Guida alla coltivazione della cannabis di Royal Queen Seeds

By Steven Voser Reviewed by: Mr José

Tutti i coltivatori aspettano con ansia la data del raccolto. Ma avendo un forte impatto sulla potenza e sugli effetti del prodotto finale, il periodo più idoneo per raccogliere le cime dev'essere valutato con estrema attenzione.


Come si fa a capire quando la cannabis è pronta per essere raccolta?

Le seedbank forniscono spesso informazioni sulla data del raccolto delle loro varietà, un stima approssimativa del periodo in cui le piante saranno pronte per essere raccolte.

Anche la genetica della varietà può darti un'idea di quanto tempo impiegheranno le tue piante a raggiungere la maturità.

In genere, le varietà sativa impiegano più tempo a fiorire rispetto alle indica, probabilmente perché provengono da regioni calde con estati lunghe. La nostra Shining Silver Haze, ad esempio, ha un tempo di fioritura di circa 11 settimane (considerato ancora breve per una varietà Haze), mentre la nostra Special Kush 1 impiega solo 7–8 settimane per fiorire.

Tuttavia, il modo migliore per sapere se le tue piante sono pronte per essere raccolte è semplicemente osservandole. Le piante di cannabis mature mostrano alcuni indizi inequivocabili, tra cui:

1. Foglie ingiallite

When is My Cannabis Plant Ready for Harvest

Durante la fase di crescita vegetativa, le foglie ingiallite sono solitamente un segno di carenza di nutrienti o di problemi con agenti patogeni o parassiti. Tuttavia, durante la fase di fioritura è piuttosto normale che le piante di cannabis inizino ad ingiallire. Normalmente, le prime foglie ad ingiallire sono quelle a ventaglio (cioè le foglie grandi e larghe che si estendono sotto le cime e dai nodi) e, successivamente, quelle più piccole intorno alle infiorescenze. Questo significa semplicemente che le piante stanno consumando i nutrienti immagazzinati nelle loro vecchie foglie per concentrare tutta la loro energia sullo sviluppo di cime grandi e pesanti.

Nelle piante di cannabis sane e mature, saranno le foglie più vecchie delle parti inferiori della chioma ad ingiallire per prime. Man mano che le piante continueranno a maturare, anche le foglie più vecchie delle parti centrali e superiori seguiranno l'esempio ed inizieranno ad ingiallire. Quando vengono lasciate maturare per qualche giorno di troppo, le piante di cannabis possono iniziare a mostrare ingiallimenti anche sulle foglioline resinose e sulle cime man mano che si avvicinano lentamente alla fine del loro ciclo di vita. Ovviamente, dovrai evitare che ciò accada e raccogliere le piante quando le cime hanno ancora un colore verde vivace.

Nota: A seconda della genetica che stai coltivando, potresti anche intravedere delle sfumature rosa, viola e persino nere man mano che le piante maturano. Questo è in gran parte determinato dalla genetica e dalle condizioni ambientali (le temperature più fresche durante la fioritura possono stimolare le piante a sviluppare infiorescenze viola).

2. Pistilli arancioni

When is My Cannabis Plant Ready for Harvest

Ricordi quei peletti bianchi che spuntavano tra i nodi delle piante nelle prime settimane di fioritura? Si tratta dei pistilli, gli organi sessuali delle piante femminili concepiti per catturare il polline rilasciato nell'aria dalle piante maschili. Man mano che i fiori maturano, questi pistilli cambiano di colore, passando dal bianco pallido all'arancione/ambra. La maggior parte dei coltivatori raccoglie le cime quando circa il 90% dei pistilli è diventato arancione, poiché la concentrazione di THC è considerata al massimo in questo momento.

3. Calici rigonfi e ben formati

When is My Cannabis Plant Ready for Harvest

I calici sono i “bulbi” che ospitano i pistilli di una pianta di cannabis femmina. Sono la parte più resinosa di una pianta di cannabis e, oltre a formare la struttura delle cime, possono essere un buon indicatore della maturità di una pianta. In genere, se non vengono impollinati per lunghi periodi di tempo, i calici si ingrossano man mano che i fiori maturano.

