La cannabis contiene centinaia di affascinanti sostanze fitochimiche. Normalmente, i riflettori sono sempre puntati sui cannabinoidi, ma a lavorare dietro le quinte ci sono anche i terpeni, incaricati di produrre i profumi corroboranti ed i sapori deliziosi associati alla marijuana. Oltre ad essere alla base del lato sensoriale della cannabis, i terpeni hanno anche un enorme impatto sull’effetto di ciascuna varietà, modulando i loro effetti psicoattivi.

Cosa Sono I Terpeni?

I terpeni conferiscono alle varietà di cannabis i loro sapori caratteristici. Sono gli oli aromatici che la pianta produce e che danno ad una varietà un gusto fruttato o di menta, un aroma di terra o di agrumi oppure un odore di formaggio.

Le piante di cannabis producono terpeni nelle stesse ghiandole in cui producono THC e CBD, eppure i terpeni fino a poco tempo fa non ottenevano troppa attenzione. I coltivatori e i ricercatori medici in passato si sono concentrati su THC e CBD, il che significa che la conoscenza dei terpeni e della loro funzione non è molto diffusa. Solo di recente si è scoperto che i terpeni svolgono un ruolo importante sui particolari effetti della marijuana.

Perché le piante producono composti aromatici come i terpeni?

Come spesso accade nel mondo vegetale, i terpeni sono utilizzati dalle piante per difendersi dai predatori. Emettendo un aroma pungente, le piante possono respingere alcuni insetti, ma possono anche attirare gli insetti benefici di cui hanno bisogno per l'impollinazione.

La quantità e il tipo di terpeni che una pianta di cannabis produce dipende da vari fattori. La stessa varietà non necessariamente produce sempre gli stessi composti aromatici. Ciò può dipendere da fattori come il clima, il suolo e i fertilizzanti utilizzati, l'età della pianta, e altri elementi.

Al giorno d'oggi, abbiamo scoperto circa 100 terpeni diversi nella marijuana. Ogni varietà ha i suoi particolari tipi e combinazioni di terpeni in varie concentrazioni.

La cosa più interessante dei terpeni, tuttavia, non è che essi sono responsabili della moltitudine di sapori e aromi della cannabis, ma che lavorano in sinergia con i cannabinoidi, come il THC. Una conferma di ciò è che alcune varietà possono avere gli stessi identici livelli di THC e CBD, ma i loro effetti possono essere molto diversi tra loro. I ricercatori ora credono che i terpeni possano essere responsabili degli specifici effetti di una varietà.

Perché le piante producono composti aromatici come i terpeni?

La Differenza tra Cannabinoidi e Terpeni

La cannabis produce centinaia di diversi fitochimici che rientrano in diverse categorie. Presenti ovunque in natura, i terpeni sono alla base dei caratteristici odori delle pinete, delle bucce d’arancia e della cannabis appena conciata.

Le piante di cannabis producono oltre 200 diversi terpeni ed ogni varietà ne contiene quantità variabili. Queste molecole aromatiche contribuiscono ai vari sapori e profumi delle diverse varietà.

La cannabis produce anche una singolare classe di sostanze chimiche: i cannabinoidi. Sebbene i membri di questo gruppo si trovino anche altrove in natura, molecole come THC e CBD sono esclusive della cannabis. Queste molecole sono alla base dei particolari effetti indotti dalla marijuana, dalle esperienze psicoattive alimentate dal THC agli effetti lucidi del CBD che non alterano la mente.

Cannabinoidi e terpeni influenzano il corpo in modi diversi. I cannabinoidi come il THC si legano direttamente ai recettori dei cannabinoidi distribuiti in tutto il corpo per produrre i loro effetti, mentre la maggior parte dei terpeni interagisce con diversi tipi di recettori.

Tuttavia, molecole come il cariofillene sono classificate sia come terpeni che come cannabinoidi. Questa sostanza chimica emana profumi pepati e terrosi e si lega direttamente anche ai recettori CB2 del sistema endocannabinoide.

