrganismi benefici e sostanze nutritive che danno alle piantine qualche vantaggio in più nei loro primi istanti di vita.

🥛 Metodo del bicchiere d'acqua

🧻 Metodo del tovagliolo di carta

A meno che tu non stia optando per la semina diretta o i Blocchetti di Germinazione, dovrai posizionare i semi appena germinati nel loro substrato non appena il giovane fittone raggiungerà una lunghezza di 1–2cm. I seguenti consigli ti aiuteranno a far crescere correttamente gli ibridi F1 affinché possano superare queste fasi iniziali piuttosto critiche:

  1. Evita di annaffiare troppo: Irrigare eccessivamente può annegare le radici e predisporle alle malattie.
  2. Garantire un drenaggio adeguato. Usa perlite, vermiculite ed un terreno più sabbioso per migliorare il drenaggio.
  3. Non aspettare troppo per accendere le lampade: Le piantine richiedono luce non appena i primi germogli emergono dal substrato. Senza una luce adeguata, i gambi si allungheranno eccessivamente e diventeranno deboli.
  4. Non concimare: Per almeno una settimana, le piantine di cannabis non hanno bisogno di fertilizzanti aggiuntivi (a seconda della fertilità del substrato).
  5. Controllo dell'umidità: Usa una piccola serra per mantenere un'umidità relativa media del 70%.

In genere, lo stadio di plantula dura circa una settimana da quando il germoglio fuoriesce dalla superficie del terreno. Successivamente, la pianta entrerà nella fase vegetativa del suo ciclo di crescita.

Coltivazione indoor di ibridi F1 fotoperiodici

Gli ibridi F1 fotoperiodici richiedono un cambiamento nel ciclo di luce per fiorire. Crescono in modo simile alle varietà fotoperiodiche regolari e femminizzate, ma da questi semi si sviluppano piante molto più uniformi, produttive e con profili fitochimici più complessi. I coltivatori possono adottare diversi approcci per far crescere indoor gli ibridi F1.

La migliore illuminazione per gli ibridi F1

Lighting for F1

Le piante hanno bisogno di fotoni per condurre la fotosintesi, creare energia e sopravvivere. Sono disponibili molte opzioni di illuminazione, tra cui lampade CFL, HID e LED. Indipendentemente dal tipo di luce che sceglierai, l'intensità luminosa dovrà essere ottimale e sufficientemente forte da garantire la fotosintesi senza causare stress luminoso.

Esistono tre modi principali per regolare l'intensità della luce nelle coltivazioni indoor. Innanzitutto, puoi semplicemente attenerti alle istruzioni del produttore in base alla tua area di coltivazione. Se vuoi essere un po' più preciso, procurati un luxmetro per misurare i lux e mantenerli su intervalli diversi durante le varie fasi del ciclo di crescita:

  • Stadio di plantula: 5.000–7.000 lux
  • Fase vegetativa: 15.000–50.000 lux
  • Fase di fioritura: 45.000–65.000 lux

L'ideale sarebbe regolare l'intensità della luce usando un sensore quantistico per misurare PAR. Sono più costosi dei luxmetri, ma forniscono dati più precisi. Per ottenere una crescita ottimale delle piante bisogna sempre puntare ad un livello PAR di 300–400µmol/m²/sec.

Intensità luminosa a parte, anche il ciclo di luce gioca un ruolo fondamentale nella coltivazione di ibridi F1 fotoperiodici. Durante la fase vegetativa, i coltivatori in genere tengono accese le luci per 18–24 ore al giorno, mentre per la fioritura riducono il ciclo di luce a 12 ore al giorno fino al raccolto.

Substrato e concimazione per ibridi F1

Medium and Nutrition

Oltre all'illuminazione, il substrato ed i fertilizzanti avranno un impatto significativo sulla resa dei tuoi ibridi F1.

Qualunque approccio adotterai, bisogna sempre considerare le esigenze degli ibridi F1 durante le diverse fasi del loro ciclo di crescita. Durante la fase vegetativa, le piante richiedono maggiori quantità di azoto. Usano questo elemento come base per produrre gli amminoacidi, usati successivamente per creare proteine strutturali importanti per la crescita. Se vuoi semplificarti la vita il più possibile, le compresse Easy Grow Stimolatore di Crescita di RQS contengono il rapporto perfetto di nutrienti per questa fase di crescita.

