Tutti conosciamo i cerotti alla nicotina, usati spesso dai fumatori che cercano di interrompere il consumo di sigarette. Un cerotto applicato sulla pelle, che rilascia gradualmente determinati composti chimici nel flusso sanguigno, è un sistema piuttosto discreto. Questo metodo presenta effetti collaterali minimi, e permette di assumere una dose più concentrata. Oggi, lo stesso concetto è stato applicato anche all'universo della cannabis.

I consumatori di cannabis terapeutica spesso hanno bisogno di una combinazione di sostanze molto specifica. Inoltre, esistono numerose preoccupazioni relative agli effetti potenzialmente nocivi per la salute causati da fumo, vaporizzazione, ingestione di prodotti commestibili alla cannabis, e così via. Man mano che il business della cannabis si evolve, i cerotti sembrano rappresentare un metodo di trattamento molto valido e promettente.

Cannabis Science INC

CANNABIS SCIENCE

Cannabis Science Inc. è una società di bioscienza con sede a Colorado Spring, in Colorado. Ha realizzato un cerotto alla cannabis transdermico per alleviare il dolore provocato da condizioni come fibromialgia, diabete, e neuropatie. La ricerca in ambito medico continua a progredire e ad analizzare l'impatto della cannabis sul sistema neurologico umano. Finora, sembrerebbe che la cannabis, in circostanze appropriate, possa essere usata con successo per trattare svariati disturbi. I cerotti ideati da Cannabis Science potrebbero davvero segnare una svolta. Un'altra ditta situata in Colorado, Mary's Medicinals, ha iniziato a distribuire cerotti simili qualche anno prima, nel 2013. I cerotti della Cannabis Science sembrano essere in grado di rilasciare nell'organismo una quantità stabile e costante di molecola CBD anti-infiammatoria.

CEROTTI TRANSDERMICI

Ma come funzionano questi cerotti? Questi piccoli pezzetti quadrati di garza medica adesiva sono irrorati di cannabinoidi. I cerotti devono formare uno strato poroso solido che aderisca perfettamente alla pelle. Inoltre la garza deve resistere alle lacerazioni, che potrebbero causare un rilascio troppo rapido del principio attivo. In genere, per questo scopo viene usata una miscela di alcol etilico e sostanze come il dimetilsolfossido. I cannabinoidi vengono quindi assorbiti attraverso l'epidermide, fornendo un'azione anti-infiammatoria e anti-dolorifica graduale e costante.
Cannabis Science ha annunciato il lancio di due nuovi cerotti, progettati per curare due specifiche condizioni: la fibromialgia e la neuropatia diabetica.

Cerotti Transdermici CBD

IL FUTURO DELLA CANNABIS TERAPEUTICA

Gli scienziati della Cannabis Science hanno inoltre dichiarato che in futuro verranno progettati altri nuovi cerotti. Il team ritiene che questo metodo di somministrazione sia estremamente discreto e molto efficace. Diversi governi stanno cercando di legalizzare la cannabis, e anche di finanziare un'accurata ricerca che riveli le potenzialità terapeutiche della pianta di marijuana. È indispensabile che un farmaco offra un metodo di somministrazione semplice ed efficace. Cannabis Science è convinta che i cerotti guadagneranno un consenso sempre più ampio tra i consumatori di cannabis terapeutica. In effetti, questi cerotti hanno già attirato l'interesse di pazienti, produttori e medici professionisti di tutto il mondo. Tenete d'occhio questo mercato in espansione per capire in che modo esso influenzerà il movimento di legalizzazione della cannabis terapeutica. Nel corso della vostra vita potrebbe capitarvi di vedere un vostro amico o familiare intento ad usare un cerotto medicato alla cannabis.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out