Cannabis e guida, sempre un argomento bello carico, praticamente ovunque. Quel che è peggio è che gran parte dei Paesi non dispongono di limiti di THC definiti per chi guida, basati su prove. Di conseguenza, la quantità di THC nel vostro organismo, che vi può valere la qualifica di “guida in stato di alterazione psico-fisica”, varia a seconda di dove vi trovate.

Benché questa lista non sia in alcun modo esaustiva, qui di seguito trovate una breve panoramica di come le leggi sulla guida con consumo di cannabis variano da un Paese all'altro. In qualunque caso, se avete dubbi, consultate un avvocato. In maniera generale, è meglio essere prudenti. Ciò significa, specialmente se siete stranieri, non consumare cannabis e mettersi a guidare. Se vi beccano e vi fanno un test, potreste ritrovarvi imbarcati in un giretto che avreste decisamente preferito evitare.

PERCHÉ SI USANO I TEST?

Esistono prove sostanziali che il consumo di cannabis altera le reazioni motorie e cognitive in molti individui. A quale livello, e quanto a lungo dopo il consumo, sono tuttavia le questioni pressanti.

Per tale ragione, la questione dei test per stabilire le alterazioni date dalla cannabis, è da tempo oggetto di controversie. Differenti fluidi corporali possono anch'essi generare risultati differenti. Inoltre, non tutti i test verificano effettivamente il THC, ma piuttosto una forma metabolizzata di esso. Questo vuol dire che l'impatto psicoattivo del THC potrebbe ben essere già svanito.

I pazienti che fanno uso di cannabis terapeutica sono i più esposti a questo tipo di test, sia al momento dell'assunzione ad un posto di lavoro, che in situazioni legate alla guida.

Cannabis Per Il Controllo Dei Farmaci

COSA RICERCA LA POLIZIA CON QUESTI TEST?

Ciò per cui si viene testati dipende anche da dove ci si trova. Gli etilometri stanno cominciando ed essere impiegati dalla polizia negli Stati Uniti. Anche i test urinari sono fra i più comuni, dato il loro ampio uso nel settore occupazionale. In altri ambiti giuridici, i test sanguigni sono l'unica prova che viene accettata in tribunale.

Ma anche in questo caso, la faccenda è molto controversa. I test per l'erba non cercano di determinare la presenza di THC; essi misurano invece il livello di THC-COOH, un metabolita del THC che si produce dopo che il fegato scompone il THC.

Come accade per molti altri test antidroga, questo significa che potreste risultare positivi anche se non avete fumato da giorni, o perfino da settimane; cioè non vuol dire necessariamente che al momento siate sballati. Per tali ragioni, questi test sono altamente inaffidabili se usati per determinare l'attuale stato di sobrietà di una persona.

Chi consuma quotidianamente, e chi lo fa per scopi terapeutici, si espone perciò ad enormi rischi di non passare un qualsiasi tipo di test che misuri i metaboliti.

STATI UNITI D'AMERICA

Non esiste alcun mandato federale riguardante THC e guida di un veicolo. Perché? Perché la cannabis non è ancora legale a livello federale. A parte questo, gli Stati che stanno legalizzando stanno tentando di definire le loro leggi particolari. Conclusione? Controllate le regole vigenti in ciascuno Stato. Sette Stati, attualmente, impongono a chi guida limiti per i metaboliti della marijuana legale. Questi Stati sono Colorado, Iowa, Montana, Nevada, Ohio, Pennsylvania e Washington.

Tutti questi, con l'eccezione dello Iowa, inseriscono le soglie legali di THC nel sangue nelle leggi già esistenti per guida sotto effetto di droghe. Iowa, Nevada, Ohio e Pennsylvania hanno fissato anche limiti legali di THC e THC-COOH nelle urine.

Attenzione e prudenza.

La guida sotto effetto di droghe e alcool negli USA sono reati gravi. Se un incidente comporta danni alla proprietà o lesioni al prossimo, le sanzioni possono arrivare a pene detentive. Rifiutare di sottoporsi ad un test di qualunque tipo (sangue o urine) è considerato come un risultato positivo al test.

Infine, è anche probabile che il mercato ricreativo in California (e le leggi su guida e cannabis) avrà un grosso impatto a livello nazionale. Questo Stato ha appena dichiarato illegale il consumo di cannabis in un veicolo in movimento. Sia per chi guida che per i passeggeri. È già illegale avere nell'auto un sacchetto di cannabis aperto.

È molto probabile che altri Stati seguiranno l'esempio della California.

CANADA

Non sono stati ancora fissati degli standard nazionali. È comunque molto probabile che un limite preciso verrà introdotto il prossimo mese di luglio, all'avvio del mercato ricreativo.

