5 SEMI GRATIS EXTRA ai primi 100 che useranno il codice FREE5 alla cassa

By Luke Sholl


Molti di noi sono pervasi da un forte desiderio di viaggiare, soprattutto da quando le recenti restrizioni hanno fortemente limitato gli spostamenti. L'esigenza di scoprire nuovi posti, incontrare nuove persone e rilassarsi è più forte che mai. Se amate svolgere tutte queste attività sotto l'influsso della ganja, siete fortunati. Il settore delle vacanze a tema cannabis è in costante espansione. Esistono tantissimi luoghi da visitare ed innumerevoli cose da fare. Di seguito, vi proponiamo la nostra guida sulle migliori vacanze, destinazioni ed eventi per gli appassionati di marijuana.

L'ascesa del turismo a tema cannabis

Fino a qualche anno fa, nessuno ne aveva mai sentito parlare. Ma oggi, il settore del turismo a tema cannabico è in piena espansione ed include festival, competizioni, raduni, nonché la classica villeggiatura.

  • Festival 420

I raduni ed i festival a tema cannabis attirano ogni anno un maggior numero di persone. Tali eventi rappresentano una vacanza ideale per i fan della ganja, poiché offrono un ambiente sicuro in cui rilassarsi e godersi il buon cibo, la musica, l'arte, la compagnia di nuovi amici e, ovviamente, la cannabis. Questi spettacoli vengono organizzati durante l'anno in varie parti d'Europa e si estendono anche in alcune nazioni tolleranti nei confronti della marijuana, come Stati Uniti, Canada, Messico e Giamaica.

- Tornei e competizioni

La Emerald Cup è la più grande competizione mondiale tra varietà di cannabis biologiche coltivate outdoor. La gara si svolge ogni primavera a Santa Rosa, in California, e raduna tutti i principali esponenti del settore cannabico, inclusi docenti, coltivatori, imprenditori, rivenditori ed intenditori. Questo evento, ormai consolidato, offre anche molte attività stimolanti per corpo e mente.

- Una meta per attivisti

Volete intraprendere una vacanza a tema cannabis che possa fare la differenza? L'Hempfest Seattle ha appena compiuto 30 anni: il motto dello show è “la libertà per prima e la pianta di cannabis per seconda”. L'Hempfest combina comizi e proteste contro la condanna di chi fa uso di cannabis, con un'atmosfera da festival. Potrete assistere ad esibizioni ed interventi da parte di esperti del settore, oltre a divertirvi con concerti dal vivo, artisti e gustoso street food.

- Vivaci vibrazioni estive

Cercate la “vacanza dei sogni” con il vantaggio di poter consumare ganja liberamente? Tutto il lusso di un resort all-inclusive, con feste in spiaggia e ganja a volontà? Allora “The Bright Side Festival” a Runaway Bay, Giamaica, è il posto perfetto per voi! In questa esclusiva meta tropicale trascorrerete quattro notti tra feste e spettacoli, mentre il mar dei Caraibi lambisce dolcemente i vostri piedi. Il resort è considerato anche una delle destinazioni caraibiche più indulgenti nei confronti della cannabis. Lo staff offre tour a tema Bob Marley ed escursioni nei luoghi di interesse per i fan della ganja.

- La fiera più importante — Spannabis

Con lo Spannabis andrete sempre sul sicuro. Questo show colossale viene organizzato da ben 18 anni. Si svolge nel mese di marzo a Barcellona, Spagna, ed ospita oltre 300 espositori, un torneo per coltivatori professionisti, premi per i migliori prodotti di diverse categorie, nonché musica, arte, cibo e SOLE: una delle migliori vacanze per chi ama la cannabis! Lo Spannabis collabora anche con la “World Cannabis Conference”, per divulgare tutte le novità nel campo della scienza, della medicina e della politica.

