USA DAYS — Fino al 50% di sconto su varietà USA Acquista Ora

By Luke Sumpter


Molti atleti di diverse discipline sportive si affidano al CBD per migliorare le proprie prestazioni ed agevolare il recupero fisico. Sebbene non implichino uno sforzo prettamente fisico, gli eSport richiedono elevate capacità cognitive e possono comportare danni fisici connessi a movimenti ripetitivi. Il CBD potrebbe svolgere un ruolo rilevante nel mondo degli eSport? In questo articolo, scopriremo in che modo il cannabinoide potrebbe fornire un vantaggio nelle competizioni.

Cosa sono gli eSport?

Gli eSport, o sport elettronici, sono tornei di videogiochi innalzati ad un livello competitivo superiore. Sia i giocatori amatoriali che i professionisti si affrontano in sfide online da decenni, ma gli eSport trasferiscono queste gare in un contesto sportivo, come un'arena o uno stadio. Tali eventi spaziano dalle piccole competizioni locali, dove i vincitori ricevono premi modesti, fino ai tornei internazionali, in cui il montepremi è un numero a 7 cifre. Prendiamo ad esempio il campionato mondiale di Dota 2, organizzato dalla Valve, in cui il premio in palio supera i 40 milioni di dollari per una sola serie di tornei, grazie al contributo dei crowdfunder.

I singoli giocatori riescono a costruirsi una carriera registrando e pubblicando in streaming le prove affrontate durante le partite online, ma gli eSport innalzano la tensione, la ricompensa ed il rispetto ad un livello superiore. Chi vince questi tornei viene pagato profumatamente, ma molti giocatori professionisti cercano anche di conseguire titoli di fama mondiale, proprio come gli atleti degli sport fisici.

Man mano che l'interesse verso gli eSport aumenta, il pubblico e gli investimenti in questo settore crescono esponenzialmente. Oggi, molte piattaforme trasmettono tali eventi in diretta. Ma in quali tipologie di giochi si cimentano le star degli eSport? Di seguito elenchiamo i più comuni:

  • Giocatore vs giocatore (PVP)
  • Sparatutto in prima persona (FPS)
  • Gioco strategico in tempo reale (RTS)
  • Arena di battaglia multigiocatore online (MOBA)

Tra questi tipi di giochi, gli eSport più famosi includono:

  • Dota 2
Dota 2
  • Counter-Strike: Global Offensive
Counter-Strike: Global Offensive
  • Fortnite
Fortnite
  • League of Legends
League of Legends
  • Arena of Valor
Arena of Valor

Quali sono i rischi associati agli eSport?

Tutti gli sport fisici implicano un elemento di rischio, soprattutto a livello agonistico. I giocatori di calcio, rugby e basket corrono costantemente il rischio di subire traumi da contatto e non, come commozioni cerebrali, distorsioni, strappi muscolari e fratture ossee. Gli eSport sono incentrati principalmente sull'impegno cognitivo, piuttosto che sullo sforzo fisico, ma espongono comunque il giocatore a rischi ed incidenti, al punto che alcuni fisioterapisti si stanno specializzando in medicina applicata agli sport elettronici. Alcuni dei rischi più frequenti a cui sono esposti i giocatori di eSport includono:

  • Sindrome del tunnel carpale: Questa condizione è causata dalla compressione dei nervi che attraversano i muscoli della mano e dell'avambraccio. I giocatori di eSport professionisti sono impegnati in tornei e partite online per circa 50 ore a settimana. Tutto questo tempo trascorso azionando mouse e tastiera può mettere a dura prova le strutture anatomiche degli arti superiori. I sintomi principali includono dolore, intorpidimento e formicolio.
  • Dolore lombare (lombalgia): Il dolore alla parte bassa della schiena, notoriamente difficile da trattare, è un disturbo muscolo-scheletrico estremamente diffuso tra i giocatori di eSport e non solo: molti dei lavoratori che trascorrono ore seduti alla scrivania soffrono di questa condizione, con dolori più o meno intensi.
  • Sindrome tech-neck (dolore cervicale): L'utilizzo prolungato del computer può causare anche la cosiddetta sindrome teck-neck. I pazienti affetti da tale disturbo soffrono di mal di testa, rigidità muscolare, spasmi e dolori.
  • Stress ed ansia: Tutti gli atleti professionisti possono sperimentare dei disagi psicologici di entità variabile. Molte società sportive assumono psicologi per aiutare gli atleti a gestire stress ed ansia causati dalla pressione sociale e dall'accesa competizione.

CBD e sport elettronici: Qual è il potenziale ruolo di questo cannabinoide?

Molti atleti professionisti, sportivi della domenica e ginnasti occasionali scelgono di assumere integratori alimentari per migliorare le proprie prestazioni e ridurre i tempi di recupero. Oltre ai prodotti classici (come creatina, mix proteici e multivitaminici), numerosi atleti di ogni disciplina sportiva stanno iniziando ad assumere anche il CBD per tali scopi. Al giorno d'oggi, in qualsiasi negozio di integratori è possibile trovare creme, capsule e flaconi di olio di CBD. Ma questo cannabinoide può essere utile anche per chi pratica eSport?

