Il recupero muscolare è parte integrante dell'allenamento di ogni atleta. Che siate corridori o bodybuilder, avrete bisogno di seguire una routine post-allenamento, capace di donare sollievo al corpo e di attenuare i dolori causati dall'esercizio fisico intenso.

Molti farmaci sono progettati per offrire un sollievo immediato, ma spesso possono generare effetti collaterali indesiderati e potenziali danni a lungo termine per l'organismo. Tuttavia esiste una soluzione naturale, che molti esperti stanno valutando come possibile alternativa: il cannabidiolo.

CBD e Recupero Muscolare

Il CBD è uno degli oltre 100 cannabinoidi presenti nella pianta di cannabis, proprio come il famigerato THC. A differenza di quest'ultimo, il CBD non provoca sballo, ma racchiude una vasta gamma di potenziali effetti benefici.

Quando il CBD viene introdotto nell'organismo, tende ad interagire in modo indiretto con il sistema endocannabinoide (SEC), inibendo l'enzima che scompone l'anandamide, un cannabinoide prodotto autonomamente dal corpo umano. Questa sostanza viene chiamata anche “molecola della beatitudine”, e si lega ai recettori CB1 e CB2 del SEC, regolando diverse funzioni fisiologiche come umore, appetito, percezione del dolore e fertilità.

L'anandamide genera una sensazione simile allo “sballo del corridore”, ovvero un senso di euforia ed una riduzione dello stress, causati dall'improvvisa produzione di endorfine.

A proposito di corridori, è il momento di esaminare in modo più approfondito i possibili utilizzi del CBD per il recupero muscolare degli atleti.

Probabilmente ne avrete già sentito parlare, ma qual è l'esatto meccanismo di azione di questa molecola?

Ebbene, prima di analizzare questa tematica, spieghiamo brevemente come mai i nostri muscoli diventano rigidi ed indolenziti dopo l'attività fisica.

Quando un muscolo viene sottoposto a sollecitazioni più intense rispetto al normale, nelle fibre muscolari iniziano a formarsi lacerazioni microscopiche. Tale evento viene chiamato Indolenzimento Muscolare ad Insorgenza Ritardata (DOMS), ed è perfettamente normale dopo una sessione di allenamento. Man mano che il muscolo si rigenera, diventa anche più resistente alla nuova attività, e all'allenamento successivo il dolore sarà meno intenso.

Ad ogni modo, il processo di recupero è spesso doloroso e fastidioso; il riposo e l'applicazione di ghiaccio possono accelerare la guarigione, ma alcune persone scelgono di assumere antidolorifici per tornare alla routine quotidiana più rapidamente. Come accennato in precedenza, questi farmaci possono causare diversi effetti collaterali a breve termine, ma anche danneggiare gli organi interni nel lungo periodo.

Tenendo in considerazione questi potenziali problemi, gli scienziati hanno deciso di esplorare alternative più sicure. La cannabis e i cannabinoidi in essa contenuti sono presto diventati il principale oggetto di studio.

Questo ci riconduce alla domanda principale: in che modo il CBD potrebbe favorire il recupero muscolare?

CBD e Recupero Muscolare

Gestione del Dolore

Per quanto riguarda la gestione del dolore, gli scienziati hanno scoperto che il CBD potrebbe potenzialmente attenuare il processo di infiammazione.

Tale effetto dipenderebbe dal rapporto tra CBD e recettori cannabinoidi del SEC. A differenza del THC, il CBD non si lega direttamente ai recettori CB1 e CB2. A quanto pare, la molecola si lega ai recettori TRPV1, in grado di modulare temperatura corporea, percezione del dolore e infiammazione.

Come abbiamo accennato precedentemente, il CBD sembra anche capace di impedire la scomposizione dell'anandamide, una molecola molto utile nella gestione del dolore.

Appena il cannabidiolo inizia ad interagire con i recettori CB2 nel SEC, si osserva una riduzione della produzione di citochine, ovvero le proteine responsabili dell'infiammazione, attivate quando l'organismo percepisce una sensazione di pericolo. Sembra che il CBD riesca quindi a attenuare la reazione del corpo umano al dolore, riportandola a livelli normali.

Il CBD potrebbe contribuire ad aumentare la soglia del dolore negli atleti[1], e anche ridurre l'insorgenza di crampi muscolari e dolori post-allenamento.

Olio di CBD 5% (500mg)
THC: 0.2%
CBD: 5%
CBD per goccia: 2.5 %
Vettore: Olive Oil

Acquista Olio di CBD 5% (500mg)

Migliore Qualità del Sonno

A parte le ore trascorse ad allenarsi e perfezionare le proprie abilità, anche il sonno è parte integrante della vita di un atleta. La carenza di sonno può compromettere il processo di recupero muscolare, rallentare la guarigione dei traumi e prolungare la sensazione di indolenzimento.

Quando si inizia a dormire sempre meno nel corso della settimana, l'ansia tende ad aumentare. La mente diventa iperattiva, emergono nuove preoccupazioni e si inizia a rimuginare sui pensieri opprimenti, fino a restare svegli per quasi tutta la notte.

