Non importa se parliamo di farmaci legali e prescrivibili, oppure di sostanze che si usano in modo ricreativo. Tutte le medicine contengono composti chimici che interagiscono con altri composti. Prendiamo la caffeina, che la maggior parte di noi usa quotidianamente. La caffeina ha 82 interazioni farmacologiche conosciute. Anche se solo alcune di queste interazioni causano effetti avversi, questo fatto ti dà un'idea di quante interazioni ci sono tra i diversi prodotti chimici.

Il modo in cui le sostanze chimiche interagiscono tra di loro può essere suddiviso in due categorie: additivi o sinergici. Il modo additivo, come suggerisce il nome, provoca la somma di due o più effetti chimici. Fra i composti chimici esiste tuttavia una modalità di interazione più complessa che si chiama “effetto sinergico”. Ciò significa che le due sostanze entrano in sinergia e l’effetto risultante sarà maggiore rispetto alla somma delle sue parti.

Ciò significa che quando due composti chimici sinergici vengono combinati insieme, questi produrranno un effetto più forte rispetto a quello delle due singole sostanze, o alla semplice aggiunta di una all’altra. Per quanto riguarda la cannabis, c'è un'altra complicazione: il profilo specifico dei terpeni e dei cannabinoidi varia notevolmente in base ai diversi ceppi. Una White Widow interagirà con il nostro organismo in modo diverso rispetto a una Amnesia Haze perché avrà differenti profili genetici e conterrà quindi diversi composti chimici.

L'interazione tra cannabis e altri farmaci è sempre incerta poiché non si tratta di una singola molecola isolata, ma di un composto con molte caratteristiche diverse. Risulta quindi difficile prevedere quale sia il risultato dell'interazione. La cannabis potrebbe aumentare gli effetti o la potenza del farmaco con cui viene combinata, rendendo più efficace il trattamento. Per questi motivi è sempre importante assicurarsi di avere assistenza medica a disposizione, o almeno consultare il proprio medico prima di combinare insieme l’assunzione di diversi farmaci.

Ti preghiamo di notare che l’elenco qui di seguito serve solo a darti un’idea generale delle possibili interazioni. Gli effetti combinati possono essere molto complessi e quindi non condividiamo la combinazione della cannabis con qualsiasi altro farmaco.

Combinazione di alcol e cannabis

DROGHE RICREATIVE

ALCOL

Anche se l'alcol è abbastanza comune e ampiamente utilizzato, resta ancora una delle sostanze più pericolose da combinare con qualsiasi altra sostanza. Alcune delle sue combinazioni, come alcool e tranquillanti, possono anche risultare mortali. La combinazione di alcol e cannabis è molto popolare, ma il suo effetto può essere eccessivo per alcune persone perché provoca una sorta di doppia euforia, oltre che possibili vertigini e nausea. Diversi studi sono stati compiuti sulla combinazione di alcol e cannabis, ma non esistono ancora risultati del tutto chiari.

Uno studio sottolinea che l'alcol aumenta i livelli di THC nel sangue. Questo significa che lo “high” è maggiore quando si bevono alcolici. Un altro studio suggerisce che le persone che usano la cannabis non bevono quanto le persone che non la usano.

La combinazione diventa pericolosa quando si applica alla guida o non si sta bene. Le tue abilità motorie saranno ancora più compromesse, e se ti capita di bere al punto di vomitare, la cannabis inibirà questa reazione. Ciò aumenta i postumi della sbornia il giorno successivo, o addirittura ti può mettere a rischio di avvelenamento da alcol. Inoltre, l'alcol può avere effetti soppressivi sul sistema nervoso centrale, che controlla anche le tue funzioni vitali come il respiro e il battito cardiaco. La combinazione di alcool e cannabis può amplificare questo effetto soppressivo al punto che potrebbe fare danni gravi, o potenzialmente anche uccidere. La moderazione sembra essere la chiave principale quando cerca di combinare alcool e cannabis.

AMFETAMINE

La famiglia delle anfetamine è grande ma una delle più conosciute è lo “speed”. Si dice che la combinazione con la cannabis sia in grado di smussare un po’ la ruvidità dello sballo da speed.

Altre amfetamine molto conosciute e spesso usate sono la Adderall, presa dai raver per sostituire lo ecstasy (o MDMA) e dagli studenti per studiare più a lungo e più intensamente. In combinazione con la cannabis, gli utilizzatori hanno riferito di sentirsi molto sociali e impegnati in conversazioni all'inizio, ma poi diventavano rapidamente confusi e disorientati. L'effetto di solito non dura troppo a lungo, dalle tre alle cinque ore circa, e il giorno dopo gli effetti collaterali sono lievi e trascurabili.

COCAINA

Questa potrebbe essere una combinazione più complicata, poiché la cocaina è una sostanza eccitante e la cannabis tende ad essere rilassante. Per non parlare del fatto che la cocaina è una sostanza pericolosa in se, quindi anche la sua interazione con qualsiasi altra sostanza potrebbe essere pericolosa.

