FIRMATA LA LEGISLAZIONE PER L'USO DELLA CANNABIS A FINI TERAPEUTICI

Venerdì 28 aprile 2017 - La Camera dei Deputati del Congresso Messicano ha firmato una proposta di legge per legalizzare l'uso della marijuana a fini terapeutici con una schiacciante maggioranza: 371 voti a favore, 7 contrari e 11 astenuti. In appena 6 mesi, il disegno di legge sulla Cannabis terapeutica è riuscito a disfarsi di gran parte degli ostacoli legislativi. A dicembre 2016, il Senato approvò questo provvedimento a stragrande maggioranza, esattamente come avrebbe fatto qualche mese dopo il Congresso. Oggi, Enrique Peña Nieto sembra deciso a firmare il disegno di legge per farlo entrare in vigore il prima possibile.

Lo stesso presidente messicano ha proposto di aumentare la quantità di Cannabis da 5 a 28 grammi a tutte le persone che ne facciano un uso per scopi terapeutici. Si tratta di un'incoraggiante svolta che dimostra ancora una volta la politica fallimentare della Guerra alle Droghe, responsabile di oltre 100.000 morti dal 2006 al 2016 ed ampiamente appoggiata dai predecessori di Nieto. La penna è più potente di una spada e, oggi, sembra che abbia avuto la meglio anche sui cartelli della droga.

Messico legalizzazione cannabis medico

COME INFLUIRÀ SUI MALATI QUESTA PROPOSTA DI LEGGE?

La buona notizia è che i consumatori di Cannabis a fini terapeutici potranno finalmente accedere al loro farmaco legalmente. Negli ultimi anni il governo messicano aveva già autorizzato la coltivazione e l'uso della marijuana con scopi terapeutici, a seconda degli specifici casi clinici. Questo nuovo disegno di legge darà maggiore trasparenza giuridica ai malati. La Cannabis terapeutica è una medicina e non una droga illegale priva di proprietà medicinali. Per il momento, si devono ancora definire i modelli che verranno seguiti per la coltivazione della marijuana e per la sua successiva distribuzione ai malati.

I prodotti a base di CBD e quelli contenenti concentrazioni di THC inferiori all'1% potranno circolare legalmente. Il Dipartimento di Salute sarà l'incaricato di amministrare e regolamentare la Cannabis terapeutica in Messico. Tuttavia, i Paesi che possono vantare un sistema sanitario efficiente e gestito correttamente sono ben pochi. Non sarebbe stato meglio istituire una nuova organizzazione più specializzata per avviare il progetto? Il tempo lo dirà.

Messico medici utenti cannabis

E PER QUANTO RIGUARDA I CONSUMATORI DI CANNABIS A FINI RICREATIVI?

Purtroppo, il disegno di legge non avrà alcun effetto diretto sui consumatori di Cannabis a fini ricreativi. Questa proposta di legge, infatti, prevede solo alcune disposizioni limitate ai malati bisognosi di trattamenti a base di Cannabis e limita le concentrazioni di THC all'1% per tutti i prodotti che verranno commercializzati legalmente. Inoltre, il Dipartimento di Salute potrebbe limitare l'accesso a questo farmaco attraverso regolari prescrizioni mediche, senza invece autorizzare la coltivazione domestica per i pazienti.

Nonostante ciò, questo disegno di legge è sicuramente un "buon inizio" o "un passo nella giusta direzione", come molti politici messicani a favore della legalizzazione stanno affermando in questi giorni. Tuttavia, non esistono valide giustificazioni alla lentezza con cui stanno avanzando in difesa dei diritti del consumatore di Cannabis. Stiamo parlando di un Paese dilaniato per anni dai cartelli della droga, responsabili di molti colpi inferti alla popolazione e all'economia messicana.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out