Nonostante siano necessari ulteriori studi sugli esseri umani, le recenti ricerche mediche suggeriscono che i cannabinoidi possano aiutare nel trattamento del cancro della pelle. Quanto può essere efficace la cannabis nel trattamento del melanoma?

Il cancro della pelle è il tipo più comune di cancro. Il melanoma è una forma di cancro della pelle che rappresenta meno dell'1% di tutti i casi di cancro della pelle, ma è il tipo più grave di cancro della pelle, e causa la maggior parte dei decessi. Solo quest'anno si stima che 80.000 nuovi casi di melanoma invasivo saranno diagnosticati negli Stati Uniti. Con la necessità di nuovi trattamenti, gli scienziati stanno cominciando a chiedersi se la cannabis potrebbe essere una risposta.

Si pensa che il melanoma possa essere causato dall'esposizione ai raggi UV del sole o da lettini abbronzanti, anche se si presume che esso possa essere innescato anche da altri fattori come la genetica o certe sostanze chimiche.

COME SI SVILUPPA UN MELANOMA

I raggi UV possono causare una mutazione delle cellule del DNA che porta alla crescita di cellule tumorali. La maggior parte dei tipi di melanoma appare in zone della pelle esposte ai raggi UV, anche se in alcuni casi esso può apparire in altre aree del corpo non esposte. Quando le cellule della pelle cominciano a mutare, diventano scure e formano segni sulla pelle dalla forma strana . Se non trattato, il tumore può diffondersi o creare metastasi in altre parti del corpo.

La procedura attuale del trattamento per il melanoma è quella di rimuoverlo chirurgicamente agli stadi iniziali e somministrare la chemioterapia nei casi in cui il tumore si è già diffuso.

RICONOSCERE IL MELANOMA

Un neo canceroso (melanoma) avrà un aspetto diverso rispetto a un normale neo della pelle. I nei non cancerosi sono solitamente rotondi e di colore uniforme. Il melanoma il più delle volte ha una forma asimmetrica e può avere i bordi irregolari. Il suo colore è spesso non uniforme, con alcune parti più scure di altre. Il melanoma spesso è più grande dei nei comuni e può aumentare di dimensioni. In caso di dubbio, si dovrebbe sempre consultare un medico.

cannabis e melanoma

TRATTARE IL CANCRO DELLA PELLE CON CANNABINOIDI

L'ipotesi che i cannabinoidi, i principali composti della marijuana, abbiano potenzialmente l'abilità di combattere il cancro, non è recente. Anche se c'è ancora molta ricerca da fare, soprattutto quando si tratta di tumori umani, la prova dell'efficacia dei cannabinoidi è crescente.

L'anno scorso, il Journal of Investigative Dermatology ha pubblicato uno studio in cui il melanoma nei topi è stato trattato con THC e CBD. Il gruppo internazionale di ricercatori provenienti da Regno Unito, Italia e Spagna ha scoperto come tali composti portino alla morte delle cellule tumorali tramite due processi naturali chiamati autofagia e apoptosi.

AUTOFAGIA E APOPTOSI: COME LE CELLULE SI RIPARANO DA SOLE

L'autofagia è un processo in cui le cellule si smontano per sbarazzarsi di eventuali parti danneggiate al loro interno. L'apoptosi è il processo che viene indicato come "suicidio cellulare"; le cellule si scompongono, e le altre cellule del sistema immunitario del corpo ripuliscono gli avanzi. In studi su animali, è stato scoperto che THC e CBD sono in grado di stimolare e supportare entrambi i processi.

Per lo studio, il team di ricercatori ha usato THC e CBD in uguali proporzioni su topi con melanoma - una proporzione simile al farmaco Sativex che è attualmente in fase di sperimentazione come trattamento del dolore per i malati di cancro.

Anche se si tratta di uno studio recente sugli effetti dei cannabinoidi sul melanoma, la ricerca in questo promettente settore è in corso da molto più tempo. I ricercatori hanno riscontrato che i cannabinoidi potrebbero avere il potenziale per trattare il melanoma già nel 2006. All'epoca, scoprirono recettori CB1 e CB2 nelle cellule di melanoma. Tali recettori sono anche siti di legame per il THC nel corpo umano.

Attivando questi recettori, il team è stato in grado di rallentare la crescita delle cellule maligne del melanoma. Inoltre, il processo di trattamento ha avviato il suicidio cellulare del tessuto canceroso.

AUTO-TRATTAMENTO DEL MELANOMA CON OLIO DI CANNABIS?

Oltre a questi studi scientifici, vi è una ulteriore prova dell'eventuale efficacia dei cannabinoidi nel trattamento del melanoma, anche se questa prova è più spesso aneddotica. Si possono trovare molte notizie su internet in cui i pazienti trattano il melanoma con olio di cannabis, segnalando spesso un notevole successo.

Tuttavia, a causa della mancanza di prove mediche concrete, l'auto-trattamento con olio di cannabis e prodotti correlati non è facile. Ad oggi, non vi è alcuna reale informazione disponibile sui dosaggi raccomandati o sulla durata di tale trattamento. Altre questioni importanti che necessitano risposte riguardano la qualità dei prodotti utilizzati, i loro ingredienti e come essi integrano la chemioterapia. Pertanto, la cannabis non può essere considerata un trattamento fino a quando non si avranno maggiori prove scientifiche.

Il divieto di cannabis che è ancora attualmente in vigore nella maggior parte dei paesi non è esattamente d'auto nel favorire progressi nel campo. Per il momento, i pazienti possono solo fidarsi di prove aneddotiche. Bisogna sperare che vengano fatti ulteriori progressi, non solo con maggior ricerca scientifica riguardo l'efficacia della cannabis per il trattamento di tumori negli esseri umani, ma anche e in particolare sulle politiche per la piena accettazione della marijuana come medicina.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out