Leggete la nostra guida dettagliata sulla ventilazione della cannabis.


La ventilazione è una parte estremamente importante in una coltivazione indoor, ma spesso viene trascurata. Senza un’adeguata ventilazione, le vostre piante possono andare incontro ad una crescita stentata, a malattie e ad infestazioni di parassiti. In questa guida vi insegneremo tutto ciò che dovete sapere sulla corretta ventilazione della vostra stanza/armadio di coltivazione.

Perché la Ventilazione È Così Importante in una Coltivazione di Cannabis?

Le piante di cannabis hanno bisogno di aria fresca per due ragioni principali:

  • Per la fotosintesi: Le piante hanno bisogno di aria fresca per alimentare il processo di fotosintesi, che consente loro di trasformare la luce, l’acqua e l’anidride carbonica dell’atmosfera in cibo.
  • Per respirare: Le piante respirano per trasformare il glucosio e l’ossigeno della fotosintesi in energia per alimentare la loro crescita.

Senza aria fresca, le vostre piante di cannabis moriranno letteralmente di fame. Ma, prima che ciò accada, la mancanza di aria fresca nella vostra grow room creerà terreno fertile per agenti patogeni e parassiti. Senza un’adeguata ventilazione, l’aria viziata e calda si accumulerà intorno alle piante, creando un ambiente caldo ed umido molto apprezzato da parassiti e piaghe.

Capire la Ventilazione in un Armadio di Coltivazione

Molti coltivatori di cannabis principianti si sentono un po’ confusi e sopraffatti quando si tratta di ventilazione. Tuttavia, i principi di base per la ventilazione di uno spazio di coltivazione sono semplici: far uscire l’aria vecchia ed umida dalla stanza/armadio e sostituirla con aria fresca ed ossigenata proveniente dall’esterno.

Mentre leggete questo articolo, vi starete chiedendo cosa fa diventare calda ed umida l’aria di un armadio/stanza. Vediamolo insieme:

Traspirazione

Le piante di cannabis, per loro natura, traspirano (o sudano). Questo processo è essenziale affinché le piante spostino l’acqua e le sostanze nutritive dal terreno verso i loro rami, foglie e fiori. Le piante di cannabis traspirano attraverso gli stomi e la cuticola delle foglie, ma anche tramite le lenticelle (pori distribuiti su tutto il tessuto vegetale, compresi i gambi). Questo processo crea una trazione che fa salire l’acqua dalle radici e la ridistribuisce nel resto della pianta. L’acqua che le vostre piante traspirano evapora naturalmente nell’aria nel vostro spazio di coltivazione, aumentando gradualmente l’umidità relativa.

Il Calore delle Lampade di Coltivazione

Tutte le lampade di coltivazione emettono una qualche forma di calore. E, sebbene i LED più moderni tendano a funzionare a temperature molto più basse rispetto alle classiche HID, molti coltivatori optano ancora per questi ultimi modelli di lampada (a ioduri metallici, sodio ad alta pressione o entrambi) perché tendono a produrre rese maggiori. Senza un’adeguata ventilazione, le vostre lampade di coltivazione aumenteranno inevitabilmente la temperatura nella vostra stanza/armadio.

Il modo migliore per mantenere ventilato il vostro spazio di coltivazione è usare un sistema di scarico d’aria che aspiri l’aria vecchia e calda dalla parte superiore della stanza/armadio ed immetta aria fresca ed ossigenata dal basso affinché attraversi la chioma delle piante. A seconda delle dimensioni del vostro spazio, potete anche usare delle semplici ventole per muovere l’aria. Continuate a leggere per maggiori informazioni su come utilizzare estrattori e ventole.

Il Calore delle Lampade di Coltivazione

Strumenti Essenziali per una Grow Room Più Ventilata

Ecco un elenco di tutti gli elementi essenziali di cui avrete bisogno per ventilare adeguatamente il vostro spazio di coltivazione.

  • Estrattore d'Aria

Gli estrattori tirano fuori l’aria vecchia dal vostro spazio di coltivazione. Poiché l’aria calda sale naturalmente, dovreste installare l’estrattore nella parte superiore della vostra stanza/armadio. Alcune lampade di coltivazione o riflettori sono già dotati di un attacco a cui allacciare una ventola per gli scarichi d'aria.