Come Agiscono i Terpeni?

I terpeni agiscono in una miriade di modi. Oltre ad arricchire l'esperienza con sapori ed odori molto piacevoli, queste molecole svolgono anche un ruolo importante negli effetti di ciascuna varietà.

Gli scienziati che studiano la cannabis hanno identificato un’interazione tra terpeni e cannabinoidi. Le molecole di queste due famiglie sembrano lavorare insieme per produrre maggiori benefici, un fenomeno noto come effetto entourage.

Ad esempio, il limonene, il cariofillene ed il pinene lavorano fianco a fianco con il THC per produrre diversi benefici, mentre il CBD e il linalolo hanno una speciale relazione sinergica. Ma i terpeni possono anche produrre effetti da soli. Numerosi studi hanno infatti confermato che queste molecole possono generare affascinanti effetti a prescindere dalla presenza dei cannabinoidi.

I Terpeni Sballano?

I terpeni non esercitano lo stesso sballo psicoattivo del THC. Tuttavia, possono agire in modo più delicato[1] alterando l’umore attraverso l’interazione con i sistemi serotoninergico e dopaminergico. Queste molecole hanno inoltre la capacità di influenzare lo sballo generato dai cannabinoidi e lo “modificano” in maniera sostanziale. Ad esempio, i terpeni come il limonene offrono una sensazione rigenerante e stimolante. Al contrario, il mircene genera un effetto più rilassante e lenitivo.

I Terpeni Vengono Rilevati in un Test Antidroga?

No! Se dovete sottoporvi ad un test antidroga sul lavoro, con i terpeni non correte alcun rischio. Queste molecole si trovano ovunque e, probabilmente, tutti i giorni entrate in contatto con diversi tipi di terpeni senza nemmeno saperlo. Ad ogni sorso di succo d’arancia e ad ogni respiro che fate mentre camminate in un bosco, state introducendo nel vostro organismo dei terpeni.

Terpeni: La Prossima Frontiera per la Cannabis Terapeutica

I terpeni hanno il potenziale di cambiare completamente il settore della cannabis e, finora, i risultati sono alquanto promettenti. La scoperta di una relazione sinergica tra cannabinoidi e terpeni ha posto le basi per un futuro di estratti accuratamente personalizzati progettati per specifiche condizioni ed esperienze.

Molti consumatori di cannabis hanno già rivolto le loro attenzioni sugli estratti a spettro completo che contengono molto più dei soli cannabinoidi. In queste miscele sono presenti alte concentrazioni di terpeni, flavonoidi ed altri fitochimici della cannabis che convergono per fornire un effetto olistico.

Oggi, i produttori stanno elaborando miscele sempre più personalizzate con il fine di sfruttare tutto il potere dell'effetto entourage per offrire un maggiore sollievo sintomatico.

Ad esempio, secondo le ricerche preliminari[2], il limonene avrebbe la capacità di aumentare gli effetti antiossidanti del THC, mentre il linalolo potrebbe migliorare le proprietà miorilassanti di questo cannabinoide. Allo stesso modo, il linalolo sembra aumentare il potenziale effetto del CBD nel ridurre le sensazioni di nervosismo.

Nonostante questi interessanti risultati, la ricerca è ancora agli inizi. Con oltre 200 terpeni e 100 cannabinoidi prodotti dalla pianta di cannabis, il futuro della ricerca sull'effetto entourage svelerà sicuramente nuove ed incredibili scoperte.

Terpeni: La Prossima Frontiera per la Cannabis Terapeutica

I Terpeni Determinano l'Effetto di un'Indica Rispetto a Quello di una Sativa?

Se state leggendo questo articolo, quasi sicuramente conoscerete già le differenze tra una varietà di cannabis sativa ed una indica. Questo pensiero ha pervaso il mondo della cannabis per decenni. Tradizionalmente, le varietà a predominanza indica sono quelle con gli effetti più rilassanti, mentre le varietà sativa sono quelle più energizzanti e cerebrali.