Nelle coltivazioni indoor, saremo noi a decidere quando far fiorire gli ibridi F1 fotoperiodici. Le cime inizieranno a svilupparsi quando ridurremo il ciclo di illuminazione a 12 ore di luce accesa e 12 ore spenta. Questo fotoperiodo indurrà le piante a pensare che si sta avvicinando l'autunno. Durante la fioritura, le esigenze nutritive delle piante cambiano ancora una volta, richiedendo meno azoto e maggiori quantità di potassio e fosforo. Le compresse di Easy Bloom Stimolatore di Fioritura di RQS accontenteranno tutte queste esigenze.

Temperatura ed umidità

I coltivatori indoor hanno un controllo quasi completo sul clima all'interno dello spazio di coltivazione. Utilizza una combinazione di ventilatori, aria condizionata e riscaldatori (a seconda del clima) per mantenere i seguenti intervalli di temperatura diurna

  • Stadio di plantula: 20–25°C
  • Fase vegetativa: 22–28°C
  • Fase di fioritura: 20–26°C

Per far crescere forti e sani gli ibridi F1, dovrai anche controllare l'umidità (la quantità di umidità presente nell'aria). Nei primi stadi di sviluppo, la cannabis cresce meglio in ambienti più umidi, mentre durante la fioritura richiede livelli di umidità più bassi. Usa ventilatori, umidificatori e deumidificatori per mantenere questi intervalli di umidità:

  • Stadio di plantula: 65–70%
  • Fase vegetativa: 40–70%
  • Fase di fioritura: 40–50%

È possibile utilizzare un dispositivo chiamato termoigrometro per misurare contemporaneamente la temperatura e l'umidità relativa.

Gestione integrata dei parassiti

Pest Management

Gli ibridi F1 possiedono una resistenza superiore a parassiti e malattie rispetto alle normali varietà. Tuttavia, non sono completamente invulnerabili a queste minacce. L'Agriculture and Horticulture Development Board definisce[1] la gestione integrata dei parassiti (GIP) come una strategia coordinata e pianificata per la prevenzione, l'individuazione ed il controllo di parassiti, erbe infestanti e malattie. Questi problemi sono ovviamente più diffusi nelle coltivazioni outdoor di ibridi F1, ma possono farsi strada anche negli spazi di coltivazione indoor.

Quando coltivi ibridi F1 indoor, utilizza i seguenti suggerimenti per mantenere le piante di cannabis libere da parassiti e malattie:

  • Utilizza microrganismi benefici: L'inoculazione di funghi micorrizici e trichoderma nelle radici delle piante può stimolare la crescita e proteggere l'apparato radicale dagli agenti patogeni del suolo.
  • Installa zanzariere: Posizionando zanzariere in tutte le aperture del tuo spazio di coltivazione (sia negli ingressi che nelle uscite d'aria) creerai una barriera fisica per tenere lontani i parassiti.
  • Usa trappole appiccicose: Sono un'ottima tecnica preventiva, oltre che un trattamento, per parassiti come moscerini dei funghi e tripidi.
  • Mantieni una buona igiene

Tecniche di training e defogliazione

Training F1

Quando gli ibridi F1 vengono coltivati indoor, è possibile utilizzare diverse tecniche di training per ottimizzare i raccolti. Queste includono:

  • LST: Anche conosciuto come Low Stress Training, l'LST consiste nel legare la punta del gambo principale al bordo del vaso per favorire la crescita laterale ed una produzione di cime più uniformi. Poiché l'LST non provoca alcun danno ai tessuti piegati, non comprometterà mai la crescita delle piante.
  • Super Cropping: Questa tecnica di training avanzata aumenta notevolmente i raccolti. Il Super Cropping consiste nello schiacciare e piegare delicatamente i rami per dare forma alla chioma con il fine di aumentare la produzione di fiori.
  • Lollipopping: Come suggerisce il nome, il Lollipopping è una tecnica di training che consiste nel rimuovere i rami e i siti di fioritura più bassi per dare alle piante una forma a “lecca-lecca”. Questo stimola la pianta a convogliare tutte le risorse verso la chioma, producendo una minor quantità di cime ma di dimensioni maggiori.
  • Cimatura: Tagliando la punta apicale, la pianta di cannabis distribuisce gli ormoni della crescita in altre aree, promuovendo così la crescita laterale e limitando l'altezza della pianta. Per risultati ottimali, ricorda di eseguire questa tecnica esclusivamente su piante F1 a fotoperiodo, non sulle F1 autofiorenti.
  • Defogliazione: La rimozione controllata delle foglie a ventaglio aiuta ad aumentare l'aerazione esponendo alla luce un maggior numero di siti da cui si svilupperanno le cime.

