Si dovrebbe bere alcool insieme ai cannabinoidi? Domanda molto interessante. La saggezza popolare tenderebbe a dire “no”. Tuttavia, spesso riguardo alla cannabis la saggezza popolare si sbaglia. A cominciare dai suoi effetti sulla salute.

In effetti, i cannabinoidi vengono spesso mischiati con “alcool”. Anche per finalità medicinali. Infatti, l'estrazione a base alcolica è un modo sicuro, così come l'estrazione a base di materia grassa, per isolare i cannabinoidi dalla materia vegetale.

Inoltre, sebbene la cosa sia stata molto poco studiata, il consumo di alcool sembra aumentare la capacità del corpo di assorbire THC. Questo a sua volta può diventare un modo di aumentare l'impatto dei cannabinoidi per i pazienti che ne fanno uso terapeutico. Potrebbe anche essere un modo, per gli utilizzatori ricreativi esperti, di raggiungere nuove e differenti vette.

Come in molti altri casi, anche questa viene ad essere una questione di buon senso. Il modo in cui si combinano alcool e cannabinoidi, è quello che fa tutta la differenza. Altra questione è il tipo di alcool che si consuma, e la gradazione alcolica. Per non parlare del tipo di cannabis che viene usato, sia in termini di varietà che di contenuto di THC.

TINTURE A BASE ALCOLICA

Molto di ciò che si trova oggi sul mercato della cannabis commestibile e medicinale contiene un'estrazione di cannabinoidi a base alcolica. La ragione? Per molte ricette e formule, i concentrati a base grassa non funzionano. Vedi l'acqua alla cannabis, o le bevande gassate. O le gomme da masticare. O le caramelle. O perfino le gocce medicinali.

Per le preparazioni che abbiamo elencato, i cannabinoidi possono venir estratti mettendo a macerare la materia vegetale della cannabis in alcol per uso alimentare ad alta gradazione. In queste applicazioni, cannabinoidi e terpeni vengono isolati, purificati, e poi miscelati per le varie preparazioni o combinati con altri elementi.

TINTURE A BASE ALCOLICA

ACCOMPAGNARE CANNABIS CON BIRRA

Altra interessante sottosezione del dibattito generale. Perché? Luppolo e cannabis sono piante simili, quasi cugine. Ed in effetti, accoppiare cannabis e birra sta diventando sempre più popolare in Europa; fenomeno amplificato dall'avvento della birra alla cannabis. Questo tipo di birra in particolare non ha comunque, al massimo, che delle tracce di THC. L'elemento inebriante qui è l'alcool.

Quando decidete di fumare un cannone carico di THC, anche la birra può intensificare l'esperienza in vari modi. Il trucco qui sta nello scegliere la varietà giusta. Gli ibridi o le sativa tendono ad andar meglio con l'alcol semplicemente perché questo è un sedativo. L'effetto da inchiodo al divano di una pesante indica potrebbe spedirvi a dormire al primo sorso.

Ci sono comunque birre a basso volume alcolico, che possono perfettamente essere integrate a questo tipo di imprese. Per esempio, le birre acide sono una buona scelta; possono ridurre la sensazione di bocca secca. Le Pilsener sono anch'esse delle ottime birre a basso volume alcolico da provare insieme alla vostra varietà preferita, e funzionano bene per rinfrescare e risciacquare il palato.

COME VA LA CANNABIS COL VINO?

Il vino offre un'esperienza stuzzicante quando lo si accoppia con la cannabis. Si applicano qui le stesse regole che per l'alcol in generale, ovviamente. Ma in più, il vino può aggiungere qualcosa di completamente nuovo all'impresa.

Come?

Il vino ha una struttura molecolare più complessa di quella della cannabis. Questa è la ragione scientifica per cui vi è nel vino un maggior numero di aromi riconoscibili. Anche la lingua, è meglio sviluppata per individuare sapori distinti; il fumo, invece, viene percepito tramite il palato ed il sistema respiratorio. Quando vengono combinati insieme però, l'intera esperienza olfattiva viene aumentata da entrambe le sostanze. Per esempio, le varietà cannabiche “limonose” si accompagnano bene con i bianchi secchi come Sauvignon, Pinot, e Chardonnay. Molti fumatori prediligono Merlot, Cabernet, e Pinot nero, a causa del basso livello di tannini.

Ed ancora, vini frizzanti come Champagne o prosecco possono aiutare a rinfrescare la bocca e gola asciutta dei fumatori.

Il tranello? Spesso è tanto divertente che è facile berne più che giusto qualche sorsata. Ricordate, fra THC ed alcol c'è anche un “effetto entourage”.

I vini alla cannabis sono un'altra idea ovvia. Tuttavia, a causa di ogni sorta di regolamenti, ci sono pochissimi posti nel mondo dove potete trovarne in vendita. Vivere in California facilita la cosa.

cannabis e liquori, vino e birra

MISCHIARE CANNABINOIDI E LIQUORI

Seppure possa suonare come gettare benzina sul fuoco, ci sono posti dove si può sperimentare con superalcolici e cannabis. La moderazione è qui un fattore chiave. Comunque, miscelare un qualsiasi tipo di liquore con cannabis è una maniera per assicurarsi un drink che comporta una botta bella potente, oltre all'aroma.

Per tante, tante ragioni, non esistono per oggi varietà commerciali disponibili, su alcun mercato. Ma comunque, farlo da voi a casa è una cosa molto facile. Infondete il vostro liquore preferito con la cannabis, immergendovela dentro. I margarita alla marijuana sono un'opzione popolare. Ogni combinazione di frutta ed alcol sarà probabilmente non soltanto saporita, ma altamente inebriante. Andateci piano. Per questo tipo di pozioni limitatevi ad un solo drink per serata.

QUALI SONO IN GENERALE GLI EFFETTI COLLATERALI?

Prima che cominciate a fare i vostri esperimenti, è davvero importante che sappiate con che tipo di scienza avete a che fare – specialmente quando si tratta di mischiare THC ed alcol. Entrambi hanno degli effetti sul vostro cervello, e non necessariamente complementari.

Passare dall'uno nell'altro, o combinarli, ha anche effetti diversi dal consumare solo cannabis o solo alcol. Sicuramente, combinare le due sostanze può procurare un “high” molto intenso. E può anche produrre un effetto collaterale chiamato “greening out”.

Gli effetti fisici consistono in vertigini, nausea, traspirazione, e vomito.

L'indagine scientifica sugli effetti del “passaggio” da una sostanza all'altra fornisce alcune risposte a tali questioni. Sembra che assumere THC insieme all'alcol intensifichi l'esperienza di entrambi. Bere prima può aumentare la capacità del corpo di assorbire THC molto più rapidamente. Quanto molto? Alcuni studi affermano che il THC viene assorbito fino a due volte più rapidamente dopo aver bevuto, di quanto non lo sia senza alcol. In altre parole, potete teoricamente raddoppiare gli effetti del THC nel vostro organismo se vi fate un drink prima di fumare.

Sebbene possa sembrare un modo spiccio per estendere l'effetto del vostro high cannabico, andateci piano. Gli svarioni da erba, i “green-out”, come anche la perdita di conoscenza, non sono l'obiettivo di alcun consumatore responsabile.

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out