Alla Royal Queen Seeds siamo alla costante ricerca delle migliori informazioni e conoscenze sulla cannabis. Nelle nostre interviste abbiamo l'occasione di parlare con figure provenienti da tutti i settori dell'industria cannabica. Oggi, abbiamo il piacere di parlare con Rachael.

Il CBD racchiude numerose proprietà benefiche. Molte persone assumono CBD quotidianamente per promuovere uno stato di lucidità mentale. Ma in che modo, esattamente, questo cannabinoide agisce sul nostro organismo? E come vengono realizzati i prodotti contenenti CBD? In questa intervista scopriremo gli influssi del CBD sul sistema endocannabinoide, le principali differenze tra i vari prodotti e come prepararli facilmente anche da soli.

(Ascoltalo anche su Spotify e su Apple Podcast)

Cos’è il CBD e perché si dice che sia terapeutico?

Qui nel Regno Unito, siamo legalmente autorizzati ad estrarre CBD solo dalla pianta di canapa industriale, poiché la canapa industriale è naturalmente ricca di CBD ma molto povera di THC. Il THC è la sostanza che fa sballare le persone quando assumono cannabis a scopo ricreativo, ma nella canapa si trova solo in minime quantità che non causano alcuno sballo.

Per capire perché il CBD è così benefico, dovremmo prima considerare che ci sono oltre 100 cannabinoidi nella pianta di canapa. Questi composti chimici sono in grado di interagire con il nostro innato sistema endocannabinoide (SEC), una rete composta di neurotrasmettitori e recettori che aiuta altri sistemi fisiologici, come il sistema respiratorio, immunitario e nervoso. Il sistema endocannabinoide dà una mano in tutto ciò che fa il nostro corpo, quindi se un sistema non funziona correttamente, il SEC può dire: “Ehi, devi lavorare un po’ di più lì” ed aiuta così a mantenere tutto in uno stato di equilibrio.

Il raggiungimento di questo stato di equilibrio interno, noto anche come omeostasi, è forse il compito principale del sistema endocannabinoide. Per fare ciò, il nostro corpo produce naturalmente sostanze chimiche chiamate “endocannabinoidi”. Da adulti, produciamo ogni giorno circa 40–60 milligrammi di endocannabinoidi all’interno del nostro corpo. Ora, alcuni di noi potrebbero essere un po’ carenti di endocannabinoidi, a causa di una malattia, dello stress o per qualsiasi altro motivo.

Il CBD e gli altri cannabinoidi della pianta di canapa sono abbastanza simili agli endocannabinoidi che produciamo naturalmente, quindi, quando mettiamo CBD nel nostro corpo, questo si interfaccia con il sistema endocannabinoide ed aiuta il corpo a funzionare ad un regime ottimale.

"Tutto quello che devi fare è mescolare l’isolato con un po’ di olio d’oliva, olio di cocco od olio di semi di canapa—per facilitare il trasporto dei cannabinoidi nel corpo—e poi scaldarlo leggermente in modo che si sciolga e si infonda. Ed ecco il tuo olio di CBD fatto in casa." 

Cosa dovremmo sapere sui diversi tipi di prodotti CBD?

Il punto chiave dell’utilizzo del CBD è immetterlo nel flusso sanguigno e ci sono quattro modi per farlo. Innanzitutto, puoi vaporizzarlo o fumarlo: l'inalazione è il modo più veloce per rilasciare il cannabinoide nel flusso sanguigno attraverso i polmoni, ma gli effetti dureranno solo per circa un’ora.

Esiste poi l’opzione commestibile: l’ingestione di CBD, in forma di capsule o di edibili (come le caramelle gommose, per esempio) richiede circa un’ora per viaggiare attraverso il sistema digestivo prima che venga metabolizzato dal fegato. Da qui, il CBD raggiungerà il flusso sanguigno e gli effetti dureranno per circa otto ore. Ciò significa che l’ingestione è il metodo di assunzione di CBD con effetti più prolungati.

Poi c’è l’opzione sublinguale, che funziona perfettamente con l’olio di CBD. In sostanza, metti l’olio sotto la lingua ed attendi circa un minuto affinché le mucose della bocca diffondano il CBD nel flusso sanguigno. Questo è il secondo metodo più veloce: occorrono circa 15 minuti per sperimentare gli effetti, che dureranno per circa 4–5 ore. Questo è il motivo per cui spesso è meglio prendere l’olio di CBD una volta al mattino e una volta al pomeriggio.

L’ultima possibilità è l’assorbimento topico. Esistono infatti dei metodi topici per inviare il cannabinoide ai recettori endocannabinoidi della pelle. Le creme e i balsami non raggiungeranno il sangue, ma saranno assorbiti dall’epidermide. Per questo sono molto utili se si desidera trattare una particolare area della pelle.