Si possono coltivare varietà diverse nello stesso grow box?

Certamente. Puoi coltivare contemporaneamente diverse varietà di cannabis ibride F1 nello stesso grow box. Tuttavia, i migliori risultati li otterrai coltivando varietà con un'altezza ed un tempo di fioritura compatibili. Ciò contribuirà ad evitare che le piante si facciano ombra a vicenda, compromettendo i risultati finali.

Quando e come raccogliere gli ibridi F1 fotoperiodici nelle coltivazioni indoor

La durata del ciclo di vita degli ibridi F1 fotoperiodici dipende interamente dal momento in cui li passerai a fioritura. Dopo aver cambiato il ciclo di luce, richiedono normalmente dalle 8 alle 9 settimane per completare la fioritura. E una volta raccolti, dovrai procedere con attenzione per essiccare e conciare correttamente le cime.

Hai due opzioni: Tagliare le piante alla base ed appenderle a testa in giù per essiccarle, oppure tagliare ogni singola cima e disporle su una Rete Essiccatrice per Erbe.

Le cime devono essere essiccate in una stanza buia con un'umidità relativa di circa il 50%. Capirai che sono essiccate correttamente quando i loro rami si spezzeranno invece di piegarsi. Una volta essiccate, metti le cime in barattoli per la loro concia insieme alle Bustine per il Controllo dell'Umidità e conservale per almeno 6 settimane. Solo così riuscirai ad ottimizzare il loro sapore rendendole ancora più piacevoli da fumare.

Humidity Pack

Coltivare ibridi F1 autofiorenti indoor

Ma gli ibridi F1 non sono solo fotoperiodici. Esistono anche cultivar autofiorenti come Orion F1, Titan F1 e Medusa F1. Proprio come altre varietà autofiorenti, queste varietà sono facili da coltivare, piccole, discrete, straordinariamente potenti e passano dalla semina al raccolto in poche settimane. Puoi coltivarle più o meno allo stesso modo delle loro controparti fotoperiodiche, ma ci sono alcune differenze importanti.

Differenze di illuminazione

Le varietà autofiorenti non richiedono un cambiamento nel loro ciclo di luce per iniziare a fiorire, ma lo fanno seguendo un orologio genetico interno. Molti coltivatori mantengono un ciclo di luce costante di 24 ore durante la fase vegetativa, per poi ridurlo a 20 ore durante la fioritura. Tuttavia, puoi lasciare le luci accese per 24 ore al giorno durante l'intero ciclo di crescita. Ciò accelererà la crescita, ma ovviamente aumenterà i consumi di energia e le bollette della luce.

Differenze nelle tecniche di training

Sottoporre le piante autofiorenti alle tecniche di training si traduce in rese migliori (quando eseguite correttamente). Poiché gli ibridi F1 autofiorenti sono già predisposti a produrre di più, l'applicazione di tecniche di training aumenta ulteriormente il loro potenziale produttivo. Ma attenzione: le autofiorenti possono essere sottoposte solo al Low Stress Training perché crescono molto rapidamente e non hanno tempo di riprendersi dalle tecniche di training ad alto stress.

Quando e come raccogliere

Dovrai raccogliere, tagliare, essiccare e conciare le tue cime esattamente come indicato in precedenza. Sebbene le autofiorenti richiedano un approccio diverso durante la crescita, non ci sono differenze quando si tratta di raccogliere le cime e prepararle per essere fumate.

Buy F1 Hybrids

Coltivazione outdoor di ibridi F1 fotoperiodici

La coltivazione outdoor comporta una serie di sfide completamente diverse. Clima, parassiti, malattie, condizioni meteorologiche avverse ed una generale mancanza di controllo sugli agenti atmosferici la rendono leggermente più difficile, ma molto più gratificante.

Fortunatamente, le piante di cannabis ibride F1 sono più adatte ad affrontare questi ostacoli. Il loro vigore ibrido, che deriva dall'incrocio di due linee altamente consanguinee, le rende meno suscettibili a parassiti, malattie, siccità ed umidità in eccesso.

