Quando le persone si affacciano al mondo della cannabis, scoprono rapidamente l'immensa quantità di varietà che esiste. I coltivatori hanno l'imbarazzo della scelta fra un enorme archivio di genetiche, in cui ciascuna cultivar offre gusti, effetti e caratteristiche di crescita differenti. A chi fuma viene offerta la scelta fra scaffali ricolmi di varietà di tutti i tipi, ciascuna delle quali regala esperienze leggermente distinte.

In quest'oceano di scelta, certe varietà spiccano sul resto. Una volta che si è cominciato a fumare o coltivare cannabis, non passa molto tempo prima di sentire i nomi “Skunk”, “Kush” e “Haze”. Queste varietà si sono conquistate uno status leggendario e siedono fieramente nel pantheon delle genetiche di cannabis classiche.

Questo terzetto ha raggiunto un tale status perché sono ceppi che offrono qualcosa di formidabile ed invitante. Sono potenti, carichi di aroma ed offrono a chi li coltiva dei rendimenti eccellenti, un anno dopo l'altro.

In anni recenti hanno guadagnato una notorietà ancora maggiore, con i breeder che continuano ad utilizzare le loro genetiche come elementi per la creazione di centinaia di nuove varietà ibride.

Continuate a leggere per sapere tutto sulle genetiche Skunk, Kush e Haze. Scoprirete ciò che le rende uniche, la storia di ciascuna di loro ed alcuni esempi delle migliori varietà che contengono le loro genetiche.


Cos'è la cannabis Skunk?

Avrete probabilmente letto il termine “skunk” spiattellato su tutti gli organi di informazione, in riferimento alle forme di cannabis ultra-forte che infestano le strade e corrompono la gioventù.

È evidente che qualche giornalista ad un certo punto deve aver fatto confusione fra il ceppo Skunk e il fatto che molte varietà moderne possiedono livelli di THC che superano di molto quelli di appena un decennio fa. La Skunk, infatti, è uno dei ceppi ibridi più vecchi presenti sul mercato odierno!

In realtà, con “Skunk” si designa una specifica varietà ibrida che deriva da genetiche di ecotipi provenienti da diverse località del pianeta. Nota ufficialmente come Skunk #1, questa varietà è stata impiegata dai breeder per dare vita a centinaia di nuovi ceppi infusi con genetiche Skunk.

Questa varietà fortemente profumata deve il suo nome ad un animale. Alcuni consumatori di cannabis descrivono l'olezzo dei terpeni della Skunk come simile a quello del liquido spruzzato dal posteriore di un certo mammifero dal pelame bianco e nero (“skunk”, ovvero “puzzola”). Il nome dà anche un'idea chiara di quanto sia forte e penetrante l'aroma della Skunk.

Pare abbastanza logico che i media, e i consumatori di cannabis, utilizzino il termine “skunk” anche per riferirsi in generale alla cannabis forte e molto odorosa.

  • Caratteristiche della cannabis Skunk

Cos'è allora che rende tanto speciale la Skunk? Com'è che si è elevata a così grandi altezze nel mondo della cannabis? E cos'è che spinge tanti breeder a scegliere questo ceppo per creare nuove cultivar?

Ebbene, la Skunk è dotata di un corredo di sostanze fitochimiche corposo e armonioso, genetiche solide e affidabili, e sapori prelibati. Questo ceppo a leggera dominanza indica presenta una tipica morfologia indica. Cresce in forma compatta e cespugliosa, e possiede foglie a ventaglio con le “dita” grosse ed una canopia densa.

In media, questa varietà ha un contenuto di THC del 17%, ma questo può variare in base ad alimentazione ed illuminazione. Fumandola, la Skunk #1 solleva l'umore, rilassa il corpo ed induce uno stato mentale tranquillo e rilassato.

Analisi più recenti indicano anche che i fiori di Skunk #1 contengono circa l'1% di CBG, un cannabinoide non psicoattivo che esercita un effetto lenitivo.

I fiori di questa varietà offrono un gusto piacevole e leggermente acido. Contengono livelli elevati del terpene mircene, che rafforza gli effetti rilassanti di questa cultivar.

