Ai nostri giorni, l'uso di cannabis è più accettato nella nostra società di quanto non lo sia stato per quasi un secolo. Ciò vuol dire che anche coltivarla da sé è un'impresa potenzialmente meno rischiosa di quanto non fosse prima. Ma questo comunque non significa che la vostra coltivazione non sia minacciata da fattori che potrebbero aver come conseguenza la sua prematura scomparsa. Purtroppo, la buona erba costa cara, e non tutti gli amanti della ganja hanno la pazienza (o il tempo ed il sapere necessari) per realizzare la propria coltivazione. Per questo motivo, la preziosa erba che state coltivando costituisce un grosso bersaglio per aspiranti ladri e criminali.

Proprio come voi, dei loschi individui amerebbero mettere le loro mani su dei fiori di prim'ordine—specialmente se possono averli gratis e senza faticare. Ovviamente, dovrete fare del vostro meglio per proteggere le vostre piante d'esterni ed evitare di buttare al vento tutto il tempo, denaro, ed energia che avete investito.

LA PRIMA REGOLA PER OGNI COLTIVATORE DI CANNABIS

È ben a ragione che “Non Parlare, Non Fare Odore, Non Vendere” dovrebbe essere la regola numero uno di ogni coltivatore, in qualunque luogo del mondo si viva. Non parlate delle vostre piante, nemmeno ai vostri amici e familiari, e tenete la vostra coltura al riparo da occhi indiscreti. Adoperate misure per controllare l'odore, e non vendete né regalate fieramente la vostra erba a conoscenti. Se nessuno sa che le vostre piante esistono, il rischio che qualcuno vi rubi il raccolto sarà molto inferiore.

PROTEGGERE LE PIANTE DI CANNABIS DAI LADRIS

Non parlare della vostra erba è una cosa, ma tenere la vostra erba al riparo dalla vista e dall'olfatto, in modo che non attiri attenzioni indesiderate, potrebbe comportare un pochino di lavoro extra. Ecco alcune cose che potete fare per tenere le vostre piante al sicuro da eventuali ritrovamenti e furti.

NASCONDERE LA CANNABIS IN GIARDINO

Anche se coltivate cannabis nel vostro giardino privato, non saprete comunque chi si presenterà per curiosare al vostro prossimo barbecue “amichevole” fra vicini di casa. Dei vicini non-così-benintenzionati potrebbero non sembrare una vera minaccia, ma aumentano sempre più i racconti di fatti di questo genere. La cosa buona del coltivare erba nel proprio giardino è che è potenzialmente più facile tenere la coltura nascosta di quanto lo sarebbe in altre ubicazioni.

Se coltivate cannabis in un angolo del vostro giardino, potete camuffare le vostre piante nascondendole fra pomodori, fiori, ed erbe. Molte di queste piante da consociazione per la cannabis non sono soltanto ideali per nascondere la vostra erba; esse forniscono ulteriori benefici, come respingere comuni parassiti della cannabis quali formiche o afidi, migliorare la composizione del terreno, e perfino attirare buoni amici come api e coccinelle.

Se volete nascondere la vostra cannabis in modo ancora più efficace, potete camuffare le vostre colture con altre piante dall’aspetto simile. In questo modo, i curiosi dovranno osservare più da vicino il vostro giardino per trovare qualcosa di sospetto. Ecco alcune interessanti piante che potete usare per nascondere la vostra marijuana:

• Orgoglio di Madeira (Echium fastuosum)

È una pianta da fiore che assomiglia in modo sconvolgente alla cannabis. I suoi fiori grandi ed allungati hanno un aspetto molto simile alle cime di marijuana circondate da foglioline. L’orgoglio di Madeira è fantastica per nascondere la cannabis, specialmente durante la fioritura, ed è splendida dal punto di vista estetico. È perfetta per camuffare le vostre piante “medicinali” in mezzo a chiome di splendide infiorescenze ornamentali circondate da un fitto fogliame, in quanto entrambe le specie si fonderanno alla perfezione.