Quando le piante di cannabis iniziano a fiorire, dovresti notare che i loro calici diventano sempre più “rigonfi” con il passare dei giorni. Una volta che avranno assunto un aspetto tondeggiante e ben formato e ci saranno pistilli arancioni su tutte le cime, sarà il momento di prendere il microscopio ed ispezionare i tricomi della pianta per un verdetto finale sul momento decisivo per raccogliere.

4. Tricomi trasparenti/lattiginosi/ambrati

When is My Cannabis Plant Ready for Harvest

Il modo migliore per sapere se le tue piante di cannabis sono pronte per il raccolto è osservare i loro tricomi usando un microscopio o una lente da gioielliere. I tricomi sono ghiandole resinose che ricoprono le cime dando loro un aspetto cristallino ed una consistenza appiccicosa. Quando si osservano al microscopio, i tricomi possono avere l'aspetto di piccoli funghi trasparenti, minuscole perline o peletti. Man mano che i fiori di cannabis maturano, i tricomi iniziano a perdere la loro trasparenza ed iniziano a diventare più torbidi e lattiginosi, fino a diventare ambra nelle fasi più avanzate della maturazione.

La maggior parte dei coltivatori sceglie di raccogliere le cime quando circa il 70% dei tricomi è diventato lattiginoso o torbido, in quanto considerato il picco di produzione di THC. Il 15% dovrebbe rimanere trasparente e il 15% ambrato.

Si ritiene che le cime raccolte in questo periodo producano uno sballo cerebrale più potente, mentre quelle raccolte più tardi tendano ad avere maggiori concentrazioni di CBN (cannabinolo), producendo un effetto fisico più rilassante. Normalmente, le cime raccolte con tricomi prevalentemente trasparenti sono meno potenti e provocano effetti mentalmente lucidi.

Ttichomes Colours

Come raccogliere le piante di marijuana

Una volta confermata la data del raccolto, procedi a tagliare le tue piante! Sebbene la maggior parte dei coltivatori abbia i propri metodi che possono variare leggermente, le basi del raccolto sono:

  1. Tagliare le piante ancora vive.
  2. Eliminare le foglie a ventaglio e quelle piccole e resinose intorno alle cime (trimming ad umido). Puoi saltare questo passaggio se preferisci trimmare a secco le tue piante.
  3. Appendere la pianta intera o i rami separati in una stanza buia ed asciutta per l'essiccazione.
  4. Asportare le foglie a ventaglio e quelle resinose intorno alle cime (puoi saltare questo passaggio se hai optato per il trimming ad umido). Scopri di più sulle differenze e sui vantaggi del trimming ad umido e a secco qui.
  5. Conciare le cime in barattoli di vetro per esaltarne il sapore e la potenza.
Video id: 540076385

Il momento migliore per raccogliere le piante di cannabis

Adesso che sai quanto possa influire la data del raccolto sulla potenza e sugli effetti delle tue cime, ti assicurerai di tagliare le piante nel momento più opportuno per ottenere le cime con gli effetti desiderati.

In genere, ricorda che più tardi raccoglierai le cime, più rilassanti saranno i loro effetti.

Per una panoramica più dettagliata sulle possibilità di raccogliere in anticipo o in ritardo le cime di cannabis, clicca qui.

Le piante di cannabis con oidio devono essere buttate?

L'oidio, o mal bianco, è un fungo che colpisce comunemente la cannabis ed altre piante. Come suggerisce il nome, forma una polvere bianca simile alla farina sulle foglie e sulle cime. Sebbene si possa facilmente trattare sulle piante in fase vegetativa, tutte le cime con oidio devono essere scartate in quanto le loro spore fungine possono essere estremamente dannose per i polmoni.

Se durante il ciclo vegetativo vedi delle macchie di oidio, tratta rapidamente le piante con una combinazione di sapone insetticida ed olio di neem o fungicida Propolix. Dai un'occhiata alla nostra guida per la prevenzione ed il trattamento delle infezioni da muffa per una panoramica dettagliata su come combattere l'oidio ed altre muffe della cannabis. Ricorda che le muffe della cannabis sono estremamente efficienti nel produrre spore, quindi dovrai seguire alla lettera tutte le istruzioni del nostro articolo per ridurre al minimo i danni.

