Se siete confusi sul perché gli occhi si arrossino dopo aver consumato qualche deliziosa cima, allora dovete leggere questo articolo. Vi offre spiegazioni mediche, nonché suggerimenti per mescolarvi nella società.

La Cannabis è famosa per provocare l'arrossamento oculare. Quando ciò avviene, molte domande sorgono spontanee. Gli occhi rossi sono un sintomo di cattiva salute? Dovrei preoccuparmi o fare qualcosa in merito?

Questo articolo intende analizzare la materia da diversi punti di vista, incluse le informazioni sulle cause mediche per cui la Cannabis provoca l'arrossamento degli occhi. La Cannabis ha diverse proprietà terapeutiche, strettamente correlate alla causa dell'arrossamento oculare. Continuate a leggere, se l'argomento è di vostro interesse. Diversamente, scorrete avanti fino alla parte relativa ai metodi efficaci per camuffare questo effetto.

Gli occhi rossi sono un sintomo di cattiva salute?

Sì e No. Risposta fastidiosa. In questo caso, però, si tratta della verità.

Sì, da un punto di vista medico, gli occhi rossi vengono spesso associati a problemi di salute, come influenza, allergie, congiuntivite e affaticamento. Gli occhi rossi sono un sintomo di cattiva salute e vanno tenuti sotto controllo ed esaminati, se non vi è stato consumo di Cannabis.

No, gli occhi rossi non sono necessariamente un segnale di qualche problema di salute. Sorprendentemente, esistono studi che dimostrano l'esatto contrario, se questo sintomo è associabile ad un consumo di Cannabis.

Con questo articolo vogliamo fornirvi informazioni su risultati scientifici e collegamenti provati e certi, quindi potete verificare tutto quanto vi stiamo per dire. Quando si parla di benefici medici e rischi della Cannabis, è giusto e meglio che ciascun individuo si faccia la propria opinione personale.

Per quale motivo la Cannabis provoca l'arrossamento degli occhi?

I neuroscienziati ritengono che i cannabinoidi abbiano una certa influenza sull'innalzamento della pressione sanguigna, altrimenti detto ipertensione, ma anche su quella bassa, ovvero ipotensione. Risultati scientifici, pubblicati su "Neuropharmacology" (ufficialmente noto come Rivista Internazionale di Neurofarmacologia) nel 2005, ipotizzano che:

"Il sistema endocannabinergico gioca un ruolo importante nella regolazione cardiovascolare, non solamente per le condizioni fisiopatologiche associate ad un'eccessiva ipotensione, ma anche in caso di ipertensione. Di conseguenza, una manipolazione farmacologica di questo sistema offre un nuovo approccio terapeutico in diversi casi di disturbi cardiovascolari".

Pressione sanguigna e arrossamento degli occhi provocato dalla Cannabis sono strettamente correlati. Quando la pressione sanguigna nell'organismo umano è bassa, può portare ad una dilatazione dei vasi sanguigni ed aumentare il flusso del sangue. Un calo della pressione sanguigna può avere un'influenza diretta sulle arterie presenti nei bulbi oculari. Queste arterie si espandono, aumentando la circolazione sanguigna al loro interno.

Se volete approfondire la questione, potete trovare la spiegazione scientifica per gli occhi rossi nel capitolo "Effects on the Heart and Blood Vessels" in "The Science of Marijuana" ("Effetti sul Cuore e sui Vasi Sanguigni" in "Scienza della Marijuana"), di Leslie L. Iversen. Andate al link corrispondente qui di seguito.

Fattori medici collegati a pressione sanguigna, glaucoma e occhi rossi:

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la prevalenza globale dell'ipertensione sanguigna è del 22% negli adulti di età superiore ai 18 anni. Si tratta di dati risalenti al 2014 che potete verificare al link sottostante.

Se la Cannabis è, potenzialmente, in grado di ridurre la pressione sanguigna, sarà interessante osservare come l'industria farmaceutica interpreterà simili risultati scientifici, riferiti ai benefici medici. Naturalmente, i medici potranno proporre altrettanti trattamenti efficaci, come esercizio fisico, dieta sana, riduzione dello stress ed un consumo consapevole di alcolici. Ma questi sembrerebbero non funzionare per il 22% della popolazione mondiale, stando all'OMS.

