Non molte indica, con la possibile eccezione della leggendaria G-13, hanno guadagnato fama e riconoscimento tanto ampi quanto la Northern Lights. Considerata una delle varietà di base fra i coltivatori di cannabis indoor, ed avendo lasciato il suo marchio in molte delle genetiche cannabiche odierne, la Northern Lights è tuttora estesamente popolare fra coltivatori di cannabis e fumatori. Se vi piace la cannabis, ci son buone probabilità che abbiate provato la Northern Lights o una delle sue varianti.

Fin da quando la Northern Lights è apparsa sulla scena alla metà degli anni '80, ha vinto innumerevoli premi cannabici in tutto il mondo. Le sue straordinarie qualità le son valse la sua reputazione di una delle varietà cannabiche più acclamate di tutti i tempi. Le genetiche della Northern Lights hanno fornito le fondamenta di molte delle varietà a dominante indica popolari ai nostri giorni, come White Widow, Chronic, Haze, Special Kush, e molte altre. Diamo uno sguardo più da vicino a questo rinomato classico cannabico e varietà davvero leggendaria.

STORIA ED ORIGINI DELLA NORTHERN LIGHTS

Come è spesso il caso quando si indaga nella storia di varietà leggendarie quali la Northern Lights, le sue origini esatte sono avvolte nel mistero. Si dice che sia stata creata inizialmente da una persona nota come “L'Indiano”, da qualche parte su un'isola vicino a Seattle nello Stato di Washington, USA. C'è chi dice anche che la pianta possa essere pervenuta al misterioso Indiano dalla Costa Ovest, forse da California o Oregon.

Pare che “L'Indiano” abbia fatto crescere 11 piante, possibilmente da ecotipi afghani, che avrebbe designato con il nome Northern Lights, numerate da #1 a #11. Avrebbe poi messo ad accurato confronto le sue piante, per valutarne rendimenti, effetti ed altre qualità. Gli rimasero così due piante, che spiccavano per le loro grosse infiorescenze, buoni rendimenti ed eccellente produzione di resina: Northern Lights #5 e #1.

È possibile che nessuno sarebbe mai venuto a sapere della Northern Lights se non fosse stato per il “Re della Cannabis” e fondatore della primissima seedbank d'Olanda, Nevil Schoenmakers.

Secondo alcuni fu lui che scoprì la varietà, nel corso di uno dei suoi viaggi negli Stati Uniti al'inizio degli anni '80. La storia narra poi che riportò dei cloni femmina della pianta con sé in Olanda, dove stava sperimentando con genetiche cannabiche provenienti da ogni parte del mondo.

Nel 1985 introdusse la prima variante della varietà recentemente scoperta nella sua “Seed Bank of Holland”. La Northern Lights #1, che egli mise in commercio come pura indica frutto di incroci fra consanguinee, volò via dagli scaffali divenendo rapidamente campione di vendite. Incrociò poi alcune delle altre varianti di Northern Lights con una Thai sativa, il che è anche una delle ragioni per cui molte varianti di Northern Lights vengono oggi vendute come incroci fra indica Afghani e sativa Thai.

Dopo l'introduzione della Northern Lights sulla scena, non occorse molto tempo perché cominciasse a rastrellare innumerevoli premi in tutto il mondo.

Northern Light

COLTIVARE UNA LEGGENDA: PERCHÉ CHI COLTIVA CANNABIS ADORA LA NORTHERN LIGHTS

La Northern Lights viene considerata una pianta indica fondamentale da chi coltiva cannabis indoor, per tante ragioni. La si adora perché è facile da far crescere, e conclude il suo ciclo di fioritura in otto settimane. Coltivata in idroponica è perfino più veloce, e l'attesa si arresta a sei settimane circa. Con questa varietà, i coltivatori possono sempre contare su eccellenti valori di produzione.

La Northern Lights, crescendo, diventa una pianta dalla pratica costituzione compatta e cespugliosa, con infiorescenze sode e facile da potare, grazie agli ampi spazi fra i nodi. Certi fenotipi di questa varietà, come l'originale fenotipo NL #1, potrebbero sviluppare una sola singola cima, dando come risultato una pianta alta e “stangona”, con l'aspetto di un “bastoncino di erba”. Ma è cosa più comune che la pianta si presenti in forma di piccolo albero sempreverde, con un grosso fusto centrale circondato da quattro o cinque rami laterali, simile all'originale Northern Lights #2.

Benché le infiorescenze di questa varietà siano di grosse dimensioni e compattamente ammassate, non sono tuttavia troppo dense perché i funghi diventino un problema. Ciò rende la Northern Lights un'ottima varietà da coltivare anche in condizioni umide. Man mano che la pianta porta a maturazione le sue infiorescenze verde scuro, esse si ricopriranno di uno spesso e luccicante strato di tricomi.