Questo circolo vizioso tende ad auto-alimentarsi ed aggravarsi rapidamente. Tuttavia, secondo alcune ricerche, il CBD potrebbe contribuire a trattare l'ansia, e di conseguenza, conciliare il riposo notturno. Durante uno studio condotto nel 2019[2] sono state somministrate dosi di CBD a 72 volontari. Gli scienziati hanno osservato che il 79% dei partecipanti manifestava una riduzione dell' ansia, mentre il 66% dichiarava un miglioramento della qualità del sonno. Ovviamente, nelle indagini future sarà necessario tenere in considerazione diverse variabili, ma i risultati ottenuti finora sembrano incoraggianti.

Possibili Effetti Collaterali

Qualsiasi sostanza terapeutica può generare effetti collaterali. Nonostante la lunga lista di potenziali effetti benefici supportati da studi scientifici, il CBD non fa eccezione.

Gli effetti collaterali[3] legati all'assunzione eccessiva di cannabidiolo includono diarrea, stanchezza, perdita di appetito e, occasionalmente, variazioni di peso. Nel peggiore dei casi possono emergere danni al fegato, soprattutto se il CBD viene assunto in combinazione con determinati farmaci. Tuttavia, si tratta di casi molto rari, che si verificano con l'assunzione di dosi di CBD estremamente elevate o dopo gravi interazioni farmacologiche.

Come Utilizzare il CBD

Grazie alle ricerche scientifiche e allo sviluppo di nuovi prodotti consentiti dalla legalizzazione, oggi il cannabidiolo è disponibile sul mercato in numerosi formati.

Ad esempio, potete acquistare cime ricche di CBD e fumarle o vaporizzarle come fareste con qualsiasi altro tipo di cannabis. Se non volete né fumare, né vaporizzare i fiori, potete assumere il CBD per via orale, attraverso capsule, oli e tinture. A sua volta, l'olio può essere mescolato a cibo o bevande, o versato direttamente sotto la lingua.

Chi non gradisce particolarmente il sapore naturale del CBD può scegliere un metodo di somministrazione per via topica. Il CBD per uso locale è disponibile sotto forma di creme, balsami ed oli da applicare direttamente sulla pelle.

CBD e Atleti

Ecco una statistica allarmante: secondo una scheda informativa[4] pubblicata dal Dipartimento di Educazione dello Stato del New Jersey, il Consiglio Nazionale sull'Alcolismo e la Dipendenza da Droghe ha rilevato che il 12% degli atleti maschi e l'8% delle atlete femmine ha assunto oppioidi.

Un'altra indagine del 2016 ha evidenziato che le prescrizioni di oppioidi[5] per scopi analgesici sono aumentate notevolmente negli ultimi 20 anni. Pur essendo completamente legali, questi farmaci possono causare dipendenza e numerosi problemi di salute. Le conseguenze di un loro utilizzo improprio sono ancora più devastanti.

Questo è uno dei motivi per cui il CBD potrebbe rappresentare una valida alternativa agli oppioidi. Infatti, questa molecola non provoca dipendenza e ciò riduce considerevolmente le probabilità di abuso o utilizzo improprio. Inoltre, l'assunzione di CBD non sembra causare sintomi di astinenza, pertanto anche questo rischio è minimo.

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, il CBD potrebbe non essere in grado di offrire sollievo immediato in caso di dolore acuto ed intenso. Detto questo, secondo gli esperti, questo cannabinoide è adatto per gestire il dolore a lungo termine. Prima che la molecola venga considerata una valida opzione terapeutica, sarà comunque necessario svolgere ulteriori test e studi clinici.

Come e Quando Somministrare il CBD

Quando si parla di dosaggio del CBD, ogni individuo ha i propri limiti e preferenze relativi al metodo di somministrazione e alla quantità assunta quotidianamente. Come molte altre persone, tanti atleti preferiscono versare olio o tintura di CBD sotto la lingua.

Molti prediligono questo metodo di somministrazione poiché consente al cannabinoide di raggiungere il flusso sanguigno piuttosto velocemente. Il CBD assunto per via orale offre anche una maggiore biodisponibilità. Ciò significa che la maggior parte del principio attivo raggiungerà il flusso sanguigno, quindi sarà possibile utilizzare una dose inferiore.

Esaminiamo ora quando, esattamente, è preferibile assumere una dose di CBD. Alcune persone consumano CBD subito dopo l'allenamento, per un sollievo più rapido. Altri invece scelgono di assumerlo al mattino, per iniziare la giornata con maggior serenità. Tutto dipende dalle preferenze personali; occorre però tenere presente che talvolta il CBD può causare sonnolenza e torpore. Per questo motivo, molte persone scelgono di assumerlo prima di coricarsi.

CBD e Atleti

CBD e Bodybuilders

Se praticate culturismo, il perfezionamento dei muscoli è un obiettivo di primaria importanza. Tuttavia, probabilmente non avete mai considerato l'aspetto scientifico alla base dei vostri esercizi.