Tuttavia, gli scienziati che si occupano di studiare la cannabis hanno di recente riesaminato questo paradigma. Il modello tradizionale associa queste proprietà a fattori genetici e divide le varietà indica e sativa in diverse sottospecie di cannabis.

Scoperte più recenti collegano invece gli effetti di una varietà al suo specifico profilo di cannabinoidi e terpeni. Sebbene le denominazioni indica e sativa siano certamente correlate alla morfologia di una varietà, non determinano necessariamente il profilo chimico della pianta.

Il THC svolge il ruolo di componente attivo all'interno di una varietà di cannabis psicoattiva. Ma perché varietà diverse producono sballi diversi? I terpeni contengono la risposta. Attraverso l'effetto entourage, i terpeni determinano se uno sballo sarà fisico e rilassante o cerebrale e stimolante.

Questa nuova interpretazione della cannabis ha portato alcuni ricercatori ad abbandonare del tutto il concetto di varietà, poiché anche le piante appartenenti alla stessa “cultivar” possono variare per contenuto di terpeni. Questi ricercatori suggeriscono un nuovo modello composto dai “chemovars[3]” (o chemiotipi), dove le piante sono classificate in base ai loro specifici profili fitochimici e ai loro conseguenti effetti.

Come Calcolare il Contenuto di Terpeni nelle Piante

A questo punto, sappiamo che i terpeni hanno un forte impatto sull'effetto di una varietà, ma come possiamo scoprire la quantità ed il tipo di terpeni contenuti nelle nostre piante? La risposta arriva dalla scienza. I tecnici di laboratorio sono in grado di determinare il contenuto di terpeni di una singola pianta analizzando un campione attraverso varie procedure di test.

Sia la cromatografia liquida che quella gassosa lavorano per separare i fitochimici contenuti in un lotto d'erba, consentendo ai tecnici di misurare con estrema precisione la quantità di ciascun terpene e cannabinoide. Tuttavia, è estremamente difficile che un coltivatore occasionale abbia accesso a questo tipo di attrezzature o che abbia le opportune conoscenze per poterle usare.

Fortunatamente, le seedbank più affidabili forniscono ai propri clienti tutti i dati dei test. Ogni volta che acquistate dei semi nuovi, cercate le percentuali di terpeni e cannabinoidi. Questi numeri sono soggetti a fluttuazioni in base ai fattori ambientali, ma danno comunque una buona idea del sapore e delle sensazioni del prodotto finale.

Come Calcolare il Contenuto di Terpeni nelle Piante

Si Può Aumentare la Produzione di Terpeni?

La genetica gioca un ruolo importante nel contenuto di terpeni di una varietà. I breeder combinano continuamente i profili terpenici più interessanti per creare varietà con una specifica miscela. Tuttavia, i fattori ambientali possono influenzare la produzione di un determinato terpene espresso da una pianta di cannabis.

I coltivatori possono trarre vantaggi da questi segnali condizionanti per aumentare la produzione di terpeni, migliorando successivamente i sapori, gli odori e gli effetti del raccolto. I coltivatori possono adottare diversi metodi efficaci per aumentare i livelli di terpeni, tra cui:

  • Un'adeguata dose di stress
  • Corretta illuminazione
  • Temperature ottimali
  • Lavaggio delle radici prima del raccolto
  • Una corretta essiccazione e concia

Come Possono Essere Assunti i Terpeni?

I terpeni della cannabis vengono assunti principalmente fumando o vaporizzando. Ogni boccata di fumo o vapore di infiorescenze o estratti di cannabis trasporta una miriade di terpeni nei polmoni, da dove poi passano rapidamente nel flusso sanguigno.

