Se volessimo elencare tutti i benefici della Cannabis e le molteplici ragioni per cui piace alla gente dovremmo dedicare un libro intero a quest'argomento. Tra i motivi che spingono molte persone a far uso di marijuana troviamo quello sulla sua efficacia contro i problemi di sonno. Le persone che soffrono di insonnia o di altri problemi legati al sonno possono contare sulla Cannabis, una valida alternativa naturale che offre gli stessi effetti (se non migliori) dei sonniferi, eccezion fatta per tutte le conseguenze negative che comportano tali farmaci!

Tuttavia, questo interessante legame tra Cannabis e sonno viene influenzato da processi alquanto complessi. Per cominciare, non tutte le varietà di Cannabis provocano necessariamente sonnolenza. Ovviamente, chi dovesse farne uso per questi motivi dovrebbe prima informarsi su quale varietà è più indicata per contrastare l'insonnia. In secondo luogo, la Cannabis ha anche la capacità di influire sui nostri sogni. In questo post cercheremo di approfondire gli effetti della Cannabis sul nostro sonno.

LE INDICA SONO PERFETTE PER RIPOSARE MEGLIO LA NOTTE

Northern LightNormalmente, le migliori "varietà notturne" sono le Indica. La gente ama queste genetiche per il loro pesante effetto "stoned", corporeo e rilassante, perfetto per conciliare il sonno e passare notti di profondo riposo. Le Sativa, invece, sono conosciute per i loro effetti più energizzanti e stimolanti, perfette per il consumo diurno.

Non sono ancora ben chiari i motivi per cui le Indica tendano ad essere le migliori varietà per dormire, ma secondo alcune teorie è dovuto al loro contenuto di terpeni. I terpeni sono biomolecole aromatiche prodotte dalle varietà di Cannabis e responsabili degli aromi e dei sapori di una pianta di marijuana, oltre ad altre proprietà. Secondo queste teorie, sono i terpeni contenuti nella Cannabis a provocare effetti sedativi e, normalmente, le Sativa ne contengono meno, il che spiegherebbe la differenza tra gli effetti di un'Indica e quelli di una Sativa. Se avete problemi di sonno, vi consigliamo di dare un'occhiata alle nostre varietà di Cannabis raccomandate per l'insonnia.

LA CANNABIS AUMENTA GLI EFFETTI DI ALTRI SONNIFERI NATURALI

La Cannabis non è l'unica pianta a contenere terpeni. Alcuni sostengono che questi composti svolgano un ruolo molto importante sugli effetti indotti dalla Cannabis e sulla sua capacità di provocare sonnolenza.

I terpeni sono contenuti anche in altre specie vegetali usate come sonniferi naturali, come la camomilla, la lavanda o il luppolo. Ciò che risulta ancora più interessante è che i terpeni contenuti in queste piante formano una particolare e benefica sinergia con il CBN contenuto nella Cannabis, generando effetti ancora più efficaci. Detto in altre parole: fumare una canna d'erba, sorseggiando una tazza di camomilla, può rivelarsi un sonnifero ottimale.

LE VARIETÀ DI CANNABIS RICCHE IN CBD POSSONO RENDERVI PIÙ VIGILICannabis sleeping

I principali composti attivi della Cannabis sono il THC e il CBD. Al THC sono associati gli effetti stimolanti della marijuana, il cosiddetto "high", che, con il passare dei minuti, possono evolvere verso sensazioni di sonnolenza. Osservando le schede tecniche delle varietà disponibili sul mercato, vi sarete accorti che esistono varietà contenenti maggiori concentrazioni di THC, altre con più CBD ed altre ancora con proporzioni equilibrate di entrambi i cannabinoidi.

Ciò che risulta piuttosto interessante è che le varietà ad alto contenuto di CBD erano state inizialmente concepite per mantenere la mente più lucida durante il giorno, che è l'esatto opposto di quello che accadrebbe fumando una varietà ricca di THC. Da questo si deduce che le persone che soffrono di sonnolenza diurna potrebbero far uso di varietà ricche in CBD.

L'ERBA PIÙ STAGIONATA AGISCE MEGLIO SULLA QUALITÀ DEL SONNO

Non molto tempo fa, la scienza ha fatto una curiosa scoperta circa gli effetti sedativi dell'erba più "stagionata". Da alcune analisi di laboratorio è risultato che, con il passare del tempo, il THC si degrada, trasformandosi in CBN, un composto cinque volte più sedativo del THC.

