Gli esseri umani hanno alle spalle una lunga storia con le piante di cannabis. Nel corso degli anni, abbiamo utilizzato questa specie vegetale come fonte di cibo, fibre, medicinali e divertimento ricreativo. Nell'era moderna, il numero di persone che consuma cannabis è aumentato più che mai. Grazie alle leggi più permissive in diverse parti del mondo, oggi molte famiglie hanno in cucina un barattolo di cannabis accanto alle spezie, mentre le persone che si autoproducono in casa la propria marijuana o all'aperto nei propri giardini sono sempre di più.

Ovviamente, la popolarità della cannabis è cresciuta a tal punto che molte persone si sono poste questa domanda: cosa possiamo dire della marijuana e dei cani o dei gatti? Ormai, tutti sappiamo che la cannabis vanta un profilo di sicurezza impressionante, soprattutto se paragonato con altre sostanze. Ma questo significa che possiamo somministrarla liberamente ai nostri amici a quattro zampe?

Che stiate cercando di alleviare l’ansia del vostro cane spaventato dai fuochi d’artificio o di alleviare i sintomi di un problema di salute del vostro gatto, ecco cosa dovete sapere sull’uso della marijuana per cani e gatti.

Cannabis per Cani, Gatti ed Altri Animali Domestici

Tutti abbiamo sentito storie di animali domestici che si sono accidentalmente sballati, come cani che hanno divorato le scorte di edibili dei loro padroni o gatti che hanno iniziato a starnutire in modo sospetto durante una sessione di canne particolarmente intensa. Sebbene l’uso della marijuana a fini ricreativi sia ancora vietata per gli animali domestici, i nostri amici a quattro zampe potrebbero beneficiare delle proprietà terapeutiche di questa pianta?

Esattamente come noi, i nostri cani e gatti si ammalano. Alcuni di loro sviluppano malattie acute gravi, mentre altri sperimentano i tipici segni dell’invecchiamento, dai dolori all’artrite. Prima di valutare se somministrare cannabis al vostro cane e gatto per alleviare qualche disturbo, dovete sapere con precisione come agisce sugli animali.

Il Sistema Endocannabinoide negli Animali

L’azione della cannabis su un animale domestico e sul suo proprietario è quasi identica. I cannabinoidi interagiscono con i recettori di molte creature viventi in un modo estremamente specifico, tramite il sistema endocannabinoide (SEC). Il SEC svolge un ruolo di regolazione interna per i mammiferi e per altri animali. La sua attività serve per bilanciare i nostri sistemi interni e per mantenerci in uno stato di omeostasi.

Il SEC è composto da due siti recettoriali principali, CB1 e CB2, da alcuni enzimi e dagli endocannabinoidi prodotti dal nostro organismo. I cannabinoidi esterni, come il THC, imitano i nostri cannabinoidi interni a livello di struttura molecolare, il che consente loro di legarsi a questi siti e di creare cambiamenti nel corpo.

Quasi tutti gli animali possiedono un SEC[1], dai cavalli e pappagalli ai serpenti e nematodi. Anche i cani e i gatti hanno un SEC, così come il vostro pesce rosso. Somministrando cannabis ai nostri amati animali, causiamo un cambiamento temporaneo nella loro biologia. Sebbene ciò possa rivelarsi utile quando si tratta di combattere alcuni disturbi, in alcuni casi può rappresentare una seria minaccia per la loro salute.

Medical Cannabis for Dogs and Cats

La Tossicità della Cannabis per Cani, Gatti ed Altri Animali Domestici

In quanto esseri umani, possiamo ritenerci fortunati. Abbiamo il lusso di poter usare la cannabis in modo per lo più sicuro. Quando esageriamo, ci sentiamo semplicemente assonnati, affamati e andiamo a dormire. Purtroppo, la storia è un po’ diversa per i cani e i gatti.

Sebbene la ricerca sugli effetti del THC su cani e gatti sia ancora scarsa, le prove suggeriscono che la tossicità della cannabis emerge più rapidamente e dopo dosi più piccole rispetto a quelle assunte dagli esseri umani. Allo stesso modo in cui un cane possiede un numero maggiore di terminazioni nervose nel naso, la concentrazione di recettori CB1 nel suo cervello è considerevolmente più alta.

La maggior parte delle volte, il consumo di cannabis nei cani o nei gatti non è letale. In media, la quantità di THC contenuta in una canna è di circa 150mg, abbastanza da indurre potenziali effetti psicoattivi quando viene inalata passivamente. Assicuratevi però di mantenere fuori dalla portata di gatti o cani le vostre scorte di THC per uso terapeutico. Se dovessero mai trovarle ed assaggiarle, le conseguenze potrebbero essere molto più gravi.

È Sicuro Somministrare CBD a Cani, Gatti ed Altri Animali?

Le piante di cannabis contengono una vasta gamma di sostanze fitochimiche diverse e il THC rappresenta uno degli oltre 100 cannabinoidi. Molte di queste molecole devono essere ancora studiate e i loro effetti su cani e gatti non sono del tutto chiari. Tuttavia, nelle giuste circostanze, il CBD può rappresentare una valida opzione per i disturbi del vostro animale domestico.

Siccome il CBD è un cannabinoide non psicoattivo, molte persone lo usano ogni giorno per ridurre il nervosismo, lenire i muscoli e raggiungere uno stato mentale lucido e rilassato. Questa molecola sembra esercitare un effetto benefico sugli animali domestici. Tuttavia, anche in questo caso, la ricerca è ancora agli inizi e piuttosto scarsa.