Questa varietà costituisce una buona fumata per il tardo pomeriggio e la sera, dopo che avete completato tutte le faccende della giornata. Nonostante susciti una certa sonnolenza, la Skunk #1 è comunque capace di stimolare pensieri creativi, e va benissimo per scrivere o disegnare.

Skunk #1 racchiude genetiche affidabili e robuste. Questo ceppo è in grado di sopportare diverse condizioni di crescita, ma dà i migliori risultati in un ambiente caldo e soleggiato. Se scegliete di coltivare questa varietà, potete aspettarvi di raccogliere i fiori dopo un periodo di fioritura di 8–9 settimane.

Caratteristiche della cannabis Skunk

Storia della cannabis Skunk

La Skunk ha avuto un grossissimo impatto sulla cultura della cannabis. Ma da dove proviene esattamente questa varietà leggendaria?

La Skunk ha un passato davvero notevole. Apparve negli Stati Uniti per la prima volta negli anni ’70. A quell'epoca, gran parte della cannabis che circolava negli USA veniva importata da altri Paesi. Molti di quei fiori venivano introdotti attraverso il confine meridionale, fra cui immense quantità della varietà messicana Acapulco Gold e della colombiana Colombian Gold.

Sebbene le vere origini della Skunk #1 rimangano abbastanza oscure, la storia narra che un breeder di nome “Sam the Skunkman” abbia creato la prima generazione di questo ceppo incrociando Colombian Gold, Acapulco Gold e Afghani #1.

Sam partì poi alla volta di Amsterdam, il punto nevralgico per la cannabis europea, nel 1983. Laggiù si mise a fare squadra con degli innovativi breeder locali. Insieme, perfezionarono la Skunk #1 e ne fecero la varietà che conosciamo oggi.

Le migliori varietà di cannabis Skunk

Fin dalla sua creazione, la Skunk ha dato origine a centinaia di varietà uniche. Sweet Skunk Automatic rappresenta la fusione di genetiche skunk e autofiorenti. Questa varietà a crescita rapida ha preservato il gusto e la potenza originali, ma dà raccolti molto più celeri. Skunk XL mostra una manifestazione delle genetiche Skunk completamente differente. Questa varietà di grandi dimensioni raggiunge outdoor i 2m d'altezza, e regala una grossa resa che manterrà colmi per diversi mesi i barattoli delle vostre riserve.

Lemon Shining Silver Haze si trova in posizione piuttosto periferica sull'albero genealogico Skunk. Questa variante moderna possiede lo stesso gusto aspro della Skunk, ma contiene livelli di THC molto più alti dell'originale. Speedy Chile combina la potenza della Skunk con la rapidità ed efficacia di Chile Indica, per un raccolto rapido che dà grandi soddisfazioni.

Le migliori varietà di cannabis Skunk

Cos'è la cannabis Kush?

Se basta un giorno per sentire la parola “Skunk” dopo aver fumato erba per la prima volta, occorrono solo altre 24 ore prima di incontrare la parola “Kush”. I membri del lignaggio Kush sono alcune delle varietà più popolari del mondo, e hanno primeggiato in innumerevoli concorsi cannabici.

Questi ceppi si trovano sul versante “stono indica” dello spettro degli effetti, e in Occidente hanno coccolato per decenni i fumatori con i loro effetti rilassanti ed euforici. L'umanità ha apprezzato, forse per millenni, l'ecotipo antenato della Kush nelle sue terre natali dell'Himalaya.

  • Caratteristiche della cannabis Kush

Le varietà di cannabis Kush possiedono tratti peculiari, che rendono evidente la loro appartenenza alla stessa famiglia. Una forte presenza di genetiche Kush in una cultivar si manifesta solitamente in un aspetto, profumo, aroma ed effetti facilmente riconoscibili.

La natura indica della Kush fa sì che queste piante mostrino una morfologia simile alle loro cugine Skunk, crescendo più cespugliose e basse rispetto alle più alte e slanciate piante sativa. Le foglie sono ampie, gli steli grossi e le canopie si sviluppano lateralmente.

I fiori Kush sono spesso densi, compatti e belli pieni. Presentano pistilli di colore variabile, da un arancione acceso al bronzo arrugginito.