La fiera più importante — Spannabis
  • Bud 'n' Breakfast

E se voleste semplicemente assaporare cime di ganja rilassandovi in un bed and breakfast? Fortunatamente, per chi cerca alloggi in cui è possibile consumare cannabis, sono stati creati i Bud and Breakfast. Qui, oltre a riposare e godervi la vacanza, non sarete obbligati a sporgervi dalla finestra o uscire sul balcone per fumare il vostro spinello.

In pratica, è una sorta di AirBnB per appassionati di cannabis!

Il settore del turismo ha ormai compreso che, per restare competitivo, deve garantire anche opzioni di viaggio a tema cannabis. Pertanto, questo sito propone diverse location, in Paesi come Stati Uniti, Canada, Giamaica, Paesi Bassi, Spagna ed Uruguay. Gli host possono stabilire regole riguardo gli orari e gli spazi in cui è consentito fumare.

  • Non avete carta bianca

Sebbene le normative sulla cannabis siano state allentate, il possesso ed il consumo di ganja sono ancora sottoposti a determinate regole. Quando si viaggia, è importante informarsi riguardo le leggi in vigore nel luogo di destinazione. Alcuni Paesi adottano ancora regole molto rigide sul consumo di alcol, figuriamoci sull'uso della marijuana. Non date nulla per scontato o rischiate di finire nei guai.

Le 12 nazioni più tolleranti verso la cannabis da visitare

Detto questo, di seguito proponiamo una lista delle migliori destinazioni per i fan della ganja ed i luoghi ideali da visitare in ciascuna di esse. Inoltre, troverete informazioni su cultura, divertimento, intrattenimento ed occasioni di relax, indispensabili in vacanza.

USA

Negli Stati Uniti, il turismo a tema cannabis è in notevole ascesa. Tuttavia, consultare le normative è un po' complicato, poiché ogni Stato possiede un suo regolamento. Pertanto, è fondamentale controllare le leggi in vigore in una determinata area prima di prenotare il viaggio.

Colorado Patria delle Montagne Rocciose e di tutti gli sport invernali che possiate immaginare, il Colorado è di per sé un'eccellente meta di villeggiatura. Qui, per acquistare ganja, occorre aver compiuto i 21 anni. Non tutti i dispensari vendono cannabis a scopo ricreativo. Il consumo è consentito esclusivamente all'interno di proprietà private o in bar e locali autorizzati per i turisti.
California Con quali parole possiamo riassumere la bellezza della California? La lista è piuttosto lunga: Hollywood, Rodeo Drive, Malibu, il Golden Gate Bridge e Coachella. In più, questo è il fulcro del mercato statunitense della cannabis legale. Solo chi ha compiuto 21 anni può acquistare ganja e consumarla in luoghi privati. Inoltre, è illegale trasportare marijuana oltre i confini dello Stato, anche se lo Stato di destinazione autorizza il consumo di cannabis.
Alaska L'Alaska è la meta ideale per i fan della ganja più avventurosi. Resterete ammaliati dall'aurora boreale, i paesaggi incontaminati e la natura selvaggia. Qui la cannabis è legale per i maggiori di 21 anni, ma deve essere consumata in privato ed acquistata in un dispensario autorizzato. In Alaska, moltissimi B&B consentono l'utilizzo di marijuana. Alcuni di essi offrono persino colazioni con prodotti “aromatizzati” alla cannabis.

Canada

Il Canada è caratterizzato da città dinamiche e piene di cultura e spettacoli naturali. Nel Canada occidentale troviamo le Montagne Rocciose, Okanagan Valley, Vancouver, Victoria e Calgary. Il Canada centrale ospita le Cascate del Niagara, Toronto, Ottawa, Montreal e Québec City. La cannabis a scopo ricreativo è legale in tutta la nazione ma, in base alla regione, l'età minima per acquistarla legalmente varia dai 18 ai 21 anni.

In Canada, trasportare cannabis è molto facile ed è possibile imbarcarla anche sui voli nazionali. Le principali città si mostrano aperte e tolleranti nei confronti della ganja. È consentito portare con sé fino a 30g di cime. Tuttavia, esistono anche delle regole: la cannabis deve essere consumata in luoghi privati ed acquistata presso dispensari autorizzati.