Orgoglio di Madeira (Echium fastuosum)

• Sommaco americano (Rhus typhina)

Il sommaco americano è una pianta da fiore che sembra un incrocio tra una felce ed una pianta di marijuana. I suoi fiori sono molto simili alle cime di cannabis e le foglie a dita sottili amplificano questa illusione, rendendola particolarmente adatta se state coltivando varietà sativa. Funziona bene per nascondere le piante di marijuana sia chiare che scure, poiché all’inizio assume una colorazione verde chiaro e poi diventa più scura con fiori rossastri.

Sommaco americano (Rhus typhina)

• Lupini (Lupinus)

Le dita delle foglie dei lupini assomigliano molto a quelle della cannabis, tranne per i bordi non seghettati. Per questo motivo, e per le loro altezze simili, sono eccellenti piante per nascondere la cannabis. Un ulteriore vantaggio è che potete acquistarle in qualsiasi vivaio o centro di giardinaggio e non richiedono particolari cure per crescere. Funzionano bene sia con le varietà sativa che con quelle indica.

Lupini (Lupinus)

• Ortica (Urtica dioica)

A prima vista, l’ortica comune non sembra avere molto in comune con la cannabis, ma è perfetta per nascondere la marijuana. Con le sue foglie dentellate, la lunga spaziatura degli internodi e la struttura generale simile alle piante di cannabis, l’ortica è in realtà una candidata eccezionale per il camuffamento. Inoltre, è difficile che una persona vi dica “che bello, un’ortica!” e incuriosita decida di avvicinarsi per vederla meglio. In altre parole, è semplicemente perfetta!

Ortica (Urtica dioica)

OCCHIO NON VEDE, CUORE NON DUOLE: CONSIGLI PER COLTIVARE CANNABIS DI NASCOSTO

Per quanto ovvia possa sembrare, la chiave per avviare con successo un’operazione colturale di marijuana (clandestina) è mantenere le piante nascoste alla vista. A parte le tecniche di mimetizzazione sopra menzionate, ci sono alcune altre tattiche che potete usare per nascondere la marijuana.

SCEGLIETE IL POSTO GIUSTO

Per iniziare, assicuratevi di piantare la vostra cannabis in un’area poco visibile da casa vostra o dalla proprietà del vostro vicino. Cercate un punto nascosto del vostro giardino. Mettetevi nei panni del vostro vicino in modo da poter giudicare meglio quello che può e non può vedere. E se volete giocare sul sicuro, coltivate in vaso anziché direttamente nel terreno. In questo modo, se mai fosse necessario, potrete spostare le vostre piante di cannabis lontano da occhi indiscreti.

MANTENETE BASSE LE VOSTRE PIANTE

Alcune piante di cannabis possono diventare mostruosamente alte, soprattutto all’aperto. Nessuno vorrebbe mai ritrovarsi una pianta di 3m che spunta fuori dal giardino, con il rischio di attirare l’interesse di tutti i passanti. Cercate quindi di mantenere basse le vostre piante, almeno al di sotto della recinzione del vostro giardino.

FIORI FALSI/FRUTTA FALSA

Travestite le vostre piante di marijuana attaccando qua e là fiori e frutta finta! Potete persino attaccare dei fiori veri raccolti nel vostro giardino. Ovviamente, dopo qualche giorno appassiranno, ma questo non dovrebbe creare problemi se i fiori crescono nelle immediate vicinanze. Non dovrete fare altro che sostituire le “decorazioni” ogni due o tre giorni. Per creare frutti finti, potete semplicemente usare della carta rossa, gialla o arancione e ritagliarla a forma di peperoncini o piccoli peperoni, che poi attaccherete alle piante. Da una certa distanza, i passanti avranno difficoltà a smascherare la truffa.

FATE ATTENZIONE ALLE PERSONE CHE SI COMPORTANO IN MODO SOSPETTO

Se state coltivando marijuana, verificate se le persone, compresi i vostri vicini, si stanno interessando in modo insolito al vostro giardino. Potrebbero anche non avere brutte intenzioni, ma chissà cosa potrebbe accadere se raccontassero in giro delle piante che hanno scoperto?! Prima che qualcuno rubi le vostre piante, siate intelligenti e non lasciate che la voce si sparga.

