Genetiche di Marijuana RQS - Afghan

Afghan

La genetica di cannabis Afghan è la solida e verde base delle più importanti vincitrici di Cannabis Cup del passato, del presente e del futuro. A quanto pare, le robuste varietà autoctone di indica pura provenienti dall'Afghanistan furono le prime piante di cannabis ad essere consumate dall'uomo. Chi l'abbia scoperte e in quale epoca rimane un mistero, ancora oggi oggetto di controversi dibattiti.

Secondo alcuni reperti archeologici di recente scoperta, i protoindoeuropei furono probabilmente i primi ad usare la cannabis per scopi terapeutici e rituali già 30.000 anni fa. Questa controversa teoria precede l'antico imperatore cinese Shen Nung, il che sposterebbe le origini della cannabis da est ad ovest. Inoltre, in Romania vennero rinvenuti alcuni semi di cannabis carbonizzati che risalirebbero ai tempi dei Kurgani, circa 5.000 anni fa.

Pensate che sia un po' esagerato? La possibilità che le varietà sativa siano state introdotte da parti sconosciute del nostro pianeta e, dopo millenni di adattamento climatico ed ambientale, siano evolute in varietà indica è un'altra ipotesi plausibile. Le possibilità sono infinite. Ci sono ancora molte "incognite" su quest'argomento.

Comunque sia andata, per almeno un paio di migliaia di anni la Kush trovò casa nelle regioni di confine sulle montagne dell'Hindu Kush, tra Afghanistan e Pakistan. Questi piccoli cespugli dalla fioritura accelerata e di colore verde scuro, con foglie grandi e tozze e cime stracolme di resina, sono ancora la materia prima usata per produrre uno degli hashish più diffusi al mondo, secondo solo a quello marocchino.

Ovviamente, la Royal Queen Seeds ha usato una genetica Afghan per sviluppare alcuni dei suoi più potenti e produttivi ibridi. Una seedbank di cannabis non potrebbe sopravvivere senza almeno una varietà Afghani. Gli esperti breeder della RQS sono riusciti ad andare ben oltre. Diamo un'occhiata da vicino ad alcune straordinarie varietà, cariche della potenza esplosiva della genetica Afghan.

ICE

ICE

Prima di tutto, quando si parla di varietà ICE (che sta per Indica Crystal Extreme) l'ingrediente essenziale è sempre una Afghan. Infatti, questo ibrido ricoperto di cristalli è una tripla minaccia cannabica composta da una miscela di Afghan, Northern Lights e Skunk. Com'è logico aspettarsi, questa pianta produce cime potentissime capaci di trasformare il vostro corpo in gelatina, mentre la vostra mente contemplerà l'improvvisa fame chimica.

Dopo 8-9 settimane di fioritura, l'ICE sarà completamente ricoperta di tricomi e pronta per essere raccolta. Ai coltivatori indoor consigliamo di adottare la tecnica SOG e di eliminare le foglie più grandi che potrebbero ombreggiare le parti basse, massimizzando così le rese finali. Le piante raramente superano il metro d'altezza, mostrando la loro struttura compatta. È piuttosto avida di sostanze nutritive e le tollera anche in dosi elevate. Se riceve le giuste attenzioni, potrete ottenere fino a 450g/m² di cime ricoperte di cristalli. Semplicemente irresistibile per tutti gli amanti di concentrati di cannabis.

SPECIAL KUSH 1

Special Kush 1

La Special Kush 1 rende omaggio alla selvaggia montagna Kush dei tempi passati. Risalendo alle origini delle varietà Kush, i breeder della RQS sono riusciti a combinare e perfezionare un'Afghan del passato, creando una versione modernizzata di un grande classico. Con una confezione di questi semi potrete ottenere potenti 'high' ad un prezzo accessibile a tutti. Ma non fraintendeteci, non si tratta di una banale varietà in offerta. Si tratta di una pregiata Kush che vi inchioderà per ore su un divano.

Esteticamente, la Special Kush 1 è l'immagine delle più potenti indica vecchio stampo. Quando viene coltivata indoor è cespugliosa e produttiva e non supera il metro d'altezza. Completa la sua fioritura in appena 7-8 settimane. All'aperto e in climi mediterranei caldi può mostrare il suo massimo potenziale, superando 3m e producendo fino a 500g per pianta. Sprigiona pungenti sapori di hashish e terra e provoca profondi effetti corporei, qualità che non potrete ignorare.

ROYAL AK

Royal AK

La Royal AK è la versione RQS della leggendaria AK-47, un ibrido molto apprezzato per la qualità del suo 'high' e per la sua predominanza sativa particolarmente minacciosa. Sebbene le sue cime ricoperte di peletti arancioni possano far pensare maggiormente ad un 'high' puramente cerebrale, ha la capacità di provocare anche effetti corporei da indica. La genetica Afghan non può fare a meno di dominare il suo aspetto.