Tenete presente che sul mercato ci sono diversi modelli di estrattore e dovrete far combaciare la potenza del vostro estrattore alle dimensioni del vostro spazio di coltivazione. La potenza degli estrattori indoor viene generalmente espressa con la sigla inglese CFM “Cubic Feet per Minute”, normalmente convertita sul mercato italiano in “metri cubi all’ora”. Ecco come calcolare i CFM necessari per ventilare adeguatamente una stanza/armadio di coltivazione.

Estrattore d'Aria

Capire i CFM

Per calcolare il volume del vostro armadio/stanza di coltivazione, moltiplicate la sua lunghezza, la larghezza e l'altezza (l’ideale sarebbe farlo in metri). Per un armadio di coltivazione hobbistico di medie dimensioni da 1x1m, ad esempio, il calcolo dovrebbe essere così:

1m (lunghezza) x 1m (larghezza) x 2m (altezza) = 2m³

Per una tenda di coltivazione di queste dimensioni, vi consigliamo di scegliere un estrattore da almeno 2m³/h. In genere, consigliamo di acquistare un estrattore con CFM uguali al volume dell’armadio/stanza. Ciò garantirà che la ventola dell’estrattore riuscirà a sostituire completamente l’aria del vostro spazio di coltivazione ogni minuto.

Se doveste trovare degli estrattori con potenza espressa in CFM, convertite l’unità di misura in metri cubi all’ora con questo pratico convertitore.

  • Filtro ai Carboni Attivi

I filtri ai carboni attivi sono progettati per rimuovere gli agenti contaminanti dall’aria. Quando vengono collegati ad un impianto di scarico dell’aria, assorbono anche i terpeni rilasciati dalle vostre piante di cannabis purificando l’aria che fuoriesce dalla vostra grow room. Il carbone ha un’alta densità (un solo grammo di carbone attivo ha una superficie di 3.000m²) e, di conseguenza, i filtri ai carboni attivi sono molto efficaci nel trattare l’odore di una grow room di cannabis.

Filtro ai Carboni Attivi ed Estrattore
  • Ventilatori Oscillanti

I ventilatori oscillanti sono il pezzo finale del “puzzle della ventilazione”. Sebbene possano sembrare banali ed economici, i ventilatori installati in posizioni strategiche possono dare un flusso d’aria efficiente intorno alle piante. Non solo la brezza rafforzerà i rami, ma aiuterà anche a prevenire l’accumulo di aria stagnante intorno al vostro spazio, riducendo il rischio che parassiti o piaghe rovinino il vostro raccolto.

Ventilatori Oscillanti

Scegliere tra Immissione d’Aria Passiva ed Attiva

Le prese d’aria di una coltura sono essenzialmente la fonte da cui entra l’aria nelle vostre grow room. L’immissione passiva dell’aria si basa sul flusso d’aria naturale che passa attraverso fori o prese d’aria posizionate nelle pareti della vostra stanza/armadio. L’immissione attiva, invece, funziona convogliando l’aria nella vostra grow room usando una ventola d’aspirazione. Quest’ultima garantisce una circolazione dell’aria nettamente superiore, rendendolo di gran lunga il metodo migliore per ventilare una grow room. I CFM della ventola di aspirazione dovrebbero essere generalmente inferiori a quelli dell'estrattore per garantire una pressione dell’aria negativa nella stanza/armadio.

Scegliere tra Immissione d’Aria Passiva ed Attiva

L’Importanza della Pressione Negativa dell’Aria

In qualità di coltivatori indoor, il nostro lavoro è ricreare le condizioni di Madre Natura ed offrire alle nostre piante il miglior ambiente di crescita possibile. Misurare la pressione dell’aria all’interno di un armadio offre un controllo extra sull’ambiente delle piante e, più precisamente, aiuta a garantire un flusso d’aria ottimale.

L’ideale sarebbe che la pressione dell’aria nello spazio di coltivazione fosse negativa. Questo indicherebbe che c’è più aria che esce dalla stanza di quanta ne entri, il che faciliterà il controllo di temperatura, umidità e CO₂ all'interno della coltura, riducendo al minimo gli odori delle vostre piante (in quanto l’aria vecchia non si accumulerà intorno all’armadio/stanza).