Paesi Bassi

Questa è, per antonomasia, la nazione più aperta ai viaggiatori appassionati di cannabis. Ad ogni modo, sapevate che nei Paesi Bassi la ganja non è legale? Ebbene sì: è soltanto depenalizzata. Ciò significa che il suo consumo è “tollerato”. È possibile acquistare e fumare fino a 5 grammi di ganja in un coffeeshop. A meno che non disturbiate la quiete pubblica o vi troviate in un'area in cui è proibito fumare, potete consumare cannabis in libertà.

Comunque, Amsterdam non è l'unica città famosa per i suoi coffeeshop. Anche Rotterdam, Leiden, Maastricht e Breda sono ricche di storia, cultura e coffeeshop.

Paesi Bassi

Spagna

Come nei Paesi Bassi, anche in Spagna la cannabis è semplicemente depenalizzata. È permesso fumare in spazi privati, ma è vietato acquistare ganja in strada. Potrete acquistare e consumare cime all'interno dei numerosi cannabis club, con ingresso riservato ai soli soci.

I club sono locali indoor, ma la Spagna offre molte altre attrazioni all'aperto, soprattutto a Barcellona. Qui troverete Sagrada Familia, spiagge, clima mite, buon cibo, ottimo shopping, il museo di Picasso e la Casa Museo Gaudí.

Georgia

Questo Paese ha molto da offrire ai viaggiatori in cerca di destinazioni più insolite. La capitale, Tbilisi, situata sulle rive del fiume Kura, racchiude luoghi di interesse antichi e moderni. La cultura domina ogni aspetto della vita sociale, sotto forma di sale concerti, teatri, ristoranti tipici e siti archeologici.

La Georgia è stato il primo Paese post-comunista a legalizzare la cannabis, sebbene sia ancora illegale consumare l'erba in pubblico. I turisti devono prestare la massima attenzione, poiché rappresentano un facile bersaglio per la polizia. I dispensari autorizzati possono vendere marijuana solo ai consumatori per scopo terapeutico, provvisti di regolare prescrizione. Per il consumo a scopo ricreativo, l'unica alternativa è rivolgersi a venditori di ganja in strada. Le cime vengono cedute a prezzi ragionevoli, ma spesso sono di scarsa qualità.

Danimarca

Metropoli moderne ed eleganti, con migliaia di attività interessanti. Le quattro principali città della Danimarca possono essere esplorate facilmente anche a piedi o in bicicletta. Copenaghen, Aarhus, Odense ed Aalborg sono circondate da splendidi paesaggi naturali, incluse spiagge, foreste e parchi nazionali. Molti punti di interesse forniscono anche cenni storici sulle popolazioni vichinghe, che un tempo abitavano questa regione. Le leggi danesi sulla cannabis lasciano ampio spazio all'interpretazione. L'uso personale è consentito, ma il possesso è vietato. Tecnicamente, questo significa che è possibile consumare ganja, ma, se si viene scoperti, c'è il rischio di ricevere una sanzione.

Chi viene sorpreso in possesso di piccole quantità di cannabis può ricevere un ammonimento o una multa. Tuttavia, la vendita ed il consumo di marijuana sono tollerati, in forma non ufficiale, nel quartiere di Christiania (anche nota come Città Libera di Christiania). Questa zona, situata al centro di Copenhagen, è famosa per i suoi ritmi rilassati e la cultura della cannabis. Occorre comunque fare attenzione, poiché l'area non è considerata particolarmente sicura da visitare, soprattutto dopo il tramonto. Negli ultimi anni, infatti, diverse gang e trafficanti di droga hanno invaso questo territorio.

