Il più delle volte, fumare cannabis genera forti risate, momenti divertenti, fame ed euforia. Provate a ripensare alla vostra sessione di ieri sera (o a quello che ricordate). Probabilmente, avrete fumato una canna, fatto uno spuntino, chiacchierato un po’ e poi sarete andati a letto. Una serata indubbiamente piacevole, no?

Tuttavia, sebbene la cannabis ci faccia passare quasi sempre momenti di gioia e piacere, ogni tanto le cose possono andare in una direzione leggermente diversa. Almeno una volta nella vita, tutti i fumatori dovranno fare i conti con il lato più oscuro della cannabis.

Per un motivo o per l’altro, la marijuana può farci sentire ansiosi, paranoici e a disagio. Queste sensazioni possono persino degenerare in veri e propri attacchi di panico.

Ma perché succede questo? E da cosa sono innescate queste sensazioni? Continuate a leggere per esplorare le cause di un brutto viaggio con la cannabis, come frenare un’esperienza negativa e come prevenirla in futuro.

Cos’è un Brutto Viaggio da Cannabis?

La cannabis ha la tendenza a farci immergere in profondi pensieri filosofici. Quando siamo sobri, in un istante possono balenare nuove idee, pensieri e sensazioni. Non appena ci distraiamo o ci disinteressiamo, i nostri pensieri vengono quasi immediatamente sostituiti da altri.

Questa normale modalità di funzionamento cambia quando siamo sotto gli effetti della cannabis. Questa sostanza ci aiuta ad amplificare ogni dettaglio dei nostri pensieri. Sebbene questa proprietà possa risultare utile quando scriviamo un libro, dipingiamo un quadro o parliamo di argomenti filosofici con i nostri amici, può creare diversi problemi quando emergono dei pensieri negativi.

Quando stiamo attraversando un brutto momento o ci troviamo in una situazione rischiosa, la cannabis amplifica i nostri pensieri e sentimenti e può innescare una brutta reazione alla marijuana. Possiamo facilmente ritrovarci intrappolati in una spirale di pensieri negativi, a tal punto da iniziare a respirare più velocemente, spalancando gli occhi e sentendoci sempre più stretti dalla morsa dell’ansia.

In realtà, non c’è quasi nulla di cui preoccuparsi. Esattamente come amplifica il sapore del cibo e migliora la musica, la cannabis tende anche ad intensificare i nostri pensieri, siano essi positivi o negativi.

Cos’è un Brutto Viaggio da Cannabis?
  • La Cannabis È una Sostanza Psichedelica?

Molte persone ritengono che la cannabis agisca come uno psichedelico, portando alla domanda: si può vivere un viaggio psichedelico con la marijuana? Certo! A volte, le sensazioni innescate dalla cannabis possono essere molto intense, ma agisce in modo diverso dalle classiche sostanze allucinogene come DMT, LSD, psilocibina e mescalina.

Queste potenti sostanze sono definite dalla loro capacità di indurre allucinazioni intense e durature, cambiamenti emotivi e percezioni distorte. Ciò è dovuto, in parte, ai loro principi attivi che agiscono interferendo temporaneamente con i meccanismi di segnalazione della serotonina nel cervello.

Al contrario, la cannabis sballa agendo sul sistema endocannabinoide. Il THC, la molecola attiva, si lega ai recettori CB1 nel cervello, dove esercita i suoi effetti psicoattivi. Ci sono poi numerosi terpeni diversi (le sostanze chimiche che danno alla cannabis il suo caratteristico odore) che apportano alla miscela effetti più o meno energizzanti e rilassanti.

Tuttavia, l’intensità e la natura pseudo-psichedelica della cannabis cambia quando le persone la mangiano. In questo caso, il THC si converte in una sostanza chimica più potente e di lunga durata, nota come 11-idrossi-THC.

Sebbene molti consumatori descrivano il consumo di edibili alla cannabis come un’esperienza psichedelica, le allucinazioni sono rare e i meccanismi d'azione non sono uguali a quelli della maggior parte delle “vere” sostanze psichedeliche.

Cosa Può Innescare un Brutto Viaggio da Cannabis?

Ci sono molti fattori che possono contribuire ad innescare un brutto viaggio o una reazione negativa all’erba, dal vostro stato d’animo prima di fumarla al consumarne quantità eccessive. Può sopraffare sia un principiante preso dall’entusiasmo che i consumatori più esperti. Date un’occhiata qui di seguito ad alcuni dei motivi principali per cui le persone possono sperimentare un viaggio spiacevole.

  • Varietà Molto Potenti

Il consumo di quantità eccessive di THC rimane quasi sempre l’unico motivo per cui le persone sperimentano un brutto viaggio con l’erba. Capita sempre più spesso che le persone fumino o mangino quantità eccessive di questa sostanza chimica psicoattiva, semplicemente perché le varietà di cannabis stanno diventano sempre più forti di anno in anno.