Diverse Configurazioni con Estrattore d'Aria e Filtri ai Carboni Attivi

Come ci si potrebbe aspettare, i sistemi d’estrazione con filtri ai carboni attivi possono essere configurati in modi diversi, ma con l'unico obiettivo di mantenere sempre le piante sane e gli odori al minimo. Esaminiamo le diverse opzioni e i loro pro e contro.

Filtro ai Carboni Attivi > Estrattore > Scarico dell’Aria

Questo è probabilmente il modo più comune per installare un sistema di scarico dell’aria con ventola e filtro all'interno di un armadio. L’installazione del filtro ai carboni attivi all’inizio dello scarico dell’aria pulisce l’aria prima che questa venga spinta attraverso i condotti e portata all’esterno.

Vantaggi

  • L’aria viene filtrata prima di raggiungere la ventola dell'estrattore, prevenendo i danni causati dagli agenti contaminanti dispersi nell’aria.

Svantaggi

  • Occupa parecchio spazio e potrebbe non essere adatto per piccoli armadi/stanze di coltivazione.
Filtro ai Carboni Attivi > Estrattore > Scarico dell’Aria

Filtro ai Carboni Attivi > Illuminazione > Estrattore > Scarico dell’Aria

Questa configurazione viene adottata dai coltivatori che hanno un sistema di ventilazione racchiuso all’interno delle loro lampade. Il filtro viene installato prima della lampada di coltivazione e l’estrattore e lo scarico dell'aria dopo la lampada.

Vantaggi

  • Consente di montare un impianto di scarico dell’aria più semplice e compatto.

Svantaggi

  • Funziona solo con lampade predisposte per avere una ventilazione interna.
Filtro ai Carboni Attivi > Illuminazione > Estrattore > Scarico dell’Aria

Estrattore > Scarico dell’Aria > Filtro ai Carboni Attivi

Alcuni coltivatori preferiscono installare il filtro alla fine del loro sistema di scarico dell’aria. In questo modo, l’aria della loro stanza/armadio viene pulita pochi istanti prima di essere espulsa all’esterno.

Vantaggi

  • È un’ottima soluzione per i coltivatori che lavorano in spazi limitati, poiché il filtro ai carboni attivi può essere installato all’esterno della stanza/armadio, se necessario.

Svantaggi

  • Aspira aria già contaminata attraverso la ventola, il che può causare danni all’impianto.
Estrattore > Scarico dell’Aria > Filtro ai Carboni Attivi

L’Estrattore È Meglio Montarlo all’Interno o all’Esterno dell’Armadio di Coltivazione?

Questa è una domanda comune tra i coltivatori principianti. In genere, si consiglia di installare l’estrattore e tutte le parti del sistema di scarico dell’aria all’interno dell’armadio di coltivazione per ridurre al minimo l’inquinamento acustico. Tuttavia, se avete poco spazio o avete qualche difficoltà a gestire il calore all’interno del vostro armadio, sentitevi liberi di installare l’estrattore al di fuori. Ovunque lo installerete, la cosa più importante è che il vostro impianto d’estrazione sia a tenuta d’aria.

Come Ventilare un Armadio di Coltivazione

La maggior parte dei coltivatori indoor sceglie di coltivare nei grow box. Fortunatamente, i modelli più moderni hanno già prese d’aria o porte predisposte per ospitare un sistema di ventilazione. Ecco le basi per installare un sistema di scarico dell’aria in un armadio di coltivazione.

  • Installare il Filtro e la Ventola di Scarico dell’Aria

Installate il vostro filtro ai carboni attivi, seguito dalla ventola di scarico. Vi consigliamo di installarli entrambi prima di posizionare le lampade, poiché muoversi intorno ad una lampada per posizionare l’impianto d’estrazione può essere complicato.

  • Installare le Lampade di Coltivazione

Dopo aver installato il filtro e la ventola, posizionate le lampade fissandole con dei ganci a carrucola.

Installare le Lampade di Coltivazione

  • Collegare Tutto ai Condotti d’Aria

Una volta che la lampada, il filtro e l’estrattore sono stati installati all’interno dell’armadio, collegate tutto con i condotti d’aria. Ricordatevi di usare i morsetti per condotti di ventilazione per mantenere tutto in posizione e tenete a portata di mano del nastro adesivo per coprire eventuali lacerazioni nel sistema.

