Con l'espansione del mercato del CBD, il cannabidiolo continua ad apparire in una lunga lista di prodotti diversi. Lo possiamo trovare in bevande, prodotti alimentari, integratori, cibo per animali domestici e persino nei lubrificanti. Il cannabidiolo ha anche iniziato a dominare l’industria dei cosmetici.

Oggi, migliaia di prodotti formulati per nutrire e lenire la pelle riportano tra gli ingredienti anche il CBD. Ma cosa sono esattamente i prodotti topici al CBD? E come funzionano? Scopriamolo insieme.

Cosa sono i prodotti topici al CBD?

I prodotti ad uso topico sono cosmetici e preparati per la cura della pelle appositamente formulati per essere applicati direttamente sulla cute. I prodotti topici al CBD sfruttano le proprietà di questa molecola non psicotropa per lenire la pelle, nutrire l'organo più grande del nostro corpo e, possibilmente, migliorarne l’aspetto.

Molti prodotti al CBD per la cura della pelle sono commercializzati per ridurre il rossore, alleviare la secchezza e migliorare l’aspetto generale della pelle. La ricerca in corso sui topici al CBD sta studiando la loro relazione con determinate patologie dermatologiche[1] e i prodotti di alcune aziende sono già riusciti ad ottenere la certificazione di dispositivi medici.

  • Diversi prodotti al CBD per la cura della pelle

Sul mercato ci sono diverse tipologie di prodotti al CBD per la cura della pelle. Alcuni preparati sfruttano il cannabidiolo come ingrediente principale, mentre altri lo combinano con una miriade di altri composti benefici di origine vegetale. Alcuni esempi di prodotti al CBD per uso topico sono:

  • Oli: Gli oli di CBD sono formati da cannabidiolo in sospensione in un olio vettore, che può essere olio d’oliva o olio di semi di canapa. Gli oli offrono una certa flessibilità nella loro applicazione, in quanto possono essere somministrati sia per via orale che per via topica. Alcuni oli contengono una forma isolata di CBD, mentre altri presentano un estratto a spettro completo contenente terpeni ed altre sostanze fitochimiche della cannabis.
  • Creme: Le creme al CBD contengono ingredienti con una maggiore densità e persistenza, formulati per idratare la pelle formando una barriera solida.
  • Lozioni: Le lozioni presentano un contenuto di acqua maggiore rispetto alle creme. Sono più leggere, non ungono ed aiutano a mantenere la pelle idratata per tutto il giorno.
  • Balsami: A differenza di creme e lozioni, i balsami non contengono acqua. Hanno la consistenza di un olio solidificato che si scioglie sulla pelle.

Come funzionano i prodotti al CBD per la cura della pelle?

Quindi, come funzionano esattamente tutti questi prodotti? Vaporizzando infiorescenze ricche in CBD o consumando qualche goccia di olio, consentiamo al cannabidiolo di entrare nel nostro flusso sanguigno. Ma in che modo il CBD usato per via topica influisce sul nostro corpo? Anche così può entrare nel sistema circolatorio?

A quanto pare, il CBD assunto per via topica crea alcuni interessanti cambiamenti nella nostra pelle e quantità molto piccole possono penetrare attraverso la nostra barriera protettiva entrando nel flusso sanguigno.

  • Il sistema endocannabinoide nella pelle

Se avete preso il CBD per un po' di tempo, probabilmente avrete già qualche nozione sul sistema endocannabinoide (SEC). Se non avete mai sentito parlare di questa affascinante rete, state per conoscere uno dei sistemi più interessanti del corpo umano.

Il SEC è costituito da una serie di recettori, molecole di segnalazione ed enzimi. Questi componenti si trovano in tutto il corpo, dal sistema nervoso ed immunitario all'apparato digestivo e alla pelle.

Se il SEC si estende in tutto il nostro organismo, dovrà pur avere un ruolo importante, giusto? Certo! I ricercatori descrivono il SEC come il nostro regolatore universale[2], poiché aiuta a mantenere in equilibrio molti altri sistemi. Impedisce loro di andare in sovraccarico o di rallentare diventando troppo pigri.

