La cannabis è di gran lunga la sostanza illegale più comunemente consumata al mondo. Ogni anno, quasi 150 milioni di persone riferiscono di utilizzare la cannabis in modo regolare.

Il sostegno alla cannabis e alla sua legalizzazione è probabilmente al suo massimo storico degli ultimi 100 anni (o almeno da quando la proibizione è iniziata negli anni ’30). Tuttavia, nonostante il sostegno in crescita, la cannabis rimane in qualche modo illegale nella maggior parte del mondo.


Legalizzazione vs Depenalizzazione: Qual è la Differenza?

Molte persone commettono l'errore di utilizzare i termini legalizzazione e depenalizzazione in modo intercambiabile. Tuttavia, i due termini possiedono definizioni completamente differenti ed è importante comprenderle quando si parla dello stato legale della cannabis.

Legalizzazione
L'atto di legalizzare la cannabis comporta la rimozione delle restrizioni legali che circondano la pianta di cannabis e il suo utilizzo. Paesi e governi possono adottare approcci diversi per legalizzare l'erba. Alcuni possono legalizzare del tutto la coltivazione, la vendita, la lavorazione e l'uso della cannabis e dei suoi derivati, mentre altri potrebbero legalizzare la sua vendita solo per uso medico. Oppure, legalizzare solo la produzione e la vendita di fiori di cannabis, proibendo la produzione di derivati della pianta come estratti ed edibili.
Depenalizzazione
La depenalizzazione della cannabis implica la rimozione delle sanzioni penali contro il suo uso, coltivazione, vendita e possesso. Ancora una volta, diversi governi e paesi hanno scelto di depenalizzare la cannabis a diversi livelli: alcuni possono depenalizzare solo il possesso di piccole quantità di cannabis, la coltivazione di un numero limitato di piante o il consumo di cannabis in luoghi privati, mentre altri adottano approcci più liberali.

Perché la Cannabis È Ancora Illegale? Quali Sono i Motivi della Sua Proibizione?

Le opinioni su quest’antica pianta e il suo utilizzo (che sia ricreativo, medico o una via di mezzo) stanno cambiando ed alcuni governi hanno iniziato a riflettere questi cambiamenti con aggiornamenti alle loro politiche.

  • Vengono Fatte Grandi Affermazioni da Entrambe le Fazioni

I sostenitori della legalizzazione spesso hanno difficoltà a sostenere un argomento convincente a sostegno della loro causa. Sfortunatamente, i sostenitori dell'erba possono trasformare la cannabis in una droga miracolosa che cura tutte le malattie promuovendo la creatività, l'apertura mentale e il progresso spirituale. Detto questo, è importante essere onesti e realistici su ciò che può e non può fare.

  • Pregiudizio e Razzismo

Per anni la cannabis è stata associata ai movimenti contro-culturali: dagli hippy ribelli degli anni ’60 e ’70 agli stereotipi di sballati pigri del cinema degli anni 2000, l'erba è stata a lungo priva di approvazione dai punti di riferimento tradizionali.

Anche prima degli anni ’60, la propaganda governativa razzista e xenofoba collegava la cannabis agli immigrati e criminali. Film come Reefer Madness del 1936 (insieme ad altri media) ne dipingono chiari esempi, così come la storia della stessa parola “marijuana”. Infatti, il termine marijuana possiede radici razziste e può essere ricondotto alle campagne politiche dispregiative progettate per alimentare paura e xenofobia in America.

  • Il Tabù della Cannabis Medica

Sebbene alcune ricerche abbiano esaminato il potenziale terapeutico della cannabis, dei suoi composti e dei suoi derivati, non è sicuramente abbastanza e ci sono ancora moltissime cose che non sappiamo sulla pianta e su come ci influenzi.