  • Disporre i Condotti d’Aria dall'Armadio fino all'Esterno

Al di fuori del vostro grow box, posizionate i condotti d’aria per convogliare l’aria dall’estrattore ad una finestra (o ovunque vogliate scaricare l’aria calda). Mantenete il percorso dei condotti il più dritto e breve possibile per massimizzare l’efficienza.

  • Sfruttate l’Immissione Passiva ed Attiva per Immettere Aria Nuova nel Vostro Armadio

Se vi affidate ad un’immissione d’aria passiva, assicuratevi che le prese d’aria del vostro grow box siano aperte. Inoltre, tenete una finestra aperta vicino al vostro armadio per aiutare a sostituire l’aria calda che fuoriesce dal grow box.

Se invece usate l’immissione attiva, installate una ventola di aspirazione nella presa d’aria del vostro armadio.

Come Ventilare una Micro-Coltivazione

I micro-coltivatori che fanno crescere solo una o due piante in un armadietto o guardaroba possono adottare un sistema di ventilazione molto semplice. Infatti, ventilare una micro-coltivazione può essere fatto quasi senza soldi. Aprire una finestra vicino all’armadio/dispensa/guardaroba un paio di volte al giorno e, se fosse necessario, utilizzare dei ventilatori oscillanti sarà sufficiente per ventilare adeguatamente l’ambiente di crescita. I coltivatori che usano LED, CFL o sistemi HID a bassa potenza (250W o meno) non dovrebbero avere problemi con il calore. Anche la gestione dell’umidità può rivelarsi molto semplice in una micro-coltivazione, usando eventualmente un deumidificatore.

Come Ventilare una Serra

Chi coltiva in serra dovrebbe assicurarsi di avere più prese d’aria da aprire e chiudere a seconda delle necessità. La maggior parte delle serre più semplici rivestite di teli di plastica hanno alette di ventilazione che possono essere aperte e chiuse manualmente. Nel peggiore dei casi, potete aprire un po’ le porte o rimuovere un pannello nelle serre di vetro.

Lasciare entrare un po’ di brezza può fare la differenza. Una serra può diventare molto umida, soprattutto quando è piena di piante di cannabis frondose che traspirano. Indoor o outdoor, man mano che le piante maturano, espelleranno più vapore acqueo ed aumenteranno l’umidità relativa nello spazio circostante. Un buon flusso d’aria è essenziale in ogni area di coltivazione. Nelle ultime settimane di fioritura, la maggior parte dei coltivatori in serra con infiorescenze grandi e compatte preferisce aprire tutte le prese d’aria. Inoltre, installare qualche sistema di ventilazione fai-da-te per ossigenare maggiormente l’ambiente può aiutare a scongiurare qualsiasi rischio di putrefazione delle cime.

Come Mantenere la Discrezione Durante la Ventilazione di un Armadio/Stanza di Coltivazione

Vi consigliamo di investire in persiane in vimini e fissarle davanti alla finestra da dove scaricherete l’aria. Nasconderà quello che sta succedendo nella vostra grow room e lascerà entrare comunque l’aria. Quindi, potete iniziare a collegare i condotti d’aria. Molti si limiteranno a sbarrare la finestra forando del cartongesso o del compensato sul telaio della finestra con un foro ritagliato per il passaggio del condotto. Un consiglio veloce è quello di ritagliare prima il foro!

Controllo degli Odori

Il trio più collaudato ed affidabile per eliminare gli odori di cannabis è senza ombra di dubbio la combinazione di ventola d’immissione d’aria, estrattore e filtri ai carboni attivi. Investire poi in ventilatori e condotti d’aria viene da sé. Per i coltivatori desiderosi di tenere a bada qualsiasi traccia di odore, questo sistema è il migliore.

Tuttavia, ci sono alcuni promettenti dispositivi per l’eliminazione degli odori che erogano agenti neutralizzanti 24 ore su 24. Ciò premesso, questi prodotti appartengono ad una tecnologia non ancora del tutto comprovata.

Considerazioni Finali sulla Gestione del Flusso d’Aria in una Coltivazione di Cannabis

Anche se gestire i flussi d’aria all’interno di una stanza di coltivazione può sembrare complicato, non dev’essere necessariamente così. Fintanto che seguirete i suggerimenti di questa guida e vi impegnerete a sostituire costantemente l’aria all’interno della vostra stanza o armadio, le vostre piante avranno le condizioni perfette per prosperare.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.