Quando si parla di concentrati di Cannabis, l'attenzione viene quasi sempre rivolta al BHO. Tuttavia, i tempi, la difficoltà e la pericolosità d'estrazione di quest'olio, ha portato ad escogitare un'alternativa molto più sicura, facile e veloce. Come si chiama questo innovativo estratto? Rosin.

Il Rosin è un concentrato di Cannabis estratto a pressione e calore (a differenza di altri oli che vengono invece estratti con solventi). Questa tecnica permette di ottenere un concentrato puro, facile e veloce da realizzare. Chiunque può produrre un po' di Rosin, anche i più inesperti. Dovrete solo procurarvi qualche cima, una piastra per capelli (pinze con piastre elettriche per stirare i capelli) e un paio di fogli di cartaforno. Per cui, se siete appassionati di concentrati di Cannabis, fatevi avanti e provate anche voi questa brillante tecnica!

LA TECNICA ROSIN: UN MODO FACILE PER OTTENERE CONCENTRATI

Ecco come eseguire correttamente la tecnica Rosin:

1. Prima di tutto bisogna procurarsi qualche cima ricca di resina. L'ideale sarebbe utilizzare cime con dimensioni inferiori a quelle della larghezza della piastra per capelli.

2. Accendere la piastra e lasciarla surriscaldare fino a 160-180 gradi Celsius. È consigliabile usare un modello digitale, in modo da poter controllare con maggiore precisione la temperatura. Temperature più elevate permettono di ridurre i tempi d'estrazione, ma il prodotto finale assume colorazioni più scure ed opache. In ogni caso, dopo un paio di estrazioni imparerete a sfruttare al meglio la temperatura del vostro dispositivo, riuscendo ad ottenere la consistenza più adeguata alle vostre esigenze.

Rosin hash  piastra per capelli

3. Prendere un ritaglio di carta da forno e piegarlo a metà. A questo punto, inserire una cima di Cannabis al centro della carta, in modo da farla aderire all'angolo di piegatura.

4. Afferrare la carta e inserire il lembo contenente la cima tra le piastre del ferro per capelli. Premete rapidamente le piastre, cercando di esercitare una pressione uniforme. Bisogna esercitare una pressione piuttosto energica, senza però esagerare (potreste rischiare di rompere il ferro!). È meglio non superare i 3 secondi di pressione, in modo da evitare che si bruci il concentrato.

5. Una volta realizzato questo passo, sfilare delicatamente il ritaglio di carta, evitando che la cima in essa contenuta si muova. Un leggero movimento potrebbe spostare la cima sopra il residuo di olio appena estratto, portandoselo con sé.

6. Aprire il foglio, spostare la cima in una zona pulita di cartaforno e ripetere il processo. Questa tecnica può essere ripetuta con la stessa cima fino a quando i residui di olio non appaiono più sulla superficie della carta. Ciò avviene, di solito, alla terza "stirata".

7. A questo punto, raschiare via tutto l'olio accumulatosi dopo le varie "stirate".

8. Dopo aver separato tutti i residui di concentrato, cercate un luogo fresco, buio ed asciutto dove conservare il vostro Rosin di Cannabis. Ed ora non vi resta altro da fare che assaporare tranquillamente il vostro concentrato. Avete appena estratto un olio di primissima qualità, potente e privo di solventi, facendo il minimo sforzo e in tempi fulminei!

Nota: La cima "stirata" ed appiattita tra le piastre può essere ancora usata per condire qualche "Edible", un ingrediente perfetto per i vostri dolcetti più appetitosi!

Carrello

Inclusi articoli GRATUITI

Nessun prodotto

Spedizione € 0.00
Totale € 0.00

Check out