CHE COS'È L'ACQUA DI COCCO?

L'acqua di cocco è il liquido ricco di sostanze nutritive contenuto nelle noci di cocco. Da non confondere con il latte di cocco (prodotto dalla polpa delle noci di cocco), l'acqua di cocco è un liquido trasparente contenuto all'interno delle noci di cocco ancora verdi ed acerbe. Questa bevanda energetica a basso contenuto calorico ed altamente nutritiva per l'uomo è anche un meraviglioso fertilizzante per piante.

Sebbene sia composto per il 96% da acqua, il rimanente 4% è ricco di citochinine, calcio, magnesio, potassio ed altri minerali. D'altronde, il cocco è pur sempre un seme e il suo guscio è ricco di soluzioni nutritive naturali. L'acqua di cocco può stimolare efficacemente la crescita delle piante e, a quanto pare, risulta molto più benefico per la cannabis che per le palme da cocco, dal punto di vista colturale.

L'Acqua Di Cocco

PERCHÉ L'ACQUA DI COCCO È BENEFICA PER LA CANNABIS?

PIANTINE E CLONI

L'acqua di cocco contiene anche acido gibberellico, noto per aumentare i tassi di germinazione dei semi e per migliorare lo sviluppo delle radici di cloni e piantine. Le citochinine sono ormoni che innescano la divisione cellulare e attivano la crescita delle radici e dei rami. In alternativa ai normali prodotti per la clonazione, una piccola soluzione di acqua di cocco fatta in casa merita di essere provata nelle vostre prossime produzioni di talee. Diluite in un litro d'acqua 15ml di acqua di cocco ed usate la soluzione risultante come uno stimolante naturale per la clonazione, da applicare sui cubetti di lana di roccia o fibra di cocco.

LE PIANTE DI CANNABIS IN CRESCITA VEGETATIVA

Ancora una volta, le citochinine contenute nell'acqua di cocco sono uno stimolante inestimabile durante la crescita vegetativa. Diluendo 15ml di acqua di cocco in un litro d'acqua, avrete un fertilizzante naturale con cui concimare le vostre piante. I coltivatori hanno già provato diverse concentrazioni su diverse varietà di cannabis e, secondo la loro esperienza, l'intervallo più adatto per concimare le piante di cannabis adulte va da 15 a 50ml per litro d'acqua.

Pianta Di Cannabis Coltivata In Condizioni Di Siccità

LE PIANTE DI CANNABIS CRESCONO IN CONDIZIONI DI SICCITÀ

Durante un'ondata di forte caldo o un periodo prolungato di alte temperature, le piante di cannabis possono risultare più assetate e richiedere di essere irrigate tutti i giorni. I coltivatori outdoor si trovano quindi di fronte al dilemma di quanto concime usare per aumentare il volume d'acqua e la frequenza delle irrigazioni.

L'acqua di cocco è un'elegante soluzione a questo problema. Infatti, una leggera soluzione di acqua di cocco giornaliera è preferibile ad un costante apporto di fertilizzanti chimici da risciacquare con sola acqua il giorno successivo. Un regime temporaneo di concimazione con acqua di cocco non è complicato ed è improbabile che porti ad eccessi o carenze di sostanze nutritive. Anzi, potrebbe addirittura salvare le vostre piante in condizioni di siccità.

LE PIANTE DI CANNABIS CON CARENZE

Per trattare una pianta di cannabis che manifesta una carenza in una qualsiasi fase del suo ciclo di vita si procede, quasi sempre, con un lavaggio delle radici con sola acqua. L'acqua di cocco contiene molti dei micronutrienti richiesti dalle piante di cannabis. Il lavaggio con una leggera soluzione di acqua di cocco è spesso segnalato dai coltivatori come un tonico naturale dalle proprietà benefiche.

Le carenze di Cal/Mag nelle ultime settimane di fioritura sono piuttosto comuni nei substrati più usati dai coltivatori di cannabis. Alcune varietà di marijuana richiedono maggiori quantità di micronutrienti rispetto ad altre. Spesso, però, i fertilizzanti chimici si accumulano nel substrato bloccando l'accesso alle sostanze nutritive. E qui entra in gioco l'acqua di cocco. Senza parlare dei benefici che si possono ottenere applicando l'acqua di cocco durante il lavaggio delle radici prima del raccolto, arricchendo i sapori delle cime. L'acqua di cocco è anche ricca di zuccheri naturali, molto efficaci per la crescita delle piante di cannabis.

Assorbimento Di Sostanze Nutritive Bloccando L'Accesso Alle Sostanze Nutritive

VALE LA PENA USARE L'ACQUA DI COCCO?

L'acqua di cocco può avere così tante applicazioni in tutto il ciclo di vita della cannabis che si potrebbe addirittura definire un super integratore essenziale. Possiamo abbandonare le nostre bottiglie di fertilizzanti commerciali? Certamente no. Tuttavia, incorporare l'acqua di cocco nel regime di concimazione della cannabis è sicuramente un'ottima idea.

A nostro parere, l'acqua di cocco è una valida aggiunta per le colture di tutti i coltivatori di cannabis. È versatile, non ostruisce gli impianti idroponici e può essere facilmente applicata in vasi con fibra di cocco o terriccio. Siamo assolutamente a favore dell'uso di acqua di cocco come integratore per la cannabis. Tutti abbiamo fatto investimenti ben peggiori di qualche noce di cocco acerba aperta con un machete, ma ricordatevi di acquistare la frutta prima del machete. Fare strane richieste al reparto frutta e verdura del vostro supermercato potrebbe suscitare qualche perplessità tra i presenti.

Di Top Shelf Grower

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out