NON DIMENTICATEVI DEGLI ODORI

Tenete a mente che oltre a rendere invisibile la vostra coltivazione, tramite una consociazione di piante e la scelta di un posto ben discreto, l'altra cosa importante a cui dovete pensare è la fragranza delle vostre piante di cannabis. Quanto più lontano da nasi sensibili pianterete le vostre piante, tante meno possibilità ci saranno che l'odore attiri persone indesiderate. Per di più, alcune delle piante da consociazione di cui abbiamo parlato prima hanno di per sé fragranze pungenti e in certi casi dominanti, che le rendono perfette per mascherare gli intensi profumi della fase finale di fioritura della cannabis.

COME NASCONDERE LE PIANTE DI CANNABIS SUL BALCONE

I balconi sono un posto fantastico e pratico per coltivare cannabis, ma hanno anche alcuni aspetti negativi. Il primo è che avete meno opzioni quando si tratta di trovare un nascondiglio, ma potete sempre allestire una consociazione di piante coltivando altre specie intorno alla cannabis, evitando così che sia visibile da tutte le strade della città. Che ne dite di qualche pianta di pomodoro o di fagioli per nascondere la vostra marijuana? Con un po’ di creatività, potrete sistemare le vostre piante in modo da rendere totalmente invisibile la cannabis ai passanti e ai ficcanaso della porta accanto...

COME NASCONDERE LE PIANTE DI CANNABIS SUL BALCONE

Inoltre, potete nasconderle alzando strutture come una recinzione di bambù o qualcosa di simile. Fate tutto ciò che è in vostro potere per dare alle vostre piante un valido accesso alla luce del sole, senza che le coperture interferiscano.

Se vivete in un condominio, gli odori dell’erba possono essere un grosso problema. Scegliete il punto più appartato del vostro balcone in modo da poter almeno minimizzare gli odori.

La migliore soluzione è installare una piccola serra sul balcone. Sono economiche e se ne possono trovare per meno di 100 €. Potete eventualmente equipaggiare la vostra serra con un estrattore ed un filtro ai carboni attivi, in modo da eliminare il problema degli odori. Inoltre, quasi tutte le serre garantiscono una certa privacy, grazie alle loro pareti semi-trasparenti attraverso cui è difficile intravedere qualcosa.

Se il vostro balcone è piccolo e non avete spazio per una serra, prendete in considerazione il Low Stress Training (LST). Si tratta di un metodo di “training” usato dai coltivatori indoor che consiste nel legare delicatamente verso il basso le piante di cannabis per aumentare le rese finali. Ma LST significa anche limitare la crescita verticale della cannabis, per cui funziona altrettanto bene nelle colture furtive sui balconi. Potete anche cimare prima le piante (tagliando la punta del gambo principale) per aumentare ancora di più le rese potenziali e massimizzare al contempo la crescita laterale (anziché verticale).

NASCONDERE LA VOSTRA COLTIVAZIONE DISCRETA IN UNA SERRA

Se state coltivando in una serra, avrete il vantaggio di poter installare un sistema di filtraggio dell'aria che neutralizzi in maniera efficace l'odore delle vostre piante. Potete anche valutare se proteggere la vostra serra con un sistema d'allarme, telecamere e luci che si accendono automaticamente con sensori di movimento. Il più delle volte, la presenza di telecamere e luci basta per spaventare i criminali cannabici. In più, se state coltivando legalmente, e la vostra coltura viene rubata, i filmati delle telecamere possono venir trasmessi alla polizia come prova.

COLTIVAZIONE GUERRILLA

Il rischio maggiore che la vostra coltura venga scoperta e rubata si ha quando si coltiva all'aperto in spazi pubblici. Questo richiede ulteriore pianificazione e sforzi extra, per poter tenere le vostre operazioni di coltura discrete e segrete. Cominciate col cercare un posto adatto fuori dai sentieri battuti. Come regola, quanto più è difficile per voi arrivare al luogo di coltivazione, tanto meno sarà probabile che qualcuno riesca a trovarlo. In esterni, esiste anche il rischio che degli animali possano arrivare alle vostre piante, e ciò potrebbe richiedere ulteriori protezioni come reti metalliche, ecc. E ancora una volta, anche questo potrebbe aumentare le probabilità che la vostra coltura venga scoperta, quindi tenetelo a mente.

