Ogni fumatore ha la sua opinione riguardo all'alcol. Alcuni la considerano una droga pesante, affermano che la scienza ha dimostrato quanto sia pericolosa, che dovrebbe essere resa illegale, e la cannabis dovrebbe prendere il suo posto. Altri invece amano gustarsi una bella pinta di birra fresca, mentre fumano uno spinello o accendono una pipa o un bong. A prescindere dalle vostre idee sulle bevande alcoliche, alcol e cannabis hanno delle caratteristiche in comune. Anche se possono provocare esperienze estremamente diverse, entrambi causano effetti postumi unici nel loro genere.

I postumi della sbornia da alcol provocano esperienze esclusivamente spiacevoli, e comprendono mal di testa, confusione, estrema disidratazione e il desiderio di passare l'intera giornata a letto, al buio e lontano da tutti, nel tentativo di combattere i sintomi. Si può affermare in modo convincente che i postumi della cannabis siano una cosa completamente diversa. Essi non provocano questi effetti tremendi su corpo e mente, ma di certo potreste provare qualche sensazione particolare il mattino seguente, dopo una pesante serata intorno al bong con gli amici.

Ogni fumatore a cui sia capitato di esagerare un po' la notte prima, sarà ben consapevole del risveglio in lieve stato confusionale il mattino successivo, e del tempo necessario per ricordare pienamente tutti gli eventi della notte passata, o per capire perché ci si è svegliati sul divano di un amico, circondati da pacchetti di cibo vuoti e cartine. Quindi, sì, i postumi della cannabis esistono davvero. Esistono anche alcuni studi sull'argomento, anche se pochi. Ma da cosa sono provocati questi postumi? E quali sono i sintomi più frequenti?

Iniziamo con le cause che li scatenano, e cosa si può fare attivamente per evitarli nel caso in cui, ad esempio, dobbiate andare a lavoro o recarvi ad un appuntamento importante il giorno dopo una nottata passata a fumare.

dormire recuperare sbornia cannabis

DA COSA SONO CAUSATI I POSTUMI DELLA CANNABIS?

Una ragione, che probabilmente sembrerà ovvia a molti, e che scatena la maggior parte dei postumi della cannabis, è semplicemente il fumare eccessivamente. C'è una notevole differenza tra come ci si sente il mattino seguente dopo aver fumato un paio di spinelli piccoli con erba mediamente forte, rispetto all'aver aspirato senza intervalli da un bong pieno di erba ricca di THC, coltivata in modo eccellente dal vostro amico. Ad ogni modo, molti fumatori sono consapevoli dei loro limiti, o semplicemente si addormentano diventando fisicamente incapaci di inalare altro fumo. Un modo molto semplice per esagerare potrebbe essere quello di infilare la faccia in un vassoio di brownies o gelato alla cannabis. A volte è difficile capire quanta ne è stata consumata, prima di venire colpiti da un'ondata di sensazioni psichedeliche. I prodotti commestibili sono sicuramente il modo più semplice per eccedere nella quantità, rispetto al fumare.

La qualità della cannabis che state fumando è un'altra ragione teorica per la quale potreste non sentirvi troppo in forma il mattino seguente. Il materiale che stavate fumando era stato essiccato, trattato e conservato in modo appropriato per evitare la formazione di muffa? Forse qualcuno ha usato delle sostanze chimiche durante la coltivazione e ora avete i polmoni pieni di residui? Ovviamente, per superare questo problema, basta conoscere bene le proprie fonti, o coltivare per conto proprio, se le condizioni lo permettono.

QUALI SONO I SINTOMI?

Una leggera confusione appena svegli potrebbe essere un segno di postumi della cannabis, così come impiegare alcuni secondi prima di capire dove siete.

Sentirsi spaesati e non pienamente consapevoli dell'ambiente circostante è un altro sintomo. Nessuno è completamente vigile e attivo appena sveglio, ma si impiega decisamente più tempo per tornare totalmente operativi e motivati, se si hanno i postumi della cannabis. La procedura standard a questo punto prevede di trascinarsi fino alla cucina, controllando i propri movimenti attraverso la stretta fessura tra le palpebre, e preparare una bella tazza di caffè forte.

La mattina dopo aver fumato o mangiato troppa erba, potreste anche avvertire mal di testa. Ciò è causato dalla disidratazione, lo stesso motivo per cui avete avuto la bocca secca la notte precedente, dopo aver fumato per ore ed ore di fila.

Un altro segno è l'arrossamento degli occhi che potrete notare guardandovi allo specchio il mattino seguente, dopo aver usato la toilette. Questi persistenti occhi rossi sono il risultato di un cambiamento nella pressione sanguigna, causato da un abbondante consumo di THC.

COME EVITARE ED ALLEVIARE I POSTUMI DELLA CANNABIS

Per evitare la possibilità di sviluppare postumi da erba, è consigliabile seguire alcune procedure in modo da prevenirli. Restare idratati è un elemento chiave per evitare di sentirsi leggermente agitati e con un fastidioso mal di testa il mattino seguente. Tenete un bicchiere di acqua o succo di frutta vicino a voi quando fumate, per mantenere il corpo idratato ed eliminare la possibilità di restare a secco di liquidi, solo perché il frigo sembra lontano anni luce quando siete sballati. Un'altra ottima opzione è aggiungere vitamine e minerali al vostro drink. Questo aiuterà ad attenuare ogni sensazione negativa il giorno seguente, inoltre gli elettroliti come sodio e potassio favoriranno un'adeguata idratazione.

Un altro modo per ridurre i postumi della cannabis è andarci piano. Se siete già super sballati, è probabile che fumare un altro spinello, o fare un ulteriore tiro di bong, non vi porti in una direzione piacevole. Anzi, potrebbe farvi sentire molto peggio il mattino seguente. Perché non iniziate qualche attività o gioco divertente, oppure semplicemente chiudete la serata presto?

Un adeguato riposo è un buon modo per sentirsi bene il giorno seguente. La sola privazione del sonno è di per sé sufficiente a rendere difficile la giornata appena iniziata.

sbornia idratazione erbaccia cannabis acqua

ALCUNE RICERCHE

I postumi della cannabis di certo non sono qualcosa che colpisce tutti, ma ciò non significa che non esistano. Ogni persona reagisce all'erba in modo unico. Un vecchio studio del 1985 pubblicato nella rivista Drug And Alcohol Dependence esaminava gli effetti postumi del mattino seguente, dopo aver consumato marijuana. Gli autori della ricerca avevano affermato: "I risultati suggeriscono che la marijuana può produrre effetti (postumi) residui il giorno dopo aver fumato. La precisa natura e durata di tali effetti, così come le loro ripercussioni pratiche, sono ancora da determinare."

Un altro studio, pubblicato nella rivista Pharmacology, Biochemistry, and Behaviour, analizzava gli effetti acuti e residui della marijuana negli esseri umani. La ricerca ha scoperto che piccole quantità di cannabis causano solo effetti residui minimi il giorno successivo.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out