È interessante notare che le moderne innovazioni verificatesi nell'industria cannabica hanno fatto sì che i consumatori non debbano più fare affidamento su specifiche varietà per accedere a determinati terpeni. Oggi, diversi produttori offrono estratti di terpeni, molti dei quali sono isolati da fonti naturali come la frutta e che i consumatori possono aggiungere ai loro estratti per modulare l'esperienza.

I terpeni sono molecole volatili, il che significa che si degradano a temperature relativamente basse. Per questo motivo, la vaporizzazione è il migliore strumento per mantenere intatti tutti i terpeni. I vaporizzatori funzionano tramite riscaldamento a conduzione, a convezione o una miscela dei due, ma usano sempre temperature molto più basse di quelle raggiunte da un'estremità di una canna che brucia. Inoltre, i vaporizzatori più moderni consentono di modificare le impostazioni di temperatura con incrementi di un solo grado. Poiché i vari terpeni hanno diversi punti di evaporazione, questi dispositivi consentono ai consumatori di puntare solo a specifici terpeni.

Come Possono Essere Assunti i Terpeni?

Cos'è un Profilo Terpenico?

I profili terpenici si riferiscono al particolare cocktail di molecole aromatiche presente all'interno di ogni pianta. Ogni varietà possiede un suo specifico profilo terpenico, costituito da percentuali variabili di diverse molecole. I terpeni più comuni (cariofillene, mircene e pinene) sono quasi sempre i primi ad emergere nella maggior parte dei profili terpenici, seguiti comunque da un centinaio di terpeni meno abbondanti.

Terpeni Comuni Nella Marijuana

Come detto in precedenza, esistono più di 100 diversi tipi di terpeni nella marijuana; tuttavia, questo conteggio non tiene conto delle diverse varianti - quali quantità e concentrazione. Potrebbe essere un buon esempio confrontare un limone con un'arancia. Entrambi i frutti contengono lo stesso tipo di terpene, il limonene, ma in diverse concentrazioni. Una piccola variazione della quantità è sufficiente per rendere l'odore del limone molto diverso da quello dell'arancia.

MIRCENE
PRESENTE IN
  • Mango
  • Luppolo
  • Timo
  • Lemongrass
EFFETTI
  • Antinfiammatori
  • Analgesici
UTILE PER CONTRASTARE
  • Dolore cronico
  • Cancro
AROMA
  • Terra
  • Uva rossa
VARIETÀ RQS
LIMONENE
PRESENTE IN
  • Menta
  • Ginepro
  • Rosmarino
  • Pino
EFFETTI
  • Antidepressivi
  • Ansiolitici
  • Antibatterici
UTILE PER CONTRASTARE
  • Problemi cutanei
  • Bronchiti
AROMA
  • Limone
  • Pompelmo
VARIETÀ RQS
PINENE
PRESENTE IN
  • Alberi
  • Pino
  • Olio di rosmarino
EFFETTI
  • Antinfiammatori
  • Sedativi
UTILE PER CONTRASTARE
  • Perdita di memoria a breve termine
  • Asma
AROMA
  • Basilico
  • Aneto
VARIETÀ RQS
LINALOLO
PRESENTE IN
  • Funghi
  • Olio di lavanda
EFFETTI
  • Antinfiammatori
  • Blocco da divano
  • Analgesici
UTILE PER CONTRASTARE
  • Insonnia
  • Dolore cronico
AROMA
  • Erbe aromatiche
  • Fiori
VARIETÀ RQS
BETA-CARIOFILLENE
PRESENTE IN
  • Pepe nero
  • Rosmarino
  • Luppolo
EFFETTI
  • Psicoattivi
  • Ansiolitici
UTILE PER CONTRASTARE
  • Ansia
  • Depressione
  • Artrite
AROMA
  • Rosmarino
  • Spezie
VARIETÀ RQS

Ecco una lista dei terpeni più comuni presenti nella cannabis ed i loro effetti.