Se state pensando di coltivare in modalità guerrilla, ecco alcuni suggerimenti su come procedere al meglio:

CERCATE UN POSTO REMOTO

La chiave per una coltivazione guerrilla di successo è minimizzare l’interazione tra le piante e il mondo esterno. Ciò è possibile solo quando le piante sono nascoste al pubblico, altrimenti saranno sempre a rischio di essere scoperte, rubate o danneggiate. Quando cercate il posto dove coltivare, assicuratevi che non ci siano sentieri nelle vicinanze e segni evidenti di civiltà, come parcheggi o panchine. Di norma, più difficoltà avrete a raggiungere e a trovare il posto, meglio sarà. Quando avrete trovato un posto apparentemente idoneo, controllate che nei giorni feriali e nei fine settimana non passino escursionisti o altre persone.

MIMETIZZATE LE VOSTRE PIANTE

E anche dopo aver trovato il posto “perfetto”, dovrete cercare di mimetizzare le piante di cannabis con la vegetazione circostante. Piantatele tra altre specie o all'interno di una consociazione di piante capaci di adattarsi a quel determinato luogo. Le piante con strutture simili—come i lupini—sono ottime per mimetizzare la cannabis quando cresce in mezzo alla natura.

Ovviamente, ci sono altri fattori che determinano se il luogo è idoneo o meno alla coltivazione della cannabis all’aperto, come la luce, la qualità del suolo e l’accesso all’acqua (che dovrebbe essere facilmente raggiungibile senza troppe difficoltà).

MIMETIZZATE LE VOSTRE PIANTE

COLTIVARE IN CASA IN TOTALE SICUREZZA: CONTROLLATE GLI ODORI, I RUMORI... E I COSTI

Anche se state coltivando indoor a casa vostra, dovete cercare di farlo sempre in totale sicurezza, evitando che le vostre colture private vengano scoperte. Rimarreste sorpresi di quanto possa essere facile commettere errori banali che possono sollevare il sospetto di qualcuno. Ecco alcuni consigli su come coltivare indoor in totale sicurezza:

NON DITELO A NESSUNO, NON VENDETELA E NON FATE ODORE

Sappiamo quanto sia difficile non condividere l’eccitazione per aver coltivato dell’erba fantastica. Ne siamo pienamente consapevoli! Tuttavia, tenete sempre la bocca chiusa sulle vostre piante. Non parlatene con i vicini, nemmeno con i vostri amici, né tantomeno con un parente chiacchierone. Il principio è semplice: se nessuno è al corrente della vostra coltura, avrete meno rischi di essere scoperti. Non solo non dovreste vantarvi con nessuno delle vostre abilità orticole, ma dovrete anche evitare di regalare erba ai vostri amici, poiché aumenterete notevolmente i rischi.

ELIMINATE GLI ODORI

La marijuana ha un odore molto pungente. Per i coltivatori e gli amanti della cannabis questo non è certo un problema, ma può esserlo per chi non la pensa allo stesso modo. Inoltre, può essere un segnale rivelatore per tutti coloro che passano vicino a casa vostra, compresi i malintenzionati che non vedono l’ora di mettere le mani sulla vostra marijuana. In altre parole, dovete eliminare qualsiasi odore in eccesso quando coltivate indoor.

Uno spray o un gel non lo copriranno. A questo punto sì che importano le dimensioni della vostra coltura e dovrete considerare l’installazione di una presa d’aria e di un estrattore adeguati, che vi aiuteranno inoltre a far crescere in modo ottimale le piante. Questi sistemi possono essere anche dotati di un filtro ai carboni attivi per ridurre al minimo gli odori. Tuttavia, cercate di mantenere le vostre colture il più lontano possibile da qualsiasi naso, tranne il vostro. Inoltre, quando leggerete le descrizioni dei semi di cannabis venduti online, provate a scegliere le varietà meno profumate se avete paura che gli odori possano creare problemi.

Inoltre, non dimenticate che i profumi della cannabis si attaccano anche al vostro corpo, ai vostri vestiti e ai vostri capelli. Voi potreste esserci abituati, ma gli altri lo noteranno. Per cui, dopo una giornata passata a fare la “manicure” alle vostre piante o a fumare canne, fatevi una bella doccia e lavatevi i denti prima di condividere il vostro segreto con gente di cui non vi fidate.