Pianifica correttamente la stagione colturale

Nelle coltivazioni outdoor, non si può premere un interruttore e forzare le piante fotoperiodiche a fiorire, ma dovrai aspettare che rispondano ai cicli di luce naturale. Nelle regioni più settentrionali il freddo arriva molto rapidamente, ma le serre normali e i polytunnel possono prolungare la stagione colturale. Ciò ti consentirà di trasferire le piante all'aria aperta con qualche settimana di anticipo e di proteggerle dalle condizioni meteorologiche avverse durante le loro ultime settimane di vita.

Se vivi più al sud, considerati fortunato! Qui la stagione colturale è un po' più lunga, ma questo non significa che si possa abbassare la guardia. Hai ancora bisogno di proteggere le tue piante dalle ondate di caldo torrido e dalla siccità.

Posizionamento e protezione delle piante

Il luogo in cui posizioni le piante può influire notevolmente sulle loro prestazioni. L'ideale sarebbe posizionarle in una zona ben esposta a sud, dove riceveranno la maggior quantità possibile di luce solare durante il giorno. Detto questo, se vivi in una regione particolarmente calda, le tue piante beneficeranno di un po' di ombra nel tardo pomeriggio. Se coltivi in vaso, puoi semplicemente spostarle da una zona all'altra nelle giornate più calde. Se coltivi direttamente in terra, installa un telo ombreggiante per proteggerle quando necessario.

Substrato

I coltivatori outdoor hanno la possibilità di coltivare in vasi, aiuole rialzate o direttamente nel terreno. Se opti per i vasi, potrai scegliere gli stessi substrati dei coltivatori indoor. Se preferisci coltivare in aiuole rialzate o direttamente nel terreno, usa questi suggerimenti per mantenere i tuoi ibridi F1 in perfetta forma:

  • Compostaggio: Il compostaggio di tutti gli scarti di cucina e sfalci del giardino ti garantirà un concime gratuito da aggiungere ogni anno alla tua terra.
  • Prodotti biologici: La maggior parte dei suoli outdoor è ricca di vita biologica, inclusi batteri benefici ed agenti patogeni. Puoi far pendere la bilancia a tuo favore inoculando le piante ed aiuole con funghi micorrizici, trichoderma e rizobatteri.
  • Non arare: Dopo aver lavorato il terreno il primo anno, prova a non ararlo più in futuro. Il metodo no-till mantiene vive le reti miceliali e le colonie della rete alimentare del suolo.
  • Pacciame morto: L'aggiunta di un sottile strato di erba tagliata, compost o foglie morte sulla superficie del terreno proteggerà la rete alimentare del suolo e darà il via al ciclo dei nutrienti.
  • Colture di copertura: Mantieni il terreno coperto durante i mesi invernali utilizzando colture di copertura resistenti come fave e piselli. Queste piante rilasciano composti di carbonio nel terreno e mantengono attive le colonie di microrganismi benefici durante la bassa stagione.

Prevenzione di parassiti e malattie

Outdoor pest prevention

I parassiti e le malattie delle piante sono più comuni nelle coltivazioni outdoor. Gli insetti vagano liberamente e le malattie possono rimanere dormienti nel terreno per lunghi periodi di tempo. Tuttavia, gli ibridi F1 offrono importanti vantaggi. Queste cultivar sono molto più resistenti alle malattie e i loro migliori profili di cannabinoidi e terpeni sono più efficaci nell'allontanare i parassiti.

  • Reti anti-insetti: Non ci vuole molto per erigere delle reti anti-insetto attorno a singole piante o intere aiuole. Queste barriere fisiche sono efficaci nel tenere lontani bruchi, tripidi e persino uccelli dalle piante.
  • Evitare pesticidi ed erbicidi chimici: Sebbene efficaci a breve termine, questi prodotti chimici danneggiano la rete alimentare del suolo e consentono alle malattie di prendere piede nella matrice microbica sotterranea.
  • Impara a produrre insetticidi naturali: Impara a trasformare aglio, foglie di pomodoro ed oli essenziali in pesticidi naturali.
  • Semina piante da consociazione: Coltivare piante da consociazione in prossimità delle piante di cannabis può aiutare a respingere gli insetti, mentre altre specie li attirano, allontanandoli così dalle tue preziose piante di cannabis.
  • Coltiva policolture: Non è necessario dedicare spazi separati per le tue piante da consociazione. Seleziona numerose specie e coltivale direttamente accanto alle tue piante di cannabis. Questo non solo gioverà al suolo, ma contribuirà a ridurre al minimo la diffusione di malattie tra piante della stessa specie.

