La decarbossilazione può suonare complicata ma probabilmente l'avete già sperimentata. In parole semplici, significa riscaldare la cannabis, ed è l'unico modo per ottenere il meglio dai vostri prodotti commestibili.

Se vi è mai capitato di accendere una canna o utilizzare un vaporizzatore, siamo orgogliosi di dirvi che in questi casi avete già decarbossilato la cannabis. Il processo è semplice, ma essenziale - specialmente quando si tratta di prodotti commestibili.

Senza il processo di decarbossilazione quando preparate un cibo alla cannabis, i cannabinoidi all'interno delle vostre gemme non si attivano, e i prodotti commestibili restano piuttosto inefficaci. Se state cuocendo l'erba, allora questo processo avviene naturalmente, ad una certa temperatura, in quanto è il processo di riscaldamento della cannabis che compie questa attivazione (quindi fumare e vaporizzare funzionano immediatamente). Tuttavia, se non state cuocendo, o anche se sì, è sempre una buona idea decarbossilare prima la vostra cannabis per ottenere il massimo da essa.

Questo è il processo di decarbossilazione di cui vi stavamo parlando.

DECARBOSSILAZIONE: CHE COS'È?

La decarbossilazione è una reazione chimica che si verifica quando la cannabis viene cotta, e rimuove un gruppo di acido carbossilico dalla composizione della pianta, rendendola molto più potente. La presenza di questo gruppo di acido carbossilico è il motivo per cui mangiare l'erba cruda non farà molto effetto, perché agisce come bloccante per le proprietà psicoattive della pianta.

Vedete, è tutta una questione di composizione chimica. Per questo motivo l'erba viene essiccata e trattata prima di essere fumata / cucinata / vaporizzata, essa deve essere riscaldata per venire attivata. Bruciando il gruppo carbossilico si producono cambiamenti chimici che trasformano il THCA, una sostanza che non dà alcun effetto, nel THC, una sostanza che invece ne dà.

COME DECARBOSSILARE LA VOSTRA CANNABIS

Il modo più efficace per fare ciò quando si cucina con la cannabis è quello di macinare l'erba finemente fino a quando non è abbastanza malleabile per essere disposta in modo uniforme su una superficie. Si prende un po' di carta da forno e si posiziona su una teglia da forno, poi è sufficiente versare l'erba e distribuirla con le mani fino a quando non è sparsa a sufficienza sulla carta.

Una volta coperto di marijuana, si deve inserire il vassoio in forno pre-riscaldato a 110°C, lasciando cuocere per 60 minuti. Questo tende ad essere lo standard più accettato, anche se si può scegliere di aumentare la temperatura, e quindi ridurre il tempo necessario, ma la cottura ad una temperatura più bassa per un periodo di tempo più lungo è generalmente considerato il modo migliore per aumentare la potenza senza bruciare le parti buone.

Decarbossilazione CANNABIS

PERCHÉ I PRODOTTI COMMESTIBILI HANNO EFFETTI DIVERSI RISPETTO AL FUMARE

I prodotti commestibili danno la possibilità di ottenere alcuni dei benefici inebrianti del fumo, senza gli effetti negativi. Dal momento che il THC viene assorbito dal tratto gastrointestinale invece che dai polmoni, l'erba è metabolizzata dal fegato che lo converte in 11-idrossi-THC, una sostanza chimica ancora più forte che riesce a penetrare più facilmente la barriera emato-encefalica rispetto al suo equivalente fumato.

Quando si fuma la cannabis, il THC va dritto al cervello del fumatore e ciò significa che l'effetto arriva molto più velocemente, ma è spesso meno intenso rispetto all'effetto ottenuto dal consumo di cannabis. Con i prodotti commestibili l'effetto può durare fino a 4-6 ore a seconda della dose ed essi sono noti per indurre entusiasmanti effetti psichedelici.

Già questo basta a far brontolare lo stomaco..

Inoltre, dato che sempre più persone cominciano a sperimentare con la cannabis in cucina, non siete più limitati a consumare la vostra erba solo tramite prodotti da forno come i biscotti. Ora c'è la possibilità di gustarsi un torta o un dolcetto con una tazza fumante di caffè con infuso di erba o magari una tazza di tè rilassante alla marijuana.

Le bevande potrebbero sembrare una nuova forma di utilizzo della versatile pianta della marijuana, ma l'uso del tè a base di marijuana risale a migliaia di anni fa.

Mescolando il burro alla cannabis (burro mescolato con cannabis decarbossilata) nel tè, la gente in India ha utilizzato questa ricetta in cerimonie e rimedi omeopatici per secoli. Quale migliore referenza se non secoli di utilizzo?

Se volete scoprire il vostro Bramino interiore o siete semplicemente incuriositi dal fascino lattiginoso del Tè-Latte alla Cannabis, allora abbiamo una ricetta facile da eseguire che vi mostra come farlo in casa.

> TÈ ALLA CANNABIS

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out