Australia

L'Australia è una destinazione presente nella lista di quasi tutti i viaggiatori. In questo Paese è possibile esplorare l'Outback (il deserto rosso australiano), le tradizioni aborigene, le attività agricole, i ranch e l'Ayers Rock (Uluru) nella parte settentrionale. Nella costa orientale ci sono invece la grande barriera corallina, la Gold Coast, Sydney ed il famoso Teatro dell'Opera. In Australia, l'uso ed il possesso di cannabis sono illegali ad ogni livello. Inoltre, è vietato il possesso di dispositivi utili per l'assunzione di marijuana, come bong e dab rig.

Ma c'è un'eccezione: il villaggio di Nimbin, nel Nuovo Galles del Sud. In questo villaggio “hippie”, la cannabis viene fumata liberamente ed i negozi sfruttano la reputazione della zona, vendendo gadget e pubblicizzando la storia di questa vivace cittadina. A Nimbin la ganja è illegale. Tuttavia, le autorità locali si mostrano piuttosto tolleranti nei confronti di chi la consuma. Trovare marijuana a Nimbin è facilissimo: spesso gli abitanti la offrono apertamente ai visitatori. Se decidete di fumare qualche cima, fatelo con discrezione, poiché correte il rischio, seppur minimo, di essere fermati dalla polizia.

Australia

Uruguay

L'Uruguay è uno dei Paesi del Sud America più sicuri da visitare. Il 60% degli introiti della nazione proviene dal turismo. I tre luoghi più famosi e popolari sono Montevideo, Colonia del Sacramento (meta vicino Buenos Aires ideale per un'escursione giornaliera) e “Punta del Este”, il resort più esclusivo del Sud America.

L'Uruguay è stata la prima nazione a legalizzare la cannabis a scopo ricreativo nel 2013. Tuttavia, ai turisti è proibito acquistare marijuana. Solo i cittadini uruguayani sono autorizzati. Ad ogni modo, se un residente vi regala un po' delle sue cime, potete consumarle. Solo la vendita è vietata. I maggiori di 18 anni possono fumare ganja ovunque, tranne che in luoghi pubblici al chiuso. Ad esempio, è possibile consumare cannabis al tavolo di un bar all'aperto, ma non all'interno del locale.

Cile

Molto apprezzato dagli amanti della natura e dell'avventura, questo Paese sudamericano ha tutto ciò che si potrebbe desiderare: spiagge infinite, foreste ricche di vegetazione, incredibili vulcani e le maestose vette delle Ande. Qui potete dedicarvi a trekking, bicicletta, arrampicata, equitazione o altre attività movimentate. La capitale, Santiago, è piena di musei e cibo delizioso. C'è anche l'Isola di Pasqua, patria delle famose statue “moai”.

Il Cile è uno dei principali consumatori di ganja del Sud America. Qui, la legge consente il consumo in luoghi privati, ma l'acquisto, la vendita e la coltivazione sono proibiti. Ad ogni modo, in Cile troverete un'atmosfera rilassata e tollerante nei confronti della ganja, al punto che molte persone fumano anche in pubblico. Tenendo conto del quadro normativo piuttosto contraddittorio, è consigliabile assumere la cannabis nel modo più discreto possibile. Se vi trovate nel posto sbagliato al momento sbagliato, per il possesso di piccole quantità potreste essere puniti con una multa.

Notizia Collegata
La cannabis in Chile

Costa Rica

In Costa Rica, le leggi sulla cannabis sono altrettanto vaghe e confuse. Questo Paese dell'America Centrale è ricoperto al 25% da foreste pluviali. Il Costa Rica è famoso per le spiagge, i vulcani, le piante esotiche e la natura selvaggia. San Jose, la capitale, è un luogo magico da visitare. Secondo la legge in vigore, è illegale vendere e coltivare cannabis su “larga” scala e trasportare con sé “grandi” quantità di cime. Tuttavia, non è chiaro cosa significhino, a livello numerico, tali definizioni.