Cosa dovremmo sapere sui diversi tipi di prodotti CBD?

Prima di acquistare qualsiasi prodotto CBD, come possiamo sapere quale percentuale di CBD è la migliore per noi?

L’unico motivo per cui potresti volere un olio di CBD davvero ad alta potenza è se stai seguendo una progressione naturale del dosaggio. Ad esempio, supponiamo che tu stia assumendo 40 milligrammi di olio di CBD da un po’ di tempo (la maggior parte delle persone ne prende circa 10 milligrammi al giorno, per tua informazione). Assumere questo dosaggio utilizzando un flacone di olio di CBD al 5% contenente 500 milligrammi equivale a 2,5 milligrammi di CBD per goccia. Seguendo la nostra logica, dovresti mettere circa 16 gocce di olio CBD sotto la lingua durante la giornata. Dato che in un flacone da 1000 milligrammi contenente il 10% di CBD, ogni goccia ne contiene 5 milligrammi, è possibile ridurre a 8 le tue gocce giornaliere, senza sacrificare la quantità di CBD assunto. Lo stesso vale per i flaconi da 2.000 milligrammi e da 4.000 milligrammi: sono necessarie meno gocce per assumere la stessa quantità di CBD.

Quindi, vorrai avere CBD alla massima potenza solo se stai cercando di semplificare il dosaggio, o forse per risparmiare un po’ di tempo e denaro sull’acquisto di olio CBD.

Ad esempio, se stavi assumendo 10 milligrammi di CBD al giorno ed hai acquistato un flacone da 500 milligrammi, questo ti durerà per 50 giorni. Ma se hai acquistato un flacone da 1.000 milligrammi, ti durerà il doppio perché ne contiene il doppio.

Questo è il motivo per cui suggerisco sempre alle persone di iniziare con la potenza più bassa. Siamo tutti diversi, con organismi e stili di vita diversi, ma iniziare con circa 10 milligrammi di CBD al giorno è un buon modo per formare una linea di base. In seguito è possibile aumentare gradualmente le dosi, se necessario, fino ad ottenere i risultati desiderati. In altre parole, chi inizia con il CBD non ha bisogno di acquistare un costoso olio di CBD che durerà 8 mesi, quando può acquistarne uno ad un prezzo più ragionevole che durerà, diciamo, 50 giorni. Come rovescio della medaglia, gli utilizzatori esperti di CBD ad alti dosaggi probabilmente risparmieranno denaro acquistando oli a concentrazioni più elevate.

Calcolatrice CBD
Effetto
Peso
Dosaggio:
0 mg
Calcolatrice CBD
Effetto
Peso
Dosaggio:
0 mg

Come possiamo trovare il nostro miglior metodo di consumo?

È solo una scelta personale, in realtà. A volte gli oli di CBD hanno un sapore di canapa, che non tutti amano. In questo caso, potrebbe essere meglio mangiare un orsetto gommoso infuso di CBD od ingoiare una capsula di CBD, perché questi prodotti mascherano il gusto della canapa. Al contrario, a molte persone non dispiace affatto il sapore dell’olio di CBD.

Ecco perché mi piace avere il negozio. Perché quando le persone entrano, possono averne un piccolo campione e capire se piace o no. Alcune persone dicono: “Ok, va bene”, mentre altri dicono “No, non mi piace il sapore di quell’olio”, e in questo caso suggerisco di prendere qualche tipo di prodotto commestibile.

Lo svapo tende ad essere la scelta migliore per chi vuole dosare il CBD rapidamente ed in movimento. Sai com’è, magari sono in giro tutto il giorno e vogliono solo riequilibrare l’umore e questo genere di cose. Lo svapo può essere fantastico per questo. Ma svapare il CBD può diventare piuttosto costoso poiché potresti svaparti un’intero flacone da 10ml in un solo giorno se lo vuoi, quindi la scorta può esaurirsi abbastanza rapidamente. Inoltre, poiché il CBD non persiste nel nostro organismo molto a lungo, dovresti continuare a vaporizzare per tutto il giorno. Per questo suggerisco alle persone di prendere lo svapo come una piccola aggiunta al proprio regime di CBD, tenendo lo con sé il vaporizzatore tutto il giorno, ma prendendo qualcosa come un olio o una capsula come fonte principale di CBD.

Possiamo realizzare prodotti CBD a casa?

Se vuoi realizzare prodotti CBD a casa, puoi acquistare CBD isolato. Non contiene il resto dei cannabinoidi della pianta, ma è solo CBD. Di solito si presenta sotto forma di una polvere bianca che puoi usare per preparare a casa il tuo e-liquid da svapo con CBD.

