Arrivano grandi notizie da Israele. E avranno un impatto globale su tutti i mercati della cannabis medica. Il ministero della salute israeliano ha appena approvato il primo vaporizzatore di cannabis del paese. Creato da Kanabo Research, e ora autorizzato a entrare nel mercato di massa, il dispositivo è progettato per il controllo preciso dei dosaggi.

Questo non è certamente l'unico vaporizzatore per uso "medico" sul mercato, anche se sembra essere il primo approvato da un ministero della salute. Ma aspettiamoci che VapePod avrà grande successo in ogni singolo paese del mondo che abbia in atto dei programmi di cannabis medica.

PERCHÉ QUESTA È UNA GRANDE NOVITÀ?

Prima di tutto, il mercato dei vaporizzatori in generale è una miniera d'oro per la cannabis tech. Non dovrebbe essere confuso con il mercato delle sigarette elettroniche, sebbene i due condividano radici comuni. Il boom del vapo è iniziato negli Stati Uniti nel 2014. Negli Stati che hanno legalizzato la cannabis si è iniziato a produrre in massa oli e concentrati. E non serve dire altro. Nel frattempo è nata un'intera sottocultura, se non addirittura una nuova filiera verticale. Ed è cresciuta molto. Se guardiamo alle tendenze nel mondo della cannabis, negli Stati Uniti il vaporizzatore è già diventato una moda. Ci sono modelli progettati da designer in California dei quali cui le star non possono fare a meno. Ovviamente.

Ma come al solito, dove c'è un mercato ricreativo, quello medico arriva in ritardo.

Vapod Medical Vaporizer

Tranne in questo caso, a quanto pare. Kanabo ha già una partnership con una società statunitense. Poiché esporta tecnologia, non si scontra con l'attuale divieto israeliano di esportazione di piante e medicinali. E c'è un mondo che aspetta, vicino e lontano dagli Stati Uniti.

Vedi Canada, Germania e, ovviamente, Australia, al di fuori di Israele.

C'è una ragione per cui Kanabo, una piccola start-up prodigio, cresce velocemente: i suoi investitori hanno messo a disposizione centinaia di milioni di dollari per la ricerca e lo sviluppo. Essere i primi a uscire in questo momento, e in particolare in questo clima, è un passo vincente per ottenere vendite che nessun esperto di marketing potrebbe mai sperare di raggiungere.

Vaporizzatori Kanabo Cannabis

DOVE SI TROVANO LE PIÙ GRANDI OPPORTUNITÀ?

Questa è cannatech medica. Può essere esportata ovunque. E chiaramente gli Stati Uniti sono un grande mercato che ha subito attirato l'attenzione di questa azienda Israeliana. Ma in nord America, comprese California e Canada, l'assicurazione sanitaria non copre i costi di questi farmaci o dei dispositivi medici.

Pertanto questo vaporizzatore, che rientra nella fascia "costosa", al di fuori di Israele è un'altra spesa a carico dei pazienti.

L'unica eccezione a tutto questo? La Germania. E ora la gara sarà tra il leader del mercato e il concorrente locale Storz & Bickel. Proteggere la propria quota di mercato è solo uno dei problemi. La corsa per espandere la base di utenti domestici è cominciata. È impegnativa ed è anche coperta dal servizio sanitario nazionale tedesco.

Per questo motivo la Germania sarà sicuramente il campo di gioco, il primo del suo genere, per un concorso a premi di tecnologia medica che sarà osservato con attenzione e, naturalmente, sponsorizzato a livello globale.

PERCHÉ QUESTA DISCUSSIONE È COSÌ IMPORTANTE?

L'uso medico della cannabis si sta facendo strada in Europa. Gli standard stabiliti dalla Germania determineranno la struttura del mercato. In realtà è un bene per tutti che la competizione tecnologica si tenga qui in Germania. Storz & Bickel è un'azienda tedesca con un’ottima reputazione da oltre 20 anni in questo campo. Ha rifornito e supportato in modo affidabile il mercato per oltre una generazione con il leggendario vaporizzatore Vulcano e produce anche un modello medico: il Mighty.

Non c'è dubbio che VapePod stia andando dritto su questo segmento di mercato.

La battaglia per guadagnare una quota importante del mercato inizierà con campagne di promozione ora in corso, mentre i pazienti si battono per l'accesso alla cannabis medica e le assicurazioni sanitarie iniziano a semplificare le modalità di richiesta di copertura. Questo dibattito si diffonderà anche in altre aree, compresa la conversazione in corso sulla cannabis come legittimo farmaco.

E questo va bene per tutti. Non importa dove si siedono nello spettro della "legalisierung", come dicono in tedesco.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out