Royal Cookies Automatic: Resoconto di una Cannabis da Dessert

INFORMAZIONI DI BASE

Dopo un totale di 75 giorni di coltivazione indoor, la mia piantagione di Royal Cookies Automatic era pronta per essere raccolta.

Il fenotipo 1 era un esemplare straordinario, ed esprimeva al meglio le caratteristiche di questa varietà. Pertanto, questo resoconto sarà incentrato principalmente su questo fenotipo. Purtroppo, il Fenotipo 2 è risultato deludente. Ho utilizzato il mio shaker per polline per trasformare le cime piene di foglie in un gustoso hashish biondo.

Il mio esemplare Royal Cookies Automatic vincente, invece, ha prodotto ben 56g di cime, essiccate e zuccherine. Per la cronaca, il fenotipo 2 ha prodotto una quantità simile, ma di qualità inferiore. Per questo l'ho trasformata in 5g di hashish. Non è stata una resa colossale, ma probabilmente è la cannabis autofiorente di miglior qualità che ho ottenuto finora.

Royal Cookies Automatic

TAGLIO, ESSICCAZIONE E CONCIA

L'intera pianta è stata tagliata da fresca, un ramo alla volta. Per i rami più grandi probabilmente è necessario usare un seghetto a mano. Vi suggerisco di agire d'astuzia e sottoporre la pianta a training per poter tagliare i rami più agevolmente. I germogli sono più facili da tagliare con le forbici. Cima dopo cima, ho eliminato la maggior parte del fogliame, facendo attenzione a non maneggiare eccessivamente i fiori. Durante la potatura reggevo una parte dello stelo, indossando ovviamente guanti di lattice.

Dopo aver rimosso i gambi, ho sfoltito le cime e le ho fatte essiccare lentamente nel mio armadio, all'interno di sacchetti di carta e scatole di cartone. Mantenendole a temperatura ambiente e con un livello di umidità relativa pari al 50%, le cime si sono essiccate in modo omogeneo, nel corso di 12 giorni. Ogni 3 o 4 giorni, indossavo i guanti e giravo le cime, per far essiccare entrambi i lati e la parte interna in modo uniforme.

Infine, quando le cime erano ancora leggermente spugnose, le ho inserite  in un barattolo di vetro a chiusura stagna. La concia è durata per circa 2 settimane. Ho aperto il coperchio una o due volte alla settimana, dando una rapida annusata per controllare che si stessero asciugando correttamente. Non ho notato alcun odore acre, né segni visibili di muffa. Dopo ogni apertura, un meraviglioso bouquet aromatico, molto vicino all'apice della fragranza, mi confermava che tutto stava procedendo per il verso giusto. Di seguito trovate tutte le informazioni essenziali su aromi e sapori della Royal Cookies Automatic.

AROMI INVITANTI

Probabilmente la caratteristica distintiva della Royal Cookies Automatic è il suo profumo allettante. Un aroma corposo e dolce, di cioccolato fondente unito ad un accenno di lime, avvolge le vostre narici e lascia intuire la deliziosa esperienza sensoriale che vi attende.

Dopo aver acceso lo spinello, queste cime inonderanno l'intera stanza con un fumo dall'aroma unico, dolce, zuccherino e incredibilmente intenso!

Le cime essiccate non sprigionano un odore così forte. Tuttavia, non appena le farete bruciare, rilasceranno fragranze impetuose, che impregneranno l'aria con un olezzo di marijuana. Questa varietà non può certo essere fumata con discrezione in un luogo pubblico. Appena accenderete uno spinello di Royal Cookies Automatic, farete girare parecchie teste.

Hachís de Royal Cookies Automatic

IL FASCINO DELLE SUE CIME RESINOSE ALL'INTERNO DI UNA BUSTINA

Le cime hanno dimensioni medio-piccole. Sono sufficientemente dense e ricoperte da uno spesso strato di resina. Questo fattore lascerà sicuramente soddisfatti gli intenditori di ganja. Le cime zuccherine sono costellate di filamenti arancioni/rossi, scintillanti di tricomi. Non si tratta di fiori oversize, che attirano immediatamente l'attenzione. Ad ogni modo, dopo un'analisi più attenta, questi bocconcini di cannabis risultano talmente invitanti da poter essere mangiati.

GUSTO DOLCE, DA DESSERT

Dalla Royal Cookies Automatic ci si aspetta un'esplosione di sapori dolci, e io posso confermare che si tratta di un fumo davvero squisito. Alla prima boccata si percepisce un gusto terroso ma dolce, che lascia un retrogusto di menta. Sono semplicemente le migliori cime autofiorenti che abbia mai assaggiato. Questa è una cannabis da dessert deliziosa. Lasciate stare le altre banche di semi - persino i migliori maestri cioccolatieri non sono all'altezza della Royal Cookies Automatic.

aRoyal Cookies Automatic Contenitore Per La Cura Della Cannabis

POTENZA DELIZIOSA

Il 18% di THC è una dose decisamente soddisfacente. Le cime Royal Cookies Automatic generano uno sballo mentale-fisico suddiviso in due tempi. All'inizio lo sballo cerebrale si manifesta rapidamente. In seguito, il consumatore viene gradualmente avvolto da una sensazione fisica di stordimento. Questa ganja non è solamente appetitosa e dolce, ma è anche squisitamente potente. Un barattolo pieno di cime Royal Cookies Automatic è più allettante di tante altre varietà fotoperiodiche che ho coltivato in passato.

Non sottovalutate la potenza di queste cime stuzzicanti. Sono decisamente in grado di incollarvi al divano. Tra una boccata e l'altra, noterete un piacevole formicolio che annuncia il gioioso effetto inebriante. Un paio d'ore dopo aver fumato, vi ritroverete a saccheggiare il frigorifero nel tentativo di placare la fame chimica. Oppure sarete sprofondati sul divano, già diretti verso il mondo dei sogni.

UN'ULTIMA CONSIDERAZIONE SULLA ROYAL COOKIES AUTOMATIC

Royal Cookies Automatic è particolarmente indicata per le tecniche di coltivazione SOG, ed è perfetta anche per i micro-coltivatori.

Mi auguro che la mia serie su YouTube, "Cookies In A Hurry", vi convincerà ad applicare varie tecniche di potatura e training su questa varietà. Royal Cookies Automatic non è una genetica autofiorente molto produttiva. Tuttavia, le piante compatte e cespugliose possono fornire più di 50 grammi di cime ciascuna. Il potenziale della Royal Cookies Automatic in spazi aperti è ancora in fase di analisi.

Eh già, ho sempre avuto un debole per i dolci, e ho intenzione di coltivare un'enorme Cookie Monster in terrazza, la prossima estate. Tenete d'occhio il blog RQS per scoprire le mie prossime avventure con la cannabis all'aperto.