CODEINA

La codeina e la cannabis sembrano fatte l'una per l'altra. Quando vengono combinate insieme, gli utenti riportano effetti rilassanti, calmanti, ma anche euforici. L'unico inconveniente potrebbe essere quello di lasciare una brutta sbornia il giorno dopo, lasciandoci con la testa pesante e annebbiata.

DMT

Il DMT è un allucinogeno che viene fumato o ingerito insieme ai MAOI (inibitori delle monoamino ossidasi) per fare la ayahuasca. Questa sostanza ha recentemente guadagnato popolarità, e la combinazione di DMT e THC sembra ridurre gli effetti psichedelici. Gli utilizzatori di DMT segnalano viaggi meno intensi quando hanno anche fumato la cannabis.

Sinergie della cannabis di cocaina

KETAMINA

Alcuni effetti della ketamina sono più pronunciati quando questa viene combinata con la cannabis. Ad esempio le visioni a occhi chiusi, la confusione mentale, le vertigini e la sonnolenza. Ma questa combinazione porta anche una maggiore difficoltà nella concentrazione.

LSD

La dietilammide-25 dell'acido lisergico, o LSD, è una sostanza fortemente psichedelica. Quando viene utilizzata in combinazione con la cannabis, il THC renderà l'esperienza meno intensa in un primo momento, ma in seguito aumenterà l’altezza del viaggio. La cannabis può anche aiutare a rilassarsi quando gli effetti dell’acido lisergico cominciano a passare.

FUNGHI

Cannabis e funghi hanno un effetto sinergico quando si combinano insieme. Il THC può aumentare la stranezza delle immagini nel tuo viaggio, e può anche aiutare a rilassarti quando gli effetti dei funghi stanno cominciando ad allontanarsi.

SALVIA DIVINORUM

Mentre la cannabis ha un effetto calmante e sedativo, la salvia ha un effetto molto psichedelico. Quando combinati insieme, le due piante sembrano avere un effetto di potenziamento dell’una con l’altra. Gli utilizzatori hanno segnalato viaggi più intensi, ma anche postumi negativi più lunghi e più intensi, con svenimenti, trip negativi o sensazioni spaventose. Per questo motivo la combinazione di salvia e cannabis dovrebbe essere usata con cautela, o sotto la supervisione di una persona esperta.

LIVELLI DI ZUCCHERO NEL SANGUE

L’esatta interazione tra THC e i livelli di zucchero nel sangue non è ancora completamente compresa. Si potrebbe scoprire che la cannabis contribuisce a ridurre i livelli di glucosio, in quanto alcuni studi suggeriscono che gli utenti di cannabis hanno meno probabilità di avere il diabete o di diventare obesi. I pazienti trattati con metformina non dovrebbero combinarla con la cannabis poiché si è scoperto che il THC diminuisce l'efficacia di questo farmaco.

PRESSIONE DEL SANGUE

Quando si assume la cannabis, i cannabinoidi attivano non solo i recettori CB1, ma anche i recettori CB2. Questa attivazione simultanea può innescare una riduzione del flusso di sangue alle arterie coronarie e un elevato consumo cardiaco di ossigeno. In sintesi, la combinazione di cannabis e di farmaci per la pressione sanguigna aumenta gli effetti della medicina.

FLUIDIFICAZIONE DEL SANGUE

Anche se la cannabis può causare fame chimica, in realtà rallenta il tuo metabolismo e questo può aumentare l'effetto di medicinali per la fluidificazione del sangue come warfarin o eparina.

Pillole mediche cannabis medico

OPPIOIDI

La combinazione di oppioidi e cannabis è additiva. Questo significa che non generano effetti collaterali supplementari, ma aumentano l'alleviamento del dolore. I livelli di oppioidi dovranno essere adeguati per compensare la cannabis aggiunta. L'abbassamento dei livelli di oppioidi nel trattamento dei pazienti potrebbe essere molto positivo, in quanto è sempre più comune il loro sovradosaggio.

SEDATIVI

La cannabis può avere effetti abbastanza diversificati in combinazione con i sedativi. Sebbene non sia così pericoloso come il mix di sedativi e alcool, gli effetti sono comunque molto incerti. È una combinazione additiva, il che significa che non si generano nuovi effetti collaterali, ma gli effetti dei sedativi e della cannabis si sommano fra loro. È stato inoltre riportato un aumento della sonnolenza e della sedazione. Questa è una combinazione da effettuare con estrema cautela, e persino da evitare completamente.

Come abbiamo visto, ci sono molti modi in cui la cannabis riesce a interagire con altri farmaci. Queste interazioni possono essere abbastanza complesse, e quanto abbiamo detto riesce solo a graffiare la superficie. Noi non condividiamo l'uso di droghe pesanti, e neppure la combinazione di cannabis con altre sostanze. L'istruzione è fondamentale, quindi continua a fare la tua ricerca.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out