Questa mancanza di comprensione genera una combinazione di scetticismo, dubbio e paura, poiché coloro che sono a favore dell'erba medica hanno paura di fare affermazioni importanti sulle interazioni positive della pianta con il corpo. Infatti, mentre ci sono prove che suggeriscono che la cannabis sia una sostanza relativamente sicura e non tossica, con un potenziale di dipendenza piuttosto basso, la realtà è che non sappiamo nessuna di queste cose con certezza.

  • Sostenere lo Status Quo

Il proibizionismo della cannabis esiste da solo 90 anni circa, ma sembra essere stato abbastanza a lungo da costringere molti di noi (in particolare i politici) ad accettare semplicemente l'attuale status quo, mentre altri hanno interessi acquisiti nel mantenere la cannabis illegale.

Di seguito abbiamo sviluppato 10 argomenti a favore della legalizzazione della cannabis.

Perché la Cannabis È Ancora Illegale? Quali Sono i Motivi della Sua Proibizione?

1. Il Proibizionismo Ha Danneggiato la Nostra Comprensione della Cannabis

Fai una ricerca su alcuni dei testi medici più antichi del mondo e troverai innumerevoli riferimenti alla cannabis.

Spolverare questi testi antichi ci aiuta a capire quanto la cannabis sia stata ampiamente utilizzata nel corso della storia umana e mette in evidenza alcuni dei modi con cui i nostri antenati usavano e comprendevano questa antica pianta. Si pone anche la questione di come oggi potrebbe essere la nostra conoscenza della cannabis se fossimo stati in grado di studiarla liberamente negli ultimi 100 anni.

Uno degli effetti più dannosi della proibizione sono le implicazioni legali dello studio della cannabis, dei suoi composti e dei suoi complessi meccanismi di azione. La mancanza di accesso ha contribuito direttamente alla nostra attuale mancanza di comprensione delle sue interazioni con il corpo umano. Il superamento di questo ostacolo ci consentirebbe di investire in studi completi per svelare sia i potenziali benefici che i rischi della pianta per la nostra società.

2. Legalizzare Significa che Possiamo Regolamentare Meglio la Cannabis

Come abbiamo già accennato, ci sono alcune prove piuttosto solide che suggeriscono che la cannabis sia una sostanza relativamente sicura. Ma la verità è che, con così tante cose che ancora non sappiamo sulla cannabis, i suoi composti ed il modo in cui agiscono sul corpo, è impossibile dire con certezza quanto sia davvero sicura.

Il fatto che la maggior parte della cannabis attualmente venduta e utilizzata in tutto il mondo venga coltivata e gestita illegalmente non rende questo compito più semplice. Tuttavia, la legalizzazione offre la soluzione perfetta alle preoccupazioni, ai dubbi e alle domande esistenti che abbiamo sulla sicurezza della cannabis.

La legalizzazione della cannabis ci consentirebbe di evolvere da un mercato illegale ed inaffidabile ad un mercato trasparente e aperto: un mercato che può essere adeguatamente regolamentato e ritenuto responsabile per dare priorità alla sicurezza, alla salute umana e alla trasparenza. La verità è che le persone usano la cannabis nonostante sia illegale. Legalizzare e regolamentare la cannabis ci consentirebbe di garantire che chiunque scelga di utilizzarla potrà farlo in modo responsabile.

Legalizzare Significa che Possiamo Regolamentare Meglio la Cannabis

3. Legalizzare la Cannabis Porta Vantaggio all'Economia

Negli ultimi 10 anni, la cannabis è diventata uno dei prodotti agricoli più venduti negli Stati Uniti. Ogni anno, i mercati legali di California, Colorado, Alaska, Nevada e altri stati incassano miliardi di dollari e creano migliaia di posti di lavoro, fornendo entrate fiscali allo stato ed alla comunità.

Nel 2020, un anno che ha portato enormi sfide finanziarie per quasi tutti i settori economici del mondo, l'industria della cannabis è aumentata vertiginosamente. Ad esempio, negli Stati Uniti le vendite di cannabis legale sono aumentate del 67% durante il 2020 ed il valore del settore è cresciuto fino a raggiungere un nuovo massimo storico di 61 miliardi di dollari.

