La nostra amata pianta di cannabis è composta da una moltitudine di componenti e sostanze, tra cui più di un centinaio di cannabinoidi. Molti studi hanno dimostrato che l'interazione tra il tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo (CBD) ha vari effetti positivi sul corpo e la psiche umani. Cerchiamo di indagare sulla questione.

Gli studi hanno dimostrato che il CBD ha degli effetti positivi su malattie autoimmuni, irregolarità del metabolismo, infiammazione, affaticamento, dolore neuropatico, depressione, ansia, disturbo post traumatico da stress (PTSD), cancro, sclerosi multipla, fratture ossee, epilessia, anoressia, e la lista continua per chilometri.

CBD THC effetto entourage contrasta simbiosi sistema immunitario psiche cannabis marijuana medica cannabinoide modulare degli endocannabinoidiTHC e CBD si inseriscono nei recettori dei cannabinoidi del sistema endocannabinoide (ECS). Il sistema endocannabinoide modula le funzioni corporee come i livelli di sonno, appetito, cognizione e ansia. Il nostro corpo produce cannabinoidi naturali e può, naturalmente, integrarli con cannabinoidi esterni presenti nella marijuana. Il THC ha un'alta affinità di legame con i recettori CB1, che si trovano nel cervello, nel sistema nervoso centrale (SNC), nelle gonadi, nelle ghiandole e in altri organi. I recettori CB1 sono anche responsabili dell'effetto psicoattivo, del sollievo dal dolore, e molto altro ancora.

D'altra parte, il CBD è una sostanza non psicoattiva, non provoca quindi effetti psicotropi. Il CBD agisce insieme ai recettori CB1 e CB2, anche se ha una funzione molto significativa nei recettori CB2, che si trovano nel sistema immunitario, in organi come timo, milza e tonsille. Esso regola il sistema immunitario e la risposta dell'infiammazione intestinale, che è carente nei pazienti con morbo di Crohn e sindrome dell'intestino irritabile. Il CBD impedisce l'eliminazione dei cannabinoidi naturali e si lega ad alcuni recettori responsabili della salute fisica e mentale. I recettori CB2 sono localizzati nel cervello, ma non nella stessa misura dei CB1.

Quando THC e CBD si combinano insieme, accade una magia. C'è un termine comune definito "effetto entourage", che significa che le due sostanze, THC e CBD, esaltano le qualità positive l'una dell'altra. Ad esempio, il THC puro può causare ansia e stress, tuttavia, quando è mescolato al CBD, molti utenti sperimentano una sensazione di rilassamento e l'insorgenza di sentimenti positivi. È dimostrato che il CBD migliora le proprietà antidolorifiche del THC.

Il CBD è il secondo cannabinoide più presente nelle piante di marijuana, dopo il THC. Le varietà di cannabis possono differire notevolmente nel rapporto THC:CBD. Diverse proporzioni creeranno diversi effetti. Ci sono molti studi in corso che collegano direttamente il rapporto THC:CBD agli effetti psicoattivi della pianta. Ad esempio, ci sono varietà con oltre il 20% di THC, come Girl Scout Cookies (22% THC:0.4% CBD) o Blue Dream (20% THC:0.15% CBD); queste varietà sono eccellenti e apprezzate da molti, ma potrebbero essere troppo intense per gli utenti che sperimentano ansia o stress. La cannabis terapeutica che di solito contiene più del 4% di CBD come Harlequin (6% THC: 12% CBD) potrebbe essere ideale per gli utenti che soffrono di ansia, perché è dimostrato che il CBD attenua gli effetti negativi del THC. È importante notare che la stessa varietà può avere effetti diversi sugli utenti. Sono necessarie ulteriori ricerche in merito.

Ci sono molti studi scientifici che cercano di scoprire la straordinaria interazione tra THC e CBD. Gli studi sono sempre il miglior punto di riferimento per ottenere dati affidabili. È importante notare che molti studi scientifici utilizzano il THC puro nei soggetti, il che non si verifica in un ambiente naturale. Il THC nella cannabis è sempre miscelato con il CBD e centinaia di altri composti diversi.

Uno studio condotto da Celia J. A. Morgan e i suoi colleghi ha concluso che le varietà con più alto contenuto di CBD sono migliori per la memoria rispetto alle varietà con un basso livello di CBD. Lo studio conclude che "A differenza dell'evidente difficoltà a ricordare poesie negli individui che hanno fumato cannabis a basso contenuto di cannabidiolo, i volontari fumatori di cannabis ad alto contenuto di cannabidiolo non hanno mostrato alcuna compromissione della memoria".

marijuana dispensario legale cannabis medica legge espansione legalizzazioneUn altro studio mostra che il CBD è migliore per la materia grigia nell'ippocampo del cervello, grazie alle sue proprietà neuroprotettive. Lo studio in conclusione dichiara che "Un alto livello di THC e un basso valore di CBD sono associati a questa riduzione di volume che indica gli effetti neurotossici del THC e gli effetti neuroprotettivi del CBD".

Questo studio dimostra che il CBD può, in effetti, avere effetti antipsicotici. Questo studio ha coinvolto tre gruppi, soggetti che hanno consumato solo THC, soggetti che hanno consumato THC+CBD e soggetti che non hanno consumano nessuna delle due sostanze. I risultati dello studio evidenziano che i soggetti THC+CBD mostrano livelli più bassi di comportamenti psicotici.

Tutti i blog e gli articoli pro-CBD vanno presi con le dovute riserve. Ad esempio, questo studio dimostra che il CBD puro mescolato con THC puro ha effetti positivi riuscendo ad uccidere le cellule tumorali di un glioma "il pre-trattamento delle cellule (del glioma) con THC-P e CBD-P insieme per 4 ore prima della terapia con radiazioni, ha aumentato la loro radiosensibilità rispetto al pre-trattamento con uno solo dei cannabinoidi somministrato singolarmente". È importante notare che i soggetti erano ancora sotto trattamento con radiazioni e non avevano consumato esclusivamente questi cannabinoidi, che li ha "guariti dal cancro". Questo porta ad un altro punto: durante l'assunzione di CBD e THC è sempre meglio consultare il medico, ma aspettate, nella maggior parte dei Paesi è illegale consumare cannabis! D'ora in poi, dobbiamo perseverare e impegnarci continuamente per legalizzare la cannabis, in modo che vengano condotti più studi scientifici ed i pazienti possano ottenere il trattamento con la cannabis di cui hanno bisogno.

CONCLUSIONE

L'interazione tra THC e CBD continua a mostrare risultati positivi in molti studi. Abbiamo bisogno di spingere avanti la cultura della cannabis, e sostenere gli scienziati per effettuare ulteriori studi sui composti della cannabis e le loro potenzialità mediche. Immaginate un mondo in cui si entra in un dispensario di marijuana che fornisce la cannabis perfettamente adatta alle vostre specifiche esigenze! Sta già accadendo in diversi paesi e Stati, ma l'espansione è essenziale!

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out