Questi fiori emanano anche una fragranza caratteristica. Gli abbondanti tricomi su queste infiorescenze lavorano sodo durante la fase di fioritura, e pompano fuori terpeni che si alleano per generare profumi di uva, fiori, diesel, terra ed agrumi. Gli stessi terpeni creano anche sapori deliziosi quando il fumo accarezza le papille.

La Kush ha un sapore meraviglioso, d'accordo, ma per quanto riguarda gli effetti? I ceppi Kush inducono uno sballo fisico che scioglie i muscoli. Con livelli di THC attorno al 18%, questi fiori offrono uno sballo piacevole e godibile, senza stravolgere chi li consuma.

Alti livelli di mircene agiscono in sinergia col cannabinoide psicoattivo per aggiungere un ulteriore tocco di sonnolenza. Questo cocktail fitochimico va giù bene quando si fuma, ma regala anche un viaggio pazzesco se consumato sotto forma edibile. Questo tipo di preparati ha un gusto fantastico e suscita uno sballo intenso che dura per ore.

Caratteristiche della cannabis Kush

Storia della cannabis Kush

Come le altre leggendarie varietà di cannabis, anche la Kush vanta una storia ricca ed interessante. Per la Kush, tutto comincia nella regione himalayana dell'Hindu Kush. I confini di questa regione abbracciano diversi Paesi, fra cui Afghanistan, India e Cina: tutte nazioni in cui l'uso dell'erba ha una storia antica.

L'ecotipo Kush si è sviluppato in maniera naturale in questa regione. Generazioni di incroci fra consanguinei, per mano della natura, hanno portato alla creazione di genetiche robuste ed affidabili, che sono oggi preziose per i breeder di cannabis di tutto il mondo.

Fu la leggendaria “Rotta Hippie” che diede come risultato l'introduzione delle genetiche Kush in Occidente. Molti esponenti della subcultura hippie compirono questa traversata per via terrestre fra la metà degli anni ’50 e la fine dei ’70.

Partendo dall'Europa e terminando in India, Nepal e Thailandia, questi appassionati di pace e amore andavano in cerca di nuove esperienze culturali, di elementi mistici delle religioni e di buona erba! Molti di loro riportarono a casa dei semi di cannabis, compresi quelli del ceppo Hindu Kush.

Quando questi semi atterrarono negli USA, i breeder restarono incantati dalla stabilità di queste robuste genetiche. In quanto indica, questo ceppo vantava anche un periodo di fioritura molto più breve rispetto alle popolari varietà sativa di quell'epoca.

Le migliori varietà di cannabis Kush

Per questi suoi tratti così desiderabili, i breeder hanno scelto di utilizzare questo ceppo per creare innumerevoli nuove varianti. OG Kush rimane una delle varietà Kush più popolari di tutti i tempi. Discende da una miscela di genetiche Kush, ed è diventata celebre per i suoi deliziosi gusti fruttati e il contundente stono indica. Royal Kush Automatic combina i migliori tratti Kush con la rapidità delle genetiche ruderalis. È ideale per coltivatori principianti ed offre i benefici di una maggiore discrezione.

Special Kush 1 discende direttamente da delle pure Kush ed Afghan. Offre livelli moderati di THC, rendimenti notevoli, e uno sballo stonato, perfetto per andare a dormire. Se invece avete voglia di qualcosa di più potente, dovete provare la Critical Kush. Questa discendente di OG Kush e Critical Mass è carica di livelli di THC del 20%, e dà uno sballo fisico che dura a lungo.

Le migliori varietà di cannabis Kush

Cos'è la cannabis Haze?

La Haze completa questo trio di leggendarie varietà cannabiche. Come per le altre due varietà che abbiamo descritto, anche in questo caso sono dei breeder statunitensi ad aver dato vita a quest'altrettanto amata famiglia di ganja.

La Haze, rispetto alle altre due varietà, offre qualcosa di leggermente differente. Invece che il loro effetto stonante, la Haze dà un'energizzante botta sativa. Anziché “pietrificare” il corpo e rendere sonnolento chi la consuma, la Haze accende la mente, riempie il corpo di energia e rende lo star seduti sul divano quasi fastidioso.