  • Cannabis e Cani: Gli Effetti del CBD sui Cani

I benefici della marijuana per i cani sono sostenuti da prove aneddotiche e da alcune ricerche. Prendendo come esempio una ricerca preliminare, i risultati sembrano promettenti. Un articolo pubblicato sulla rivista “Frontiers in Veterinary Science” ha esaminato gli effetti del CBD nei cani con osteoartrosi[2], una degenerazione delle articolazioni legata all’età. I risultati hanno mostrato una significativa riduzione del dolore durante il trattamento. È interessante notare che i ricercatori non hanno osservato effetti collaterali.

Un altro studio condotto presso la Colorado State University ha analizzato l’effetto del CBD in cani epilettici[3]. I risultati iniziali hanno mostrato che ben l’89% dei cani sottoposti al trattamento con cannabidiolo nella sperimentazione clinica ha mostrato una riduzione delle convulsioni.

Cannabis e Cani: Gli Effetti del CBD sui Cani

  • Cannabis e Gatti: Gli Effetti del CBD nei Gatti

Gli studi clinici sugli effetti del CBD nei gatti sono quasi inesistenti. Al momento, possiamo fare affidamento solo su resoconti aneddotici e prove preliminari quando si tratta di somministrare CBD ai nostri compagni felini. Finora, questi rapporti suggeriscono che il CBD potrebbe aiutare a:

  • Ridurre l’aggressività
  • Stimolare l’appetito
  • Diminuire ansia e stress

Snack con CBD per Cani e Gatti

Data la crescente popolarità del CBD, sul mercato circolano sempre più linee di prodotti per animali domestici. Sebbene alcune persone preferiscano dare semplicemente dell’olio di CBD ai loro animali, esistono anche diversi tipi di leccornie. Questo consente ai proprietari di trovare un prodotto che i loro cani o gatti adoreranno. Ci sono biscotti, crocchette, snack e persino compresse e capsule in grado di apportare dosi precise di cannabidiolo.

Gli snack con CBD sono disponibili in una varietà di gusti, dalla classica pancetta e formaggio a quelli più insoliti, come patate dolci, zucca o burro di arachidi. Date un’occhiata ad un negozio online per animali o fate un salto nel vostro negozio di fiducia specializzato in alimenti per cani o gatti.

Per quanto riguarda il dosaggio, generalmente si consiglia di iniziare con 1mg di CBD per 9kg di peso corporeo per cani e gatti, per arrivare ad un massimo di 3mg per 9kg di peso. I prodotti attualmente in commercio contengono livelli di cannabidiolo sicuri per cani e gatti e sono disponibili in una varietà di concentrazioni, formulate a seconda del trattamento e del peso dell'animale.

Questo cannabinoide ha la capacità di lenire i malesseri di cani e gatti e può renderli un po’ più rilassati e tranquilli, oppure può aiutarli a gestire meglio i sintomi delle loro malattie.

Prodotti per Uso Topico

Diverse aziende hanno anche sviluppato prodotti topici per animali domestici. Questi oli, balsami e creme sono progettati per agire sul sistema endocannabinoide all’interno della pelle e per alleviare i sintomi legati ad irritazioni dell'epidermide. Contengono anche altri ingredienti lenitivi, come olio di eucalipto, burro di karitè, cera d’api o olio di vinaccioli, solo per citarne alcuni. Insieme al CBD, agiscono sulla pelle degli animali esercitando effetti lenitivi.

Cani e gatti possono sviluppare una serie di patologie dermatologiche, dalle eruzioni cutanee causate da allergie alimentari a reazioni innescate da pulci e forme di eczema. I prodotti topici al CBD aiutano a ridurre secchezza e pruriti e a lenire il naso e le zampe screpolate, prendendosi cura della pelle del vostro amico peloso e, di conseguenza, del suo benessere generale.

È Legale Somministrare Cannabis Terapeutica ad un Cane o un Gatto?

Il fatto che la marijuana terapeutica sia legale in alcuni Paesi non significa che possiate somministrarla legalmente al vostro amico peloso. Tuttavia, il CBD continua a guadagnare terreno come opzione praticabile per cani e gatti. Molti Paesi del mondo hanno legalizzato questo cannabinoide non psicoattivo negli ultimi anni. In queste aree, i proprietari di animali domestici possono legalmente dare prodotti al CBD ai loro cani e gatti. 

Qual È il Futuro della Marijuana Terapeutica per Cani, Gatti ed Altri Animali Domestici?

L’uso della marijuana terapeutica per cani e gatti necessita di ulteriori ricerche. Gli esseri umani possono utilizzare legalmente la marijuana terapeutica in molte parti del mondo e la cannabis ricreativa è legale in alcuni Paesi, come ad esempio in Canada o in alcuni Stati degli USA. Suscitando un crescente interesse, è normale che i proprietari di animali domestici e i veterinari inizino a domandarsi se l’erba possa o non possa trattare efficacemente anche cani e gatti. In futuro, questo si tradurrà sicuramente in una maggiore ricerca su cani e marijuana e nello sviluppo e nell’introduzione di nuovi prodotti. 

Dovreste Dare la Cannabis al Vostro Cane o Gatto?

Sì e no. Vi consigliamo di evitare di somministrare THC al vostro animale domestico, a causa del potenziale rischio di una reazione tossica. Tuttavia, il CBD potrebbe essere un’opzione praticabile per aiutare un cane o un gatto ad affrontare un particolare disturbo. Dopo aver parlato con il vostro veterinario di questa possibilità, date un’occhiata alla crescente gamma di prodotti al CBD per animali domestici per valutare il più efficace per il vostro amico a quattro zampe.

External Resources:
  1. The Endocannabinoid System of Animals https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  2. Pharmacokinetics, Safety, and Clinical Efficacy of Cannabidiol Treatment in Osteoarthritic Dogs https://www.frontiersin.org
  3. Preliminary data from CBD clinical trials ‘promising’ https://cvmbs.source.colostate.edu
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.