Troppo spesso, i medici professionisti prescrivono antibiotici per trattare le infezioni batteriche generate da un'infiammazione. Tra le terapie più comuni troviamo i farmaci da prescrizione da somministrare per via orale e gli steroidi per uso topico, come gli spray nasali. Ci sono poi i casi più gravi che richiedono l'intervento chirurgico da parte di un otorinolaringoiatra per ripulire più in profondità le cavità nasali.

Tuttavia, la questione sull'efficacia degli antibiotici da prescrizione sul nostro corpo è ancora al centro di accesi dibattiti. Spesso dimentichiamo che gli antibiotici non solo uccidono i microrganismi potenzialmente dannosi per la nostra salute, ma anche quelli benefici. La loro azione distrugge le colonie di germi "buoni" presenti all'interno del nostro organismo e potrebbe essere responsabile della proliferazione di alcune delle malattie più diffuse nella nostra società moderna.

Batteri Normali e Batteri Resistenti Agli Antibiotici

ED ECCO CHE ENTRA IN GIOCO LA CANNABIS

La cannabis è stata usata per millenni come medicina naturale e, fortunatamente, gli stigmi associati al suo uso stanno lentamente svanendo. Grazie al crescente numero di Paesi che hanno legalizzato l'uso della cannabis a fini terapeutici, questa pianta sta diventando sempre più comune e i cannabinoidi potrebbero essere la chiave per fermare i batteri resistenti agli antibiotici sinusitici.

Date le proprietà antimicrobiche ed antinfiammatorie di molti cannabinoidi, i ricercatori hanno scoperto che queste molecole agiscono come antibiotici naturali, con proprietà estremamente efficaci. Si tratta di una prospettiva realmente eccitante, che noi stessi sosteniamo fermamente, perché le persone malate potrebbero migliorare la propria vita senza i farmaci convenzionali e i loro effetti collaterali. In questo articolo approfondiremo le cause, gli effetti e i trattamenti a base di cannabis contro la sinusite.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA SINUSITE?

A prescindere che sia di natura virale o batterica, la sinusite colpisce milioni di persone a livello globale. Nella maggior parte dei casi, questa patologia è cronica ed è causata da un'infezione. Questo doloroso problema di salute si verifica quando il tessuto dei seni nasali si infiamma, causando secrezioni persistenti di muco o accumuli di muco stagnante. Una cavità nasale sana e normale viene solitamente attraversata solo dall'aria, ma quando si intasa può diventare terreno fertile per batteri e germi (responsabili delle successive infezioni). La sinusite causa diversi problemi e può aggravarsi in presenza di allergie o dopo aver adottato terapie tempestive non adeguate.

SINUSITE ACUTA

La sinusite acuta causa infezioni nelle cavità dei seni nasali, andando ad interferire con il drenaggio e provocando l'accumulo del muco. I sintomi durano normalmente meno di quattro settimane e, nella maggior parte dei casi, inizia come un normale raffreddore, che con il tempo peggiora fino a causare un'infezione batterica. Chi è affetto da sinusite acuta può avere difficoltà a respirare con il naso, gli occhi e il viso possono apparire gonfi e può avvertire lancinanti dolori al viso o alla testa. I sintomi della sinusite acuta includono:

  • Perdita dell'olfatto
  • Congestione
  • Respiro sibilante
  • Pressione sul volto
  • Dolore al viso
  • Cefalea sinusale
  • Naso che cola

SINUSITE CRONICA

Simile alla sinusite acuta, quella cronica infiamma e gonfia le cavità nasali, con sintomi che però durano tre mesi o più, nonostante i tentativi di trattamento. Chi soffre di sinusite cronica può notare il viso gonfio e gli occhi doloranti, con emicranie e problemi di respirazione per la mancanza di un corretto drenaggio e per l'accumulo di muco. Può essere causata da un'infezione, ma anche le escrescenze all'interno dei seni (come i polipi nasali) o un setto nasale deviato possono essere fattori scatenanti. I sintomi della sinusite cronica includono:

  • Febbre
  • Ostruzione nasale
  • Drenaggio
  • Congestione facciale

Infiammazione Del Seno

COME POSSONO AIUTARE I CANNABINOIDI?

Potreste non essere malati di sinusite cronica, ma ricordatevi che i processi con cui agisce inizialmente possono rendere molte persone più suscettibili a tale patologia. La ricerca ha dimostrato che i cannabinoidi hanno potenti proprietà antibiotiche che possono aiutare a combattere le infezioni, soprattutto coloro che non rispondono ai convenzionali antibiotici.

Supponiamo che, almeno fino a quando non saranno disponibili farmaci a base di cannabinoidi per il trattamento delle infezioni, i malati di sinusite possano trarre benefici dall'uso cauto della cannabis nella sua forma naturale. In questo caso, i cannabinoidi come possono trattare la sinusite e gli altri problemi di salute? Secondo una ricerca condotta per dare una risposta a questa domanda, esiste nel nostro organismo un sistema fisiologico, fino a pochi anni fa sconosciuto, che svolge un ruolo centrale nel mantenere in salute gli esseri umani e qualsiasi altro mammifero: il sistema endocannabinoide.

Il sistema endocannabinoide è composto da endocannabinoidi e i loro recettori sono distribuiti in tutte le parti del nostro corpo: cervello, organi, tessuti connettivi, ghiandole e cellule immunitarie. La funzione principale di questo sistema è mantenere sempre stabile l'omeostasi. I cannabinoidi aiutano a promuovere l'omeostasi, riducendo il rilascio di attivatori nelle zone di tessuto danneggiato, aiutando così a stabilizzare le cellule nervose e a prevenire il rilascio di sostanze pro-infiammatorie. Se volete provare un'alternativa naturale per gestire efficacemente la sinusite, potete usare la cannabis in modo sicuro, senza lo stress causato dagli effetti collaterali associati a molti farmaci.

CONGESTIONE SINUSALE

L'accumulo di muco, il mal di gola, il gocciolamento postnasale possono ostacolare la respirazione. Sebbene la cannabis non sia un vero e proprio espettorante, è stato dimostrato che è un efficace broncodilatatore, risultando potenzialmente efficace per facilitare la respirazione di chi soffre di sinusite.

MAL DI TESTA

Molti antidolorifici non riescono ad alleviare efficacemente le emicranie, ma questo non è il caso della cannabis. Non è un segreto che la cannabis sia un incredibile analgesico e che le persone affette dalle forme più dolorose di mal di testa, cefalee a grappolo e emicranie abbiano avuto risultati positivi dopo aver usato la cannabis terapeutica per alleviare i dolori.

DOLORI DA SINUSITE

La sinusite può causare forti dolori a naso, viso, gola, orecchie e testa. La cannabis aiuta ad alleviare i dolori in coloro che rispondono bene ai suoi principi attivi. Si tratta di un analgesico, per cui ha la capacità di alleviare i dolori di natura nervosa, i mal di testa, i dolori muscolari e può anche dare sollievo dai dolori più resistenti ai convenzionali trattamenti.

RIDUCE L'INFIAMMAZIONE

La cannabis è particolarmente efficace nel ridurre le infiammazioni croniche e i dolori associati alle malattie infiammatorie.

CONCLUSIONE

Se soffrite di sinusite, fumare cannabis non è certo il modo più pratico per trattare questo problema di salute, poiché la respirazione risulta già compromessa. La scelta di altri prodotti a base di cannabis, come gli edibili o le tinture, potrebbe essere più appropriata. Per cui, vi invitiamo a consultare un medico che sia a favore dell'uso terapeutico della cannabis per sapere quale metodo di assunzione sia il più efficace per voi.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out