Sembra proprio di sì. Diversi produttori di CBD stanno instaurando partnerships con grandi nomi associati agli eSport, inclusa l'organizzazione britannica London eSport. A parte gli accordi imprenditoriali, gli atleti di eSport professionisti scelgono il cannabinoide come sostanza ergogenica (ovvero capace di migliorare le prestazioni), nella speranza di ottenere un vantaggio nelle competizioni. I giocatori di eSport assumono CBD per ottimizzare le proprie prestazioni cognitive, ma anche per alleviare il disagio fisico provocato dall'uso intensivo del computer. Ma quanto è efficace questo cannabinoide in questi due ambiti?

  • Concentrazione

I giocatori di eSport professionisti ed amatoriali hanno bisogno innanzitutto di mantenere la concentrazione per periodi di tempo prolungati. Molti giochi richiedono tempi di reazione fulminei, decisioni strategiche immediate ed una pianificazione costante degli imprevisti. Una partita a League of Legends dura in media 30 minuti, ma i giocatori devono mantenere livelli di concentrazione elevati anche durante gli allenamenti quotidiani. L'assunzione di CBD prima o durante una partita può fornire al giocatore qualche vantaggio sulla competizione?

Innanzitutto, i fiori e gli estratti di cannabis ricchi di CBD producono un effetto diverso, rispetto a quelli contenenti grandi quantità di THC. Sebbene alcune persone dichiarino di giocare meglio quando sono sballate, altre ritengono che lo stato alterato di coscienza influisca negativamente sulle loro prestazioni. Ad ogni modo, il CBD non genera effetti psicoattivi. Questa molecola promuove invece uno stato di lucidità mentale, utile al giocatore per restare completamente vigile e funzionale durante le partite più agguerrite.

Oltre a supportare le normali funzioni cognitive, il CBD potrebbe fornire molti altri vantaggi. Alcune ricerche stanno valutando l'influsso del cannabinoide su cervello ed emozioni. Ovviamente, i giocatori percepiscono sensazioni di ansia più o meno intense prima di una competizione importante e la scienza ha dimostrato che tale ansia si ripercuote sulle funzioni cognitive. Questo stato mentale sfavorevole ostacola la concentrazione ed influenza i processi decisionali. Alcuni studi stanno esaminando l'azione del CBD su modelli di ansia in cavie animali ed esseri umani, per determinare se il cannabinoide possa ridurre il nervosismo[1] in situazioni stressanti o condizionare l'afflusso di sangue al cervello[2] in modo da ridurre l'ansia.

Concentrazione
  • Memoria

La memoria svolge un ruolo importante nelle prestazioni degli atleti di eSport, a livello conscio ed inconscio. La memoria muscolare permette ai giocatori di compiere manovre complesse, in modo quasi automatico. I giocatori si avvalgono anche della memoria a breve e lungo termine per orientarsi all'interno degli ambienti virtuali. Ricordare i luoghi strategici su una mappa rappresenta un notevole vantaggio e l'abilità di assimilare i dettagli di una nuova mappa è fondamentale per individuare rapidamente le location chiave. Il CBD può risultare utile in queste circostanze?

Tutti sappiamo che il THC influisce negativamente sulla memoria a breve termine, ma che effetto produce il CBD? Sfortunatamente, gli studi condotti fino ad oggi non sono sufficienti per fornire una spiegazione definitiva. Ad ogni modo, molti esperti stanno cercando di rispondere a tale quesito. Alcuni scienziati svizzeri intendono esaminare l'influsso del cannabinoide[3] sulla memoria episodica verbale di soggetti umani sani, mentre altri ricercatori stanno studiando l'impatto del CBD sull'ippocampo[4], un'area del cervello associata alla memoria.

Memoria
  • Lesioni fisiche

Tantissimi atleti scelgono di utilizzare il CBD per ridurre i tempi di guarigione in caso di ferite. Molte lesioni sportive sono acute e traumatiche, ma quelle che riguardano i giocatori di eSport sono generalmente di natura cronica. Il CBD potrebbe risultare utile per alleviare questi fastidi e dolori?

La scienza del dolore è una materia estesa e complessa e gli specialisti adottano diversi approcci nei confronti del dolore, dalle terapie manuali agli esercizi di ginnastica specifici. La cannabis ed i suoi principi attivi non sono ancora stati approvati come rimedi terapeutici contro dolore ed infiammazione. Tuttavia, gli scienziati stanno già analizzando gli effetti di diversi cannabinoidi su queste condizioni.

I dati relativi all'azione del CBD su dolore e guarigione sono inconcludenti. Alcuni ricercatori statunitensi stanno testando l'efficacia dell'olio di CBD nei casi di neuropatia periferica[5]. Ovviamente, gli scienziati cercano anche di valutare gli effetti del CBD sul dolore lombare[6]. Un giorno, le eventuali scoperte in tali ambiti potrebbero giustificare l'utilizzo del CBD per gestire i disturbi legati al gioco, come sindrome del tunnel carpale, mal di schiena e dolore cervicale.