Che vi troviate in un dispensario in California o in un coffeeshop olandese, vedrete sugli scaffali un'ampia serie di genetiche Haze. Queste cultivar hanno guadagnato grande popolarità negli ultimi decenni, proprio per il loro sballo allegro e motivante.

  • Caratteristiche della cannabis Haze

Essendo un'ibrida a dominanza sativa, la Haze raggiunge altezze molto maggiori delle sue corrispondenti indica. Chi coltiva indoor può mantenere le piante ad altezza moderata tramite l'impiego di tecniche di training, ma se vengono lasciate a loro stesse ed hanno spazio sufficiente, possono facilmente svettare fino a 3m.

Le piante Haze producono anche cime più alte e sottili. Queste strutture a colonna sono cariche di tricomi, ed occupano canopie ampie ed estese.

Le loro cime slanciate sono piene di terpeni dolci e citrici, che conferiscono allo sballo il suo carattere cognitivo ed energizzante. Con livelli di THC attorno al 16%, generano un effetto lucido, allegro e spesso euforico.

Caratteristiche della cannabis Haze

Storia della cannabis Haze

Furono due breeder di talento a creare la Haze in terra californiana. Nei primi anni ’70, i fratelli R. Haze e J. Haze crearono quest'ibrida incrociando ecotipi messicani e colombiani.

Dopo aver scomposto e ricomposto le loro discendenti nell'arco di diverse generazioni, riuscirono finalmente a ottenere qualcosa che decisero di chiamare Original Haze. Carico di terpeni dolci, questo ceppo dava lo sballo cerebrale e mentalmente attivo che stavano cercando.

È interessante notare che in quel periodo i fratelli Haze erano in contatto con Sam The Skunkman. Il creatore della Skunk #1 riuscì a mettere le mani su dei campioni di Original Haze.

Sam portò alcuni di quei semi ad Amsterdam negli anni ’80, e ne fece dono al celebre breeder australiano Neville Schoenmakers. Quest'ultimo utilizzò poi quelle genetiche per creare la Neville's Haze, varietà famosa per il suo sballo vibrante e le sue vittorie alla Cannabis Cup.

Le migliori varietà di cannabis Haze

Se gran parte delle varietà Haze danno un inebriante sballo mentale, è pure vero che ciascuna offre qualcosa di leggermente differente dalle altre. Royal Haze Auto contiene un moderato livello di THC al 15%, e vi farà sentire pronti per conquistare il mondo. E in più, potrete raccogliere i fiori dopo appena 8–9 settimane dalla germinazione. E se la Haze non fosse già abbastanza buona così,Haze Berry aggiunge un tocco dolce totalmente nuovo, insieme a livelli di THC attorno al 20%.

Anche Chocolate Haze introduce aromi nuovi in queste varietà classiche. Questo ceppo sativa delizia le papille con note di cioccolato, e dà una scossa alla mente con un intenso sballo cerebrale. Infine, la leggendaria Amnesia Haze è una delle più famose e potenti varietà di cannabis di tutti i tempi.

Le migliori varietà di cannabis Haze

 

Skunk vs Kush vs Haze: Qual è la migliore?

Dipende! Ogni consumatore di cannabis ha le sue preferenze personali. Per qualcuno non c'è niente di meglio che raggomitolarsi sul divano con una buona indica, e perdersi nella sua serie preferita. Altri sono tutto l'opposto, e preferiscono percorrere sentieri di montagna o fare surf con la carica di una potente sativa.

Skunk e Kush si assomigliano, nel senso che entrambe offrono un intenso sballo fisico che rilassa il corpo, rischiara la mente e stimola l'appetito. Se preferite fumare di sera, dopo aver terminato il lavoro della giornata, adorerete queste varietà.

Anche il loro modo di crescere è simile. La loro statura più ridotta le rende indicatissime per chi coltiva indoor e specialmente chi vuole mantenere una certa discrezione.

La Haze presenta differenze piuttosto marcate, tanto nelle dimensioni quanto negli effetti. Queste piante si esprimono al meglio quando si lascia loro uno spazio abbondante all'aperto. Piantatele in un'aiuola, e le vedrete raggiungere grandi altezze e produrre enormi rendimenti.

E preferirete le Haze se vi piace di più fumare durante il giorno, restando però pienamente attivi e funzionali.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.