"Rivoluzionario" è una parola grossa che vale particolarmente quando si parla di lozioni e balsami a base di Cannabis. Offrono benefici terapeutici senza gli effetti psicoattivi del THC.

È un'abitudine quotidiana di molti intenditori di Cannabis di tutto il mondo: macinare erba e inalarla con uno spinello, una bonga o un vaporizzatore. Fumare una canna ben fatta è sicuramente piacevole, ma il progresso ha portato ad una sempre maggiore diffusione di nuovi modi di consumo. Non stiamo parlando di concentrati ed "edible", ma la novità a cui ci riferiamo riguarda le creme a base di Cannabis. Esse rappresentano un nuovo modo di godere dei vantaggi che coinvolgono il sistema endocannabinoide, senza dover necessariamente ricorrere al fumare o ingerire Cannabis.

COSA SONO ESATTAMENTE LE LOZIONI A BASE DI CANNABIS?

Le lozioni alla Cannabis sono usate sempre più da persone affette da problemi di salute e desiderose di beneficiare degli effetti della Cannabis, senza subire le conseguenze psicoattive del THC. I ricercatori sono giunti alla conclusione che applicare cannabinoidi direttamente sulla pelle, in una determinata zona del corpo, possa dare i risultati desiderati. A questo scopo vengono prodotti balsami, lozioni ed oli, in grado di agire a livello transdermico, il che vuol dire che vengono assorbiti dalla pelle. Il metodo transdermico di assunzione di medicinali a base di Cannabis porta a notevoli miglioramenti della condizione patologica del paziente che può sperimentare un certo giovamento dei problemi di salute individuali.

lozioni cannabis

COME AGISCONO LE LOZIONI A BASE DI CANNABIS

I metodi transdermici di assunzione di cannabinoidi attivano i recettori CB2, presenti in tutti il corpo. Questi recettori possono essere stimolati dal sistema endocannabinoide stesso, ma rispondono anche a CBD e THC, quando vengono applicati direttamente a livello epidermico. Il soggetto che applica una lozione a base di Cannabis (che, in alcuni casi, può contenere un certo livello di THC), ad esempio su un ginocchio dolorante, non subisce il classico "high", mentre, molto spesso, apprezza questo metodo di assunzione alternativo.

La maggior parte delle lozioni a base di Cannabis non influisce di fatto sul flusso sanguigno e, quindi, non permette ai cannabinoidi di raggiungere i recettori presenti nel cervello. Questo potrebbe suonare come uno svantaggio, dal punto di vista degli entusiasti della marijuana, ma in realtà si tratta di una piccola rivoluzione per coloro che ricorrono alla Cannabis come forma di terapia alternativa.

Essere completamente fusi probabilmente non avrà mai effetti collaterali negativi, ma può essere un problema per coloro che vogliono consumare Cannabis in un contesto medico. Questi soggetti desiderano, semplicemente, vivere una vita normale, guidare un'automobile, fare il proprio lavoro e occuparsi della propria famiglia. Almeno questo è l'obiettivo principale, all'inizio. Anche gli stoner più incalliti dovranno ammettere che ogni tanto è meglio farsi una canna ma senza essere completamente fusi. Se le lozioni a base di Cannabis ci permettono di decidere quando vogliamo curarci o quando vogliamo fonderci completamente, perché non dar loro una possibilità?

QUALI SINTOMI SI POSSONO CURARE CON LE LOZIONI?

Ovviamente non avrebbe senso applicare un balsamo a base di Cannabis su una ferita da arma da fuoco. Non che si corra il rischio di incorrere in qualche disturbo di salute così serio tutti i giorni, ma è sempre meglio essere precisi quando si parla del valore medicinale di questa pianta. In linea generale, le lozioni sono destinate ad un'applicazione a livello di dolore locale. Esiste un'ampia gamma di malattie o problemi di salute minori che possono essere trattati con successo con creme e oli. Ciò non significa che la Cannabis sia il metodo di trattamento ideale per tutti i tipi di patologie. Tenetelo sempre bene a mente.

Condizioni mediche e sintomi:

• Dolore locale (anche cronico)

• Tensione ed infiammazione (causa di dolore artritico)

• Indolenzimento muscolare

• Psoriasi & Dermatiti (problemi della pelle)

• Prurito

• Mal di Testa

• Crampi

RAPIDA GUIDA ALLA PRODUZIONE DI BALSAMI A BASE DI CANNABIS

Perché aspettare l'industria farmaceutica quando possiamo prepararci una lozione a base di Cannabis da soli? Sebbene noi non abbiamo a disposizione attrezzature e laboratori da compagnia multinazionale, quando si parla di produzione meticolosa di medicinali, possiamo comunque provare a fare qualcosa che spaventa i più. Da un punto di vista tecnico, la produzione di queste creme è molto simile a quella del burro di Cannabis. Se sapete come fare il cannabutter, allora potreste riuscire anche con le lozioni. Non usate questi balsami, però, per trattare malattie serie che necessitano di maggiori approfondimenti e di terapie mediche specialistiche e mirate.

Qui un link ad un blog che vi guida alla produzione del cannabutter.

www.royalqueenseeds.it/blog-come-preparare-lozioni-a-base-di-cannabis-n222

Cannabutter

INGREDIENTI, ATTREZZATURA & PROCESSO PRODUTTIVO

• 250-500ml di Olio di Cocco (o qualsiasi altro olio consistente e ricco)

• 15-30g di cime di Cannabis essiccate

• Pentola

• Un buratto (o qualche altro materiale a trama fine)

• Cera d'api, olio di karitè o altri oli medicinali (a seconda della consistenza e del profumo desiderati!)

• Contenitori per la conservazione

I coltivatori e gli entusiasti della Cannabis che abbiano confidenza con la produzione del delizioso cannabutter prodotto in casa, possono semplicemente sostituire il burro con l'olio. Il processo in sé è piuttosto semplice: versate l'olio di cocco in una pentola di cottura e aumentate delicatamente la temperatura. Macinate le vostre cime fino ad ottenere un fine composto e aggiungetelo al vostro olio preriscaldato. Lasciate cuocere il tutto per un lasso di tempo da 1 a 12 ore.

L'ideale sarebbe lasciar sobbollire a fuoco basso per il maggior tempo possibile. Dovete, comunque, lasciare almeno un'ora di tempo ai cannabinoidi affinché si leghino al grasso. Più tempo lascerete su fuoco e meglio sarà! Si tratta di un procedimento che prevede diversi tentativi ed errori, prima di raggiungere il miglior risultato auspicato. Quando riterrete che il vostro olio sia sufficientemente potente, allora potrete lasciarlo raffreddare e poi filtratelo attraverso il buracco, o qualsiasi altro materiale a trama sufficientemente fine, per separare la materia vegetale dall'olio.

L'ultima fase è quella in cui si potrete dare il vostro tocco personale. La creatività è l'ideale, quando si tratta di aggiungere qualche ingrediente extra al vostro balsamo a base di Cannabis. Alcune persone ricorrono a cera d'api, burro di karitè o altri ingredienti in grado di ammorbidire la pelle e, magari, aggiungere qualche ulteriore valore medicinale.

Potrete diventare lo scienziato che avete sempre desiderato essere, ma ricordatevi che là fuori è pieno di gente che sa quel che fa, per lo meno per la maggior parte del tempo: non esitate a contattare il vostro medico quando vi sembra che le cose si stiano facendo troppo serie!

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out