In breve, l'attività fisica comprende due stati metabolici: quello anabolico e quello catabolico. Lo stato anabolico riguarda la crescita della massa muscolare magra. Nello stato catabolico, invece, i carboidrati e i lipidi accumulati vengono scomposti e convertiti in energia.

Ora vi domanderete: in che modo il CBD potrebbe intervenire in questi processi? Secondo alcune ricerche, il CBD potrebbe modulare il processo catabolico e tenerlo sotto controllo. Come risultato, l'atleta conserverebbe la massa muscolare necessaria, limitando ogni possibile calo muscolare.

Come e Quando Somministrare il CBD

In un paragrafo precedente, abbiamo spiegato che il dolore è causato da piccoli strappi nella fibra dei muscoli sottoposti ad un allenamento intenso. Il sollevamento pesi è un esempio perfetto per descrivere questo concetto, soprattutto perché alcuni allenamenti sono progettati per rinforzare determinati muscoli.

In questo caso, sarebbe ragionevole utilizzare CBD per uso topico ed applicarlo direttamente nell'area interessata, subito dopo l'allenamento. Questa applicazione cutanea permette al cannabinoide di interagire con il SEC in quella zona specifica ed offre un sollievo più rapido e mirato.

CBD e Bodybuilders

CBD e Corridori

I fondisti o maratoneti affrontano sessioni di allenamento estenuanti per prepararsi alle maratone. Molto spesso manifestano dolori ed indolenzimento, soprattutto a livello di gambe e piedi. Qualche esercizio di stretching e l'applicazione di ghiaccio possono fornire sollievo, ma molte persone preferiscono assumere farmaci antidolorifici tradizionali ed altri medicinali soggetti a prescrizione per alleviare i sintomi.

Tenendo in considerazione i potenziali vantaggi citati in precedenza, si può capire che somministrare CBD agli atleti è un'opzione decisamente più sensata. La molecola potrebbe contribuire ad alleviare il dolore associato ad infiammazione, ma generare anche effetti rilassanti che conciliano il sonno. Di conseguenza, l'atleta non svilupperebbe alcuna dipendenza da una sostanza nociva e riuscirebbe a concentrarsi maggiormente sulla sua attività.

Come e Quando Somministrare il CBD

Secondo un numero crescente di ricerche, il CBD assunto per via topica ed orale può essere utile per i corridori. Il CBD per uso topico potrebbe alleviare il dolore agli arti inferiori, mentre il CBD somministrato oralmente è potenzialmente in grado di favorire il riposo notturno. Queste due formule potrebbero quindi essere assunte rispettivamente dopo l'allenamento e prima di coricarsi.

CBD e Corridori

È Legale Acquistare CBD?

Anche se il CBD è ora legale in molte parti del mondo, fino a poco tempo fa era considerato proibito dagli enti sportivi. Ovviamente, la situazione è cambiata nel 2018, quando l'Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) ha rimosso il CBD dalla lista delle sostanze controllate.

Considerando i numerosi effetti benefici sul recupero muscolare, e di conseguenza sulle prestazioni sportive, ciò rappresenta un'evoluzione promettente per gli atleti di tutto il mondo. Se partecipate regolarmente a competizioni sportive e desiderate assumere CBD per tale scopo, probabilmente non dovrete preoccuparvi di eventuali sanzioni che potrebbero macchiare la vostra reputazione e rovinarvi la carriera.

È tuttavia importante puntualizzare che le regole potrebbero variare in base al luogo in cui vivete. Svolgete delle ricerche, informatevi sulle leggi vigenti e non dovreste avere problemi.

Il CBD Può Essere Rilevato da un Test Antidroga?

Risposta breve: no, il CBD non viene rilevato dai test antidroga. I test antidroga non sono progettati per rilevare tracce di CBD, ma l'eventuale presenza di THC nella sostanza utilizzata potrebbe generare un risultato positivo.

Conclusioni

In conclusione, anche se in questo articolo abbiamo elencato i potenziali vantaggi offerti dal CBD, è consigliabile assumere questo cannabinoide con la dovuta cautela. I risultati delle ricerche scientifiche sono incoraggianti, ma occorre svolgere studi più approfonditi. Quindi, per sicurezza, consultate sempre il vostro medico di fiducia prima di inserire il CBD nella vostra routine quotidiana, soprattutto se assumete regolarmente anche altri farmaci.

External Resources:
  1. Cannabis and the Health and Performance of the Elite Athlete https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  2. Cannabidiol in Anxiety and Sleep: A Large Case Series https://www.ncbi.nlm.nih.gov
  3. CBD: Safe and effective? - Mayo Clinic https://www.mayoclinic.org
  4. Opioid Use and Misuse Educational Fact Sheet https://www.state.nj.us
  5. Nonmedical Prescription Opioid and Heroin Use Among Adolescents Who Engage in Sports and Exercise https://www.ncbi.nlm.nih.gov
Liberatoria:
Questo contenuto è solo per scopi didattici. Le informazioni fornite sono state tratte da fonti esterne.

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.