Facile da coltivare sia indoor che outdoor, dove predilige i climi più caldi, quest'erba dalla rapida fioritura non vi farà attendere troppo. In 8-9 settimane di fioritura le grosse ed imponenti cime della Royal AK saranno pronte per essere raccolte. I coltivatori indoor possono ottenere fino a 500g/m² di marijuana di prima categoria. E se ciò non fosse abbastanza, le sue cime sono estremamente facili da ripulire grazie al suo incredibile rapporto tra fiore e foglia.

NORTHERN LIGHT

Northern Light

La Northern Light è considerata dagli stoner di tutto il mondo una potente e pregiate indica. Il suo patrimonio genetico è ancora avvolto nel mistero, ma una cosa è certa: una genetica Afghan è stata incrociata con una Thai dando vita ad una varietà dagli effetti da "blocco-divano" per i veri intenditori di indica. Dopo poche boccate di questa marijuana dagli effetti profondamente corporei noterete le palpebre sempre più pesanti. La Northern Light è una varietà perfetta per l'uso serale.

Grazie al suo pedigree Afghan, diventa piuttosto cespugliosa e tozza, senza superare il metro d'altezza, dimensioni perfette per le coltivazioni indoor, da quelle in terriccio organico a quelle con i più avanzati impianti idroponici. Anche i coltivatori indoor meno esperti possono ottenere facilmente impressionanti rese da 500g/m². All'aperto, quando cresce nei climi secchi delle regioni più meridionali, può toccare anche i 2m d'altezza ed offrire fino a 500g per pianta.

CRITICAL

Critical

Se volete coltivare esclusivamente piante dalle cime enormi e pesanti, allora dovreste provare la Critical. Questo mostro verde è amato dai coltivatori commerciali di tutta Europa per una buona ragione. Oltre alle sue incredibili rese produttive che possono superare i 600g/m² in coltivazioni indoor, comparabili alla produzione di ogni pianta coltivata outdoor, è una pianta anche potente. Le concentrazioni di THC si aggirano intorno al 20%. Tutto ciò in appena 7 settimane di fioritura. La Critical è una potente e produttiva pianta, composta da genetiche Afghan e Skunk.

Le note speziate di pepe e pino inebrieranno l'aria intorno a voi, anticipando a chi vi sta intorno la presenza della Critical. Dovrete fare molta attenzione ai suoi odori. I sapori sono piacevoli, leggermente aciduli e non riuscirete più a farne a meno. Evitate i tassi d'umidità troppo elevati nelle ultime settimane di fioritura, che potrebbero creare le condizioni ideali per lo sviluppo della muffa sulle infiorescenze più compatte.

SPECIAL QUEEN 1

Special Queen 1

Se volete ottenere abbondanti raccolti da un ibrido di marijuana, allora è necessaria una genetica Afghan per aumentare la sua produttività. La Special Queen 1 è una speciale miscela di Afghan, Colombian, Skunk e Mexican. È una varietà molto potente capace di occupare grandi superfici. La Special Queen 1 provoca effetti corporei molto profondi e prolungati e a dosi più elevate può colpire con estrema violenza.

In coltivazioni indoor può produrre fino a 650g/m² e raggiungere 1,5m d'altezza, sviluppando cime molto appiccicose. Tuttavia, all'aperto e sotto un caldo sole, la Special Queen 1 può diventare enorme, toccando anche i 4m d'altezza e producendo oltre 500g per pianta. Una pianta produttiva e facile da coltivare, pronta in 8 settimane di fioritura, o anche meno.

ROYAL CHEESE (Fast-flowering)

Royal Cheese Fast Flowering

La Cheese è una varietà di cannabis britannica che si diffuse a macchia d'olio in tutto il mondo, riportando la famiglia Skunk in una più moderna e pregiata marijuana. La Royal Cheese è la rinascita di una leggenda creata dalla RQS. Grazie alle sue origini Afghan, questa potente indica discendente della Skunk #1 possiede un particolare pedigree. Provoca un 'high' cerebrale e corporeo molto bilanciato, con i caratteristici aromi e sapori Cheese.

La Royal Cheese è adatta sia per principianti che per i grandi maestri della coltivazione, grazie alla facilità con cui si coltiva nei substrati più diversi. Queste piante con genetica Skunk sono piuttosto uniformi e non richiedono particolari attenzioni. La fioritura è molto accelerata, di appena 6-8 settimane. Arricchite le vostre coltivazioni di cannabis con una confezione di questi potenti razzi.