Ai nostri giorni, l'uso di cannabis è più accettato nella nostra società di quanto non lo sia stato per quasi un secolo. Ciò vuol dire che anche coltivarla da sé è un'impresa potenzialmente meno rischiosa di quanto non fosse prima. Ma questo comunque non significa che la vostra coltivazione non sia minacciata da fattori che potrebbero aver come conseguenza la sua prematura scomparsa. Purtroppo, la buona erba costa cara, e non tutti gli amanti della ganja hanno la pazienza (o il tempo ed il sapere necessari) per realizzare la propria coltivazione. Per questo motivo, la preziosa erba che state coltivando costituisce un grosso bersaglio per aspiranti ladri e criminali.

Proprio come voi, dei loschi individui amerebbero mettere le loro mani su dei fiori di prim'ordine—specialmente se possono averli gratis e senza faticare. Ovviamente, dovrete fare del vostro meglio per proteggere le vostre piante d'esterni ed evitare di buttare al vento tutto il tempo, denaro, ed energia che avete investito.

LA REGOLA #1 DEL COLTIVATORE DI CANNABIS

È ben a ragione che “Non Parlare, Non Fare Odore, Non Vendere” dovrebbe essere la regola numero uno di ogni coltivatore, in qualunque luogo del mondo si viva. Non parlate delle vostre piante, nemmeno ai vostri amici e familiari, e tenete la vostra coltura al riparo da occhi indiscreti. Adoperate misure per controllare l'odore, e non vendete né regalate fieramente la vostra erba a conoscenti. Se nessuno sa che le vostre piante esistono, il rischio che qualcuno vi rubi il raccolto sarà molto inferiore.

PROTEGGERE DAI LADRI LE VOSTRE PIANTE DI CANNABIS

Non parlare della vostra erba è una cosa, ma tenere la vostra erba al riparo dalla vista e dall'olfatto, in modo che non attiri attenzioni indesiderate, potrebbe comportare un pochino di lavoro extra. Ecco alcune cose che potete fare per tenere le vostre piante al sicuro da eventuali ritrovamenti e furti.

PROTEGGERE DAI LADRI LE VOSTRE PIANTE DI CANNABIS

NEL GIARDINO

Anche se coltivate cannabis nel vostro giardino privato, non saprete comunque chi si presenterà per curiosare al vostro prossimo barbecue “amichevole” fra vicini di casa. Dei vicini non-così-benintenzionati potrebbero non sembrare una vera minaccia, ma aumentano sempre più i racconti di fatti di questo genere. La cosa buona del coltivare erba nel proprio giardino è che è potenzialmente più facile tenere la coltura nascosta di quanto lo sarebbe in altre ubicazioni.

Se coltivate cannabis in un angolo del vostro giardino, potete camuffare le vostre piante nascondendole fra pomodori, fiori, ed erbe. Molte di queste piante da consociazione per la cannabis non sono soltanto ideali per nascondere la vostra erba; esse forniscono ulteriori benefici, come respingere comuni parassiti della cannabis quali formiche o afidi, migliorare la composizione del terreno, e perfino attirare buoni amici come api e coccinelle.

LONTANO DAGLI OCCHI, LONTANO DAL CUORE

Assicuratevi di piantare la vostra erba in un'area che non sia facilmente visibile dalla vostra casa o dalla proprietà del vicino—neppure da un punto di osservazione sopraelevato. Cercate un punto meno evidente del vostro giardino, che sia bloccato alla vista.

NON SCORDATEVI DELL'ODORE

Tenete a mente che oltre a rendere invisibile la vostra coltivazione, tramite una consociazione di piante e la scelta di un posto ben discreto, l'altra cosa importante a cui dovete pensare è la fragranza delle vostre piante di cannabis. Quanto più lontano da nasi sensibili pianterete le vostre piante, tante meno possibilità ci saranno che l'odore attiri persone indesiderate. Per di più, alcune delle piante da consociazione di cui abbiamo parlato prima hanno di per sé fragranze pungenti e in certi casi dominanti, che le rendono perfette per mascherare gli intensi profumi della fase finale di fioritura della cannabis.