Il SEC svolge anche un ruolo di regolazione della nostra pelle. Secondo un documento pubblicato da un team di ricercatori internazionali, questo sistema avrebbe la capacità di mantenere la pelle in uno stato di equilibrio[3] controllando i seguenti processi:

  • Proliferazione: La rapida riproduzione di alcune cellule. Quando la proliferazione va fuori controllo, può degenerare in patologie cutanee come la psoriasi.
  • Differenziazione: Il processo mediante il quale le cellule si trasformano da un tipo all’altro per svolgere una funzione specifica.
  • Competenza immunitaria: Il SEC svolge un ruolo importante nella risposta infiammatoria della pelle.
Il sistema endocannabinoide nella pelle

Il team di ricerca ha discusso il ruolo cruciale del SEC per la salute generale della pelle, affermando che: “La rottura di questo delicato equilibrio potrebbe facilitare lo sviluppo di molteplici condizioni patologiche e malattie della pelle”. I ricercatori sostengono che alcune malattie cutanee come l’acne, la psoriasi e la dermatite allergica potrebbero derivare da una disfunzione del SEC.

Il sistema endocannabinoide a volte può vacillare e le cause alla base del conseguente allontanamento dall’omeostasi (equilibrio biologico) possono essere diverse. La ricerca ancora in corso continua ad esplorare gli effetti della somministrazione di cannabinoidi esterni, come il CBD, per influenzare questo sistema e riportarlo all’equilibrio.

Per evidenziare l’importanza del SEC nella pelle, vediamo i diversi tipi di cellule del nostro organo più grande in cui si trovano i recettori dei cannabinoidi:

  • Mastociti: Aiutano a mantenere l’equilibrio nel sistema immunitario e fungono da prima linea di difesa contro gli agenti patogeni.
  • Cheratinociti: Proteggono dall’invasione microbica, virale e parassitaria, nonché dai raggi UV.
  • Melanociti: Producono la melanina, il pigmento protettivo che rende più scura la pelle.
  • Sebociti: Cellule altamente specializzate che producono sebo, una sostanza oleosa che protegge ed idrata la pelle.
Il sistema endocannabinoide nella pelle
  • In che modo il CBD interagisce con la pelle?

Dopo aver applicato un prodotto topico, i cannabinoidi permeano gli strati superficiali della pelle per osmosi (il movimento di una sostanza da un’area ad alta concentrazione ad una a bassa concentrazione).

Tuttavia, il passaggio del CBD dalla pelle fino al flusso sanguigno non è così immediato. Il cannabidiolo deve prima attraversare diversi strati, tra cui:

  • Epidermide: È composta da cinque strati e funge da barriera primaria tra il corpo ed il mondo esterno.
  • Derma: Questo strato di tessuto connettivo si trova appena sotto l’epidermide. Formato da collagene e tessuto elastico, contiene capillari, terminazioni nervose, follicoli piliferi e ghiandole. Se il CBD riesce a raggiungerlo, entrerà anche nel flusso sanguigno.

Il CBD entra in contatto con cellule come i cheratinociti quando viene applicato sullo strato esterno della pelle. Sebbene il CBD non si leghi facilmente ai recettori degli endocannabinoidi, influenza il SEC in modo indiretto. Ad esempio, riesce a preservare gli endocannabinoidi come l’anandamide riducendo gli enzimi che la scompongono.

Le ricerche in atto continuano ad esplorare il ruolo del CBD nella salute della pelle, in particolare per quanto riguarda la guarigione delle ferite, il prurito, l’acne e persino la modulazione della crescita dei capelli.

In che modo il CBD interagisce con la pelle?
  • Il CBD somministrato per via topica entra nel flusso sanguigno?

Se assunto per via orale o inalato, il CBD entra nel flusso sanguigno. Sebbene il CBD possa lenire la pelle se applicato localmente, questo cannabinoide può passare attraverso le nostre barriere protettive ed anche nel sangue?

Le sostanze topiche passano attraverso la pelle e nel sangue in modi diversi a seconda delle loro specifiche caratteristiche. I farmaci idrofili (che amano l’acqua) possono passare attraverso gli spazi tra le cellule dell’epidermide prima di raggiungere i capillari nel derma sottostante.

