Come Fare un Potentissimo Burro di Cannabis

Published :
Categories : Cannabis Blog

Come Fare un Potentissimo Burro di Cannabis

Gli unici ingredienti di cui avrete bisogno sono burro salato, acqua di rubinetto e, ovviamente, cime, scarti della manicure o entrambi. Imparate a farvi da soli il burro di Cannabis!

Quando arriva il tanto desiderato momento del raccolto si viene colti da un senso di forte eccitazione. Investiamo molti soldi, tempo e amore per garantire le migliori condizioni alle nostre preziose piante. Cerchiamo di essere onesti, appena notiamo che i peletti delle cime iniziano a cambiare colore non riusciamo a trattenere l'agitazione, desiderosi di iniziare al più presto le manovre di manicure, essiccazione e concia.

Il primo passo dopo il raccolto è la manicure, ovvero la pulizia delle cime, necessaria per separare le foglie dai fiori. È un'attività che può risultare piuttosto piacevole e rilassante. Dopo aver passato ore concentrato sulle cime, ripulendo i fiori come un vero artista, una domanda potrebbe sorgere spontanea:

COME POSSO SFRUTTARE LA GRANDE QUANTITÀ DI RITAGLI AVANZATI NELLA MANICURE E LE PICCOLE CIME DI SCARSA QUALITÀ?

Ovviamente il nostro obiettivo è quello di usare tutto il THC e gli altri cannabinoidi contenuti nelle nostre piante. Un ottimo sistema per sfruttare appieno tutti i ritagli e le cime di scarso valore è produrre un delizioso e potente burro di Cannabis, o Cannabutter. In questo blog troverete tutte le indicazioni per procedere passo a passo con il "metodo di cottura prolungata". Se siete veramente interessati a produrre un burro forte, delizioso e assolutamente naturale, non cercate altrove e provate questa ricetta. Iniziamo a cucinare!

INGREDIENTI E ACCESSORI

• 28g di ritagli di cime conciate (preferibilmente le foglioline vicine alle cime, contenenti piccole quantità di resina)

• 14g di fiori di Cannabis (della qualità che preferite)

• 250g di burro salato (burro salato = maggiore punto di fusione)

• 300ml acqua di rubinetto (più circa 50ml per ogni ora di cottura)

• 1x pentola di cottura (una padella può essere un'ottima alternativa)

• 1x coltello affilato (per accelerare i tempi usate un frullatore)

• 1x piano cottura (un fornellino da campeggio può essere utile per facilitare i movimenti)

• 1x panno a maglia fine, come la stamigna (un buon setaccio o qualsiasi altro materiale in grado di filtrare e facilitare i lavori)

• Contenitori per la conservazione (i migliori sono quelli in vetro, ma si possono usare anche quelli in plastica)

• Dalle 8 alle 24 ore del vostro tempo (dovuto al "metodo di cottura prolungata" a fuoco basso)

PREMESSA: L'ESPERIMENTO È A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO

Questa ricetta ha come obiettivo quello di produrre un potentissimo burro di Cannabis. Gli ingredienti usati includono 28g di foglioline ricoperte di resina e di 14 grammi di cime. Gli avanzi della manicure e le cime sono provenienti da due diverse varietà di Cannabis. Una è a predominanza Indica, con una forte influenza afgana, mentre l'altra è una Cheese. Tutto il materiale grezzo utilizzato è stato conciato in barattoli per un periodo complessivo di 14 giorni.

Se è la prima volta che vi avventurate nella preparazione del burro di Cannabis, sarebbe opportuno iniziare ad usare una quantità inferiore di materiale vegetale grezzo, aggiungendo meno cime e avanzi della manicure.

Quando si produce il burro di Cannabis esiste sempre il "rischio" di seguire correttamente tutte le indicazioni ed ottenere un prodotto finale estremamente potente. Siate quindi responsabili e fate le dovute prove fino a quando otterrete gli effetti desiderati. Aspettate almeno un'ora prima di ingerire altro burro. Potreste notare nausea, vomitare o vivere una brutta esperienza che non vi farà sentire a vostro agio, fino ad avvertire sgradevoli sensazioni di ansia e paranoia. Se dopo l'ingestione del burro iniziate a notare questi sintomi, rilassatevi e non fatevi prendere dal panico, passati gli effetti tornerete a sentirvi bene.

1a FASE - INDIVIDUARE IL LUOGO DOVE CUCINARE, COMPRARE TUTTI GLI INGREDIENTI E TRITARE TUTTO IL MATERIALE VEGETALE GREZZO IN VOSTRO POSSESSO

Prima di scegliere il luogo dove produrre il vostro burro, considerate sempre i deliziosi profumi che potrebbe sprigionare il vostro materiale vegetale. A seconda delle quantità che andrete a produrre, l'odore potrebbe essere più o meno un problema. Il burro di Cannabis tende sempre ad emanare un po' di odore, ma può essere facilmente ridotto con un buon tiraggio della cappa o una buona circolazione d'aria nella cucina selezionata. Una buona alternativa per nascondere gli odori sprigionati dal burro è cucinare allo stesso tempo qualche pietanza molto saporita. Il suo odore potrebbe aiutare a mascherare la Cannabis.

Tritare gli scarti della manicure e le cime di qualità inferiore. 