Quando raccogliere

Le piante raggiungeranno la piena maturità da settembre ad ottobre, a seconda della varietà e del periodo in cui farai germinare i semi. Invece di tirare ad indovinare il momento migliore per raccogliere, puoi usare una lente d'ingrandimento o un monocolo da gioielliere per dare un'occhiata più da vicino a queste strutture:

  • Pistilli: Sono piccoli peli che sporgono da ogni singolo fiore di cannabis. Appaiono bianchi durante le prime settimane di fase di fioritura e diventano arancioni quando le piante si avvicinano alla maturità. Cerca di raccogliere le cime quando il 60–70% dei pistilli diventa arancione scuro.
  • Tricomi: Sono queste piccole strutture ghiandolari a conferire alle cime di cannabis il loro aspetto cristallino. Quando le cime sono immature, i tricomi hanno un aspetto traslucido. Tuttavia, diventano più lattiginose ed opache man mano che le piante si avvicinano al raccolto.

Polytunnel e serre possono rivelarsi molto utili durante le ultime settimane di fioritura. Le forti piogge e gli alti livelli di umidità aumentano drasticamente il rischio di muffa durante questo periodo.

Coltivare outdoor ibridi F1 autofiorenti

Autoflowering F1

Le piante fotoperiodiche tendono a dare buoni risultati nelle coltivazioni outdoor, ma per quanto riguarda gli ibridi F1 autofiorenti? Se conosci già le autofiorenti, saprai che sono in grado di tollerare quasi tutto. Se a questo aggiungiamo il maggiore vigore della genetica F1, avremo piante capaci di crescere senza quasi interventi da parte del coltivatore. Nel complesso, dovresti applicare tutti i suggerimenti adottati per le autofiorenti F1 coltivate outdoor.

Quando piantare

Gli ibridi F1 autofiorenti hanno un ciclo di vita di 60–85 giorni. La velocità con cui crescono offre ai coltivatori molta più flessibilità. Non è necessario seminarle non appena finiscono le ultime gelate (anche se vivi in zone con climi più freschi), ma potrai farlo più avanti nella stagione colturale. Ciò consente ai coltivatori con spazio limitato di ottenere più raccolti consecutivi.

Quelli con più spazio per coltivare potrebbero scegliere di seminare le fotoperiodiche con qualche settimana di anticipo e proseguire con le autofiorenti più avanti nella stagione. In alternativa, puoi seminare contemporaneamente fotoperiodiche ed autofiorenti per un raccolto autofiorente precoce mentre aspetti che il resto maturi.

Clima ideale

Le genetiche autofiorenti sono originarie di luoghi come la Siberia, una delle regioni più fredde del pianeta caratterizzata da brevi stagioni colturali. Sebbene crescano perfettamente anche nelle zone più calde, sono la scelta ideale per i coltivatori che vivono alle latitudini settentrionali. Raccoglierai grandi quantità di cime da essiccare in modo sicuro, molto prima delle prime gelate.

Quando e come raccogliere

Gli ibridi F1 autofiorenti coltivati outdoor dovrebbero essere raccolti esattamente nello stesso modo delle loro controparti indoor. A seconda della varietà, preparati a raccogliere e processare le tue cime in appena 60 giorni da quando i primi germogli emergeranno dal terreno.


Una volta provato un ibrido F1, non tornerai più indietro

Ora sai esattamente come prenderti cura degli ibridi F1, dalle varietà fotoperiodiche alte e produttive alle cultivar autofiorenti piccole e veloci. Se sei abituato a coltivare varietà poliibride, apprezzerai il vigore, la salute, la produttività e la potenza degli ibridi F1. Che tu scelga fotoperiodiche o autofiorenti, vivrai un'esperienza così positiva che difficilmente tornerai indietro!

External Resources:
  1. Integrated pest management (IPM) hub | AHDB https://ahdb.org.uk
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

Hai più di 18 anni?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.

Cerca per argomento

Categorie
eKomi silver seal
4.7 su 5
da 37758 recensioni