Negli anni ’60 e ’70, gli amanti della cannabis dovevano accontentarsi di un’erba coltivata male, con bassi livelli di THC. Quando erano fortunati, riuscivano a mettere le mani su qualche hashish importato di alta qualità. Nell’era moderna, godiamo di dispensari, cannabis club e coffeeshop a cui possiamo rivolgerci per acquistare dell’erba straordinaria.

I livelli medi di THC nelle varietà di cannabis sono aumentati incredibilmente e capita sempre più spesso di trovarne con concentrazioni del 30%. I fumatori principianti possono essere facilmente sopraffatti da queste potenti varietà, il che potrebbe tradursi in un’esperienza sgradevole.

  • Edibili

Gli edibili catapultano la mente in un altro regno. Una persona può essere abituata a fumare cannabis da diversi anni e rimanere completamente pietrificata dagli effetti di un edibile. La potenza, la durata e l’aspetto un po’ psichedelico del viaggio assomigliano ben poco agli effetti della cannabis fumata.

Se vi precipitate senza prendere le dovute precauzioni e ne mangiate più di quanto possiate reggere, quasi sicuramente sperimenterete un “bad trip” da cannabis.

Cosa Può Innescare un Brutto Viaggio da Cannabis?
  • Dabbing

Il dabbing introduce nel corpo e nella mente enormi quantità di THC. Se non lo avete mai sperimentato prima, la potenza dei concentrati eleva il sistema endocannabinoide a nuovi livelli. Anche i fumatori più esperti avranno qualche difficoltà a gestire la loro prima sessione di dabbing pesante.

Vedetela in questo modo: un buon pezzo di concentrato immetterà nel vostro organismo la stessa quantità di THC contenuta in una canna enorme, con la differenza che inalerete tutti quei cannabinoidi in un solo tiro.

  • Stato d’Animo

Il modo in cui assumete la cannabis influenza lo sballo, ma anche il vostro stato d’animo. La cannabis funziona come una lente d’ingrandimento per i vostri problemi. Se avete un compito stressante che state rimandando, preoccupazioni finanziarie che si accumulano o emozioni che state sopprimendo, molto probabilmente la marijuana vi proietterà nelle profondità della vostra mente.

Lo psicologo americano Timothy Leary, grande sostenitore delle sostanze psichedeliche, parlò dell’importanza del “set and setting” per le droghe psichedeliche. “Set” (o preparazione) si riferisce a vivere l’esperienza con uno stato mentale lucido e sereno, mentre “setting” (preparativi) all’ambiente circostante, che dev’essere ottimale e rilassante.

La stessa logica si applica in gran parte anche alla cannabis. Per evitare queste spiacevoli esperienze, cercate di risolvere i vostri problemi, o almeno preparate un piano per farlo, prima di fumare. A volte, una spinta nella giusta direzione è proprio quello di cui abbiamo bisogno.

Sintomi di un Brutto Viaggio Causato dalla Cannabis

Un trip sgradevole causato dalla marijuana può manifestarsi in vari modi, da immagini indesiderate a sensazioni di paranoia che alterano la mente. Scoprite qui di seguito i sintomi più comuni di un brutto viaggio innescato dalla cannabis.

  • Allucinazioni

Le allucinazioni sono rare quando si fuma o si mangia marijuana, ma possono comunque insorgere. Chiunque abbia ingerito in una volta sola diverse fette di torta Space Cake, avrà sicuramente qualche aneddoto da raccontarci su alieni e scenari geometrici.

In realtà, è improbabile che proviate delle allucinazioni dopo aver fumato troppa erba. Ma gli edibili sono una storia diversa. Anche una dose orale di 10mg può far sentire ansiosi i fumatori più esperti e dosi maggiori possono portare ad allucinazioni, deliri e tachicardia.

Se il consumatore ha poca esperienza nell’affrontare questo stato d’animo, tutti questi fattori possono convergere in un brutto viaggio.

Sintomi di un Brutto Viaggio Causato dalla Cannabis
  • Alti Livelli di Paranoia/Ansia

Vi ricordate gli effetti di cui abbiamo parlato prima? Quelli che vi fanno pensare troppo? Ebbene, questa proprietà può far sentire i consumatori estremamente a disagio al momento di affrontare una brutta reazione all’erba. Quel ragazzo mi sta fissando? Mi è caduto il portafoglio dalla tasca? Forse dovrei controllare solo per essere sicuro? Quella persona si è accorta che sono strafatto?

Queste sono alcune delle domande più comuni che ci poniamo quando siamo troppo sballati. La cannabis dovrebbe essere un’esperienza divertente e piacevole, non negativa. Queste sensazioni sono un segno che avete superato la vostra dose personale e che dovreste andarci un po’ più alla leggera la prossima volta.

  • Paura

Mangiare degli edibili o inalare un bel pezzo di dab può portare ad un profondo senso di paura tra gli impreparati. Dalla preoccupazione per le responsabilità della vita all'angoscia esistenziale del perché il mondo esista, questa paura può colpire duramente e all’improvviso.

