Fumare Cannabis può essere molto piacevole, mangiarla sotto forma di dolcetti cotti al forno con l'aggiunta di "ingredienti speciali" può essere ancora più eccitante, soprattutto quando si vuole ottenere un "high" ancora più travolgente. Adesso che ne dite di provare i frullati?!

Se siete stanchi di fumare, per un motivo o per un altro, o volete semplicemente provare qualcosa di nuovo, perché non provare i frullati di Cannabis. Qui di seguito vi proponiamo una ricetta con cui realizzare queste potenti e deliziose bevande. I frullati fatti in casa sono di per sé già ottimi, senza contenere THC e CBD, ma perché accontentarsi di un prodotto che potrebbe essere ancora più buono, almeno dal punto di vista di uno "stoner"?

Il procedimento è facile e veloce. In questo blog troverete una ricetta con tutte le indicazioni da seguire, oltre ad alcuni spunti con cui personalizzare le vostre creazioni ed ottenere risultati ancora più divertenti.

PREPARAZIONE: ACQUISTARE TUTTI GLI INGREDIENTI DI CUI AVETE BISOGNO E QUELLI CHE VI PIACEREBBE AGGIUNGERE

Iniziamo con gli ingredienti "obbligatori", ovvero quelli necessari come base per fare un frullato. Se siete abituati a fare i frullati in un altro modo, siete liberi di seguire la vostra ricetta. Ciò che conta veramente è il modo in cui si aggiungono il THC e CBD delle cime alla vostra bevanda.

Ecco un breve elenco degli ingredienti di base per eseguire la nostra ricetta (per due persone):

• 500ml di latte (alcuni consigli per personalizzare la ricetta: latte di mandorla, biologico, senza lattosio o qualsiasi altro latte sia di vostro gradimento)

• 150ml di panna da montare (liquida)

• 3-4 cucchiai di miele (potete eventualmente sostituirlo con zucchero di canna)

• 1 cucchiaino di vaniglia (l'ideale sarebbe un po' di vaniglia fresca, ma non è essenziale)

• La vostra frutta preferita: Banane e fragole, mango e kiwi, mirtilli ecc...

• Siate il più creativi possibile quando andrete ad acquistare la vostra frutta. Scegliete un solo tipo di frutta o provatene varie, come la banana con la fragola, per esempio. Ricordatevi che la frutta coltivata biologicamente è sempre la scelta migliore!

Frullati Alla Cannabis

COSA DIRE DELL'ERBA? ANCHE QUESTA SARÀ ALTRETTANTO IMPORTANTE, NO?!

Esatto! È arrivato il momento di valutare quanta erba abbiamo a nostra disposizione dopo l'ultimo raccolto o se la nostra fonte di approvvigionamento ce ne può fornire un po' da usare in questa ricetta. Con piccoli quantitativi d'erba si possono già ottenere frullati piuttosto potenti. L'importante è riuscire ad estrarre tutto il THC e il CBD dalle cime, in modo da permettere a questi cannabinoidi di entrare in soluzione con il frullato. Ciò vi consentirà di filtrare le parti vegetali ed evitare così di dover masticare fiori e foglie tra un sorso e l'altro. Il metodo d'estrazione più usato è con il burro. Potete seguire le indicazioni del nostro link, dove troverete una ricetta per fare un burro di Cannabis molto potente. Un'altra opzione è quella di seguire semplicemente il metodo latte-panna, che vi proponiamo qui sotto:

1. Prendete circa 1-4g di cime e macinatele finemente.

2. Mescolate ora il latte con la panna e scaldate il tutto ad una temperatura di 60-70°C. La panna è molto importante, dato che ai cannabinoidi piace legarsi alla materia grassa degli alimenti. Il latte, invece, non ha un contenuto di grassi sufficientemente alto per questo tipo di funzione. Cercate sempre di mantenere il fuoco basso, perché il latte non deve mai raggiungere la temperatura d'ebollizione. Il nostro obiettivo è quello di mantenerlo caldo ma senza farlo bollire.

3. Ora potete allegramente aggiungere la vostra meravigliosa erba alla soluzione latte-panna e continuare a riscaldare il tutto a temperature medio-basse. In questa fase è molto importante che la temperatura mantenga l'integrità dei principi attivi contenuti nell'erba. Tenete a mente che le temperature troppo elevate potrebbero degradare la vostra erba e, quindi, il THC e CBD in essa contenuti, riducendo la potenza del prodotto finale. La formazione di piccole bolle sulla superficie della miscela in fase di cottura non si può certo considerare positivo. È preferibile lasciare riscaldare la miscela per almeno 60 minuti a temperature più basse, in modo da consentire a tutti i cannabinoidi di disciogliersi lentamente nella soluzione. In questi casi è molto meglio procedere passo a passo, lentamente, senza precipitarsi ed avere fretta di ottenere all'istante i risultati desiderati. Se siete veramente intenzionati ad ottenere la migliore "HIGH quality", allora otterrete solo la "HIGH quality".

4. Con il passare del tempo la vostra miscela dovrebbe cambiare colore, fino a quando voi stessi riuscirete a valutare se il processo di riscaldamento è giunto al suo termine oppure no. Con tempi di cottura che vanno dai 60 minuti alle 8 ore, sempre a fuoco basso, sarete certi che tutto il THC e CBD sia passato in soluzione nel latte. Ormai gli scarti delle cime non vi servono più, diventa quindi necessario filtrare la miscela latte-panna-Cannabis per separare la parte solida da quella liquida. Lasciate ora raffreddare. Il processo di infusione dell'erba è ormai giunto al termine.

COMPLETARE IL FRULLATO PER RAGGIUNGERE L' "HIGH" TANTO DESIDERATO

Dopo che la fase d'estrazione del THC, durante la quale i cannabinoidi sono entrati in soluzione con il latte, è completata, arriva il momento di esprimere la vostra vena più creativa. Non si tratta di nulla di complicato: è sufficiente inserire tutti gli ingredienti che più stuzzicano il vostro palato in un frullatore, aggiungere un po' di ghiaccio, sorseggiare e attendere allegramente gli effetti! Buon divertimento con una delle più deliziose bevande del mondo: il frullato Fruit-Canna. Evitate di mettervi al volante subito dopo averlo bevuto!

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out