Invece, se dovessi intravedere macchie di oidio sulle piante di cannabis in fioritura, l'unica cosa che potrai fare è sradicare gli esemplari infetti per evitare che il fungo si diffonda. Sebbene alcuni coltivatori preferiscano salvare almeno quelle cime che non sono visibilmente colpite dal fungo, noi consigliamo di buttarle perché, sebbene prive di polverina bianca, molto probabilmente saranno già state contaminate dalle spore fungine.

When is My Cannabis Plant Ready for Harvest

Quando raccogliere i semi di cannabis

Sebbene la coltivazione della cannabis sinsemilla (senza semi) abbia rivoluzionato il mondo della coltivazione della marijuana per uso ricreativo e terapeutico, non tutte le piante vengono esclusivamente coltivate per le loro infiorescenze. Per svolgere la loro professione, breeder, seedbank e produttori di semi di canapa hanno bisogno che le loro piante femmina vengano impollinate. E come per le cime non impollinate, anche le piante di cannabis coltivate per i semi devono essere raccolte al momento giusto per ottenere i semi della migliore qualità.

Ricorda che le cime di cannabis impollinate impiegano più tempo a maturare rispetto a quelle non impollinate. Inoltre, c'è più spazio per gli errori durante la raccolta dei semi di cannabis, perché se si raccolgono quando non sono ancora maturi si può compromettere il loro tasso di germinazione. In genere, il modo migliore per verificare se una pianta di cannabis femmina impollinata è pronta per essere raccolta è ispezionare uno dei suoi semi. I semi maturi hanno una forma soda e piena con un colore marrone scuro intervallato da strisce tigrate nere. I semi prematuri, invece, sono più piccoli ed hanno una tonalità verde pallido o beige, senza strisce.

Come raccogliere il polline dalle piante di cannabis

Sebbene la maggior parte dei coltivatori hobbistici elimini subito le piante maschio o quelle ermafrodite, i breeder ne fanno tesoro per il loro polline, la cui genetica servirà per creare nuovi ibridi forti e resistenti. Per assicurarti di raccogliere il polline della migliore qualità possibile, è importante raccoglierlo non appena una pianta maschio apre le sue sacche polliniche. Di solito, questo si verifica poche settimane dopo che le piante maschio iniziano a fiorire. Il modo più semplice per raccogliere il polline è rimuovere interi fiori maschili ed essiccarli in un contenitore sigillato per diversi giorni. Le infiorescenze essiccate possono quindi essere agitate su un setaccio di pochi micron per separare il polline dalla materia vegetale.

Per conservarlo, preservarlo e soprattutto proteggerlo dall'umidità, molti breeder mescolano il polline con la farina.

Cosa succede se non raccogli le piante di cannabis?

Se le piante di cannabis non vengono raccolte, completeranno il loro ciclo di vita fino ad appassire. In natura, quando ciò accade, i semi di una femmina impollinata verrebbero rilasciati nell'aria e nel terreno, aprendo la strada alla successiva generazione di piante di cannabis. Inoltre, le piante di cannabis possiedono un innato desiderio di riprodursi. Quando non vengono impollinate dal polline maschile, alcune piante sperimentano livelli di stress talmente alti da diventare ermafrodite, producendo fiori maschili nel disperato tentativo di autoimpollinarsi. Se questo tentativo dovesse andare a buon fine, la qualità delle cime verrà inevitabilmente compromessa e i fiori saranno pieni di semi. Questo processo è comunemente noto come “rodelizzazione”.

Raccogli la tua erba!

Ora che sai come raccogliere correttamente le cime, i semi ed il polline di cannabis, puoi portare a termine i tuoi progetti colturali. Assicurati di tenere questo articolo a portata di mano per identificare correttamente le cime di cannabis mature e raccoglierle al momento giusto. Solo così ti assicurerai che abbiano la potenza e gli effetti che stai cercando. Inoltre, ricorda di aggiungere un segnalibro al nostro blog per ulteriori consigli sulla coltivazione della cannabis.

Hai più di 18 anni?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.

Cerca per argomento

eKomi silver seal
4.7 su 5
da 37744 recensioni