Siete liberi di usare un normale frullatore da cucina se non avete voglia di usare un coltello affilato. Ciò che si vuole ottenere è una miscela omogenea di avanzi della manicure e cime, della qualità che preferite. Per cime intendiamo quelle sviluppate nei rami più bassi, meno resinose e più ariose e soffici. Se, invece, voleste aggiungere cime di primissima qualità, potete ridurre la quantità da noi consigliata. Sappiate comunque che si ottengono già ottimi risultati usando solo gli scarti della manicure.

2a FASE - SCIOGLIERE IL BURRO

Se preferite, potete fumare un po' delle cime conciate o un po' d'hashish ottenuto dopo la raccolta. È sempre meglio seguire questa ricetta in completo relax, senza precipitarsi ed avere fretta.

Generalmente, ci sono due variabili principali che permettono di ottenere un buon burro di Cannabis: la temperatura e i tempi necessari per sobbollire tutti gli ingredienti. Questo metodo vuole estrarre nel miglior modo possibile tutti i cannabinoidi presenti nell'erba, usando basse temperature e tempi di cottura più dilatati.

È ora il momento di sciogliere i 250g di burro salato in 300ml d'acqua 

Fusione del Burro di cannabis

Versate i 300ml d'acqua nella vostra pentola ed iniziate a scaldarla lentamente. Quando l'acqua sarà ormai calda, potete aggiungere i 250g di burro salato. Aspettate che quest'ultimo si sia completamente disciolto nell'acqua, dando alla soluzione un aspetto giallognolo.

3a FASE: AGGIUNGERE TUTTA LA MATERIA PRIMA GREZZA E SOBBOLLIRE LA MISCELA

Questa ricetta ha come obiettivo quello di sobbollire la miscela per almeno 8 ore. Se però volete ottenere un burro estremamente forte, potete sobbollire fino ad un massimo di 24 ore. Se potete permettervi di aspettare tutto questo tempo, fatelo!

Dopo aver ottenuto la miscela di burro e acqua, potete aggiungere il vostro materiale vegetale tritato. 

adding bud to cannabis butter

Da qui in avanti dovrete seguire da vicino tutta la fase di cottura, per consentire alla vostra miscela di sobbollire a temperature basse per diverse ore. Senza l'ausilio di un coperchio, il vapore acqueo tenderà a separarsi più rapidamente dalla miscela. Ciò potrebbe facilitare anche la fuoriuscita di calore dalla pentola/padella. Con il passare delle ore, parte dei 300ml d'acqua aggiunti ad inizio cottura si trasformerà in vapore acqueo, ma il quantitativo di burro rimarrà sempre lo stesso. Quest'ultimo sarà il materiale in cui andranno a concentrarsi tutti i nostri cannabinoidi e THC e, pertanto, dev'essere tenuto sotto controllo per non surriscaldarlo eccessivamente e rischiare di rovinarlo durante il processo d'evaporazione.

Per controllare che la temperatura sia corretta, tenete d'occhio la superficie della vostra miscela. Vedete che sulla superficie si stanno formando alcune bollicine? Se la risposta è sì, allora avete raggiunto un intervallo termico adeguato. Si tratta di piccole bolle di pochi millimetro di diametro, ben diverse dalle bolle generate in un processo d'ebollizione ad alte temperature.

Ecco qui un'immagine delle bollicine a cui ci stiamo riferendo 

cannabutter

È inoltre molto importante verificare che la quantità d'acqua contenuta nella pentola sia sufficiente a sommergere tutte le materie prime. È estremamente importante che lo sia, in quanto bisogna cercare di estrarre la maggior quantità possibile di THC e cannabinoidi. Sarà quindi opportuno aggiungere dai 50 ai 100ml d'acqua ogni ora, con il fine di contrastare il processo d'evaporazione.

Dopo 8 ore di cottura a bassa temperatura, gran parte del vostro lavoro è fatto. A questo punto dovete filtrare la miscela in modo da separare tutto il materiale vegetale dal burro. Il composto ottenuto dovrebbe ormai aver assunto un colore scuro, simile a quello della foto. 

cannabis burro

4a FASE - FILTRARE LA MISCELA, VERSARLA NEI CONTENITORI E RAFFREDDARLA

Se volete dare al vostro burro un tocco di "alta classe" potete sbizzarrirvi nell'utilizzare i contenitori in vetro più originali. I grandi negozi di mobili svedesi dispongono di numerosi barattoli e di piccoli contenitori in vetro, che potrebbero darvi qualche spunto in più.

Per filtrare la miscela potete usare un tessuto a maglia fine, come la stamigna o una garza, o qualsiasi altro materiale in grado di separare il materiale vegetale grezzo dal burro. Una volta filtrata la vostra miscela, versatela in uno o più contenitori e riponetela nel frigorifero. Dopo alcune ore di raffreddamento, il burro si sarà solidificato sulla superficie della miscela, lasciando la parte liquida di color marrone sul fondo del contenitore.

Il vostro prodotto finale dovrebbe avere un aspetto simile a questo. Potete vedere come la miscela liquida accumulatasi sul fondo mantiene un colore marrone scuro. Dopo aver separato il burro dall'acqua marrone, vi renderete finalmente conto di ciò che avete appena ottenuto: una panetta di delizioso e potentissimo burro di Cannabis. Buon divertimento e sentitevi liberi di sperimentare con questa ricetta, ma ricordatevi di fare sempre molta attenzione. Evitate di essere ricordati come i ragazzi che hanno fatto indigestione di Cannabutter!

finish cannabis butter