Purtroppo, questa conversione da THC a CBN, innescata dall'ossidazione e da altri processi naturali, richiede tempi molto lunghi. Un ricercatore ha riportato i risultati ottenuti da un'analisi su una bustina d'erba dall'elevato contenuto in THC, conservata in un ambiente asciutto e caldo per un paio d'anni. Secondo il suo studio, fino ad un 5% di THC era stato trasformato in CBN, rendendo l'erba un potente sonnifero naturale. In altre parole: se avete problemi di sonno, un po' d'erba ben stagionata potrebbe diventare la vostra migliore alleata.

GLI ALIMENTI A BASE DI CANNABIS AIUTANO A DORMIRE PIÙ A LUNGO

cannabis ediblesGli alimenti a base di marijuana, i cosiddetti "edible", richiedono più tempo per fare effetto, ma durano molto più a lungo rispetto al fumare o vaporizzare Cannabis. Per coloro che hanno problemi di sonno, soprattutto per chi tende a svegliarsi anzitempo e, di conseguenza, non riesce a riposare bene, gli edible possono essere un ottimo rimedio per ottenere effetti rilassanti e sedativi più prolungati. In questo modo si hanno maggiori probabilità di dormire bene durante tutta la notte.

GODETEVI LA VOSTRA CANNABIS DI NOTTE SENZA POSTUMI

Fortunatamente, non tutte le persone soffrono di "sbornia da Cannabis". Tuttavia, alcune ne patiscono, soprattutto quando fumano nelle ore notturne. Possono esserci diverse ragioni per sentirsi intorpiditi al risveglio mattutino dopo una nottata passata a fumare erba.

Consumare erba di bassa qualità può essere uno dei motivi più comuni ad influenzare la lucidità mattutina. Se notate i postumi delle vostre serate a base di Cannabis, provate a cambiare varietà d'erba, a volte funziona.

Un altro motivo ancora più importante è che la Cannabis tende a disidratare, esattamente come accade quando si bevono bevande alcoliche. Cercate sempre di bere molta acqua e di seguire una dieta sana ed equilibrata. Lo stesso vale per lo stile di vita. Normalmente, questi accorgimenti sono più che sufficienti per prevenire i postumi da Cannabis.

CANNABIS E SOGNI

Se da una parte la Cannabis può aiutare a conciliare il sonno e a migliorarne la qualità, dall'altra può ridurre la vostra capacità di sognare. Ciò è dovuto agli effetti della marijuana che interagiscono sul ciclo REM, la fase del sonno in cui siamo più propensi a sognare.

Ciò che risulta ancora più curioso è che la gente che ha fatto uso di Cannabis per diversi anni ed improvvisamente smette di consumarla, afferma di fare sogni più frequenti ed intensi. Questo effetto è anche conosciuto come "REM rebound".

CANNABIS COME POSSIBILE TRATTAMENTO PER LE APNEE NEL SONNO

apnea cannabis

La ricerca clinica è solo nelle fasi iniziali, ma ci sono prove incoraggianti sui potenziali effetti benefici della Cannabis per trattare le apnee nel sonno. Si tratta di una disfunzione caratterizzata da improvvisi risvegli notturni dovuti alla difficoltà di respirare dormendo. Ovviamente, tale disfunzione ha conseguenze sulla qualità del sonno, rendendo le giornate molto più faticose e pesanti.

Secondo uno studio condotto con THC sintetizzato in laboratorio, alcuni ricercatori hanno osservato che il THC tende a garantire una maggiore stabilità delle vie respiratorie durante le ore di sonno. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per poterne confermare l'efficacia.

LA CANNABIS PUÒ PROVOCARE DISTURBI DEL SONNO?

Un recente studio condotto nel 2014, in contraddizione con quanto detto finora, ha scoperto che il consumo di Cannabis potrebbe addirittura peggiorare la qualità del sonno. Ci teniamo comunque a sottolineare che questi risultati devono essere presi con un certo scetticismo. Gli scienziati che hanno partecipato a questa ricerca hanno esaminato un gruppo di adolescenti, tutti consumatori di Cannabis. Esaminando i loro comportamenti notturni durante le ore di sonno sono arrivati alla conclusione che la Cannabis provoca disturbi del sonno, soprattutto tra gli adolescenti. Tuttavia, i risultati di questo studio non dicono se i ragazzi che assumevano Cannabis soffrivano già d'insonnia o se erano stati i suoi effetti a peggiorare la qualità del sonno. Ovviamente, anche in questo caso sono necessari ulteriori studi.

La ricerca scientifica su Cannabis e sonno richiede ulteriori accertamenti, ma non si può negare che questi risultati siano incoraggianti e che meritino maggiori approfondimenti. Quali sono le vostre esperienze con la Cannabis e il sonno? Questa pianta vi aiuta a dormire meglio? Non esitate a farcelo sapere nel riquadro dei commenti!

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out