Il Glaucoma è una patologia seria in grado di condizionare la qualità della vita. Sebbene venga tradizionalmente trattato con la chirurgia, la risposta potrebbe essere la Cannabis. Andiamo a scoprire perché.

Probabilmente avete già sentito che la Cannabis è in grado di aiutare nel trattamento dei sintomi da glaucoma. Viene impiegata efficacemente a questo scopo da molto tempo, per quanto vi siano ancora medici che ne mettono in discussione le potenzialità. Per quale motivo? Fumare spinelli tutta la vita è davvero la risposta ai vostri problemi con il glaucoma?

CHE COS'È IL GLAUCOMA?

Il glaucoma rientra nel gruppo delle malattie oculari in grado di danneggiare il nervo responsabile della trasmissione delle informazioni visive al cervello. Se non trattato, queste informazioni non sono in grado di raggiungere il cervello, portando alla cecità.

Per mantenere la propria forma sferica, i nostri occhi hanno bisogno di mantenere la pressione ai giusti livelli, tramite il bilanciamento di produzione e drenaggio dell'umor acqueo. Quando il tasso di produzione di liquido è superiore a quello di drenaggio, ne consegue un accumulo che va ad aumentare la pressione intraoculare (IOP). Il risultato di un tale aumento di pressione è una compressione dell'occhio che provoca danni a livello di vasi sanguigni e fibre nervose. E questa è la causa principale del Glaucoma.

Esistono due tipi principali di Glaucoma: ad Angolo Aperto e ad Angolo Chiuso.

Il primo si manifesta quando i canali di deflusso oculare diventano meno permeabili impedendo il drenaggio dei liquidi, con un conseguente aumento di umor acqueo.

Nel secondo caso, il passaggio dei liquidi risulta ostruito ancor prima di raggiungere la zona di drenaggio, a causa di una restringimento dell'angolo formato da iride e cornea. Quando iride e cornea arrivano a sovrapporsi, il passaggio dell'umor acqueo non è più in grado di scorrere, causando un repentino innalzamento della pressione intraoculare, condizione particolarmente seria.

glaucoma iride cannabis canale allievo lente drenaggio cornea prevenzione

LA CANNABIS PREVIENE LA CECITA`?

Non esistendo una cura efficace, i pazienti sono costretti a ricorrere a interventi chirurgici o farmacologici, ma non vi è soluzione definitiva e i rischi rimangono elevati. L'attuale strategia applicata nel trattamento del Glaucoma consiste in un abbassamento della pressione intraoculare e la Cannabis si è rivelata un valido strumento, in questo senso. Si pensa che ciò sia dovuto all'elevata concentrazione di recettori dei cannabinoidi di tipo CB1 all'interno della zona responsabile della produzione e dell'escrezione del liquido, andando a migliorare il deflusso e a ridurre l'afflusso di liquido, quando attivato, all'occhio.

La Cannabis può proteggere i neuroni!

Un altro modo in cui la Cannabis può migliorare il Glaucoma riguarda la prevenzione della morte delle cellule neuronali. Ciò avviene perché la Cannabis è in grado di inibire il rilascio di una molecola chiamata glutammato. Il glutammato influenza l'azione dei neuroni ed un suo accumulo può provocare un danno neuronale. I pazienti affetti da glaucoma tendono a manifestare livelli elevati di glutammato e, per questo motivo, la Cannabis potrebbe essere effettivamente in grado di proteggere i nostri neuroni, in determinate condizioni.

Consumare Cannabis può prevenire l'avanzamento del mio glaucoma?

Si ritiene che il consumo di Cannabis sia in grado di rallentare l'avanzamento del glaucoma attraverso un temporaneo miglioramento dei sintomi. Tuttavia, il suo effetto non dura più di tre ore, trascorse le quali si rende necessario consumarne altra. Se ne deduce che il ricorso alla Cannabis non sia risolutivo, ma per coloro che hanno l'opportunità di consumarla a questo scopo, è in grado di dare un po' di sollievo.

I DIVERSI MODI DI USARE CANNABIS

Fumare Cannabis non è l'unico modo per apportare cannabinoidi al proprio organismo. Tra le varie alternative, ricordiamo la vaporizzazione, l'ingestione e l'assunzione a livello topico. Inoltre, bisogna sapere che la pianta della Cannabis contiene oltre 100 cannabinoidi, dai molteplici effetti e dalle proprietà sinergiche. Ciò significa che gli effetti possono variare a seconda del profilo cannabinoideo di ciascuna varietà (ma anche dalla quantità).

La vaporizzazione o l'ingestione potrebbero rappresentare una soluzione addirittura migliore al fumare, dal momento che in questo modo si evita la combustione e, quindi, la produzione di tossine che, alla lunga, possono provocare danni alla salute.

Per ottenere un effetto più localizzato, nel trattamento del Glaucoma, la somministrazione a livello topico (ad esempio, tramite l'impiego di un collirio) è una soluzione particolarmente interessante, dal momento che può ridurre le probabilità che vengano attivati altri recettori di cannabinoidi all'interno dell'organismo, riducendo il rischio di spiacevoli effetti collaterali.

La Cannabis viene utilizzata da lungo tempo nel trattamento del Glaucoma, e la scoperta della presenza di recettori di diversi cannabinoidi all'interno dei tessuti responsabili del mantenimento della pressione intraoculare rappresenta un'importante novità sulle potenzialità di questa pianta. Alla fine della fiera, tutto dipende dalle preferenze personali. È assolutamente necessario approfondire ulteriormente la ricerca delle possibili applicazioni della Cannabis nella lotta al Glaucoma e dei possibili modi di amministrarla. Una cosa, però, è certa: la Cannabis ha un grande potenziale.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out