Le notti dei falò e la stagione che li circonda è un periodo lieto per tutta la famiglia. Guardare i barlumi nel cielo con tutti i colori dell'arcobaleno, sentire i colorati fragori esplosivi e annusare la fresca aria autunnale sono nostalgici ricordi per molti nel Regno Unito. Anche le celebrazioni del 4 Luglio e Capodanno sono fortemente incentrati sull'uso di fuochi d'artificio, che affascinano e invitano la gente a festeggiare. Detto questo, ci sono membri di molte famiglie che temono questi periodi dell'anno. Li riempiono di paura e confusione, spingendoli a correre in modo scomposto o a nascondersi e indietreggiare. Il membro della famiglia a cui si fa riferimento qui è, naturalmente, il vostro cane.

Gli ospedali veterinari riportano un un aumento delle visite fino al 25% durante i festeggiamenti del 4 Luglio. Parte di questo è dovuto all'immensa quantità di stress causato al sistema nervoso e agli organi di senso estremamente sensibili del cane che vengono esposti alle forti raffiche di fuochi d'artificio.

Oltre alle soluzioni ovvie come tenere le finestre e le porte chiuse e confortare il vostro cane, potete prendere in considerazione altre misure per assicurarvi che resti tranquillo e a suo agio il più possibile durante questo periodo.

Il CBD sembra molto promettente in questo settore in quanto medicina naturale innocua in grado di reprimere l'ansia in umani e cani in egual modo. Può essere uno shock per molti, ma i cani sono altrettanto capaci di assumere la cannabis in forma di medicina, proprio come me e voi. Come mai?

cannabinoidi sistema endocannabinoide Animali Cani ansia fuochi d'artificioBeh, il motivo per cui cannabinoidi come THC e CBD hanno tali effetti profondi negli esseri umani è dovuto a diversi recettori delle cellule all'interno del nostro corpo che compongono quello che è noto come il sistema degli endocannabinoidi, dislocato in tutto il corpo in settori come sistema nervoso, cervello, organi e tessuto connettivo. Quando i cannabinoidi reagiscono con questi recettori, si innescano molti benefici biologici. Ma gli esseri umani non sono l'unica specie ad ospitare un sistema così imponente e importante. In realtà tutte le specie animali vertebrate condividono il sistema endocannabinoide come parte fondamentale della vita e dell'adattamento. Sì, questo significa che anche il vostro cane lo possiede.

Quindi è necessario drogare il vostro cane durante la stagione dei fuochi d'artificio per evitare di farlo uscire di testa a causa dell'ansia? Assolutamente no. Il THC è il cannabinoide primario nella marijuana più coltivata perché è la molecola responsabile dell'effetto psicoattivo della cannabis che ha un uso ricreativo e medicinale negli esseri umani. Il sempre più famoso cannabinoide CBD non è psicoattivo, ma non per questo ha meno proprietà medicinali. Per questo motivo si consiglia di utilizzare quest'ultimo come cannabinoide preferenziale per i cani. Uno dei motivi è che è molto difficile indovinare di quale dose ha bisogno il vostro animale domestico, e un altro potrebbe riguardare questioni etiche sull'alterare lo stato di coscienza di animali domestici che non hanno voce in capitolo.

La gente comincia a rendersi conto che la marijuana ha un posto nella farmacopea della medicina veterinaria. Molti stanno scegliendo estratti di CBD per il trattamento di animali in difficoltà, in particolare per quanto riguarda il sollievo dalla stretta del dolore. Questa molecola meravigliosa può trattare anche l'ansia del vostro animale domestico, il che la rende l'elemento chiave per avere un momento di calma durante una intensa sessione di fuochi artificiali di quartiere.

Il CBD si è dimostrato miracoloso per gli esseri umani che soffrono di ansia. La buona notizia è che sembra avere lo stesso effetto sui cani.

Julianna Carella, fondatrice di Treatibles, ha dichiarato che la medicina contenente CBD induce generalmente una sensazione di calma nei cani, ed ha aggiunto che il farmaco è al 100% sicuro e non tossico.

La società di Carella è specializzata nella formulazione di super cibo per animali. Gli ingredienti energizzanti includono olio di cocco biologico, curcuma e, naturalmente, CBD. Carella ha anche detto che molte visite veterinarie canine legate alla cannabis sono il risultato del consumo di THC da parte degli animali domestici. Questo è un motivo in più per scegliere il CBD non psicoattivo per la cura delle amate creature a quattro zampe.

Anche se i veterinari ancora non raccomandano la marijuana come cura per gli animali domestici, l'innovazione e l'applicazione sono comunque in corso. È vero che vi è una significativa mancanza di studi scientifici che hanno testato il CBD sui cani. Tuttavia, il fatto che questi studi non siano mai stati condotti non toglie il potenziale che la sostanza potrebbe celare. Lo stesso si può dire per molte condizioni umane che ovviamente beneficiano della cannabis come medicina.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out