  • Sensazioni Fisiche

Un brutto viaggio può anche manifestarsi come sintomi fisici. Questi includono:

- Sudorazione
- Aumento della frequenza cardiaca
- Fastidi allo stomaco
- Intorpidimento
- Agitazione

Come Evitare che si Verifichi un Brutto Viaggio con la Cannabis

In definitiva, un brutto viaggio con la marijuana deriva dal vostro stato mentale o da un consumo eccessivo. Qui di seguito scoprirete come prevenire una brutta esperienza con la cannabis per evitare di doverla affrontare:

Svuotate la mente
Se avete dei pensieri che vi stanno infastidendo, non mettetevi subito a fumare. Andate a farvi una passeggiata, sedetevi a pensare alle vostre emozioni, meditate e respirate. Fumate solo quando avrete raggiunto quello stato di pace interiore.
Controllate l’ambiente circostante
I brutti viaggi da marijuana sono più frequenti in piena città o in qualsiasi altro posto dove sarebbe meglio non consumare erba. Per cogliere solo le migliori vibrazioni, fumate a casa nella vostra accogliente camera da letto, in mezzo alla natura o in spiaggia.
Iniziate piano e procedete lentamente
Non precipitatevi. Fate un paio di boccate di fumo alla volta, attendete che il vostro corpo reagisca e poi procedete. Se state assumendo un dab o un edibile, non sentitevi obbligati a stare al passo con gli altri. Iniziate con una dose piccola. Potete sempre prenderne di più in un secondo momento, se necessario.

Come Frenare un Brutto Viaggio con la Cannabis

Durante un brutto viaggio con la cannabis, potreste sentirvi sopraffatti ed impotenti. Ma non preoccupatevi. Tenete presente la parte più importante: finirà presto. Fino ad allora, ci sono diverse cose che potete fare per rilassarvi e ridurre l’intensità dell’esperienza:

Respirazione
Quando entriamo in modalità “combatti o fuggi”, il ritmo della nostra respirazione inizia ad aumentare. Fate respiri profondi con l’addome per far sapere al vostro sistema nervoso che siete al sicuro e pronti a rilassarvi.
Andate a farvi una passeggiata
Muovete il corpo e fate pompare il sangue. L’aria fresca vi schiarirà la mente e il movimento accelererà la metabolizzazione del THC da parte del vostro corpo.
Prendete un po’ di CBD
Questo cannabinoide non psicoattivo vi rilasserà ed allenterà le tensioni dello sballo.
Bevete una tisana
Il rosmarino e la melissa contengono il terpene rilassante e il cannabinoide dietetico beta-cariofillene e vi metteranno a vostro agio. Tenete queste erbe nella vostra dispensa in caso arrivasse il momento di prenderle.
Parlate con voi stessi
Ricordatevi che presto tornerete sobri. Prendetela come una lezione. Sono venute a galla cose poco piacevoli e la cannabis vi ha appena mostrato cosa dovete fare per migliorare la vostra vita e per sentirvi persone migliori.

Quanto Dura un Brutto Viaggio con la Cannabis?

Un brutto viaggio causato da un eccesso di marijuana può durare da 1 a 2 ore. Tuttavia, la risposta da parte del nostro corpo può ridurre questo lasso di tempo. Se iniziate ad agitarvi e a spaventarvi, gli alti livelli di adrenalina ed altri ormoni vi faranno tornare sobri prima.

I viaggi da edibile durano molto più a lungo, tra le 6 e le 8 ore, a seconda della dose.

Si Può Avere un’Overdose da Cannabis?

No, almeno non letale. Fumare o mangiare troppa cannabis può portare ad effetti negativi, ma non ad un’overdose vera e propria. I farmaci come gli oppioidi rappresentano un reale pericolo di overdose, poiché agiscono sui recettori nelle aree del cervello che regolano la respirazione. I recettori della cannabis non esistono in questa regione.

Qual È la Differenza tra un Brutto Viaggio con la Cannabis e il Greening Out?

Un brutto viaggio con la cannabis comporta effetti collaterali come ansia, stress e panico. Mentre i malati potrebbero anche provare qualche disagio fisico, un brutto viaggio e il greening out sono due cose diverse.

Il greening out deriva da un consumo eccessivo di cannabis, con i conseguenti effetti collaterali fisici, come nausea ed un’irresistibile voglia di dormire. Tuttavia, le persone possono sperimentare il greening out senza avere un brutto viaggio.

Quando provate uno di questi effetti, sappiate solo che molto presto finirà tutto. Sorseggiate un po’ di acqua, bevete del tè caldo, respirate e sappiate che tutto tornerà alla normalità.

Una volta che avete vissuto un brutto viaggio con l’erba, saprete quanto possono essere sgradevoli. Se vedete un amico in una situazione simile, aiutatelo. Usate i suggerimenti di questo articolo per aiutarlo a sentirsi meglio.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.