Gli scienziati, inoltre, hanno rilevato che la Cannabis può avere un'influenza positiva se usata nell'ambito del trattamento dei sintomi del glaucoma.

"Il glaucoma è una delle principali cause di cecità nel mondo", si legge nell'articolo "Cannabinoids and Glaucoma" (Cannabinoidi e Glaucoma), pubblicato sul British Journal of Ophthalmology (Rivista Britannica di Oftalmologia).

Da questo trattato scientifico emerge che: "I cannabinoidi abbassano efficacemente la pressione intraoculare (IOP) ed hanno un'azione neuroprotettiva. Pertanto, possono essere potenzialmente utilizzati nel trattamento del glaucoma". Se volete approfondire questo argomento, seguite il corrispondente link all'articolo in esame.

Che cosa hanno a che fare con gli occhi rossi il glaucoma e la pressione bassa?

Alla fine della fiera, una bassa pressione intraoculare (IOP) può portare ad un aumento del flusso sanguigno all'interno delle arterie presenti nel vostro occhio. Se all'interno delle sottili arterie presenti nei vostri bulbi oculari aumenta il flusso sanguigno, questi diventano rossi, letteralmente.

Potete trovare moltissimi testi scientifici sulla questione. La cosa migliore è interpretare criticamente simili attestati scientifici, facendosi un'opinione personale, senza essere influenzati da ciò che le altre persone pensano in proposito. I risultati scientifici sono passibili di molteplici interpretazioni.

Concentratevi esclusivamente sulla questione "occhi rossi".

Sono diversi i fattori che possono influenzare l'arrossamento oculare:

• Predisposizione genetica: Alcuni "stoner" possono fumare montagne di cime senza che gli si arrossino gli occhi, ad altri basta una boccata e si ritrovano con gli occhi "iniettati di sangue".

• Tolleranza al THC: I fumatori di Cannabis che ne fanno un uso piuttosto regolare non corrono il rischio di avere sempre gli occhi rossi. L'organismo si abitua anche a questo.

• Varietà di Cannabis: La qualità della Cannabis che state fumando ha un'enorme influenza. Tutto dipende dalla variabilità di cannabinoidi e terpenoidi.

• Livello di idratazione: Mantenersi idratati è sempre una buona cosa da fare. Si sospetta che questo possa anche ridurre il rischio di arrossamento degli occhi. Provate voi stessi se funziona.

Come nasconderli?

Quando siete completamente fusi in pubblico e non siete a vostro agio con i vostri occhi rossi, avete diverse soluzioni a disposizione. Mescolarsi tra la folla per essere sicuri che nessun altro cittadino possa capire che siete fusi: Che gioco divertente!

1. Occhiali da sole

Se non ne avete un paio, andate subito a comprare gli occhiali da sole più adatti a voi. Assicuratevi che le lenti non siano troppo trasparenti. Quelli riflettenti sono i migliori, a questo scopo, probabilmente sono stati progettati per gli "stoner".

2. Collirio

Ricorrere ad un collirio può essere una soluzione assolutamente efficace. I colliri aiutano a mantenere il bulbo oculare lubrificato e privo di irritazioni. Se dovete usare Cannabis per scopi medici ma, allo stesso tempo, dovete mantenere un aspetto professionale, ad esempio durante un incontro di lavoro, il collirio può essere il vostro migliore amico.

3. Idratazione

Una buona idratazione può essere considerata una forma di metodo preventivo. Sperimentate voi stessi se gli occhi rossi sono riconducibili al vostro livello di idratazione.

4. Fregatevene completamente (consiglio)

Perché nascondersi per aver fumato una pianta? Questo potrebbe suonare ridicolo, di primo acchito. Se dovete nascondervi a causa della situazione legale del vostro Paese, allora siete giustificati. Tutti gli altri "stoner" possono invece fare così: Rendete i vostri occhi il più rossi possibile, interagite con altri essere umani, e scoprite di essere la più amichevole, collaborativa e utile persona sul pianeta terra.

Perché?

Sottoponi loro la questione, confondendogli le idee, e offri loro un argomento su cui riflettere. Quando è stata l'ultima volta che hai mandato qualcuno in confusione? Comincia oggi!

 

References:

1. Cannabis and glaucoma

2. Blood pressure regulation by endocannabinoids and their receptors (Neuropharmacology 2005)

3. WHO 22% having Problems with high blood pressure

4. The Science of Marijuana (Oxford Univertity Press)