Diciamo che sei un atleta o semplicemente qualcuno che vive uno stile di vita attivo. Se dieci anni fa qualcuno ti avesse detto che cannabis ed esercizio fisico potrebbero sviluppare una relazione simbiotica, probabilmente ti sarebbe venuto da ridere.

Oggi questo è una realtà, grazie alle battaglie per la legalizzazione ed alla graduale accettazione di questa erba magica da parte della società. Gli atleti stanno oggi usando la cannabis[1] per favorire il recupero e il benessere generale.

In termini di atletica professionale, i regolamenti che riguardano la cannabis sono ancora confusi. Di recente, l'Agenzia mondiale antidoping (AMA) ha scelto la linea dura[2] squalificando la velocista americana Sha’carri Richardson dalle Olimpiadi dopo essere risultata positiva alla cannabis.

Quindi, cosa sta succedendo? Si sta creando una connessione tra cannabis e sport? La prima può effettivamente avvantaggiare il secondo? Queste domande, tra le altre, troveranno risposta in questo articolo. In breve, vogliamo informarti sui potenziali effetti della cannabis sulla prestazione fisica e sul recupero, evidenziare i rischi della combinazione di erba e sforzo fisico, ed infine ti daremo alcuni suggerimenti per potenziare efficacemente il tuo regime di allenamento.

Cannabis ed esercizio fisico: Cosa dice la ricerca

Osservando gli studi sulla relazione tra cannabis ed esercizio fisico possiamo capire meglio cosa potrebbe riservare il futuro.

Una ricerca del 2019[3] ha esaminato i dati relativi a 600 consumatori di cannabis residenti in luoghi degli Stati Uniti dove la sostanza è legale. Circa l’80% degli intervistati ha ammesso di usare erba subito prima o dopo l’attività fisica.

Questi individui svolgono in media circa 43 minuti di esercizio aerobico a settimana (allenamenti cardio) ed hanno integrato questi allenamenti con 30 minuti di esercizi anaerobici settimanali (come il sollevamento pesi).

Lo studio ha infine trovato una connessione tra uso di cannabis e maggiore intensità degli allenamenti. Uno degli autori dello studio indica il piacere aggiuntivo come possibile motivo per tali risultati. Gli utilizzatori sono d’accordo con questo, riferendo che l’uso di cannabis prima e dopo l’esercizio fisico abbia aumentato le loro sensazioni piacevoli e migliorato il successivo recupero.

D’altro canto, vale la pena evidenziare anche i rischi. Alcuni esperti sottolineano come la cannabis possa potenzialmente influenzare i tempi di reazione e la coordinazione di una persona, sollecitando misure precauzionali quando si usa la cannabis e si svolgono attività estreme, come la scalata od il sollevamento pesi, poiché si verifica un rischio maggiore di lesioni.

Nonostante i rischi, la cannabis e l’esercizio fisico hanno una relazione abbastanza consolidata nel mondo moderno, almeno nei luoghi in cui questa è legale. Ma in che modo l’erba può influenzare le prestazioni atletiche ed il recupero a livello fisiologico?

  • Mentalità

La mentalità può davvero influenzare in modo potente gli allenamenti. Se la mente si oppone all’idea di un certo esercizio fisico, il corpo tende a seguirla.

Ma, a quanto pare, la cannabis potrebbe avere un ruolo nel migliorare la predisposizione mentale che la rende capace di stimolare l’attività fisica. In uno studio del 2017[4] sui topi, i ricercatori hanno scoperto una connessione tra basse dosi di THC ed il potenziale ripristino della funzione cognitiva.

Poi ci sono i resoconti aneddotici[5] degli esperti di fitness. Secondo alcuni, l’erba aiuta a restare concentrati su un compito particolare, fungendo anche da “catalizzatore per raggiungere uno stato di flusso meditativo” durante gli allenamenti.

Mentalità
  • Resistenza

Gli studi rimangono insufficienti sul tema della cannabis e dei suoi possibili benefici per la resistenza, ma le prove aneddotiche si trovano ovunque.

Ecco una testimonianza[6] in prima persona del giornalista Josiah Hesse, che vive in Colorado. Hesse ha affermato di non aver mai fatto sport in vita sua fino a quando non ha raggiunto i 30 anni, dichiarando quindi di non essere stato in grado di fare una “corsa attorno all’isolato” e di sentire i suoi polmoni “bruciare”.

Ma un giorno, dopo aver preso un edibile infuso di cannabis, Hesse ha parlato di una corsa su per una collina come di “un’esperienza facile e divertente”. Ed è arrivato al punto di dire che si sentiva come se “pesasse 20 kili”.

L’esperienza ha portato Hesse a scrivere un libro intitolato[7] “Runner’s High: How a Movement of Cannabis-Fueled Athletes Is Changing the Science of Sports”. Allo stesso modo, attribuisce la potenziale connessione tra uso di cannabis e migliori prestazioni atletiche all’essere più “composto” e concentrato sul compito da svolgere.

Resistenza
  • Riposo e recupero

Riposo e recupero sono due fattori importanti dello sport e di uno stile di vita attivo. Con un corretto recupero, potrai dare il meglio di te nella prossima sessione di allenamento.

Quale ruolo può svolgere la cannabis in questo? Alcuni studi menzionano la relazione fra gli effetti della pianta e la necessità di rilassare i muscoli dopo l’allenamento. Un articolo del 2015[8] pubblicato su JAMA, per esempio, mette in evidenza gli effetti della cannabis sui tessuti muscolari.

Il sonno è un altro componente integrante del processo di recupero. E come evidenzia uno studio del 2004[9], 15 milligrammi di THC sembravano essere correlati ad una maggiore prontezza al sonno in un campione di giovani adulti.