Le sostanze lipofile (che amano i grassi), tra cui il CBD, sono attratte dalle cellule della stessa natura. Molte molecole di CBD applicate sulla pelle vengono metabolizzate dalle cellule prima di penetrare più in profondità nella pelle.

Tuttavia, alcune molecole di CBD passano da una cellula all’altra[4] fino a raggiungere il derma, mentre altre possono attraversare i follicoli piliferi e le ghiandole sudoripare. Una volta nel derma, il CBD ha accesso ai capillari e può entrare nella circolazione sistemica.

I farmaci topici sono selezionati, almeno in parte, in base alla loro massa molecolare. I migliori candidati sono in genere quelli compresi tra 100–500Da (dalton). Il CBD ha una massa di 314,5Da, il che significa che può effettivamente passare nel flusso sanguigno.

Ma non aspettatevi di sentire un effetto paragonabile a quello dell’inalazione di CBD o dell’assunzione di gocce per via orale. Quando il cannabinoide passa attraverso la pelle, gran parte di esso finisce per legarsi ai recettori negli strati superiori, dove viene metabolizzato.

Scegliendo la zona della pelle dove applicare il CBD, potrete aumentare le quantità di cannabidiolo che raggiungeranno il flusso sanguigno. Mentre i palmi delle mani e le piante dei piedi offrono bassi livelli di assorbimento, le seguenti aree del corpo lasciano passare quantità maggiori di questa molecola:

  • Avambraccio
  • Tronco
  • Testa
  • Collo
  • Aree infiammate o esfoliate

Quali sono i benefici dei prodotti al CBD per la cura della pelle?

La maggior parte dei benefici del CBD come prodotto per la cura della pelle è finora sostenuta solo da testimonianze. Tuttavia, la ricerca è ancora in corso e ci auguriamo di scoprire presto la vera funzione di questi prodotti e i loro benefici reali.

Uno studio completato nel 2020 ha testato gli effetti a breve e lungo termine di una crema viso al CBD su un gruppo di partecipanti umani[5]. I risultati di questa ricerca, sebbene non ancora pubblicati, faranno luce sugli effetti del CBD sull’idratazione della pelle.

Secondo alcune prove precliniche[6], i prodotti topici al CBD potrebbero presto rivelarsi un potenziale trattamento contro l’eczema, la psoriasi e i disturbi infiammatori della pelle. Ma solo conducendo ulteriori studi sull'uomo potremo determinare se questi risultati verranno confermati in futuro da altri esami di studio più specifici.

Finora, secondo centinaia di testimonianze, il CBD somministrato per via topica offre i seguenti benefici:

  • Lenisce il corpo
  • Aiuta la pelle arrossata e sensibile
  • Allevia la pelle ruvida e screpolata
  • Aiuta con le imperfezioni
  • Antietà: mantiene la pelle elastica e giovane

Quali sono i benefici dei prodotti al CBD per la cura della pelle?

  • Quali sono gli effetti collaterali del CBD per via topica?

I prodotti topici al CBD raramente provocano effetti collaterali. L’American Academy of Dermatology afferma che le creme al CBD possono causare dermatiti da contatto[7] in alcune persone, ma questa reazione può verificarsi in seguito all’applicazione di qualsiasi prodotto ad uso topico.

Poiché piccole quantità di CBD applicato localmente possono raggiungere il flusso sanguigno, potrebbero verificarsi alcuni effetti collaterali normalmente associati all’applicazione orale[8]. Sebbene improbabili, questi includono:

  • Fatica
  • Mal di testa
  • Diarrea
  • Cambiamenti di peso ed appetito
  • Le creme topiche al CBD interagiscono con i farmaci?

Se raggiunge il flusso sanguigno, il CBD può interferire con i farmaci da prescrizione. Circa il 60% dei farmaci sul mercato viene metabolizzato da un gruppo di enzimi epatici noto come CYP450. La ricerca suggerisce che il CBD inibisce la funzione[9] di queste molecole cataboliche, il che significa che alti livelli di un determinato farmaco possono accumularsi nel corpo, rendendolo potenzialmente tossico.