NON SCORDATEVI DELL'ODORE

SUL BALCONE

Quando coltivate cannabis sul vostro balcone, potreste avere meno opzioni disponibili quanto alla scelta di un punto nascosto. Ma anche in questo caso potete nasconderla in una consociazione di piante, in modo che la vostra coltura non sia immediatamente visibile. Cosa ne direste di qualche piantina di pomodori o di fagioli, per dare un pochino di copertura alla vostra cannabis? Con un po' di creatività, non è troppo difficile disporre le piante in maniera tale da rendere la vostra erba invisibile ai passanti, ed a quel tizio ficcanaso della porta accanto.

Quando coltivate sul balcone, potete cercare ulteriori modi per bloccare la vista, come una recinzione di bambù o qualche altro elemento strutturale. Se per caso vivete in un condominio di appartamenti, sappiate che l'odore delle vostre piante può risultare particolarmente problematico se il balcone del vicino è adiacente al vostro, o pochi metri più in là. Scegliete il punto del vostro balcone più lontano dai vostri vicini, in modo da ridurre il più possibile l'odore.

IN UNA SERRA

Se state coltivando in una serra, avrete il vantaggio di poter installare un sistema di filtraggio dell'aria che neutralizzi in maniera efficace l'odore delle vostre piante. Potete anche valutare se proteggere la vostra serra con un sistema d'allarme, telecamere e luci che si accendono automaticamente con sensori di movimento. Il più delle volte, la presenza di telecamere e luci basta per spaventare i criminali cannabici. In più, se state coltivando legalmente, e la vostra coltura viene rubata, i filmati delle telecamere possono venir trasmessi alla polizia come prova.

COLTURE “GUERRILLA”

Il rischio maggiore che la vostra coltura venga scoperta e rubata si ha quando si coltiva all'aperto in spazi pubblici. Questo richiede ulteriore pianificazione e sforzi extra, per poter tenere le vostre operazioni di coltura discrete e segrete. Cominciate col cercare un posto adatto fuori dai sentieri battuti. Come regola, quanto più è difficile per voi arrivare al luogo di coltivazione, tanto meno sarà probabile che qualcuno riesca a trovarlo. In esterni, esiste anche il rischio che degli animali possano arrivare alle vostre piante, e ciò potrebbe richiedere ulteriori protezioni come reti metalliche, ecc. E ancora una volta, anche questo potrebbe aumentare le probabilità che la vostra coltura venga scoperta, quindi tenetelo a mente.

COLTURE “GUERRILLA”

ALTRE DRITTE PER PROTEGGERE LE VOSTRE PIANTE DAI LADRI

A prescindere da dove state coltivando l'erba, se volete tenerla al riparo da occhi rapaci la discrezione è cruciale. Abbiamo parlato di trovare posti dove nascondere la vostra erba, dei vantaggi della consociazione di piante, e di come dovreste tenere sotto controllo l'odore. Ma c'è qualcos'altro che potete fare per minimizzare il rischio di essere scoperti: scegliete delle varietà adatte, che non saranno scoperte facilmente.

Ovviamente, una sativa che può crescere fino a 3 metri d'altezza non è proprio l'ideale se volete mantenere il segreto sulle vostre operazioni colturali. Per ridurre al minimo i rischi di furto, può essere un'ottima idea cercare piuttosto delle cultivar cannabiche più basse. Certe varietà come la Royal Dwarf o la Blue Cheese Automatic di Royal Queen Seeds non diventeranno più alte di 60cm, cosa che le rende più idonee alla discrezione. La stessa regola vale per varietà cannabiche che sono per natura dotate di odore meno intenso, cosa che può semplificare in misura significativa una coltura da balcone.  

PROTEGGERE DAI LADRI LE VOSTRE PIANTE DI CANNABIS—CONCLUSIONI FINALI

Se volete proteggere la vostra coltura dai ladri, un approccio calmo è sempre il migliore. Dei metodi di protezione violenti o vendette contro i ladri è raro che risultino vantaggiosi per chi coltiva. Non piazzate trappole, né fate altre cose che potrebbero finire per mettere nei guai voi anziché il ladro. Se volete tenere al sicuro la vostra cannabis, la miglior offesa è una forte difesa.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.