Il dabbing è diventato recentemente un tema caldo all'interno della comunità della cannabis, ma non è una scoperta recente. Le persone praticavano già la tecnica dell' "hot knifing", in cui i fumatori scaldano due coltelli su un fornello a gas fino a quando diventano roventi, quindi raschiano la resina da pipe o bong (o anche hashish) e la posizionano sui coltelli fino a quando il calore produce vapori da inalare.

Quando THC e cannabinoidi vengono estratti, utilizzando solventi come butano e biossido di carbonio, il risultato viene chiamato wax, shatter, butter o butane hash oil (olio di hashish).
La maggior parte dei fiori ha una concentrazione di THC del 10-25%. I concentrati vengono estratti dalla parte della pianta di cannabis che contiene più THC, così i concentrati variano tra il 50 e l'80%, questo è il motivo per cui la maggior parte della gente pensa che il dabbing sia il modo più efficace e veloce per ottenerne i benefici medicinali.

vaporizzatore concentrato tubo di resina di cannabis bong tamponando calore burroRIGS E VAPORIZZATORI

L'attrezzatura necessaria per il dabbing è: un rig/bong/skillet, un accendino a fiamma ossidrica, un nail (chiodo metallico, chiamato anche bullone, con estremità concava) e una bacchetta. Il rig è il dispositivo principale che viene utilizzato per il dabbing; l'accendino a fiamma ossidrica è un piccolo accendino a butano che va utilizzato per riscaldare il chiodo; il chiodo si inserisce all'imboccatura del rig e scioglie il concentrato; la bacchetta poi preleva il concentrato e lo preme contro il chiodo.

È importante "condire" ovvero preparare il chiodo quando si utilizza un rig per la prima volta; riscaldate il chiodo a 260°C circa e ricopritelo con il concentrato o olio di canapa. Poi lasciate raffreddare e ripetete il procedimento per 2-3 volte. Ora che il chiodo è pronto, inseritelo nel rig e riscaldatelo con l'accendino a fiamma ossidrica. Poi, tamponate il concentrato nel chiodo con la bacchetta mentre inspirate. Non afferrate il chiodo per svuotare il dispositivo; vi brucereste le dita. Altri tipi di rig utilizzano una skillet (padella), che viene riscaldata con l'accendino a fiamma ossidrica e ruotata in posizione. Dovete respirare e posizionare il concentrato sul piattino allo stesso tempo per ottenere più vapore possibile.

Il fuoco può essere eliminato utilizzando una penna vaporizzatore o un chiodo elettronico, che imposta la temperatura per vaporizzare il concentrato.

METODI DI RISCALDAMENTO E SICUREZZA

Ci sono un paio di modi per riscaldare i concentrati quando si tratta di dabbing. Vi è il metodo di riscaldamento a conduzione in cui il concentrato viene posto direttamente sull'utensile riscaldato per convertire il prodotto in una forma da inalare. Il metodo di riscaldamento a convezione utilizza invece un meccanismo elettronico per riscaldare l'aria. Quando l'aria raggiunge una certa temperatura, riscalda il concentrato fino al punto in cui il THC viene trasformato in vapore da inalare.

Tra i due metodi di vaporizzazione di concentrati, il metodo a convezione è considerato il più sicuro perché evita che il fumatore inali prodotti carbonizzati. Ma ci sono alcune cose da considerare quando si acquista un vaporizzatore. Alcuni dispositivi hanno il dispositivo di riscaldamento nello stesso spazio in cui vi sono i componenti elettronici. Nel corso del tempo, il metallo che viene riscaldato di volta in volta inizia a rilasciare gas. Se il vaporizzatore ha bisogno di acqua per funzionare e ha un riscaldatore in alluminio, l'acqua può cominciare a ossidare e formare ruggine nel vaporizzatore. Occorre considerare anche la temperatura usata per riscaldare il concentrato quando si pratica il dabbing. Quando il prodotto viene riscaldato oltre i 185 °C, viene rilasciato il benzene che è cancerogeno. Il benzene è una sostanza cancerogena comune e tende a essere rilasciato in basse dosi, ma gli utenti attenti alla salute dovrebbero sapere che i vapori per inalazione non sono completamente privi di tossine.

BENEFICI DEI CONCENTRATI

Alcune persone potrebbero pensare di dover spendere parecchio sui concentrati quando si tratta di dabbing. I concentrati risultano più costosi rispetto al costo del fiore, ma ricordate, per il dabbing è sufficiente solo una piccola quantità. Alcune persone hanno paragonato due boccate da un vaporizzatore a quattro boccate da un bong. Quindi, se riuscite a mantenere un basso livello di tolleranza, i concentrati possono essere più leggeri sul vostro portafoglio rispetto al fiore.

concentra terpeni cannabis olio estrazione cbd marijuana medica

Dal momento che i concentrati vengono estratti dalla parte potente del fiore, l'estrazione di terpeni è più concentrata; essi hanno un forte effetto sul corpo. I terpeni sono naturalmente presenti in frutta, verdura, erbe e spezie, e vengono lodati per essere d'aiuto in determinate condizioni. Ecco i terpeni che potete trovare nel vostro prossimo concentrato:

Se cercate i benefici del THC

Se cercate i benefici del CBD

  • Pinene
  • Eucaliptolo
  • Limonene

Se cercate entrambi i benefici

  • Linalolo
  • Pulegone
  • Nerolidolo

Il dabbing sta diventando un modo popolare di consumare cannabis per i pazienti che cercano sollievo dai loro disturbi e per i fumatori di tutti i giorni. Occorre seguire una curva di apprendimento e fare vari tentativi per capire che tipo di rig desiderate utilizzare, e quale tipo di concentrato è più utile per voi. Prendetevi un po' di tempo per esplorare il mondo del dabbing e godetevi il viaggio.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out