Sono stati creati molti prodotti differenti e non tutti a base di THC, il che evidenzia le possibilità dei prodotti derivati dalla cannabis.

4. La Legalizzazione è una Risposta Valida Al Fallimento della Guerra Alle Droghe

Le prove dimostrano che la stragrande maggioranza delle persone punite dalla proibizione non sono criminali, ma consumatori. Ad esempio, negli Stati Uniti circa il 92% degli arresti legati alla cannabis[1] è per il possesso di piccole quantità di erba, mentre l'8% è per la vendita o la produzione.

Le statistiche mostrano che ci sono semplicemente troppi consumatori di cannabis sul pianeta rispetto alle forze dell'ordine che devono applicare costantemente il divieto. Il tentativo di imporre il divieto di una sostanza così ampiamente utilizzata ed accettata non è solo irrealistico, ma spreca anche risorse e provoca sofferenze ingiuste ed inutili.

Nel frattempo, nei mercati legali della cannabis gli studi dimostrano che la legalizzazione della cannabis non ha alcun effetto importante sui tassi di criminalità[2], ma può essere un modo efficace per eliminare (o ridimensionare seriamente) il mercato nero, spostando la produzione e la vendita di cannabis alla “luce del sole”, dove può essere regolata. È stato anche dimostrato che la legalizzazione riduce gli arresti legati alla cannabis, liberando enormi quantità di risorse e consentendo alle forze dell'ordine di concentrarsi su aspetti più importanti del loro lavoro.

La Legalizzazione è una Risposta Valida Al Fallimento della Guerra Alle Droghe

5. La Cannabis È Più Sicura dell'Alcol e del Tabacco

Anche se bisogna approcciarla con attenzione, la cannabis non è così pericolosa come ti fanno credere. Rispetto all'alcol o al tabacco, i quali sono entrambi legali e disponibili ovunque (e sono stati persino regolamentati da amministrazioni alimentari e farmaceutiche come la FDA statunitense), i rischi per la salute derivanti dall'uso regolare della cannabis sono ancora meno preoccupanti.

Studi dimostrano che, ogni anno in America, l'alcol è responsabile del decesso di oltre 85.000 persone[3]. Inoltre, il fumo del tabacco è responsabile di quasi 500.000[4] decessi annuali solo negli Stati Uniti. D’altro canto, la cannabis usata da sola non uccide nessuno e gli esperti di tutto il mondo sono d'accordo sul fatto che la **cannabis non sia tossica né mortale.[5]

Tuttavia, ciò non significa che non siano necessari l'educazione ed un uso responsabile.

6. La Legalizzazione Metterebbe Fine al Pregiudizio e allo Stigma che Circonda la Cannabis

Come abbiamo visto prima, il divieto della cannabis è alimentato da supposizioni tendenziose e pregiudizi antiquati riguardo alle persone che la utilizzano. E anche se porre fine a questo pregiudizio (che si è accumulato negli ultimi 90 anni e più) non sarà affatto facile, la legalizzazione aiuterebbe a far ribaltare la situazione.

Stiamo già assistendo allo stigma negativo che circonda la cannabis svanire lentamente nella manciata di mercati legali in tutto il mondo. E poiché sempre più persone si aprono e normalizzano il loro consumo di cannabis, questo aiuta anche a costruire una società più forte, moderna e libera, non stigmatizzata da vecchi cliché e pregiudizi.

La Legalizzazione Metterebbe Fine al Pregiudizio e allo Stigma che Circonda la Cannabis

7. La Maggior Parte delle Persone è Favorevole alla Legalizzazione

Mentre l'atteggiamento delle persone nei confronti della cannabis ovviamente varia da un paese all'altro, i sondaggi dell’opinione pubblica mostrano che (almeno in molti paesi occidentali) la maggioranza degli elettori sostiene la legalizzazione.