MIRCENE

Il mircene è il terpene che si trova più frequentemente nella marijuana, e crea la maggior parte degli oli aromatici nelle varietà di cannabis. Il mircene si può trovare anche in alcune altre piante come il luppolo. Alcuni paragonano l'aroma di mircene a quello dei chiodi di garofano. È noto per avere proprietà anti-infiammatorie, anti-batteriche e antidolorifiche (analgesiche). Il mircene ha un effetto sedativo, calmante e rilassante. È noto per aumentare gli effetti psicoattivi del THC.

Mircene Cannabis Terpeni

LIMONENE

Dopo il mircene, il limonene è il secondo terpene più comune che troviamo nella marijuana. Come suggerisce il nome, ha un forte odore di agrumi. È noto per le sue proprietà antimicotiche e anti-batteriche. La ricerca suggerisce che il limonene funzioni anche come anti-cancerogeno[4] e che possa aiutare a prevenire la crescita di tumori.

Il limonene può facilmente entrare nella barriera emato-encefalica. È noto per contribuire ad aumentare la concentrazione mentale e l'attenzione, oltre a favorire il benessere generale. Alcune prove non scientifiche indicano che è anche benefico per la salute sessuale. Alcuni prodotti sul mercato oggi utilizzano limonene per curare la depressione e l'ansia. Si tratta di un repellente naturale contro gli insetti, uno dei terpeni aromatici che le piante usano come difesa naturale da insetti e altri predatori. Le varietà Haze sono una grande fonte di questo tipo di terpeni.

Limonene Cannabis Terpeni

LINALOLO

Il linalolo ricorda i fiori freschi. Ha un odore di lavanda floreale con un leggero tocco piccante. Induce un effetto sedativo e calmante ed è usato per il trattamento di nervosismo e ansia. Si pensa possa avere proprietà analgesiche e anti-epilettiche[5]. Inoltre, la sua efficacia nel trattamento di alcuni tipi di tumori è attualmente oggetto di ricerca. Il linalolo è il terpene in parte responsabile degli effetti calmanti e sedativi di alcune varietà di cannabis.

Linalolo Cannabis Terpeni

BETA-CARIOFILLENE

Il beta-cariofillene è un sapore piccante che si trova spesso nelle erbe e nelle spezie come il pepe nero. È noto per essere un forte anti-infiammatorio e analgesico locale. I chiodi di garofano, noti come rimedio naturale per il mal di denti, contengono buone quantità di questo terpene. Si dice che il beta-cariofillene abbia anche proprietà antimicotiche.

Beta-cariofillene Cannabis Terpeni

PINENE

Il nome potrebbe trarre in inganno; il pinene ha un profumo che ricorda pini e abeti. Molte piante contengono pinene; per esempio, rosmarino e salvia. Questo terpene è noto per aver proprietà anti-infiammatorie e antisettiche locali. È anche noto come espettorante e ha un effetto di allargamento sui bronchi. La ricerca ha dimostrato che il pinene può influenzare positivamente la nostra memoria. Tra le varietà di cannabis con un alto livello di pinene vi sono i vari ceppi di Skunk. Il pinene può aumentare l'energia e si dice che migliori anche la concentrazione.

Pinene Cannabis Terpeni

TERPINEOLO

Il terpineolo(-alfa) ha il profumo dei fiori di tiglio, così come il gradevole profumo di lillà. È spesso usato per fare profumi e cosmetici. Il terpineolo è uno dei terpeni ad effetto sedativo e rilassante. Le varietà di cannabis che hanno alti livelli di terpineolo contengono spesso anche elevate quantità di pinene. Il pinene può rendere difficile rilevare il terpineolo solo attraverso l'olfatto.

Terpineolo Cannabis Terpeni

NEROLIDOLO

Il nerolidolo si trova in zenzero, citronella e niaouli. Viene utilizzato come agente aromatizzante e in profumeria. Ha un aroma legnoso, di terra fresca, che ricorda la corteccia. In termini di benefici terapeutici, si pensa che il nerolidolo possa essere antimicotico ed è efficace per il trattamento della malaria. Il nerolidolo ha un effetto sedativo e rilassante.

