La parte più appagante di tutto il processo di coltivazione della cannabis è il momento della raccolta!

La parte più appagante di tutto il processo di coltivazione della cannabis è il momento della raccolta! Dopo tutti gli sforzi e le attenzioni che sono state dedicate alla pianta, dopo averla vista crescere e fiorire e dopo averle dato tutte le attenzioni possibili e esserti assicurato che avesse tutto quello di cui aveva bisogno sia che si trovasse all’aperto che al chiuso è arrivato il momento tanto agognato! Non tutte le varietà maturano allo stesso periodo, ma tutte danno i segnali che ti faranno capire che sono pronte per essere raccolte, è comunque imperativo che siate pazienti e che aspettiate il giusto momento per il raccolto. Uno dei modi per dire che la pianta è pronta è guardare i calici. Nella fase finale, si gonfieranno e si riempiranno di resina. Questo crea un gonfiore a forma di fungo chiamato ‘gemma’. Durante questa fase ci sono anche cambiamenti nello sviluppo di THC. I pistilli o altri piccoli peli che crescono dentro i calici cambieranno colore da bianco a rosso. Il rapporto di rosso e bianco determinerà il tipo di high che potrete avere, un high che colpisce la testa o uno di quelli che vi farà stare seduti un giorno interno. Quando la raccolta si avvicina, solitamente le ultime due settimane, i pistilli cambieranno colore e da bianchi diventeranno di un forte arancione o marroni. Questo comporta le tue piante sono alla fine del loro ciclo e sono pronte per il raccolto.
il miglior raccolto di marijuanaSe questo è il tuo primo raccolto la cosa da fare è quella di raccogliere il maggior numero di informazioni possibili in modo che fin da subito sia un successo e che tu possa imparare da qualsiasi errore tu possa fare in questa fase e quando dovrai iniziare nuovamente il processo di coltivazione avrai le conoscenze necessarie per farlo meglio e guadagnarne in qualità e quantità. Gli errori principali fatti da coltivatori alle prime armi sono la sovralimentazione e l’innaffiamento. Se la pianta diventa gialla non c’è alcun bisogno di spaventarsi, in realtà è segno che non sono stati fatti errori, ma evidenzia il fatto che hai fatto tutto quello che dovevi fare e non hai dato troppi nutrienti alla pianta e dovrebbero esserci gemme visibili su tutta la pianta. La cosa migliore è che la cannabis abbia meno nutrienti possibili al suo interno, rendendola più fumabile.

Raccolto – Taglio a umido
Il metodo più comune per il raccolto è quello a taglio a umido che avviene appena le piante sono maturate e avviene tagliando i rami uno alla volta e rimuovendo le foglie intorno le gemme. Le foglie contengono la resina che è una sostanza appiccicosa e nel processo di separazione bisogna fare attenzione. Le foglie contengono la maggior parte del THC  e una volta che sono separate dalle gemme sono usate per fare hashish. Le donne dividono in maniera più precisa le foglie dalle gemme perché hanno mani più piccole e non hanno molte difficoltà. Quando si usano delle cesoie bisogna fare estremamente attenzione perché le piante sono appiccicose a causa del THC che contiene la resina. È essenziale che si abbiano più di un paio di cesoie dato che le lame potrebbero diventare appiccicose a causa della resina, ma anche perché potrebbe rompersi a causa della troppa pressione sul cardine dovuta alla durezza dello stelo, quindi è essenziale avere un secondo paio nel caso si faccia un raccolto a taglio a umido.
il miglior raccolto di cannabis
Raccolto – Taglio a secco
Il taglio a secco è fatto dopo aver tagliato le piante e lasciatele seccare completamente prima di iniziare a separare le gemme dalle foglie. Questo metodo prevede il taglio dei rami che successivamente vengono messi in una stanza senza umidità appese verso il basso prima di poterle tagliare. Questo metodo è usato essenzialmente quando c’è un gran numero di piante e la cosa più importante è risparmiare tempo prezioso. Usando questo sistema si permette al THC di uniformarsi in tutta la pianta e la sua quantità sarà considerevole sia nelle foglie che nelle gemme. Un taglio a secco prevede che le piante siano appese in una stanza con una temperatura controllata per asciugarle completamente prima di separare le gemme. Questo metodo è usato molte volte quando si coltiva una gran quantità di piccole piante.

Il risultato finale sarà lo stesso, sta a voi decidere quale sia il metodo più comodo per voi!

Acquista Semi di Cannabis AutofiorentiAcquista Semi di Cannabis FemminizzatiAcquista Medical Semi di Cannabis

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out