Vorreste combinare la vodka (o qualunque alcolico) con la vostra varietà di cannabis preferita? Ebbene, non cercate oltre. Qui di seguito trovate due semplici modi per preparare in pochi passaggi la vodka alla cannabis.

COME PREPARARE LA VODKA ALLA CANNABIS

METODO 1

Il primo metodo è davvero facilissimo, e comporta semplicemente il mettere la cannabis a macerare nella vodka per un paio d'ore, tenendo sotto attento controllo la temperatura. Ricordate, l'alcol comincia a evaporare a circa 80ºC, quindi per questa ricetta fate in modo di tenere il calore basso e dolce.

INGREDIENTI

  • 250ml di vodka (o qualunque altro alcolico di vostra scelta)
  • 1–3g di cannabis (sia cannabis fresca che essiccata vanno benissimo)

UTENSILI

  • Garza alimentare
  • Doppio bollitore
  • Termometro

ISTRUZIONI

  1. Impostate il doppio bollitore sulla temperatura più bassa possibile, e nel frattempo organizzate gli ingredienti.
  2. Preparate la vostra cannabis macinandola o tagliuzzandola fino ad una consistenza intermedia, ed avvolgetela nella garza facendone un piccolo involto. Ricordate che per questa ricetta potete usare cannabis sia essiccata che fresca. Se volete che la vostra vodka produca forti effetti psicoattivi, usate cannabis essiccata e decarbossilata. Utilizzare cannabis fresca non darà alla vodka gli stessi effetti psicoattivi, ma le conferirà un bel colore e profilo aromatico.
  3. Versate la vodka nel doppio bollitore, aggiungetevi poi il vostro pacchetto di cannabis, e lasciate in infusione per circa 2–3 ore. Usate un termometro per assicurarvi che la temperatura della vodka non superi i 60ºC. Per un prodotto più concentrato, siete liberi di lasciare l'alcol in infusione più a lungo; ricordate soltanto che in questo modo rischiate di far evaporare una parte dell'alcol.
  4. Togliete la cannabis dalla vodka, e versate quindi quest'ultima in un recipiente di vetro. Aspettate che il liquido si raffreddi prima di tapparlo, e riponetelo poi in un luogo fresco e buio. Se volete un prodotto più limpido, filtrate la vodka attraverso un filtro da caffè.

METODO 2

Questo secondo metodo produce una deliziosa vodka aromatizzata al miele, utilizzando del miele alla cannabis. Per preparare il miele, dovrete prima estrarre dalla cannabis i cannabinoidi e terpeni con dell'olio di cocco, e poi miscelare l'olio insieme al miele. Ricordate di tenere basse le temperature nel corso dell'estrazione, per evitare di bruciare cannabinoidi e terpeni.

INGREDIENTI

  • 2 grammi di fiori di cannabis, essiccati e decarbossilati
  • 150g di miele
  • ¼ di tazza di olio di cocco
  • 500ml di vodka

UTENSILI

  • 1 barattolo di vetro
  • Tegamino con acqua bollente (bagnomaria)
  • Termometro
  • Frullatore
  • Garza o stamigna

ISTRUZIONI

  1. Cominciate col preparare il vostro miele alla cannabis. Per far ciò, macinate la vostra cannabis fino ad una consistenza intermedia, e mettetela nel barattolo di vetro insieme all'olio di cocco. Assicuratevi di star adoperando della cannabis decarbossilata, per far sì che il vostro miele abbia effetti psicoattivi.
  2. Chiudete ermeticamente il barattolo di vetro e mettetelo a bagnomaria. Lasciatecelo a fuoco basso per circa due ore per estrarre la cannabis ed infonderne l'olio.
  3. Una volta che l'estrazione è terminata, filtrate l'olio attraverso la garza per eliminare i pezzetti di fiori di cannabis. Ricordate di strizzar via dalla garza ogni traccia di liquido rimanente.
  4. Aggiungete al miele l'olio infuso di cannabis, e mischiateli insieme.
  5. Aggiungete la vodka, e mixate fino a che il tutto è ben miscelato.
  6. Versate la vodka in una bottiglia, richiudetela, e godetevela ogniqualvolta avete voglia di un cicchetto stimolante!

Cannabis Vodka

UNA NOTA RIGUARDO AL FATTO DI MISCHIARE CANNABIS CON ALCOL

Mischiare alcol e cannabis è una cosa molto comune, ma è importante ricordare che può avere effetti negativi. Combinare queste due droghe può intensificare entrambe le sensazioni, tanto l'ubriachezza come lo sballo, e può provocare nausea, stordimento, deterioramento delle capacità motorie e vomito.

Uno studio mostra che bere alcol dopo aver consumato cannabis può aumentare la concentrazione di THC nel sangue. Questo suggerisce che l'alcol possa amplificare le proprietà psicoattive della cannabis. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che l'alcol provoca vasodilatazione ed aumenta il flusso sanguigno, con la possibilità di permettere un maggior passaggio di THC dagli alveoli ai polmoni.

Certi studi indicano anche che la cannabis può di fatto aiutare a proteggere da alcuni effetti tossici dell'alcol, fra cui la neurotossicità, oltre a ridurre lo stress ossidativo nel fegato dopo che si è bevuto in maniera eccessiva.

Se scegliete di mischiare cannabis e alcol, va benissimo. Dopotutto, lo fanno quasi tutti. Ricordate però di andarci piano, e prestare estrema attenzione alla reazione del vostro corpo alla combinazione delle due droghe.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.