NON BUTTATE NULLA CHE POSSA SMASCHERARE LA VOSTRA COLTIVAZIONE

Dopo aver preso in considerazione tutte le problematiche relative a come nascondere la cannabis, vi sembrerà quasi impossibile che ci sia ancora qualche rischio di essere smascherati. Ebbene, prima di poter dire con assoluta certezza che le vostre colture sono perfettamente nascoste, valutate con attenzione anche quello che state buttando nella spazzatura. Le migliori tattiche di sicurezza sono inutili se state buttando tonnellate di terriccio vecchio, bottiglie di fertilizzanti, ventole rotte ed altri indizi, come le foglie più grandi scartate dalle piante di cannabis. Se avete rifiuti sospetti derivanti dalla vostra coltivazione, metteteli da parte durante qualche settimana e poi sbarazzatevene buttandoli in un bidone dall’altra parte della città.

MANTENETE UN RAPPORTO AMICHEVOLE CON I VOSTRI VICINI E MINIMIZZATE I RUMORI

Se dovessero sentirsi infastiditi, magari per colpa degli odori o del rumore, i vostri vicini potrebbero iniziare a spettegolare su di voi. Mantenete sempre un buon rapporto con il vicinato per evitare qualsiasi problema. Quando si tratta di rumori, anche la più piccola coltivazione indoor può diventare “cacofonica” per colpa di ventole, luci, estrattori d’aria, ecc. Potete installare un silenziatore per ridurre i rumori, ma evitate di posizionare apparecchiature contro la parete rivolta verso la camera da letto del vicino.

ULTERIORI CONSIGLI PER PROTEGGERE LE PIANTE DI CANNABIS DAI LADRI

A prescindere da dove state coltivando l'erba, se volete tenerla al riparo da occhi rapaci la discrezione è cruciale. Abbiamo parlato di trovare posti dove nascondere la vostra erba, dei vantaggi della consociazione di piante, e di come dovreste tenere sotto controllo l'odore. Ma c'è qualcos'altro che potete fare per minimizzare il rischio di essere scoperti: scegliete delle varietà adatte, che non saranno scoperte facilmente.

Ovviamente, una sativa che può crescere fino a 3 metri d'altezza non è proprio l'ideale se volete mantenere il segreto sulle vostre operazioni colturali. Per ridurre al minimo i rischi di furto, può essere un'ottima idea cercare piuttosto delle cultivar cannabiche più basse. Certe varietà come la Royal Dwarf o la Blue Cheese Automatic di Royal Queen Seeds non diventeranno più alte di 60cm, cosa che le rende più idonee alla discrezione. La stessa regola vale per varietà cannabiche che sono per natura dotate di odore meno intenso, cosa che può semplificare in misura significativa una coltura da balcone.  

FATE ATTENZIONE: LISTA DI CONTROLLO PER MANTENERE NASCOSTE LE VOSTRE COLTURE

• Non ditelo a nessuno, non vendetela ed evitate qualsiasi odore sospetto
• Mantenete le vostre colture lontano dagli occhi e lontano dal cuore
• Mimetizzate le vostre piante con piante simili
• Mantenete nascosta la vostra coltivazione guerrilla all’aperto
• Diffidate delle persone che mostrano un insolito interesse verso la vostra proprietà
• Adottate il Low Stress Training
• Riducete gli odori installando un filtro dell’aria
• Controllate sempre la spazzatura che state buttando fuori casa
• Mantenete buoni rapporti di vicinato

PROTEGGERE LE PIANTE DI CANNABIS DAI LADRI: CONCLUSIONI

Se volete proteggere la vostra coltura dai ladri, un approccio calmo è sempre il migliore. Dei metodi di protezione violenti o vendette contro i ladri è raro che risultino vantaggiosi per chi coltiva. Non piazzate trappole, né fate altre cose che potrebbero finire per mettere nei guai voi anziché il ladro. Se volete tenere al sicuro la vostra cannabis, la miglior offesa è una forte difesa.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.