EUROPA

In Europa esistono così tante discrepanze che non esiste alcuna “norma”. Gran parte degli Stati europei, in occasione dei controlli stradali, eseguono test solo per cercare il THC attivo nel sangue. Alcuni Stati misurano però anche il THC-COOH; il quale è un metabolita non psicoattivo. Sedici Paesi europei hanno fissato concentrazioni di THC diverse da zero, sopra le quali la persona che guida può venir perseguita per guida sotto l'effetto. Di questi Paesi, undici eseguono test sul sangue intero: è il caso degli Stati scandinavi, Grecia, Irlanda, Paesi dell'est europeo e Regno Unito; mentre in Belgio, Germania, Lussemburgo, e Slovenia si richiede l'analisi del siero sanguigno.

L'Olanda ha definito limiti per il THC, sia nel sangue che nel siero sanguigno.

Nessun Paese europeo ha comunque stabilito limiti di THC nelle urine.

Alcuni Paesi impongono anche altri tipi di test, come quello sulla saliva. Altri impongono quello sulle urine. In certi Paesi dell'UE, i test sono obbligatori; in altri sono volontari.

Infine, certi Paesi saltano completamente i test e si affidano all'interpretazione visiva della scena da parte dell'agente. Se egli, o ella, decide che si deve eseguire un test, chi guida è tenuto a sottoporvisi.

In tutta Europa, solo i test sul sangue possono essere utilizzati in tribunale.

Anche le sanzioni variano fra i diversi Paesi dell'UE, e possono andare dalle multe al ritiro della patente, che in qualche caso può essere permanente.

LE SANZIONI PER GUIDA SOTTO EFFETTO DI STUPEFACENTI NEI DIVERSI PAESI EUROPEI

Il diritto a guidare in Europa è regolamentato non soltanto da ciascun Paese, ma dalla stessa UE. Gli Stati membri rilasciano patenti di guida conformi alla Terza Direttiva sulle Patenti di Guida, adottata nel 2006. Questa sancisce che “la patente di guida non deve essere né rilasciata né rinnovata al candidato o conducente che si trovi in stato di dipendenza da sostanze psicotrope”.

Cosa significa questo, se lo applichiamo al caso di ciascun Paese? Ecco un campionario delle leggi in tutta Europa.

Austria

Chiunque può venir fermato sulla base di un sospetto. Un test sanguigno deve essere eseguito in ospedale. Non esistono limiti per la qualifica di “alterazione delle capacità”. Le patenti possono venir sospese per almeno quattro settimane, e le multe vanno dagli 800 ai 3700 euro.

Belgio

Un test sui fluidi orali può essere eseguito sul luogo del controllo. Tuttavia, le prove devono provenire da un test antidroga eseguito in ospedale. I livelli non sono stabiliti solo per la cannabis, ma anche per altre droghe. Le patenti possono venir sospese per periodi da un mese a cinque anni; le multe vanno dai 1000 ai 10.000 euro.

Croazia

La polizia può eseguire test su saliva e urine anche sul posto; tuttavia, test sanguigni che siano validi come prove devono venir eseguiti in ospedale. Non ci sono limiti, o indicazioni, nella legislazione nazionale sulla guida. Le sanzioni comprendono multe, sospensione della patente e perfino carcere.

Repubblica Ceca

Test salivari possono essere eseguiti sulla strada, nel luogo del controllo. Ma per dimostrare lo stato di “ridotta funzionalità” bisogna effettuare un prelievo di sangue all'ospedale. Sono anche stabiliti dei livelli specifici. La sospensione della patente può essere applicata per periodi da sei mesi a un anno, se si tratta della prima sanzione o di infrazioni minori; può protrarsi fino a dieci anni in caso di reati più gravi. Se si è verificato un incidente grave esiste anche la possibilità del carcere.

Danimarca

Sono ammessi i test sulla strada, ma anche in questo caso il guidatore deve sottoporsi a un test sanguigno in ospedale se l'accusa viene portata in tribunale. A differenza che in tanti altri Paesi, chi è titolare di una prescrizione medica beneficia di un permesso speciale. Ma comunque, la guida “sotto effetto” resta guida sotto effetto; se si verifica un incidente, aspettatevi delle sanzioni. Queste ultime possono comprendere sospensioni della patente, multe e pene detentive lievi, non superiori a un anno e mezzo.

Germania

Il diritto della polizia di fermarvi e sottoporvi a un test dipende dalle condizioni in cui vi trovate. Test che abbiano valore di prova devono comunque venir effettuati in ospedale. La cosa peggiore è che non esistono limiti che definiscano la “guida sotto effetto”. Esistono però linee guida fondamentali da applicare alla cannabis e ad altre droghe illegali. Le sospensioni della patente possono andare da 1-3 mesi ad un ritiro permanente. Il carcere non è una sanzione abituale, a meno che non si verifichi un incidente grave.

