IL BLACK FRIDAY PROSEGUE - SCONTI FINO AL 60% SU VARIETÀ SELEZIONATE ACQUISTA ORA


Sede di una delle città più liberali e progressiste del mondo, lo Stato di New York ha impiegato un po’ di tempo per allentare le restrizioni sulla cannabis. Ed anche se arriva dietro a Stati come Colorado e California, New York ha finalmente compiuto il passo verso la legalizzazione dell’erba per uso ricreativo.

Il governatore Andrew Cuomo ha firmato il disegno di legge la mattina del 31 marzo 2021, consentendo agli adulti di utilizzare la cannabis per scopi ricreativi e persino di coltivarla a casa propria. Sebbene la cannabis sia diventata immediatamente legale con un tratto di penna, la vendita dell’erba nei negozi non inizierà prima di 1–2 anni.

Insieme a questa ritrovata libertà, la nuova legislazione catalizzerà un enorme mercato quando i negozi apriranno le loro porte ai consumatori. I dispensari inizieranno a produrre enormi quantità di reddito tassabile a beneficio dell’istruzione, dei progetti per le comunità e dei programmi di recupero dalle droghe.

La cannabis ha svolto un ruolo fondamentale nella storia di New York City, ad esempio influenzando la leggendaria musica jazz degli anni ’20 e ’30, così come quella Beat Generation che ha ispirato la cultura americana per i decenni successivi.

Lo Stato ha legalizzato la marijuana medica nel 2016, ma ora gli attivisti hanno finalmente raggiunto il loro obiettivo finale. Le persone ingiustamente condannate vedranno cancellati i loro precedenti penali, l’economia statale è destinata ad una grande crescita e gli adulti potranno godersi l’erba senza la minaccia di procedimenti giudiziari.

Continua a leggere per scoprire come sarà la legalizzazione della cannabis a New York ed i numerosi vantaggi che porterà.

Eliminazione Definitiva dei Precedenti Penali

Il nuovo disegno di legge cancellerà automaticamente i precedenti penali delle persone un tempo condannate per reati legati alla cannabis. Questo atto di giustizia cambierà la vita di migliaia di persone, aumentando le loro possibilità di trovare lavoro e cambiando il modo in cui il mondo le percepisce.

Per decenni, i cittadini di New York sono stati multati ed imprigionati per reati non violenti che riguardano l’erba. Cuomo ha dichiarato: “Per molte generazioni, troppi newyorkesi sono stati ingiustamente penalizzati a causa dell’uso e della vendita di cannabis, arbitrariamente arrestati e incarcerati con dure condanne minime obbligatorie”, aggiungendo: “Dopo anni di instancabile difesa dei diritti e di uno straordinariamente duro lavoro, il proibizionismo nello Stato di New York sta volgendo al termine”.

Il governatore ha anche sottolineato l’effetto negativo di queste condanne sulle comunità marginali, e come questi gruppi trarranno beneficio dalla nuova legislazione.

Residents Can Smoke in Peace

I Residenti Possono Fumare in Pace

La legalizzazione della cannabis a New York significa che i residenti potranno fumare ovunque sia legale fumare tabacco. Quando i newyorkesi fumeranno nei luoghi appropriati, non avranno bisogno di guardarsi dietro le spalle ed avere paura di essere scoperti a causa dell’odore del fumo di erba.

Tuttavia, le leggi sul tabacco sono molto severe in questo Stato. I consumatori di cannabis non possono fumare vicino a scuole, luoghi di lavoro, in auto o lungo spiagge e marciapiedi. I nuovi “siti di consumo” nelle città consentiranno però a chi fuma di farlo all’interno di comodi salotti.

Cannabis Terapeutica Più Accessibile

Nella nuova era dell’erba legale per uso ricreativo a New York, anche i pazienti vedranno un accesso più facile alla cannabis medica. Oggi un numero molto maggiore di condizioni cliniche è considerato compatibile con la cannabis terapeutica. Il nuovo accordo consentirà anche agli utilizzatori per motivi medici di coltivare le proprie piante a casa.

Possesso e Coltivazione Domestica

La nuova legislazione ha anche notevolmente allentato le leggi sul possesso di cannabis. Quando si trovano in un luogo pubblico, i residenti hanno diritto a possedere in qualsiasi momento fino a 85 grammi di cannabis e 24 grammi di concentrati.

Anche i coltivatori domestici dal pollice verde si stanno rallegrando per la nuova legge sulla coltivazione. Ora possono tenere tre piante mature e tre piante non mature nella propria casa, se hanno più di 21 anni. Esistono però dei limiti per ciascuna famiglia. I coltivatori che vivono insieme possono tenere contemporaneamente solo sei piante mature e sei piante non mature nella loro proprietà.

Licenza a Due Livelli

I legislatori hanno stabilito un sistema di licenze a due livelli volto ad impedire ad eventuali monopoli la presa di possesso del mercato. A chi entra nel mercato come produttore e trasformatore verrà impedito di possedere negozi al dettaglio.

In questo modo, i legislatori sperano di diversificare il mercato e rendere più facile per donne, minoranze, agricoltori in difficoltà e veterani partecipare a questo redditizio business.

In tema di licenze di produzione, il governo statale ha delineato rigorosi controlli su qualità e processi produttivi per tutelare la salute dei consumatori, garantendo che vengano messi in vendita solo prodotti di alta qualità.

Entrate Fiscali Enormi

Parliamo ora del principale motivo che ha spinto il governo a legalizzare l’erba: le tasse! Lo stesso Cuomo ha stimato che il nuovo mercato della cannabis, dopo la sua completa stabilizzazione, raccoglierà circa 350 milioni di dollari l’anno. Inoltre, questo settore creerà probabilmente tra 30.000 e 60.000 nuovi posti di lavoro nello Stato di New York.

La legge prevede un’imposta sulle vendite del 13%, insieme ad un’accisa di 3 centesimi per milligrammo di THC, che dipenderà dalla potenza del prodotto venduto. Naturalmente, queste tasse fisseranno il prezzo medio della cannabis piuttosto in alto, ma porteranno alcuni vantaggi.

A parte le spese di supervisione del programma statale sulla cannabis, le entrate fiscali saranno suddivise nel modo seguente:

40% all’istruzione
40% alle sovvenzioni per la comunità
20% alla disintossicazione dalle droghe e all’istruzione pubblica

Il Risveglio del Gigante Addormentato

Qualcuno potrebbe chiedersi se New York sia davvero pronta per la cannabis legale. La realtà risponde con un sonoro “”. La sola città di New York consuma circa 77,44 tonnellate di cannabis l’anno, che rendono quest’area la più grande consumatrice di cannabis al mondo. Non solo lo Stato di New York è pronto, ma realizzerà probabilmente l’esempio di maggior successo di come la cannabis possa rimodellare e rilanciare un’economia.

Mentre New York libera la cannabis e mostra il suo successo a tutto il mondo, stiamo per vedere la cannabis uscire dal proibizionismo anche in altre grandi città, Stati e regioni di tutto il globo.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.