Vuoi provare a svapare la cannabis? Un vaporizzatore per erbe secche è perfetto per far questo. A differenza dei vaporizzatori per concentrati, quelli per erba sono progettati per essere utilizzati solo con erba, permettendoti di godere tutti i benefici del fumo di cannabis, ma senza fumo.

CHE COS'È UN VAPORIZZATORE PER ERBA SECCA?

I vaporizzatori funzionano riscaldando ed evaporando i cannabinoidi e i terpeni contenuti nella cannabis senza usare la combustione. E come suggerisce il nome, i vaporizzatori per erbe essiccate sono progettati per vaporizzare solo fiori non trasformati o altra materia vegetale, mentre i vaporizzatori “normali” sono generalmente progettati per vaporizzare concentrati come cere, shatter, crumble o estratti con CO₂ (contenuti ad esempio nei vaporizzatori a penna).

COME FUNZIONANO I VAPORIZZATORI PER ERBA?

I vaporizzatori usano il riscaldamento a conduzione e/o a convezione per trasformare i cannabinoidi e i terpeni in vapore.

I vaporizzatori a conduzione utilizzano degli elementi riscaldanti per trasferire calore alla tua erba attraverso il contatto diretto. Per capire meglio come funziona, immagina di cucinare un uovo in padella: il calore del tuo fornello riscalda la padella, che quindi cuoce l'uovo attraverso il contatto diretto.

I vaporizzatori a convezione funzionano invece più come i forni, poiché fanno circolare aria calda intorno all'erba. In tal modo riscaldano gradualmente e uniformemente la tua cannabis, permettendo ai composti al suo interno di evaporare senza bruciare.

COMPRENDERE LE DIVERSE PARTI DEL TUO VAPORIZZATORE

Batteria: la maggior parte dei vaporizzatori portatili necessita di una batteria per funzionare. Molti vaporizzatori moderni sono dotati di batterie agli ioni di litio poiché sono ricaricabili, offrono un'alta densità di energia, un tasso di autoscarica più lento rispetto alle batterie Ni-Cad o NiMH, e una serie di altri vantaggi. Le batterie per i vaporizzatori possono essere fisse o rimovibili, a seconda del modello.

Camera: la camera è dove si posiziona l'erba. I vecchi vaporizzatori avevano camere in acciaio inossidabile, ma la maggior parte dei dispositivi moderni utilizza camere in ceramica perché riscaldano più velocemente, trattengono meglio il calore e non influenzano il sapore della tua erba. Alcuni produttori di vaporizzatori stanno anche iniziando a utilizzare camere al quarzo. Anche se impiegano un po' più di tempo per riscaldarsi, le camere al quarzo sono le migliori per conservare il sapore naturale della tua erba.

Bocchino: il bocchino è dove aspiri il vapore dalla camera alla tua bocca. Vaporizzatori diversi possono avere bocchini molto diversi, ed è importante prendersi il tempo di trovare quello che fa per te. I bocchini conici o cilindrici tendono a essere i più comodi, ma la loro lunghezza può rendere un po' più difficile l'inalazione. I bocchini piatti non presentano questo problema, ma possono essere un po' meno comodi. Per ottenere il miglior sapore considera di investire in uno vaporizzatore con un bocchino di vetro invece che in quelli in silicone o plastica dura.

X

COME USARE UN VAPORIZZATORE PER ERBE

L'uso di un vaporizzatore per erbe è piuttosto semplice. Anche se ogni vaporizzatore è diverso, i seguenti passaggi si applicano alla maggior parte dei modelli.

1. Leggi il manuale di istruzioni: il tuo vaporizzatore ha un manuale per un motivo. Prima di iniziare assicurati di dare una lettura veloce per imparare le caratteristiche della tua particolare marca e modello di vaporizzatore.

2. Carica il tuo vaporizzatore: la maggior parte dei vaporizzatori sul mercato sono dotati di caricabatterie USB. Per una ricarica più rapida e per preservare la durata della batteria al litio, carica sempre completamente il dispositivo collegandolo ad una presa di corrente anziché ad un PC. Inoltre, lascia che il tuo vaporizzatore esaurisca completamente la batteria le prime 2–3 volte che lo usi per calibrare meglio la batteria e preservarne la durata.

3. Il “burn-off”: questo passaggio di solito non è incluso nel manuale di istruzioni del tuo vaporizzatore, ma è molto importante in quanto aiuta a liberare il tuo vaporizzatore da eventuali residui che possono essere rimasti nella sua camera dopo la produzione o lo stoccaggio. Dopo aver caricato il tuo vaporizzatore, assicurati che la sua camera sia vuota, liberala dalle particelle visibili, accendi il vapo e lascialo riscaldare al suo massimo livello. Ripeti questo processo 2–3 volte per bruciare tutti gli eventuali residui rimasti nella camera.

4. Prepara la tua erba: grossi pezzi di fiori non vaporizzano correttamente, quindi devi macinare la tua erba con una consistenza medio-fine, dandole una superficie ampia ed uniforme. Questo consentirà al tuo strumento di produrre un vapore migliore e carico di tutti i cannabinoidi e i terpeni che desideri.

X

5. Prepara la camera: per questo passaggio è meglio seguire le istruzioni specifiche fornite con il tuo vaporizzatore. Ricorda di non riempire mai troppo la tua camera, poiché questo può influire sulla capacità del tuo vaporizzatore di funzionare correttamente.

6. Preriscalda il tuo vaporizzatore: quasi tutti i vaporizzatori oggi sul mercato hanno una funzione di preriscaldamento. Devi usarla per portare il tuo vaporizzatore più rapidamente alla giusta temperatura e garantire quindi una migliore esperienza di vaporizzazione.

7. Imposta la temperatura: una volta che il tuo vaporizzatore si è preriscaldato, è tempo di selezionare la tua temperatura preferita. Alcuni vaporizzatori hanno impostazioni di temperatura preimpostate, mentre altri hanno un display che permette di ottenere una temperatura personalizzata. In ogni caso, probabilmente, avrai bisogno di alcuni tentativi per trovare l'impostazione più adatta a te. La maggior parte delle persone vaporizza cannabis ad una temperatura compresa tra i 170 e i 220°C.

8. Inspira: una volta che lo svapo ha raggiunto la temperatura selezionata, è il momento di inalare. Ricorda di fare tiri lenti e costanti per circa 3–5 secondi. Tieni anche presente che con il vaporizzatore otterrai più terpeni e cannabinoidi dalla tua erba, quindi fai una o due aspirazioni e poi attendi un po' per evitare di trovarti troppo in fretta completamente stonato.

CONSIGLI PER UNA PERFETTA ESPERIENZA DI VAPORIZZAZIONE

• Mantienilo pulito: pulisci sempre il tuo vaporizzatore dopo ogni sessione (puoi usare cotton fioc e alcol isopropilico) per mantenerlo perfettamente funzionante e allungare la sua vita.

• Usa erba ben conciata ed essiccata: un'erba appiccicosa e leggermente umida sarà più difficile da vaporizzare.

• Usa un buon grinder: una buona macinatura è la chiave per una perfetta esperienza di svapo perché dona alla tua erba la consistenza perfetta.

• Trova il tuo punto ideale: per far questo inizia a svapare alla temperatura più bassa (170°C) e prosegui fino a trovare una temperatura che ti dia una soddisfacente densità di vapore, con il miglior sapore possibile e con tutti gli effetti desiderati.

• Rimuovi lo svapo dalla fonte di alimentazione una volta che è completamente carico per preservare la durata della batteria.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.