Diciamocelo, i test antidroga possono essere un vero tormento. Purtroppo, stanno diventando sempre più di moda in ambito professionale, sia come filtro per un colloquio di lavoro che come parte di test realizzati regolarmente sul posto di lavoro.

Se siete abbastanza sfortunati da dover affrontare un test antidroga nei prossimi giorni, non temete. Esistono diversi modi per ripulire il corpo dal THC. Continuate a leggere per sapere come procedere.

COME FUNZIONA UN TEST ANTIDROGA?

Prima di entrare nei dettagli su come smaltire il THC dall'organismo, cerchiamo di capire meglio come funzionano i test antidroga.

Questo tipo di analisi cerca sostanzialmente i metaboliti del THC, ovvero i prodotti che vengono rilasciati nel nostro corpo quando il THC viene metabolizzato all'interno dell'organismo. Uno dei principali metaboliti del THC è il THC-COOH, che viene immagazzinato nei tessuti adiposi del nostro corpo.

Esistono 3 principali test antidroga: test delle urine, esami del sangue e test dei follicoli piliferi. I test delle urine sono i più usati dai datori di lavoro.

Per risultare positivo ad una analisi delle urine il THC-COOH dev'essere rilevabile in quantità di 50ng/ml. Ciò significa che il corpo non dev'essere completamente privo di metaboliti per superare un test.

Preoccupazione Per La Droga

PER QUANTO TEMPO RIMANGONO TRACCE DI CANNABIS NELL'ORGANISMO?

I metaboliti del THC hanno una vita media di 7 giorni. Ciò significa che ogni 7 giorni la quantità di metaboliti si riduce di quasi un 50%. Di conseguenza, per essere completamente sicuri di non avere tracce di THC-COOH rilevabili entro 4 settimane bisognerebbe evitare di consumare cannabis in questi intervalli di tempo.

Purtroppo, la maggior parte dei consumatori di cannabis non dispone di un mese intero per smaltire il THC prima di un test antidroga. Infatti, molte di queste analisi vengono fatte con poco preavviso, in modo da non dare ai consumatori sufficiente tempo per eliminare i metaboliti dal corpo.

Il THC-COOH viene normalmente rilevato nelle urine o nel sangue fino a 3 settimane dopo il consumo. Per i consumatori di cannabis giornalieri, i tempi di rilevamento potrebbero durare qualche giorno in più. Il test del capello, o dei follicoli piliferi, può risultare positivo fino a 90 giorni dopo il consumo, anche per i consumatori irregolari.

In alcuni casi il THC-COOH può essere rilevato anche dopo più di 90 giorni dal consumo, ma accade di rado.

I dati qui riportati sono solo indicativi. I tempi di permanenza della cannabis all'interno di un organismo possono variare a seconda di diversi fattori, tra cui:

  • Quanta cannabis e con che frequenza si consuma: più cannabis si consuma e più metaboliti circoleranno nell'organismo.
  • La quantità di grasso corporeo: il THC-COOH viene immagazzinato nei tessuti adiposi. Più grasso corporeo sarà presente e maggiori quantità di metaboliti verranno accumulate.
  • Il metabolismo: il metabolismo varia da individuo a individuo. Esattamente come accade con gli alimenti, ognuno di noi metabolizza la cannabis in modo diverso. Purtroppo, nessuno può sapere con precisione l'efficacia e la velocità con cui il nostro organismo metabolizza la cannabis, tranne il nostro stesso corpo.
  • Che sostanza si sta consumando: i concentrati e gli edibili contengono concentrazioni di THC molto più elevate rispetto ai normali fiori. La vaporizzazione o il dabbing rilasciano anche maggiori quantità di THC nel corpo rispetto ai più tradizionali metodi. Di conseguenza, la vaporizzazione o il dabbing di un concentrato o l'ingestione di un edibile tendono ad aumentare le concentrazioni di THC-COOH rispetto al fumo di una canna o un bong.

COME DEPURARE IL PROPRIO ORGANISMO DAL THC

Se dovete sottoporvi ad un test antidroga nei prossimi giorni e avete paura di non superarlo, sarete felici di sapere che esistono diversi modi per provare a eliminare i metaboliti della cannabis dall'organismo.

Nota: L'efficacia di questi metodi varia. Se vi è stata comunicata la data del vostro prossimo test antidroga, vi consigliamo di astenervi dall'uso della cannabis fino al giorno della prova. Se invece vi trovate di fronte ad un test antidroga a sorpresa, potrebbe valer la pena provare questi metodi.

Diluire L'Urina Nell'Acqua

1. DILUIRE L'URINA

Si tratta del trucco più vecchio del mondo. La scienza che si cela dietro questo metodo si basa sul principio di diluire l'urina, in modo da scendere al di sotto della soglia di 50ng/ml e, quindi, risultare negativo all'esame.

