AMMINOACIDI — COSA RAPPRESENTANO PER LE PIANTE DI CANNABIS?

Azoto, fosforo e potassio sono i tre elementi fondamentali presenti nelle soluzioni nutritive e nei fertilizzanti. Ma esistono tantissime altre molecole benefiche per le piante di cannabis, che aiutano ad ottenere raccolti sani ed abbondanti. Tra esse ci sono gli amminoacidi. In questo articolo vi illustreremo in che modo gli amminoacidi influiscono sulle piante di cannabis, e come contribuiscono allo sviluppo di cime più dense e ricche di resina.

COSA SONO GLI AMMINOACIDI?

Forse avrete notato che gli amminoacidi attirano l'attenzione di bodybuilders e altri atleti. Queste sostanze infatti svolgono un ruolo chiave nella sintesi delle proteine, le quali, come probabilmente saprete, sono fondamentali per la crescita e il recupero muscolare. Gli amminoacidi sono i mattoni delle proteine, e si trovano alla base della vita animale e vegetale.

Ma quale funzione svolgono gli amminoacidi nelle piante di cannabis?

PERCHÉ LE PROTEINE SONO IMPORTANTI PER LA CANNABIS?

Le proteine sono essenziali per il corpo umano, ma sono altrettanto importanti per la crescita e lo sviluppo delle piante.

Ad esempio, le proteine...

• Promuovono la resistenza delle cellule
• Facilitano lo sviluppo di strutture intracellulari nei vegetali
• Favoriscono la produzione di energia
• Stimolano i processi metabolici
• Facilitano il trasporto delle sostanze nutritive

Ma da dove ottengono queste importanti proteine? A differenza degli esseri umani, le piante non possono ricavare proteine o amminoacidi da altri organismi viventi. Pertanto, devono creare amminoacidi autonomamente, e poi usarli per formare le proteine. Ecco perché chi fa giardinaggio è costantemente alla ricerca di integratori a base di amminoacidi, proprio come chi pratica bodybuilding.

Gli amminoacidi...

• Aumentano la produzione di clorofilla, che a sua volta migliora la capacità di fotosintesi della pianta
• Forniscono una fonte di azoto facilmente assimilabile
• Stimolano la sintesi di vitamine essenziali
• Aumentano la resistenza a parassiti e malattie
• Migliorano la resistenza complessiva delle cellule

Gli amminoacidi sono inoltre i precursori delle auxine, un gruppo di ormoni vegetali prodotti alle estremità degli steli. Le auxine svolgono un ruolo essenziale nello sviluppo dei rami, dei fiori e delle radici, e contribuiscono persino a regolare il ciclo fotoperiodico della pianta.

Alcuni amminoacidi, come la cisteina, agiscono in congiunzione con sostanze antiossidanti come il glutatione per gestire lo stress ossidativo della pianta di cannabis, che può essere causato da illuminazione eccessiva, soluzioni nutritive inadatte e elevati livelli di CO₂.

A differenza dell'uomo, la pianta può sintetizzare tutti gli amminoacidi necessari per sopravvivere e crescere sana. Purtroppo, però, la sintesi degli amminoacidi è un processo che richiede una gran quantità di energia. Quando la pianta è esposta ad agenti stressanti, può avere difficoltà a produrre amminoacidi.

COSA SONO GLI AMMINOACIDI?

QUALI FATTORI INFLUISCONO SULLA CAPACITÀ DELLA PIANTA DI SINTETIZZARE GLI AMMINOACIDI?

Qualsiasi tipo di stress può compromettere la capacità della pianta di produrre amminoacidi a sufficienza.

Tra i fattori di stress citiamo:

• Carenza d'acqua
• Temperature estreme
• Suolo impoverito
• Parassiti
• Malattie
• Illuminazione insufficiente
• Mancanza di spazio
• Radici malate

COSA SIGNIFICA TUTTO CIÒ PER LE PIANTE DI CANNABIS?

Se volete ottenere dalle vostre piante la massima quantità di fiori e di resina, dovreste procurarvi un fertilizzante ricco di amminoacidi. Somministrando una dose di amminoacidi immediatamente disponibile, le piante potranno utilizzare gran parte dell'energia nella crescita, invece di impegnarsi nella sintesi degli amminoacidi.

COME FORNIRE AMMINOACIDI ALLE PIANTE

Le piante possono assorbire gli amminoacidi tramite le radici e le foglie. Gli amminoacidi sono utili sia durante la fase vegetativa che durante la fioritura.

Il modo più rapido per consentire l'assorbimento degli amminoacidi è attraverso le foglie. È stato dimostrato che l'applicazione di amminoacidi sulle foglie favorisce il trasporto delle sostanze nutritive, aumenta la traspirazione e stimola la fotosintesi.

Pertanto, consigliamo di somministrare alle piante un fertilizzante fogliare a base di amminoacidi. Prima dell'applicazione, misurate accuratamente la dose di concime, poiché (come accade con qualsiasi altra sostanza nutritiva) una quantità eccessiva può danneggiare le piante.

DI QUALI AMMINOACIDI HA BISOGNO UNA PIANTA DI CANNABIS?

Ciascun amminoacido ha una struttura differente, e (ad eccezione della glicina), può essere prodotto nella forma D- o L-. Senza inoltrarci nei dettagli, specifichiamo che la differenza tra amminoacidi D- e L- riguarda la struttura degli atomi.

I fertilizzanti sono disponibili con amminoacidi D- e L- (noti anche come enantiomeri degli amminoacidi L), ma consigliamo di utilizzare quest'ultimi poiché possono essere assorbiti più facilmente dalla pianta.

Quando acquistate un fertilizzante a base di amminoacidi, assicuratevi di scegliere un prodotto che contenga tutti e 20 gli amminoacidi nella loro forma enantiomerica L-, ovvero:

Alanina
Arginina
Acido aspartico
Cisteina
Acido glutammico
Glutammina
Glicina
Istidina
Idrossiprolina
Isoleucina
Leucina
Lisina
Metionina
Fenilalanina
Prolina
Serina
Treonina
Triptofano
Tirosina
Valina

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.