Le tecniche più avanzate per coltivare la Cannabis diventano irrilevanti se l'umidità relativa e le temperature non vengono controllate. Imparate a conoscere questi due importanti parametri.

I risultati finali di una coltivazione indoor sono fortemente influenzati dal modo in cui un coltivatore riesce a controllare i parametri colturali, essenziali per la corretta crescita della pianta. Ci sono due fattori molto importanti che vengono facilmente trascurati quando ci si preoccupa maggiormente per le rese produttive, le dimensioni e la salute generale delle piante. Stiamo parlando della temperatura e dell'umidità relativa. Questo blog riassume le principali strategie con cui mantenere questi due parametri all'interno di un range ottimale, fornendo informazioni specifiche sulle condizioni da mantenere per ottenere i migliori risultati.

COME INTERAGISCONO TEMPERATURA E UMIDITÀ RELATIVA

Prima di tutto, bisogna sapere che i livelli d'umidità e la temperatura sono parametri strettamente connessi l'uno all'altro. Quando parliamo di umidità, ci riferiamo all'umidità relativa (UR), ovvero il rapporto tra la quantità parziale di vapore contenuta in una massa d'aria e la quantità massima che il volume d'aria può contenere alla stessa temperatura e pressione. Per avere un'idea più precisa di questa definizione, si può fare riferimento al principio di base per cui l'aria calda tende a contenere più vapore acqueo che l'aria fredda. Questo è uno dei motivi principali per cui è necessario estrarre grandi quantità d'aria calda da una stanza di coltivazione, consentendo all'aria fresca ed ossigenata di sostituirla. L'aria calda ha la capacità di trattenere troppo vapore acqueo.

LIVELLI D'UMIDITÀ E TEMPERATURE: DALLA SEMINA AL RACCOLTO

Cerchiamo di definire il vero significato di controllo d'umidità e temperatura nella coltivazione della Cannabis. Per semplificare le cose, possiamo suddividere il ciclo di vita di una pianta di Cannabis in 4 diverse fasi, ognuna delle quali richiede determinati livelli di umidità e temperature, per una crescita sana e forte. Non pensiate che controllare l'umidità e la temperatura sia troppo complicato e, quindi, non vale la pena sforzarsi! È molto più semplice di quanto possiate immaginare e vi consentirà di mantenere i parametri su livelli ottimali (da tenere il più possibile costanti).

Innanzitutto, procuratevi un igrometro e un termometro, preferibilmente digitali con funzioni di memoria, in modo da tenere sotto controllo i valori massimi e minimi di ogni fase. Alcuni igrometri non sono molto precisi, per cui considerate l'eventualità di usare più dispositivi con cui confrontare i valori interni della vostra Grow Room. Ora che abbiamo gli strumenti con cui seguire correttamente le condizioni della nostra coltivazione indoor, possiamo iniziare a tenere sotto stretto controllo l'umidità e le temperature. Il nostro obiettivo è quello di mantenere livelli di umidità e temperature ottimali in ogni fase di crescita.

1. Stadio di Piantino

• I piantini e i cloni gradiscono livelli d'umidità elevati, del 65-70%

• Ragione: L'apparato radicale non è ancora pienamente sviluppato

• Gli alti livelli d'umidità consentono alle piante di assorbire acqua attraverso le foglie

• Temperature con le luci accese: 20-25°C (luci spente: di 4-5°C inferiori)

Stadio di Piantino

2. Fase di Crescita Vegetativa

• I livelli di umidità possono essere abbassati di un 5% ogni settimana (dove un intervallo accettabile può essere da 70 a 40%)

• Le temperature possono essere leggermente aumentate (ma non è essenziale)

• Ragione: Le radici assorbono più acqua e l'evaporazione dalle foglie raffredda le piante.

• Temperature con luci accese: 22-28°C (luci spente: di 4-5°C inferiori)

3. Fase di Fioritura

• I livelli d'umidità devono essere abbassati ad un 40-50% (molto importante)

• Ci si può arrischiare con un 55% (ma oltre il 60% inizia ad essere pericoloso)

• È meglio mantenere temperature più basse in fioritura

• Temperature con luci accese: 20-26°C (ed evitare le alte temperature)

4. Ultime settimane di fioritura (1-2 settimane prima del raccolto)

• I seguenti passi non sono essenziali, ma possono aumentare il raccolto, i sapori e l'aspetto delle cime

• Ridurre il più possibile i livelli d'umidità: 30-40%

• Abbassare le temperature diurne, cercando di aumentare l'escursione termica (giorno/notte)

• Temperature con luci accese: 18-24°C (luci spente: di 5-10°C inferiori)

fioritura cannabis

REGOLARE I LIVELLI D'UMIDITÀ E LA TEMPERATURA

Siamo ormai a conoscenza dei livelli d'umidità e temperature a cui dobbiamo mirare. È giunto il momento di passare alla pratica, in modo da poter mantenere i parametri in perfetto equilibrio, regolandoli quando fosse necessario. L'obiettivo di molti coltivatori è quello di mantenere basse l'umidità relativa e la temperatura, di primaria importanza nel periodo di fioritura (come accennato in precedenza). Tuttavia, nelle zone climatiche fredde, a seconda del sistema d'illuminazione adottato, si potrebbe presentare lo scenario opposto, dove temperature e umidità devono essere mantenute su livelli più alti. Vi ricordate il principio per cui l'aria calda trattiene più acqua rispetto all'aria fredda? Cercate di tenerlo a mente. Non dimenticatevi mai che l'umidità relativa e la temperatura interagiscono tra di loro.

A. METODI PER ABBASSARE L'UMIDITÀ

• Esistono impianti di ventilazione più o meno potenti (da installare nelle uscite d'aria di un armadio E di una stanza di coltivazione)

• Aumentate il flusso d'aria fresca/ossigenata in entrata (valutando, ad esempio, una bocca d'entrata da 140mm con le ventole per PC)

• Cercate di innaffiare le vostre piante appena le luci si accendono

• Investite soldi in un deumidificatore di discrete dimensioni (quelli piccoli tendono a non trattenere sufficiente acqua)

Fase di Crescita Vegetativa

B. METODI PER ABBASSARE LE TEMPERATURE

• Segue gli stessi principi dell'abbassamento d'umidità: Aumentare il flusso d'aria totale nella stanza di coltivazione, in modo da consentire all'aria più calda di fuoriuscire e all'aria più fredda di entrare (aumentando la potenza o le dimensioni dell'impianto di ventilazione)

• Cercare di tenere le luci spente di giorno e accese di notte

• Quando si coltiva con lampade HPS, considerare l'utilizzo di cooltube

• Installare un dispositivo di aria condizionata (in questo modo si possono abbassare anche i livelli d'umidità)

C. INNALZARE L'UMIDITÀ

• Aumentare manualmente i livelli d'umidità con uno spruzzino d'acqua (breve efficacia)

• Mantenere umida la superficie della terra, ma non zuppa

• Appendere asciugamani/panni bagnati o mettere contenitori aperti con acqua all'interno della stanza di coltivazione

• Investire soldi in un umidificatore con una buona capacità di serbatoio (quelli piccoli richiedono costanti ricariche d'acqua)

flusso d'aria cannabis

D. INNALZARE LE TEMPERATURE

• Potete considerare la possibilità di installare una lampada più potente (più watt=più calore)

• Posizionate un tappetino termico sul pavimento dell'armadio o della stanza di coltivazione

• Isolate la vostra Grow Room con materiali disponibili in un negozio di ferramenta

• Usate una semplice stufetta con un termostato

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out