È davvero facile da realizzare. Tutto ciò che devi fare è acquistare un po’ di PG/VG, che puoi trovare da Amazon, e mescolare semplicemente l’isolato di cristalli di CBD nel PG/VG. Lo riscaldi un po’ (non più di 60 gradi) in modo che i cristalli si fondano, e poi potresti anche aggiungere il tuo aroma preferito, se lo desideri. Quindi la risposta è sì, puoi creare il tuo e-liquid con l’isolato di CBD.

E puoi anche usarlo per cucinare: potresti aggiungerlo al burro e fare torte o biscotti, oppure puoi semplicemente spalmarlo sul pane tostato.

Puoi anche fare bombe da bagno al CBD. Devi solo aggiungere il CBD nella miscela della bomba da bagno e metterla nella tua vasca. Una cosa molto piacevole.

Per produrre un olio di CBD a spettro completo o ad ampio spettro, dovresti prendere una pianta di canapa ed estrarre i fitochimici dal suo interno. Questo non è sempre un processo facile, anche perché potresti non essere autorizzato a coltivare canapa nel tuo paese. Ma puoi sempre fare l’olio di CBD a casa usando l’isolato.

Tutto quello che devi fare è mescolare l’isolato con un po’ di olio d’oliva, olio di cocco od olio di semi di canapa—per facilitare il trasporto dei cannabinoidi nel corpo—e poi scaldarlo leggermente in modo che si sciolga e si infonda. Ed ecco il tuo olio di CBD fatto in casa.

Possiamo realizzare prodotti CBD a casa?

Quanto CBD dovremmo assumere in un giorno?

Quando ho iniziato a lavorare nel settore, la quantità massima per il consumo di CBD era di 200 milligrammi al giorno, mentre ora l’hanno portata a 70 milligrammi. In precedenza avevo preso circa 300 milligrammi in un giorno solo per vedere come sarebbe stato. Stavo bene e non avvertivo effetti avversi od altri aspetti negativi.

Bisogna però considerare che se, ad esempio, il nostro sistema endocannabinoide avesse bisogno solo di 30 milligrammi di CBD, nel caso ne assuma 60 milligrammi, il corpo eliminerebbe gli altri 30 milligrammi di cui non ha bisogno. Per questo può essere uno spreco di denaro prenderne più di quanto se ne abbia bisogno.

Possiamo sviluppare tolleranza al CBD?

Alcune ricerche mostrano che dopo sei mesi di assunzione di CBD isolato, gli utilizzatori avevano sviluppato una tolleranza ed avevano bisogno di prenderne di più.

Succede lo stesso con il THC: quando le persone fumano THC, se lo hanno fumato per un po’ di tempo, possono costruire una tolleranza nei suoi confronti. Pertanto, quello che suggerisco sempre ai miei clienti è di prenderlo per circa tre o quattro mesi, e poi smettere per una o due settimane. Il conseguente ripristino delle condizioni naturali consentirà poi di tornare ad assumere 10 milligrammi al giorno dai precedenti 30 milligrammi, ad esempio.

Puoi mescolare il CBD con altre sostanze o farmaci?

Suggerisco sempre alle persone che assumono farmaci di parlare prima con il proprio medico. In genere va bene prendere il CBD insieme ai farmaci, ma NON contemporaneamente.

Se prendessi il tuo farmaco ed una capsula di CBD allo stesso tempo, questi viaggerebbero insieme attraverso sistema digestivo e fegato. Il CBD può inibire il metabolismo epatico dei farmaci, e ciò significa fondamentalmente che il CBD vede il farmaco come un corpo estraneo e cerca di espellerlo dal corpo.

Quindi, se lasci passare un’ora tra l’assunzione del farmaco e del CBD, va bene. Stai dando al farmaco il tempo di raggiungere il fegato e il flusso sanguigno, e quando poi prenderai il CBD non ci saranno interferenze fra le due sostanze.

I nostri animali domestici possono usare il CBD?

Tutti gli animali con una spina dorsale possono trarre vantaggio dall’uso del CBD, perché tutto ciò che ha una spina dorsale ha un sistema endocannabinoide. Molti dei miei clienti danno il CBD ai loro cani. Io lo do ai miei gatti, ma in quantità molto minore.

Quindi, se volessi darlo al tuo animale domestico, prendi l’olio con la più bassa potenza, ad esempio un flacone da 500 milligrammi di CBD (2,5 milligrammi per goccia). Potresti mettere sul cibo del tuo cane circa un quarto della quantità che prenderebbe un adulto, a seconda delle dimensioni del cane. Molti clienti affermano che i loro cani stanno traendo beneficio dal CBD, un composto che fa bene alla salute in modo molto versatile.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.