Poiché di tutto il CBD applicato per via topica, solo una piccola quantità entra nel sangue, le possibilità di interazioni farmacologiche sono basse. Tuttavia, se in quel momento state prendendo dei farmaci, consultate il vostro medico prima di assumere qualsiasi forma di CBD.

Come usare il CBD per la cura della pelle?

Date un’occhiata ai semplici passaggi qui di seguito per ottenere il massimo dai vostri prodotti topici al CBD.

  • Valutate bene dove applicare i prodotti topici al CBD

Innanzitutto, decidete dove applicarlo. La maggior parte dei prodotti è commercializzata per una determinata parte del corpo, come creme per le mani, balsami per le labbra e lozioni antietà per il viso. Se volete massimizzare l’assorbimento, date un’occhiata alle aree più permeabili della pelle menzionate poc'anzi.

Come usare il CBD per la cura della pelle?
  • Pulire l’area di applicazione

Prima di applicare il prodotto topico, pulite bene l’area. Usate un panno per rimuovere lo sporco ed i microbi. Otterrete il massimo dal vostro prodotto applicandolo sulla pelle pulita.

Come usare il CBD per la cura della pelle?
  • Applicare generosamente

Applicate uno strato sottile di crema o lozione e massaggiate la pelle. Aggiungete uno o due strati in più per un effetto più pronunciato. I prodotti a basso contenuto d’acqua, come i balsami per le labbra, richiedono solo una leggera applicazione.

Come usare il CBD per la cura della pelle?
  • Lavarsi bene le mani

Lavatevi accuratamente le mani dopo aver applicato il prodotto. Alcuni preparati contengono sostanze come capsaicina ed altri prodotti di origine vegetale che possono irritare gli occhi in caso di contatto.

Come usare il CBD per la cura della pelle?

L’uso topico del CBD può dare positivo in un test antidroga?

No. Se comprate i vostri prodotti topici al CBD da un rivenditore di fiducia che si appoggia a laboratori esterni per le analisi, il prodotto conterrà solo tracce di THC o ne sarà addirittura privo. Poiché questa molecola non riesce a permeare facilmente attraverso la pelle e nel sangue, non dovete preoccuparvi dei test antidroga.

Cos’è più efficace: La crema al CBD o l’olio di CBD?

Tutto dipende dalla vostra situazione e dalle vostre preferenze. Le creme sono specificamente formulate per l’applicazione topica. Sono ricche di acqua, sostanze vegetali secondarie ed altri ingredienti selezionati per aumentare l’idratazione e nutrire la pelle.

Gli oli sono formulati principalmente per la somministrazione orale, ma sono un prodotto flessibile che può essere altrettanto efficace sulla pelle.

Vale la pena usare il CBD per la cura della pelle?

Pensiamo di sì! Sebbene siano necessarie prove sull’uomo per comprendere i veri benefici del CBD applicato per via topica, le testimonianze elogiano queste formule. Provatele voi stessi per verificare i loro effetti. La pelle vi risulta più morbida ed idratata? Se è così, vuol dire che vi stanno facendo bene!

External Resources:
  1. Cannabidiol Modifies the Formation of NETs in Neutrophils of Psoriatic Patients https://www.mdpi.com
  2. The Endocannabinoid System, Our Universal Regulator https://www.jyi.org
  3. The endocannabinoid system of the skin in health and disease https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  4. Drugs and the skin | Clinical Gate https://clinicalgate.com
  5. Effect of a Facial Cream Containing Cannabidiol and Hemp Oil on Skin Hydration and Acne-prone Skin https://clinicaltrials.gov
  6. Therapeutic Potential of Cannabidiol (CBD) for Skin Health and Disorders https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  7. Public, researchers demonstrate growing interest in cannabis treatment https://www.aad.org
  8. An Update on Safety and Side Effects of Cannabidiol https://www.liebertpub.com
  9. An interaction between warfarin and cannabidiol, a case report https://www.ncbi.nlm.nih.gov
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.