Nerolidolo Cannabis Terpeni

BORNEOLO

Il borneolo, che si trova abbondantemente nel rosmarino, ha un aroma fresco di menta e canfora. Questo terpene ha una lunga storia nella medicina cinese, nella quale viene utilizzato per il trattamento di stress e affaticamento. Si tratta di un anestetico locale con proprietà sedative e antispasmodiche. È anche un repellente naturale per insetti.

Borneolo Cannabis Terpeni

EUCALIPTOLO

L'eucaliptolo è il terpene che si trova nell'olio essenziale di eucalipto. Ha un odore fresco di menta. Si pensa abbia proprietà antidolorifiche oltre alla capacità di migliorare la concentrazione. Per questa ragione, si trova spesso nelle piante utilizzate per la meditazione.

Eukaliptolo Cannabis Terpene

UMULENE

L'umulene apporta note legnose, terrose e speziate a determinate varietà di cannabis. Spesso, queste varietà ricordano una buona birra IPA. Dopotutto, l'umulene si trova in alte concentrazioni nel luppolo, usato per fare queste deliziose birre. Oltre ad avere un sapore incredibile, l'umulene esercita un effetto rilassante che porta un senso di pace e relax.

UMULENE

CANFENE

Spesso presente in basse quantità nella maggior parte delle varietà, il canfene si apprezza ancora nei sapori e negli odori di queste piante. Questa sostanza chimica emana un profumo pungente di terra e pino, aggiungendo qualità rinfrescanti e pungenti alla miscela. Questo terpene sembra anche in grado di lenire la pelle e vanta proprietà antiossidanti.

CANFENE

GERANIOLO

Il geraniolo è presente in numerose specie vegetali, dalla citronella alle carote e dai mirtilli alla cannabis. Il terpene aggiunge deliziosi sapori di frutta, fiori, agrumi e fragranze dolci alle infiorescenze di cannabis, rendendo le varietà ad alto contenuto di geraniolo molto popolari tra i consumatori che tengono in grande considerazione i sapori.

GERANIOLO

BISABOLOLO

Essendo un terpene minore, non troverete alcuna varietà ad alto contenuto di bisabololo (almeno non ancora). Tuttavia, questo terpene riesce ancora a produrre effetti rilevanti. Responsabile anche di alcuni degli effetti rilassanti della camomilla, il bisabololo conferisce un aroma simile al miele ed un effetto profondamente rilassante a diverse varietà di cannabis.

BISABOLOLO

OCIMENE E GUAIOLO

Ocimene e guaiolo sono due dei terpeni più abbondanti presenti nella cannabis. Nonostante la loro natura comune, la ricerca non ha ancora scoperto esattamente quali siano i loro particolari effetti. Tuttavia, sappiamo che apportano dei sapori molto affascinanti alle varietà di cannabis, incluse quelle pungenti note dolci e fragranze di pino e legno.

OCIMENE E GUAIOLO

CARENE

Quando fumate erba vi piacciono i sapori di muschio e limone e gli aromi dolci? In tal caso, quasi sicuramente avete un debole per il carene. Le ricerche preliminari suggeriscono che il carene possa esercitare un effetto positivo sul sistema nervoso, aiutando forse a rafforzare la memoria.

CARENE

External Resources:
  1. Cannabis Pharmacology: The Usual Suspects and a Few Promising Leads - PubMed https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov
  2. Taming THC: potential cannabis synergy and phytocannabinoid-terpenoid entourage effects https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  3. Cannabis: From Cultivar to Chemovar II—A Metabolomics Approach to Cannabis Classification https://www.liebertpub.com
  4. Chemoprevention and therapy of cancer by d-limonene - PubMed http://www.ncbi.nlm.nih.gov
  5. Linalool exhibits cytotoxic effects by activating antitumor immunity - PubMed http://www.ncbi.nlm.nih.gov
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.