Per diluire l'urina basta bere dai 2 ai 3 litri d'acqua o di qualsiasi altra bevanda un giorno prima del test e 1 o 2 litri d'acqua il giorno stesso della prova. In questo modo aiuterete il vostro organismo a ridurre i livelli di metaboliti, in quanto l'urina conterrà maggiori quantità d'acqua.

Questo trucco è perfetto per coloro che non dispongono di molto tempo. Tuttavia, l'aspetto negativo è che la maggior parte dei laboratori d'analisi sono già preparati a quest'eventualità. I campioni di urina diluita vengono facilmente rilevati a causa del loro colore (chiaro) e delle loro basse concentrazioni di creatinina, un sottoprodotto del metabolismo muscolare.

Per evitare di suscitare sospetti, prendete in considerazione la possibilità di ingerire 50-100mg di vitamina B2 o B12 ed una pillola di creatina prima delle analisi. Le vitamine contribuiranno a dare un po' di colore alle urine, mentre la creatina dovrebbe temporaneamente aumentare i livelli di creatinina.

In alternativa, potete usare le bibite per depurare l'organismo XXtra Clean. Questi "detox drink" aiutano a diluire temporaneamente l'urina, ma contengono anche vitamine e creatina per depurare il campione da analizzare senza far suonare il campanello d'allarme.

2. SEGUIRE UN PROGRAMMA DI DISINTOSSICAZIONE

Un appropriato programma di disintossicazione è un altro ottimo modo per eliminare i metaboliti della cannabis dal corpo. Astenetevi dall'uso di droghe e seguite una dieta equilibrata e sana, e con un po' di esercizio fisico regolare dovreste riuscire a depurare il vostro organismo in modo naturale in circa 4-6 settimane.

Purtroppo, non si tratta della soluzione ideale quando il test è imminente. Se questo fosse il vostro caso, provate qualche prodotto commerciale per depurare l'organismo. Sul mercato se ne possono trovare di diversi tipi e, secondo i produttori, possono ripulire il corpo in meno di una settimana.

Se non fosse una strada percorribile, potete provare ad assumere un prodotto per depurare il corpo il giorno stesso dell'analisi. A differenza dei prodotti da assumere regolarmente, questi "disintossicanti" dovrebbero temporaneamente depurare il tratto urinario, ripulendolo dai metaboliti tossici come il THC-COOH. Sia i prodotti da usare regolarmente che quelli da assumere poche ore prima dell'analisi si possono trovare in farmacia e in negozi di prodotti per la salute.

Dieta Detox Per Ottenere Thc Fuori Del Tuo Corpo

3. CONSEGNARE UN CAMPIONE DI URINE FALSO

Un'ulteriore alternativa altrettanto popolare per superare le analisi delle urine è consegnare un campione di urina falso. Potete farlo usando un kit di urina sintetica.

Si possono trovare facilmente online e sono composti da un liquido che sostituisce chimicamente e visivamente l'urina, consentendo di consegnare un campione perfettamente pulito.

Molte persone hanno superato con successo i test antidroga grazie a questi kit. Tuttavia, se mai doveste venire beccati, potreste ritrovarvi a dover affrontare gravi ripercussioni e multe, a seconda delle norme vigenti nel vostro Paese.

Inoltre, ricordatevi che questi kit sono utili solo quando si ha la possibilità di raccogliere il campione di urine in un bagno privato e non tutti i laboratori offrono questo lusso.

È inoltre necessario tenere questi campioni falsi al caldo. Ricordatevi che la temperatura dell'urina è uguale a quella del nostro corpo (circa 37°C). Se volete usare un kit di urina falsa, assicuratevi che il campione abbia questa temperatura al momento della consegna.

Se siete decisi a percorrere questa strada, ricordatevi di usare un kit di urina di alta qualità. Tutti i prodotti a base di urina sintetica dovrebbero contenere:

  • Acido urico
  • Urea
  • Creatinina
  • Nitrati

I kit dovrebbero inoltre avere un pH normale (tra 4,8 e 8), emanare i tipici odori di urina e produrre un po' di schiuma.

ULTERIORI CONSIGLI PER PASSARE UN TEST ANTIDROGA

I tre metodi appena menzionati sono probabilmente i più popolari ed affidabili per passare un test antidroga. Ne esistono molti altri, ma vi consigliamo di concentrarvi su questi.

Ecco un paio di ulteriori consigli dell'ultimo minuto per aiutarvi a superare un test antidroga:

• Evitare l'esercizio: lo sforzo fisico brucia grassi e può aumentare temporaneamente i livelli di metaboliti.

• Consegnate l'urina fuoriuscita a metà del flusso urinario: il primo e l'ultimo getto di urina contengono normalmente le concentrazioni più alte di tossine.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out