Secondo la generale interpretazione della legge, è consentito il possesso o l'utilizzo di piccole quantità di ganja in abitazioni private. È sbagliato pensare che consumare cannabis non comporti alcuna conseguenza. Se si viene scoperti in possesso di quantità da 1 a 8 grammi, la ganja sarà confiscata. Per quantità superiori, è previsto l'arresto. Tutto dipende dall'agente di polizia con cui si ha a che fare e dal suo tono dell'umore. L'ambiguità della normativa consente alle autorità di infliggere condanne più pesanti, se lo ritengono opportuno. Di conseguenza, è importante agire con cautela e discrezione.

Germania

Berlino è una capitale moderna, dinamica, aperta e tollerante. Qui troverete arte progressiva, intrattenimento e le più variegate attrazioni gastronomiche, come quelle presenti a Londra o New York. Inoltre, Berlino vanta una lunga lista di siti di interesse storico, come la Porta di Brandeburgo, il Reichstag e il Memoriale del Muro di Berlino.

Attualmente, la Germania è sul punto di legalizzare la cannabis a scopo ricreativo. Comunque, il Paese mostra già un approccio tollerante verso l'erba. A Berlino, il possesso di quantità inferiori a 10 grammi, per uso personale, di solito passa inosservato. Le forze dell'ordine assumono un atteggiamento rilassato nei confronti di chi fuma in pubblico. Purché, ovviamente, non si arrechi disturbo, né si infrangano i diritti altrui.

In questa nazione prevale il buon senso. È preferibile consumare ganja in modo discreto o in ampi spazi aperti, dove il fumo non provoca fastidio a nessuno. Ufficialmente, la cannabis è ancora illegale, pertanto non esistono dispensari. Per procurarvela, dovrete chiedere ai frequentatori di bar e parchi cittadini. Alla fine, dovreste ottenerla senza troppe difficoltà.

Germania

Austria

Vienna è la capitale dell'Austria ed una delle città più visitate in Europa. Vienna deve il suo fascino ed il suo ricco e fastoso passato alla splendida location sulla riva del Danubio. Inoltre, la città ospita eccellenti musei e splendide sale concerti, incluso uno dei teatri dell'opera più grandi del mondo. Nonostante la sua illustre storia e la spettacolare architettura, Vienna emana le vibrazioni cosmopolite di una città moderna.

Nel 2016, in Austria il possesso di piccole quantità di cannabis è stato depenalizzato. Come a Berlino, anche le autorità viennesi non sono particolarmente ostili nei confronti di chi consuma ganja, a meno che non arrechi disturbo alla quiete pubblica. I cittadini austriaci possono coltivare un ristretto numero di piante di cannabis per uso ricreativo (equivalenti a 20 grammi di cime). La vendita e la distribuzione di marijuana restano illegali.

Chi trasgredisce le regole per la prima volta, generalmente non riceve alcuna punizione. Tuttavia, per i reati successivi, le condanne variano da una multa a sei mesi di carcere, in base alla quantità di ganja rinvenuta al momento del controllo. Anche l'Austria segue il criterio del buon senso. A Vienna, la cannabis è abbastanza tollerata, soprattutto nei luoghi della vita notturna. Come a Berlino, anche qui troverete un locale che saprà indicarvi dove acquistare qualche cima. In ogni caso, per evitare problemi, siate sempre rispettosi e fumate con discrezione.

Il futuro dei viaggi a tema cannabis

Questa lista contiene solo alcune delle destinazioni più adatte per i fan della cannabis. Molte altre nazioni stanno adottando un approccio più tollerante verso la cannabis e, probabilmente, diventeranno nuovi punti di attrazione per i turisti appassionati di marijuana. Alcuni di questi Paesi sono la Giamaica, il Portogallo, l'Estonia, il Messico, il Belize e persino il Sud Africa. Tuttavia, assumere ganja in Sud Africa può essere rischioso, poiché il consumo è ammesso solamente in privato. Se si viene scoperti a fumare in pubblico, le punizioni possono essere molto severe.

Come accennato in precedenza, è sempre preferibile agire con cautela. Svolgete accurate ricerche prima di partire e siate sempre rispettosi. Seguendo questa linea di principio, trascorrerete una vacanza strepitosa, ovunque decidiate di andare.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.