Il Main-lining è una tecnica per dare forma alle piante che, in questi ultimi anni, ha ottenuto molta popolarità. A volte viene anche chiamata "manifolding" o "fluxing". Come per altre tecniche, l'obiettivo finale è quello di dare forma alle piante per ottimizzare gli spazi di crescita e, così, ottenere raccolti più abbondanti.

Quando viene eseguita correttamente, la tecnica "Main-lining" offre nelle coltivazioni indoor gli stessi vantaggi della tecnica ScrOG, ma senza l'uso di reti. Questo aspetto è molto importante quando si coltiva in spazi limitati.

In termini pratici, il Main-lining è un mix di LST, cimatura e ScrOG.

Il principio su cui si basa è piuttosto ingegnoso ed offre diversi vantaggi per dare forma e vigore alle piante. Il processo prevede di dare forma alle piantine forzandole a sviluppare un fusto principale simile ad un collettore di un motore, da cui il nome "manifolding", ottenendo una struttura a Y. Successivamente, si ripete questo processo anche sulle nuove ramificazioni durante l'intera fase vegetativa. Ciò comporta la suddivisione dei rami in molteplici cime apicali che, in teoria, si possono raddoppiare tutte le volte che si vuole, fino ad ottenerne 4, 8, 16, 32...

main-lining coltivazione cannabis

LA SIMMETRIA È LA CHIAVE

Un altro vantaggio del Main-lining è il controllo del dominio apicale. Esattamente come voi potete essere mancini o destrorsi, le piante possono sviluppare maggiormente le parti più vicine alla sorgente luminosa, destinando gran parte delle energie alla loro crescita. Ciò comporta uno specifico equilibrio ormonale all'interno della fisiologia delle piante, che però può essere facilmente manipolato con una semplice stringa o filo.

Se vedete che una nuova ramificazione sta crescendo ad una velocità più rapida rispetto alle altre, invece di potarla per rallentare il suo sviluppo potete semplicemente legarla per abbassarla all'altezza delle altre e la pianta ridirigerà le sue energie verso il successivo ramo principale. Questo processo viene ripetuto fino a creare una struttura a baldacchino uniforme.

In questo modo potrete ingannare le piante a bilanciare la loro energia tra le diramazioni principali, ottenendo un robusto e grazioso cespuglio.

Vi consigliamo di adottare questa tecnica partendo da seme, dato che uno dei componenti chiave del Main-lining è la crescita simmetrica ed opposta dei nodi. Quando le piante raggiungono la maturità sessuale, iniziano ad alternare i nodi delle ramificazioni laterali. I cloni, invece, tendono a farlo più velocemente non appena hanno radicato. Quindi, se il vostro obiettivo è quello di ottenere i migliori risultati adottando il Main-lining, vi consigliamo vivamente di partire con la coltura da seme.

Main-Lining Tecnica Cannabis

COME CREARE IL COLLETTORE

Il Main-lining si basa sulla simmetria. Quando si parte da seme, è consigliabile cimare la pianta dopo il terzo internodo. Ciò stimolerà fin da subito la crescita a forma di Y. Lasciate riposare le piante per qualche giorno e procedete alla rimozione di tutte le foglie e rami al di sotto del taglio.

A questo punto si svilupperanno due ramificazioni principali. Delicatamente, legatele verso il basso. Ricordatevi che i rami possono spezzarsi facilmente, per cui procedete con cautela. Massaggiate leggermente il ramo per allentarlo e poco a poco piegatelo verso il basso. Cercate di portare i due rami ad un'altezza tale che la loro crescita risulti orizzontale.

Dopo qualche giorno di crescita potete ripetere il processo. In questo modo otterrete 4 ramificazioni principali. Questa tecnica può essere applicata tutte le volte che vorrete fino ad ottenere 16, 32 o 64 cime apicali! Tuttavia, un numero eccessivo di ramificazioni principali risulta poco pratico e richiede tempi vegetativi più lunghi potenzialmente svantaggiosi. L'ideale sarebbe interrompere le potature intorno alla terza settimana di crescita.

Da qui in poi non dovrete fare altro che piegare di tanto in tanto i rami. Le piante non richiederanno più particolari attenzioni da parte vostra.

Moltiplicando la cannabis

QUESTO È TUTTO, GENTE

A questo punto non vi resta che avviare la fioritura delle piante ed aspettare i risultati.

Il principale vantaggio di questa tecnica è che le piante vengono sottoposte a stress nelle prime fasi di crescita del loro ciclo di vita. Successivamente, non dovrete fare altro che sedervi e rilassarvi. Se si dovesse verificare un allungamento durante la fase di fioritura, non dovrete sottoporre le piante ad ulteriori stress, applicando tecniche come il super-cropping, la cimatura o la piegatura. Sebbene offrano interessanti vantaggi, questi metodi aumentano considerevolmente i tempi di crescita e maturazione, forzando le piante a riprogrammare in un determinato momento il loro sviluppo e a ridirigere le energie verso altri rami.

Grazie al Main-lining noterete come la copertura luminosa delle vostre luci sarà uniformemente distribuita su tutto il baldacchino. Inoltre, le vostre piante avranno meno rischi di sviluppare il marciume delle cime grazie ad un flusso d'aria più efficiente.

Anche la formazione di cime "popcorn" verrà drasticamente ridotta. Una volta che verrà avviata la fioritura, non ci saranno rami bassi alla disperata ricerca della luce. Ciò significa che non si svilupperanno più quelle fastidiose ed esili ramificazioni da pochi grammi di marijuana, che sarebbero solo uno spreco di acqua, fertilizzanti e luce. L'energia verrà esclusivamente destinata alle vere protagoniste della coltura, ovvero le cime apicali, che saranno così stimolate a diventare più grandi e compatte.

NON È RICHIESTA ALCUNA RETE

Come accennato in precedenza, il Main-lining non richiede reti come quelle impiegate per lo ScrOG. Con questa tecnica le vostre piante soffriranno solo all'inizio e tutte le loro energie verranno convogliate verso le parti apicali. Le ramificazioni più spesse e piegate verso il basso renderanno le vostre piante veri e propri campioni di sollevamento pesi. La rete ScrOG consente di aprire la struttura a baldacchino, fungendo anche da supporto, ma le cime possono ugualmente cadere.

Con il Main-lining difficilmente accadrà. Le ramificazioni non vengono piegate per aprire le piante, bensì per renderle più forti e perfettamente bilanciate. Questo è un aspetto molto vantaggioso all'interno di una Grow Room. Adesso potrete camminare liberamente intorno alle vostre piante senza dovervi mettere a quattro zampe, lamentandovi poi dei dolori di schiena.

Rete principale di ScrOG

RACCOLTO

Ultimo ma non meno importante, l'allegria del raccolto. Le piante sottoposte al Main-lining diventano sorprendentemente facili da ripulire. Le cime saranno così grandi e compatte che le poche foglioline circostanti saranno rapidamente asportate con una veloce manicure. Sono finiti i giorni frustranti nei quali dovevamo tagliare un gran numero di foglie per ottenere il meglio dai nostri prodotti. Secondo alcuni coltivatori, il Main-lining consente di ridurre di un 75% i tempi di manicure richiesti da alcune varietà.

Se vi sembra fin troppo fantasioso è perché non l'avete mai provato. Si tratta probabilmente di una delle tecniche più facili da applicare alle colture di cannabis e uno dei più antichi segreti dei coltivatori indoor. L'importante è ricordare i due punti chiave: usare solo semi di prima qualità e mantenere la simmetria. Rimarrete sorpresi dai risultati.

 

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out