5 SEMI GRATIS EXTRA ai primi 100 che useranno il codice 22LZX5 alla cassa


Se ti piace il dabbing, probabilmente hai perfezionato il processo fino al punto in cui è diventato naturale. La tua memoria muscolare rende facile e veloce avvicinare l’accendino a torcia al rig per fare un tiro a caldo. Questa routine è utile e ti offre ogni volta uno sballo affidabile e potente. E allora perché cambiarla?

Bene, semplicemente cambiando l’ordine degli eventi che portano a fare un tiro (e andandoci un po’ più piano sulla temperatura), migliorerai i sapori dei tuoi concentrati, ridurrai la loro asprezza e conserverai persino dei preziosi cannabinoidi e terpeni. Scopri tutto quello che c’è da sapere sul cold start dab qui di seguito, inclusa una guida passo passo.

Cos’è il cold start dab, o dabbing “invertito”?

Il cold start dabbing, chiamato anche dabbing “invertito” o “a freddo”, si riferisce all’esposizione degli estratti di cannabis a temperature più basse rispetto al dabbing convenzionale. In genere, il dabbing comporta il riscaldamento di un rig o di una punta ad una temperatura estremamente elevata prima di posizionare un estratto sulla superficie ardente.

Il cold start dab capovolge questo ordine: è dabbing all’inverso. Mettendo prima l’estratto sul dabber e poi applicando il calore, diventa possibile fare un tiro proprio mentre cannabinoidi e terpeni iniziano a vaporizzare, senza utilizzare temperature inutilmente elevate per portare a termine l’operazione. In parole povere: il cold start dab utilizza temperature più basse per preservare terpeni e cannabinoidi.

Quali sono i vantaggi del dab a bassa temperatura?

È quindi meglio passare al cold start dab? Molti dabber lo hanno fatto e citano diversi vantaggi importanti per motivare la loro scelta. Ecco alcuni dei benefici del cold start dabbing:

  • Conserverai preziose sostanze fitochimiche: Gli estratti sono ricchi di cannabinoidi e terpeni, i componenti che rendono il dabbing così piacevole. Tuttavia, queste sostanze sono piuttosto volatili, in particolare i terpeni. L’utilizzo di temperature più basse durante il dabbing ti consentirà di ottenere il massimo da questi composti e di ridurre al minimo gli sprechi.
  • Ti godrai tiri più morbidi: Le tipiche temperature del dabbing possono raggiungere fino a circa 500°C. Questo calore provoca reazioni chimiche che portano ad un maggiore rilascio di composti cancerogeni ed altre tossine.
  • È meno gravoso per la tua attrezzatura: La maggior parte dei dabber concorda sul fatto che il cold start dab avvenga entro un intervallo di temperatura compreso tra 190 e 215°C. Esporre i tuoi strumenti a temperature più basse significa allungare la loro durata. Sappiamo che diversi materiali, incluso il vetro borosilicato, si possono fratturare e rompersi quando sono esposti per molto tempo alle alte temperature del dabbing.
  • Fa risparmiare tempo: Questa tecnica è perfetta quando devi precipitarti fuori dalla porta e non hai tempo per scaldare il tuo banger a temperature assurde con un accendino a torcia.
Cos’è il cold start dab, o dabbing “invertito”?

Come fare un cold start dab

Ora che conosci i vantaggi del cold start dabbing, probabilmente stai pensando di provarlo. Di seguito scoprirai l’attrezzatura necessaria ed il processo spiegato passo dopo passo.

Cosa serve

Per fortuna, non c’è bisogno di altri attrezzi oltre al tuo normale dabber ed ai suoi strumenti di accompagnamento. Assicurati di avere quanto segue:

  • Dabber
  • Banger
  • Accendino a torcia
  • Strumento per dabbing
  • Concentrato

Noterai che consigliamo un banger invece di una chiodo (nail). La forma a coppa di un banger funziona molto meglio quando si inizia a dabbare a freddo e consente di riscaldare i lati per distribuire in modo uniforme il calore.

Guida al cold start dabbing

Hai tutto ciò che ti serve. È il momento di iniziare il dab a freddo! Segui questi passaggi per fare alcuni dei tiri più morbidi e gustosi che tu abbia mai provato.