Francia

L'analisi dei fluidi orali da eseguirsi ai bordi della strada è stata introdotta in tutto il Paese. In ogni caso, i test su sangue, saliva e urine sono prove ammesse in tribunale solo se eseguiti in ospedale. Non esistono limiti definiti. Le sanzioni comprendono sospensioni della patente fino a tre anni, multe e pene detentive. Queste ultime, specialmente in caso che il guidatore sia anche ubriaco.

Italia

I test sanguigni sono necessari, ma sono ammessi anche i test sulla strada. Non esistono limiti definiti nel codice italiano della strada. I periodi di sospensione della patente vanno da 15 giorni a quattro anni, le multe da 1500 a 6000 euro. Possono anche venir decretate pene di prigione, da sei mesi a due anni.

Controllo Dei Farmaci Contro La Polizia

Lussemburgo

La polizia può eseguire dei test sulla strada, ma per costituire una prova è necessario un test sanguigno in ospedale. I limiti per tutte le sostanze illegali sono iscritti nella legge. Le sospensioni della patente vanno da un mese a tutta la vita; le multe, da 250 a 5000 euro. Le pene detentive vanno da otto giorni a tre anni.

Olanda

La polizia non ha il diritto di eseguire test sulla strada, bisogna effettuare un test sanguigno all'ospedale. Il test tende comunque più a dimostrare una “incapacità” che a misurare uno specifico livello di metaboliti nel sangue. Le sospensioni della patente possono andare fino a cinque anni. Le multe partono da 6000 euro e crescono rapidamente, specialmente se vi sono stati feriti. Sono anche possibili pene detentive, in modo particolare se il guidatore ha commesso imprudenze o se vi sono stati feriti o morti.

Norvegia

Sono necessari i test in ospedale ed i livelli di metaboliti sono definiti. Sono ammessi anche i test sulla strada. Le sospensioni della patente partono da un anno, possono venir assegnate multe, ed esiste anche la possibilità del carcere fino ad un anno.

Polonia

La polizia può effettuare dei test sulla strada, ma per poter costituire prove devono venir eseguiti in ospedale o al posto di polizia. Non esistono limiti definiti. Le patenti possono venir sospese da 1 a 10 anni, esiste un'ampia gamma di multe e le pene di prigione vanno fino ai due anni.

Portogallo

La polizia può chiedere di sottoporvi ad un test sulla strada, ma si richiede un test sanguigno eseguito in ospedale per prove che possano essere usate in tribunale. Non esistono limiti definiti. In caso di condanna, le patenti possono venir sospese da due mesi a due anni. Le multe dipendono dalla gravità del reato. Sono anche possibili pene detentive, anche in questo caso a seconda della gravità; se si è verificato un incidente provocato da negligenza, queste possono andare fino ai tre anni.

Svezia

È necessario un test probatorio, ma non esiste perseguibilità se la droga è stata assunta sotto controllo medico. Non esistono limiti definiti. I periodi di sospensione della patente vanno da un mese a tre anni. È anche possibile il sequestro del veicolo. Le pene detentive vanno fino a un massimo di due anni.

Regno Unito

La polizia ha facoltà di fermare sulla base del sospetto, ed eseguire un test orale. Test sanguigni con validità di prova devono venir effettuati a un posto di polizia. Esistono limiti per i test sulle droghe, predefiniti dalla legge. Le sanzioni possono andare fino a pene minime di un anno di prigione, non esiste un limite massimo per le multe. Le pene detentive vanno fino ai 14 anni in caso vi sia stato un decesso.

Guida Al Traffico Di Cannabis Vietata

COME EVITARE DI FARSI BECCARE

Ovviamente, le misure preventive sono preferibili al dover effettivamente provare la propria innocenza. Ecco alcune dritte per evitare tali spiacevoli incontri prima ancora che si verifichino.

  1. Non guidate quando siete stonati.
  2. Non fumate in macchina.
  3. Non tenete in auto alcun contenitore di cannabis aperto. 
  4. Non guidate per almeno 4 ore dopo l'assunzione di cannabis con THC.
  5. Evitate di guidare di notte nel fine settimana, quando ci sono sulle strade molte altre persone “sotto effetto”.
  6. Guidate ad alcuni chilometri sotto il limite di velocità, e mantenete una velocità costante.
  7. Pulite regolarmente la vostra auto; l'odore di cannabis dà alla polizia il diritto di sospettarvi.
  8. Se la polizia vi chiede di ammettere che fumate cannabis, non rispondete – mai. 
  9. Se vi si chiede di sottoporvi ad un test volontario, rifiutate cortesemente; in certi Paesi europei, questa è un'opzione possibile. In caso siate tenuti a sottoporvi ad un test, potete richiedere un test sanguigno.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out