Ad esempio, le statistiche del Pew Research Center mostrano che oltre il 90% degli elettori americani sostiene la legalizzazione della cannabis[6] in una certa misura (sia per uso medico che ricreativo). Anche il 70% degli elettori nei Paesi Bassi sostiene la legalizzazione, così come la maggior parte delle persone in Australia, Inghilterra, Spagna e molti altri paesi. In qualsiasi democrazia dignitosa, ci aspetteremmo che le modifiche legislative riflettessero questi sondaggi. Tuttavia, la proibizione della cannabis che ancora esiste nella maggior parte di questi paesi suggerisce che la democrazia non viene applicata alla legalizzazione della cannabis.

8. Legalizzare la Cannabis Non Incoraggia i Giovani a Fumarla

I critici affermano spesso che la legalizzazione della cannabis incoraggerà i giovani a provarla. Questo è preoccupante, poiché alcune ricerche[7] suggeriscono che l'uso di cannabis durante l'infanzia o l'adolescenza può danneggiare il cervello in via di sviluppo di un giovane.

Tuttavia, la paura che la legalizzazione della cannabis porti un maggior numero di giovani al suo consumo è fuori luogo. I dati dei pochi mercati legali attuali nel mondo mostrano che la legalizzazione non incoraggi più giovani a provarla. Infatti, in Colorado il numero di giovani che usano cannabis è diminuito dopo la legalizzazione.

Legalizzare la Cannabis Non Incoraggia i Giovani a Fumarla

9. La Proibizione Semplicemente Non Funziona — E Ne Abbiamo la Prova!

È ovvio che la guerra alla droga non sia riuscita a ridurre i danni e diminuire il traffico illecito di droga. Le statistiche mostrano che le restrizioni più severe applicate dai governi a seguito della Guerra alla Droga spingono il traffico di droga ad essere più clandestino.

La proibizione semplicemente non funziona. L'abbiamo visto in passato con l'alcol e lo stiamo vivendo di nuovo con la cannabis.

Rendere illegale una sostanza semplicemente non impedisce alle persone di consumarla. Ma oltre a questo, il divieto non aiuta a minimizzare il crimine. Invece, spreca un sacco di risorse delle forze dell'ordine e punisce principalmente i consumatori di droga, in particolare le persone di colore, e non necessariamente le persone coinvolte nella criminalità organizzata.

10. I Governi Non Dovrebbero Avere Voce in Capitolo su Ciò che le Persone Adulte Mettono nei Loro Corpi

Se accettiamo le prove che la cannabis sia notevolmente più sicura del tabacco e dell'alcol (che possiamo acquistare legalmente in enormi quantità quasi ovunque), inizia a diventare ovvio che la proibizione dell'erba non è solo ipocrita, ma anche una palese intrusione della nostra libertà individuale di scelta.

Vietare e far rispettare il divieto della cannabis a tal punto che le persone vengono arrestate e processate semplicemente per suo il possesso è ridicolo.

Molti decenni di divieto hanno reso tutto questo molto chiaro, ma gli ultimi 10 anni di progressi mostrano molte promesse per il futuro. Si spera che presto la cannabis sarà legale in tutto il mondo!

External Resources:
  1. 40% of U.S. drug arrests in 2018 were for marijuana offenses | Pew Research Center https://www.pewresearch.org
  2. The Cannabis Effect on Crime https://www.tandfonline.com
  3. Alcohol consumption is the sole cause of 85,000 deaths annually in the Americas, PAHO/WHO study finds - PAHO/WHO | Pan American Health Organization https://www.paho.org
  4. Fast Facts | Fact Sheets | Smoking & Tobacco Use | CDC https://www.cdc.gov
  5. Can marijuana kill you? https://www.medicalnewstoday.com
  6. Overwhelming support for legal recreational or medical marijuana in U.S. | Pew Research Center https://www.pewresearch.org
  7. News Feature: Cannabis and the adolescent brain | PNAS https://www.pnas.org
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.