La cannabis può essere utilizzata per vari scopi. Grazie alle eccellenti proprietà terapeutiche, la sua reputazione è stata ripristinata e la pianta è riuscita a penetrare in ogni branca della medicina moderna. Una delle convinzioni errate che circondano la pianta di cannabis è che l'unico modo per sperimentare i suoi effetti sia fumandone le cime. Certo, questo metodo è utile in molti casi, ma gli impieghi di quest'erba sono molto più ampi.

La cannabis può essere applicata anche sulla pelle ed è in grado di migliorare la salute di questo esteso organo umano. Il THC e il CBD interagiscono con il sistema endocannabinoide. Sono in grado di regolare i meccanismi fisiologici dell'organismo. Alcune ricerche suggeriscono che il sistema endocannabinoide sia presente anche all'interno dell'epidermide. Tale sistema sarebbe coinvolto nella proliferazione, crescita, differenziazione e morte cellulare, e nella produzione di ormoni.

Il fatto interessante è che la cannabis sembra avere effetti promettenti anche sul trattamento delle ustioni e delle ferite, se applicata sulla cute a livello locale. I cannabinoidi mostrano un'azione antinfiammatoria, potenzialmente in grado di favorire il processo di guarigione e alleviare il dolore causato da queste condizioni. Alcuni cannabinoidi possiedono persino proprietà antibatteriche. Potrebbero rappresentare un trattamento di primo soccorso in caso di lesioni.

IL SISTEMA ENDOCANNABINOIDE E LA GUARIGIONE DELLE FERITE

È stato dimostrato che il sistema endocannabinoide svolge un ruolo diretto nel processo fisiologico di guarigione delle ferite. Una ricerca effettuata alla China Medical University ha esaminato la presenza di recettori di cannabinoidi nelle ferite sui ratti.

Le ferite erano state provocate sulle cavie da laboratorio tramite piccole incisioni. Nei punti lesionati è stata rilevata la presenza di recettori CB1, nelle cellule mononucleate e in quelle fibroblastiche. Le cellule positive ai CB1 sono state notate nelle ferite 6 ore dopo l'avvenuta lesione e fino a 14 giorni successivi. Dopo tale scoperta, gli scienziati hanno affermato che il recettore CB1 si attiva durante la guarigione della ferita. Hanno dunque concluso che esso è coinvolto nel processo di infiammazione.

I recettori CB1 nelle aree lesionate potrebbero rappresentare dei siti di legame con il THC ed avere effetti antidolorifici, antinfiammatori ed antibatterici.

Effetti Antidolorifici, Antinfiammatori Ed Antibatterici

CANNABINOIDI ED ANTIBIOTICI

In caso di ferite, la priorità è tenere pulita l'area lesionata.
È essenziale evitare che i batteri possano penetrare all'interno della lacerazione, in modo da prevenire le infezioni. Anche in questo caso i cannabinoidi potrebbero svolgere un ruolo importante nella guarigione della ferita.

Molti cannabinoidi, come THC, CBD, CBN, CBC e CBG, possiedono un'azione antibiotica. Un documento scientifico del 2008 conferma che tutti questi cannabinoidi sono molto efficaci contro lo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA).

Lo Staphylococcus aureus è un agente patogeno molto pericoloso, in grado di infettare le ferite aperte. Questo batterio può provocare un'infezione dei tessuti molli, causando impetigine, cellulite, ascessi cutanei, fascite necrotizzante e piomiosite.

LESIONI CUTANEE MALIGNE

Le lesioni cutanee maligne sono causate da cellule cancerose che invadono l'epitelio (cellule che rivestono la superficie esterna degli organi) e penetrano nell'epidermide (lo strato esterno della pelle). In questi casi, il flusso sanguigno nelle aree cutanee colpite è drasticamente ridotto. Il sangue trasporta sostanze nutritive. Una carenza di nutrimento può provocare un indebolimento della struttura cellulare e la conseguente distruzione dei tessuti.

Molte testimonianze confermano l'efficacia della cannabis a livello topico in presenza di lesioni cutanee maligne. Quello di Rick Simpson è il caso più celebre.

Un articolo del 2017 presente nel Journal of Pain and Symptoms Management informa che circa il 15% dei malati di cancro sviluppa lesioni cutanee maligne. Gli autori dello studio spiegano che le cellule cancerose contengono un maggior numero di recettori CB1 e CB2. Aggiungono anche che la morte delle cellule tumorali avviene attivando i recettori dei cannabinoidi.

L'articolo illustra un caso studio riguardante un uomo di 44 anni, con una lesione sulla guancia destra, diagnosticata come carcinoma a cellule squamose tre anni prima. La ferita si stava estendendo rapidamente. Dopo aver applicato olio di cannabis, è stata notata una regressione della lesione maligna. Utilizzando la cannabis è stato anche possibile alleviare il dolore causato dalla piaga. Gli scienziati hanno dichiarato che gli effetti antidolorifici sono stati ottenuti grazie all'assorbimento di THC e CBD. Questi due cannabinoidi interagiscono con i nocicettori periferici (terminazioni di neuroni sensoriali che reagiscono alle lesioni), le cellule del sistema immunitario e le cellule tumorali.

Lozione di cannabis

CANNABIS CONTRO LE USTIONI

Le ustioni vengono classificate in primo, secondo e terzo grado, in base alla loro estensione e gravità. Tutte queste classificazioni sono associate al livello di dolore. Le ustioni di terzo grado generalmente vanno trattate con innesti cutanei. Le ustioni di primo e secondo grado possono essere trattate con applicazioni locali di creme antibiotiche e unguenti all'aloe vera. La cannabis è ormai rinomata per i suoi effetti antidolorifici. Tali proprietà sono presenti sia nel THC che nel CBD.

Inoltre, la cannabis contiene un gruppo di sostanze chiamate terpeni. Queste molecole sono presenti in molte altre specie di piante, e generano l'odore caratteristico associato alle varie tipologie di cannabis. Alcuni terpeni sono potenzialmente utili nel trattamento delle scottature. Infatti, durante esperimenti su cavie animali, hanno mostrato un'efficace azione antibatterica. Il terpene linalolo mostra effetti rinfrescanti e antidolorifici, e potrebbe essere impiegato a livello complementare nel trattamento delle ustioni.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out