Lesioni fisiche
  • Sonno

Molti giocatori di eSport restano davanti al computer a premere pulsanti fino a notte fonda. Per i giocatori occasionali, ciò non rappresenta un problema, ma i giocatori di eSport professionisti hanno bisogno di dormire a sufficienza. La privazione del sonno ha un profondo impatto sulla concentrazione ed il livello di attenzione. Un riposo frammentato o inadeguato prima di un evento importante può avere conseguenze disastrose. Ma addormentarsi non è sempre semplice. Il CBD potrebbe rivelarsi utile a tal proposito?

Per il momento, non possiamo affermarlo con certezza. Ma sappiamo anche che questa risposta non è sufficiente. È noto che il CBD sia in grado di favorire il rilassamento fisico e mentale; in alcuni casi, può provocare anche sonnolenza come effetto collaterale. Mentre gli scienziati continuano ad analizzare l'influsso del CBD sul ciclo sonno-veglia[7], ci auguriamo di poter fornire in un prossimo futuro una risposta più esaustiva.

Sonno

Il THC può contribuire a migliorare le prestazioni dei giocatori?

E il THC? Molti giocatori iniziano a fumare spinelli prima ancora di indossare le cuffie da gioco, ma questa strategia non funziona per tutti. Per alcuni, il THC favorisce la concentrazione, elimina ogni distrazione e permette di focalizzare l'attenzione esclusivamente sul gioco. Altre persone, invece, dopo aver fumato uno spinello o un bong tendono a perdere la concentrazione e vengono sopraffatte da sensazioni travolgenti. Il THC può sicuramente rendere la partita più divertente, ma non offre necessariamente un vantaggio competitivo ai giocatori professionisti.

Come utilizzare il CBD per gli eSport

Volete provare ad assumere CBD prima di afferrare il joystick o posare la mano sul mouse? Ebbene, avete numerose opzioni a disposizione. Di seguito indichiamo le più popolari:

  • Olio di CBD

Esistono molti oli di CBD in commercio, ciascuno con determinate concentrazioni di CBD, oli vettore, ingredienti aggiuntivi e livelli di qualità. L'olio di CBD rappresenta una delle opzioni più flessibili per assumere questo cannabinoide. Potete ingerirlo, in modo che gli effetti emergano progressivamente e durino più a lungo, o potete versarne alcune gocce sotto la lingua, per un'azione più rapida, ma di breve durata.

Olio di CBD 5% (500mg)
THC: 0.2%
CBD: 5%
CBD per goccia: 2.5 %
Vettore: Olive Oil

Acquista Olio di CBD 5% (500mg)

  • Capsule di CBD

Le capsule sono funzionali e facili da somministrare, evitando dispersione di prodotto. È sufficiente ingerire una capsula con un po' d'acqua (o una bevanda contenente caffeina) e proseguire la partita in tutta tranquillità. Gli effetti di questo metodo di somministrazione per via orale emergono con un certo ritardo, dopo circa 30–60 minuti, ma persistono a lungo.

  • Prodotti al CBD per uso topico

I prodotti al CBD per uso topico, come le creme, non raggiungono il flusso sanguigno. Di conseguenza, non influiscono sulle funzioni cognitive, sebbene alcune persone percepiscano un senso di sollievo dopo l'applicazione sulle aree interessate.

Il CBD è legale negli eSport?

I giocatori amatoriali possono assumere liberamente qualsiasi cannabinoide. Inoltre, durante le competizioni di rilevanza minore, è raro che i giocatori vengano sottoposti a test antidroga. Tuttavia, agli atleti di eSport professionisti è proibito assumere determinate sostanze. La eSports Integrity Commission ha vietato ben sette sostanze, inclusi Adderall ed Evekeo (anfetamina). Cannabis e CBD non sono state inserite nell'elenco. Potete utilizzare il CBD durante le partite di eSport, ma vi consigliamo di controllare il regolamento dell'evento con un certo anticipo, in modo che il vostro organismo abbia il tempo di smaltire eventuali metaboliti.

External Resources:
  1. Cannabidiol Reduces the Anxiety Induced by Simulated Public Speaking in Treatment-Naïve Social Phobia Patients | Neuropsychopharmacology https://www.nature.com
  2. Neural basis of anxiolytic effects of cannabidiol (CBD) in generalized social anxiety disorder https://journals.sagepub.com
  3. Cannabidiol enhances verbal episodic memory in healthy young participants https://www.sciencedirect.com
  4. Cannabidiol improves blood flow to brain’s hippocampus | UCL News - UCL – University College London https://www.ucl.ac.uk
  5. The Effectiveness of Topical Cannabidiol Oil in Symptomatic Relief of Peripheral Neuropathy of the Lower Extremities - PubMed https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov
  6. Cannabidiol (CBD) as a treatment of acute and chronic back pain: A case series and literature review - PubMed https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov
  7. Cannabidiol can improve complex sleep-related behaviours associated with rapid eye movement sleep behaviour disorder in Parkinson's disease patients: a case series - PubMed https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.