Se acquistate i semi di Northern Light da Royal Queen Seeds, tutti i semi sono femminizzati. In questo modo vi assicurate di coltivare unicamente delle femmine, e questo rende la coltivazione di questa varietà ancora più semplice.

Potete aspettarvi dalla Northern Lights che fiorisca per circa 7–8 settimane, prima che sia pronta per il raccolto. A seconda di vari fattori quali temperatura, luce e nutrienti, può volerci un pochino più di tempo.

A causa del retaggio Afghani della Northern Lights, non dovrebbe essere una sorpresa che la pianta ami il sole in abbondanza. Dotata di buona resistenza ai climi asciutti e aridi, si comporta straordinariamente bene anche all'aperto in condizioni più aspre. Piantata in una buona terra con soltanto un'alimentazione ed innaffiatura delicata, può raggiungere altezze rispettabili. Paragonata a certe altre varietà, Northern Lights è molto vigorosa e robusta, il che la rende facile da coltivare in molte situazioni differenti.

Per quanto oggi si possano trovare molte varianti di Northern Lights, la pianta raggiunge solitamente un'altezza di 100–160cm in una tipica configurazione indoor. Con la sua pratica altezza è una pianta che potete gestire facilmente, eppure vi ricompenserà con dei rendimenti eccellenti. In media, potete aspettarvi fino a 550g/m². Piantatela all'aperto, e può raggiungere un'altezza di 180–220cm, con rendimenti che vanno fino a 625g/pianta, pronti per la fine di settembre.

Se volete coltivare la versione autofiorente di Northern Lights, potete farlo anche con la nostra Northern Lights Auto. La Northern Lights Auto resta un po' più piccola, circa 80–120cm, ed offre la convenienza di non doversi preoccupare dei cicli di luce quando la si coltiva; potete mantenerla semplicemente sotto 18–22 ore di luce, dal seme al raccolto. Fiorisce anche un po' più rapidamente. Con la versione autofiorente di Northern Lights potete tirar su un rispettabile 550g/m² se indoor, e fino a 220g/pianta se all'aperto.

Northern Light Indica

NORTHERN LIGHTS: EFFETTO E GUSTO DI UNA LEGGENDA CANNABICA

La Northern Lights non godrebbe del suo statuto di leggenda se non fosse stato per l'incredibile esperienza mentale e fisica che induce, grazie alle sue autentiche radici di indica Afghani. Con il 18% di THC, non è eccessivamente forte ma è abbastanza potente da rilassarvi dalla testa ai piedi. Il suo effetto non è soltanto profondamente rilassante, ma vi darà anche un bell'attacco di euforia, cosa che la rende un'ottima erba per allentare lo stress. Non c'è da meravigliarsi che sia tuttora una delle favorite fra gli amanti delle indica di ogni luogo!

Oltretutto, il suo effetto equilibrato può regalare anche delle buone potenzialità medicinali per i consumatori terapeutici. Northern Lights può essere d'aiuto per alleviare i dolori, dare sollievo ai muscoli indolenziti, ed offrire un rimedio all'insonnia. Con il suo effetto rilassante e gioioso è una fumata eccellente anche per aiutare nei casi d'ansia ed altri disturbi dell'umore.

Fumare la Northern Lights non costituisce un'esperienza grandiosa soltanto grazie al sublime effetto indica di questa varietà. Il suo gusto è ugualmente da prima della classe, e non deluderà nemmeno il più esigente intenditore cannabico; vi si combinano aromi terrosi con note di pino ed una dolcezza deliziosa, che compongono quel meraviglioso aroma da vecchi tempi così raro da trovare al giorno d'oggi.

NORTHERN LIGHTS: UN AUTENTICO CLASSICO CHE DÀ ANCORA OGGI GRANDI SODDISFAZIONI

Alcune varietà cannabiche sono famose, ma ci vuole qualcosa in più per trasformare una varietà in una leggenda come la Northern Lights. Ciò che rende una varietà cannabica un autentico classico è la sua capacità di impressionare, tanto al suo debutto come al giorno d'oggi. Northern Lights può già oggi guardare indietro a più di trent'anni di successi, eppure questa varietà continua ad essere più entusiasmante e soddisfacente che mai.

Buy Northern Lights

Northern Lights rappresenta la base di molti classici pluripremiati nella storia della cannabis.

Buy Northern LightsL

HAI PIÙ DI 18 ANNI?

I contenuti di RoyalQueenSeeds.com sono adatti solo ad un'utenza adulta e nel rispetto delle leggi locali.

Assicurati di avere un'età consentita dalle leggi vigenti nel tuo paese.

Cliccando su ENTRA, dichiari
di avere
più di 18 anni.