Passo 1: Assicurati che il tuo banger sia perfettamente pulito

Prima di fare il tuo primo dab a freddo, devi avere il tuo banger bello pulito. Qualsiasi residuo oleoso al suo interno brucerà insieme al tuo estratto fresco e rovinerà il buon sapore dei terpeni. Usa dell’alcol ed un bastoncino con del cotone per pulire l’interno, poi sciacqua con acqua e asciuga con un tovagliolo di carta.

Come fare un cold start dab

Passo 2: Carica il tuo estratto

Ora devi mettere il tuo estratto nel banger. Hai una vasta gamma di concentrati tra cui scegliere, tra cui cere, crumble e budder. Qualsiasi cosa tu scelga, usa lo strumento per riempire il tuo banger con la quantità desiderata.

Come fare un cold start dab

Passo 3: Riscaldalo un po’

Ora viene la parte importante: devi applicare un po’ di calore, ma non troppo! Accendi la fiamma e passala intorno ai lati del banger, spostandola continuamente per evitare di concentrare troppo calore in un solo punto. Come regola generale, durante un dab a freddo dovresti applicare la fiamma per un massimo di otto secondi.

Come fare un cold start dab

Passaggio 4: Inspira

Durante questo breve periodo di riscaldamento, dovresti vedere il tuo concentrato sciogliersi in olio e poi trasformarsi in vapore. Non appena vedi apparire il vapore, posiziona il tappo di carburazione sul tuo banger, tappa il foro con il dito, ruota il tappo ed inspira.

Come fare un cold start dab

Puoi fare il reverse dab con un chiodo elettrico (e-nail)?

La maggior parte dei dabber è contenta con la semplicità degli accendini a torcia. Tuttavia, alcuni appassionati di tecnologia si sono avventurarti nella sperimentazione di sistemi più esotici, fra cui gli e-nail. Questi dispositivi hanno una punta collegata ad un controller elettronico che consente di selezionarne la temperatura desiderata.

Per iniziare il dabbing a freddo con un e-nail, inizia caricandolo con il concentrato che preferisci, poi imposta una temperatura compresa tra 190 e 215°C. Tieni d’occhio l’estratto mentre lo strumento si riscalda e preparati a fare un tiro non appena vedi che il vapore inizia a formarsi. Il tiro iniziale conterrà principalmente terpeni. Man mano che il dispositivo continua a scaldarsi, nei tuoi tiri aumenterà la concentrazione di cannabinoidi.

Altri suggerimenti per il dabbing a bassa temperatura

Ora sei pronto per fare il tuo primo dab a bassa temperatura. Ma prima di iniziare, questi suggerimenti aggiuntivi ti aiuteranno a portare il metodo ad un livello completamente nuovo:

  • Lascia che si raffreddi: Dopo aver spento la fiamma ed aver posizionato il tappo di carburazione, aspetta un po’. Se riesci ad avere abbastanza pazienza da aspettare 10–20 secondi prima di inspirare, sperimenterai un’asprezza ancora minore, che enfatizzerà ulteriormente i più gustosi terpeni.
  • Fatti aiutare da un amico: Questo suggerimento non vale per tutti. Ma se sei particolarmente nerd e hai dei soldi da spendere, puoi investire in un termometro portatile ad infrarossi. Passa il dispositivo al tuo amico e chiedigli di farti sapere quando hai raggiunto la temperatura ideale all’interno del banger.

Cold start dabbing o dabbing tradizionale: quale scegliere?

Il dabbing a bassa temperatura offre numerosi vantaggi rispetto a quello tradizionale. Offre tiri più morbidi, conserva quei gustosi terpeni e crea meno agenti cancerogeni dannosi ed altri sottoprodotti chimici indesiderati, ma non produce nuvole di vapore molto dense e non presenta quella durezza che alcuni dabber amano. Il metodo a freddo ti consente però di sperimentare un altro lato di questa potente pratica. Anche se non passi completamente al cold start dabbing, ti resta sempre disponibile come opzione quando desideri tiri più aromatici e più veloci.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.