Riposo e recupero

Fumare erba influisce sul sistema cardiaco?

Date le affermazioni positive fatte da atleti amanti della cannabis ed appassionati di esercizio fisico, si potrebbe pensare che l’erba non abbia alcun impatto negativo sul sistema cardiovascolare. Ma gli studi suggeriscono il contrario.

Secondo una ricerca del 2005[10], “dosi basse o moderate” di THC possono causare tachicardia od aumento della frequenza cardiaca. In definitiva, questo provoca un aumento temporaneo della pressione sanguigna.

Ora, questo potrebbe non essere un problema per gli individui sani. Ma è qualcosa che devi considerare se sei una persona che soffre di una condizione cardiaca.

Quanto tempo rimane l’erba nel sistema di un atleta?

Ecco un altro potenziale svantaggio. Molte aree del mondo hanno legalizzato o depenalizzato l’uso di cannabis, ma le commissioni atletiche non si stanno ancora muovendo.

Detto questo, qualsiasi atleta che risulti positivo al THC potrebbe comunque avere problemi. Pertanto, gli individui devono considerare la quantità di tempo in cui i cannabinoidi (od i loro metaboliti) rimangono nel proprio sistema.

I test delle urine sono il metodo di riferimento utilizzato da molti organismi di regolamentazione dell’atletica. E secondo alcune ricerche[11], la cannabis può rimanere nel campione di urina di una persona fino a 30 giorni. Ma se sei un utilizzatore frequente, potrebbero essere necessari fino a 90 giorni prima che il THC sia completamente fuori dal tuo sistema.

Erba ed esercizio fisico: Come combinarli in modo sicuro ed efficace

Per combinare cannabis ed esercizio fisico è necessario adottare metodi adeguati e sicuri.

Tenendo questo a mente, ecco alcuni suggerimenti che puoi usare per ottenere il massimo dai tuoi allenamenti sotto l’influenza dell’erba. Ed abbiamo anche alcuni utili consigli di sicurezza per farti stare tranquillo!

Scegli varietà energizzanti

Non vorrai fumare una Kush pesante prima di andare a correre. Scegli invece una varietà con terpeni tonificanti ed energizzanti e con un contenuto medio di THC per ottenere i migliori risultati. Oppure, rinuncia del tutto allo sballo ed opta per una varietà CBD non psicotropa, od una varietà leggera con livelli uguali di THC e CBD.

Usa i ceppi rilassanti dopo l’allenamento

C’è un motivo se alcuni specifici ceppi sono conosciuti come ceppi adatti per la sera. Dopo un faticoso pomeriggio in palestra, qualche boccata di una varietà ad alto contenuto di mircene, ad esempio, potrebbe essere tutto ciò che serve per portarti dolcemente nel mondo dei sogni.

Microdosa per ottenere il massimo

Quando si usa cannabis durante un’attività fisica, una piccola quantità può fare molto. Di solito una dose da 5 a 15mg di THC dovrebbe essere sufficiente. Potrebbe equivalere ad un morso di un edibile o un paio di tiri da una canna, qualunque cosa funzioni meglio per te. In questo modo riesci ad evitare la potenziale letargia che deriva da grandi dosi di THC.

Evita le attività estreme

Non importa se riesci a gestire bene il tuo sballo. Sei ancora in uno stato di disabilità e non sarebbe saggio fare qualcosa di rischioso. Quindi, se il fumo e l’arrampicata erano nella tua agenda, meglio rinunciare a quell'idea.

Se hai una malattia, consulta un medico

Abbiamo brevemente menzionato i potenziali rischi per la salute derivanti dall’uso di cannabis insieme all’esercizio fisico in persone con problemi cardiaci. Se questo è rilevante per te, pecca per eccesso di cautela e consulta prima un medico.

Marijuana e Ssport: Una coppia affascinante?

Quando si tratta di abbinare la tua amata erba allo sport, la conoscenza è potere. Per la tua salute e la tua sicurezza, fai ulteriori ricerche o consulta un professionista.

E se decidi di provare, ricorda di procedere con cautela. Inizia con basse dosi di THC per darti l’ebbrezza perfetta ed aumentare la motivazione. Una volta raggiunto quello stato d’animo concentrato, potrai goderti un allenamento divertente ed appagante.

External Resources:
  1. 18 of the Biggest Cannabis Advocates in Pro Sports | Men's Journal https://www.mensjournal.com
  2. Weed Shouldn't Be Banned for Elite Athletes, Some Experts Say - Scientific American https://www.scientificamerican.com
  3. Frontiers | The New Runner's High? Examining Relationships Between Cannabis Use and Exercise Behavior in States With Legalized Cannabis | Public Health https://www.frontiersin.org
  4. A chronic low dose of Δ9-tetrahydrocannabinol (THC) restores cognitive function in old mice | Nature Medicine https://www.nature.com
  5. 9 Ways Marijuana Effects Your Athletic Performance | Muscle & Fitness https://www.muscleandfitness.com
  6. Can Marijuana Make You a Better Athlete? https://www.nytimes.com
  7. Runner's High by Josiah Hesse: 9780593191170 | PenguinRandomHouse.com: Books https://www.penguinrandomhouse.com
  8. Medical Marijuana | Adolescent Medicine | JAMA | JAMA Network https://jamanetwork.com
  9. Effect of Delta-9-tetrahydrocannabinol and cannabidiol on nocturnal sleep and early-morning behavior in young adults - PubMed https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov
  10. Hereditary motor and sensor neuropathy: a cause of acute stridor https://emj.bmj.com
  11. OBJECTIVE TESTING – URINE AND OTHER DRUG TESTS https://www.ncbi.nlm.nih.gov
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.